Vampire The Dark Ages: Book of Storyteller Secrets

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
8

Premessa
Il libro dei segreti del Narratore racchiude consigli ed aiuti per gestire una campagna di Vampiri, nei Secoli Bui. Si tratta, in pratica, di un compendio che vuole fungere da guida ed aiuto per quei Narratori che hanno deciso di ambientare le proprie avventure nel Medioevo.

Ambientazione
Innanzi tutto fornisce una descrizione delle regioni esistenti, specificando poi che tipo di vampiri si trovano in quelle zone. Il tutto esposto molto bene e, anche senza scendere in dettaglio, riesce a dare un’idea base per decidere in quale luogo ambientare la propria campagna. Una cartina aiuta ulteriormente, mettendo in risalto le città più grandi di quel periodo.

Gioco
Si viene poi aiutati nella gestione del tema e dell’atmosfera. Vengono forniti spunti sull’inserimento del fantasy in una campagna (sempre che questo sia il desiderio di Narratore e giocatori), sono descritte le condizioni delle città nel medioevo e vengono poste delle domande a cui il Narratore dovrà rispondere, per gettare le basi della propria campagna. Ogni domanda è approfondita dal manuale, che si occupa di chiarire l’importanza dei vari quesiti.
Una sezione spiega come i grandi spazi aperti siano sempre stati pericolosi per i vampiri, e di spazi aperti, nel medioevo, ce ne sono tanti. Licantropi, briganti e santi eremiti sono i pericoli che si possono incontrare più facilmente in questi luoghi, dove spesso la magia ancora esiste.
Per dare il giusto tocco di realismo, il manuale fornisce una lista di particolari che serviranno a dare tono alla campagna, dal tipico cibo del periodo, ai vestiti, alle numerose malattie che si possono trovare nel sangue delle Vene (e quindi di cui soffrono gli uomini), ai nomi tipici, alle difficoltà di viaggiare fino al lessico dell’epoca.

Immancabili i consigli sui Png da inserire, ed una descrizione generica dei clan, del ruolo che svolgono nel mondo e degli uomini che scelgono per diventare ghoul.
Nel manuale si trova anche un bestiario con statistiche e descrizioni di alcune creature magiche ancora presenti nel mondo. Bestie fatate, unicorni, basilischi e persino draghi si rifugiano negli angoli più remoti, nascosti alla vista degli uomini.
Nelle ultime pagine si parla di erbe dagli effetti particolari, veleni, divinatori ed alchimisti, senza tralasciare le reliquie ed i talismani, che tanto circolavano nel medioevo.

Considerazioni
Buon supplemento che può aiutare molto i Narratori. Completa ciò che veniva detto nel manuale base di Vampire: The Dark Ages, fornendo utili nozioni generiche per creare e gestire una campagna nel medioevo. Una cosa che non mi ha convinto molto è il bestiario fantasy, che potrebbe spingere a giocare in maniera troppo D&Desca un gdr che ha sempre fatto di tutto per apparire ed essere diverso.
Forse non fondamentale ma utile.

Pro: 

- Gli spunti e i suggerimenti sono ottimi per un Narratore che deve gestire una campagna nei Secoli Bui.

Contro: 

- Aumentando un po’ il numero di pagine si poteva ottenere un supplemento più completo, evitando alcune descrizioni un po’ frettolose.

Contenuto: 

Manuale (pag. 88)

Score: 
8.14
Hits: 
3 765