Tal der Abenteuer: Die Schatzsuche im Himalaja

Mostra Recensione

Ambientazione
Reiner Knizia, senza ombra di dubbio uno degli autori di giochi più famosi e prolifici, si cimenta in un family game ambientato nelle valli del Tibet alla ricerca di tesori nascosti.

Lo scopo del gioco è quello di portare i 4 esploratori lungo le valli del Tibet alla ricerca di un misterioso tempio ricco di tesori nascosti. Alla fine del gioco il giocatore che raccoglierà il maggior numero di pietre preziose e denari sarà proclamato vincitore.

Il Gioco
La prima peculiarità del gioco è il tabellone in double face. I giocatori partono dal loro accampamento nelle valli tibetane per raggiungere un tempio (primo tabellone) dove è indicata la via per il tesoro nascosto alle pendici dell'Himalaya (secondo tabellone). Lungo i sentieri tracciati sul tabellone vengono posti dei segnalini cumuli di pietra dove si celano tesori e/o bonus vari. Vengono piazzati anche gli indicatori ponte tibetano e il gioco può iniziare.
Il gioco si svolge attraverso l'uso delle carte che vengono distribuite ai giocatori all'inizio dei round. I giocatori non hanno un proprio segnalino sul tabellone, bensì muovono i quattro esploratori attraverso le carte. Ciascuna di esse contiene l'immagine di un esploratore ed un numero di frecce (da 1 a 3) che corrispondono alle caselle che quell'esploratore percorrerà. Se l'esploratore raggiunge un segnalino cumulo di pietra, questi viene girato e il giocatore prende il bonus/tesoro indicato. Il primo esploratore che passa attraverso un ponte tibetano lo fa crollare alle sue spalle costringendo gli altri esploratori a prendere sentieri più tortuosi e lunghi.

Si procede così fino a quando un esploratore non raggiunge il tempio. A questo punto la prima parte dell'avventura si completa e viene fatta una prima valutazione. Il tabellone è diviso in quattro settori ciascuno di valore diverso, più vicini saranno al tempio maggiore sarà il loro valore. Tutti i giocatori rivelano le carte rimaste ancora in mano e ad esse viene applicato il coefficiente di valutazione (es. per ogni carta dell'esploratore che è arrivato per primo al tempio e che è rimasta ancora in mano vengono assegnati 3 denari).

Le Montagne dell'Himalaya
Una volta terminata la fase di valutazione il tabellone viene girato, vengono nuovamente distribuite le carte tra i giocatori e viene giocato un nuovo round con le stesse regole del precedente.
Quando un esploratore raggiunge la meta, viene effettuata una seconda valutazione al termine della quale colui che alla fine ha più denari viene proclamato vincitore.

Considerazioni
Il gioco è dichiaratamente destinato al mercato delle famiglie e dei giocatori non occasionali e quindi, per definizione, ha regole e meccaniche semplici. Tuttavia ha delle possibilità strategiche (in dose omeopatica), specialmente se giocato in 2-3. Ha una sua eleganza nella sua semplicità e la durata non eccessiva (30min) ne fanno un interessante filler.
Una nota negativa sta nella scarsa longevità poichè il gioco alla lunga diventa ripetitivo.

Ben curata la grafica ed i materiali.

Questo gioco non è sicuramente un must della produzione di Knizia, tuttavia, considerando che si possono trovare copie in vendita per una manciata di euro, posso affermare che Tal der Abenteuer merita una chance per essere provato.

Se fossero disponibili i "mezzi punti", sarebbe un 6.5.

Collegamento alla Scheda del Gioco: 
Score: 
0.00
Hits: 
2 609
Pro: 

Regole semplici ma eleganti.
Discreta profondità strategica per un family game.
Buona grafica e materiali.
Interessante anche come filler.

Contro: 

La profondità strategica va a farsi benedire con 4 giocatori.
Scarsa longevità.
Questo è un family game, se per voi è un problema lasciate stare.

Contenuto: 

tabellone di gioco double face, 4 segnalini avventurieri, 15 pietre preziose, 55 carte, 15 segnalini cumuli di pietra, 5 segnalini ponte, 32 monete (8 pezzi ciascuno di valore 1,2,5,10) e il regolamento.

  • su
    50%
  • down
    50%