Blue Rose: Companion

Giochi collegati: 
Blue Rose Companion
Voto recensore: 
0,0

Premessa
Il primo supplemento in italiano per Blue Rose si rivela in parte una delusione, troppo concentrato a mostrare possibili tipi di personaggio e nuovi talenti, piuttosto che mirare ad approfondire la bellissima ambientazione, che non viene esplorata in nessun modo.

Ambientazione
Niente di nuovo su questo fronte. Nel manuale non ci sono notizie sensibili riguardo l'ambientazione, se si esclude il ruolo che certi tipi di avventurieri svolgono in giro per Aldis, altre a una descrizione degli Oscuri nelle ultime pagine.

Gioco
Già dalle prime pagine del Companion troviamo esempi di personaggi, con una descrizione delle caratteristiche tipiche, della religione probabilmente professata e del ruolo svolto all’interno del gruppo, il tutto correlato con una tabella in cui sono riportati i talenti che “dovrebbero essere scelti” dal secondo al ventesimo livello. Oltre ad essere una spesa di spazio futile, questo tipo di suggerimenti toglie uno degli aspetti più belli per un giocatore di Blue Rose (e di un giocatore di ruolo in generale): l’opportunità di personalizzare il proprio personaggio, scegliendo i talenti (o poteri o particolarità) che preferisce.
Certo, se un accenno a quali tipi d'eroe si possono incontrare e interpretare nelle terre di Aldis e dintorni può essere utile, questi PG schematizzati e privi di mordente servono a ben poco. Sono troppi e troppo è lo spazio che occupano nel manuale.

A metà del manuale, quando termina l’inutile carrellata di personaggi, troviamo qualcosa di un po’ più interessante. Vengono elencate le abilità, con degli usi alternativi e particolari. Si passa a una nuova selezione di Talenti e Arcana, oltre all’uso combinato di alcuni di questi.
Una piccola parte è dedicata alla descrizione e al funzionamento dei Luoghi di potere, ai Rituali e alle Evocazioni di Oscuri e Demoni. Il tutto termina con una sezione d’oggetti magici (povera, nel manuale base), che quantomeno aiuta a rispondere alla domanda: “quale tipo d’oggetti incantati si trovano ad Aldis e dintorni?”

Nelle ultime pagine si dedica un po’ di spazio ai mostri, la maggior parte dei quali provengono dal Manuale dei Mostri di D&D, ma con le statistiche per utilizzarli nel True d20 System. Si trovano però anche alcuni nemici tipici dei territori di Aldis: gli Oscuri.

Considerazioni
La scelta del primo supplemento da tradurre di Blue Rose lascia quindi un po’ a desiderare, non portando molto di nuovo in mano ai giocatori per quanto riguarda l’ambientazione (vero punto di forza di questo gdr), ma andando a implementare la parte del “gioco” piuttosto che quella del “ruolo”, tra l’altro in maniera tutt’altro che indispensabile. Avrei preferito una descrizione di alcuni luoghi o di personaggi importanti, piuttosto che tabelle e descrizioni di questo o quel potere.
Rimane un accessorio onesto, in parte grazie al prezzo non elevato, anche se, appunto, tende a non aggiungere molto al gioco base.

Pro: 

Può aiutare i giocatori più indecisi a trovare uno spunto su quale PG interpretare.
È un buon manuale per rendere i PG più vari, sopratutto a livello di pura "meccanica", e presenta nuovi Talenti ed Arcana.
Fornisce un’idea di quali oggetti incantati e luoghi magici ci sono ad Aldis.

Contro: 

Pecca dal punto di vista della parte interpretativa, quasi assente, non approfondendo la conoscenza del mondo di Blue Rose, ancora un po’ troppo superficiale.
Appare come il tipico manuale con tanti dati ma poca “consistenza”.

Autore: 
Falcon