Warhammer Ancient Battles: Armies of Antiquity

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
5

Semplice supplemento per warhammer ancient battles, fù la prima "espansione" questa del 1999 alla quale seguirono molte altre, la divisione storica della GW ne sta preparando di nuove tutt'ora confermando la tendenza nel coprire periodi sempre minori, per approfondire meglio il periodo trattato ( o per riservarsi la possibilità di continuare a produrre nuovi manuali ancora a lungo ).
Armies of Antiquity a differenza di altri supplementi, non mostra come dipingere le miniature ne contiene foto di nessun tipo, non contiene nemmeno una pagina di storia, in questo manuale trovano spazio solamente liste degli eserciti, alcune nuove regole e semplici modifiche alla lista dei barbari presente sul regolamento base, aggiunte che permettono di giocare con nuovi eserciti quali i picti, i galli, i daci, i franchi, Goti, antichi britanni e germani.

Le vere liste degli eserciti contenute nel manuale sono invece : sumeri, egizi, hittiti, Troia, Assiri, Persiani, antichi greci, Alessandro, antichi indiani, Roma repubblica, cartaginesi, tardo romano, catafratti, bizantini, orde nomadi, saraceni, sassoni, vichinghi, normanni, crociati, cinesi antichi e samurai.

Pro: 

Il sistema di gioco basato su quello di warhammer fantasy battles, garantisce oltre al divertimento, validità sotto l'aspetto strategico, tutte le liste sono bilanciate al meglio.

Contro: 

Non consigliabile ai fanatici della similuzione, gli eserciti sono basati sul classico sistema di warhammer ( reggimenti con musico e stendardiere che danno bonus ecc... ) questo tende a rendere troppo simili i vari eserciti.
Il manuale sembra più un quaderno che un vero manuale, è completamente in bianco e nero e la qualità della carta non è certo delle migliori.
Il prezzo del manuale è troppo alto, tenuto presente che non contiene altro che liste.

Contenuto: 

manuale di 50 pagine.

Score: 
0.00
Hits: 
4 026