Container

Giochi collegati:
Container
Voto recensore:
7,4
Container è un gioco di navi e produzioni.
Ogni giocatore interpreterà tre ruoli distinti produttore di beni, trasportatore ed acquirente. I giocatori possono decidere cosa realizzare ed il prezzo e quali beni, degli altri giocatori, vogliono far veleggiare sull'Isola Remota.
Una volta che i container avranno raggiunto l'isola, gli acquirenti dovranno comprare i carichi che giornalmente saranno messi all'asta per portarli nella propria zona di competenza.
Il governo pagherà i vostri prodotti, ma quanti soldi vorrete dare alla concorrenza per procurare i beni per la vostra comunità?

Il contrasto fra i ruoli è la cosa che più mi ha intrigato di questo gioco. La scelta sempre presente fra avere soldi o punti, ben sapendo che date agli avversari quello a cui rinunciate.

Il gioco prevede per ognuno un turno così composto:
> Pagamento degli interessi
Obbligatorio per tutti quelli che hanno contratto dei debiti.
E' possibile in qualsiasi momento della partita, anche fuori del proprio turno prendere una "carta Prestito".
Questa dà diritto a prendere 10 monete, ma costerà 1 moneta a turno finché non sarà restituita versando 11 monete.

Poi due azioni a scelta fra le seguenti. E' anche possibile far due volte la stessa azione con l'eccezione della produzione.

> Acquistare un magazzino o un macchinario
Il magazzino influenza il numero di merci che possono essere ospitate nel magazzino del porto.
Il macchinario influenza la produttività.
Queste costruzioni hanno effetto immediato.

> Acquistare beni dagli altri giocatori
E' possibile comprare dei beni dagli altri giocatori (dal magazzino di produzione) per metterli nel proprio magazzino del porto).

> Produrre beni
Si produrrà un bene per ogni macchinario presente, il bene sarà del tipo prodotto dal macchinario (stesso colore).

> Far viaggiare la nave
E' possibile fare una tratta di mare con la nave.
Le scelte possibili sono:
dal mare aperto al porto di un avversario o viceversa
dal mare aperto al porto dell'isola straniera o viceversa.

Interessante la meccanica della concorrenza: per ogni bene prodotto (e messo nel magazzino di produzione) o acquistato (e messo nel magazzino del porto) è possibile decidere arbitrariamente il prezzo di vendita, che andrà sempre rivisto per seguire gli andamenti delle produzioni.

E' sempre vietato spostare merci fra i propri magazzini di porto e produzione, dai propri magazzini la merce esce solo se acquistata dagli altri.

L'isola misteriosa
Quando un cargo carico di container si presenta al porto dell'isola straniera tutti i giocatori, tranne chi ha effettuato il trasporto, fanno un’asta cieca per aggiudicarsi il prezioso carico.
Chi vince l'asta si aggiudica tutto il carico e lo può stoccare nel suo settore dell'isola.
Chi ha effettuato la consegna prenderà dal giocatore vincitore dell'asta i soldi puntati, e prenderà gli stessi soldi dalla banca sotto forma di contributo allo sviluppo del governo isolano.
Ha però un potere forte, quello del veto. Se lo spedizioniere ritiene di aver ricevuto offerte troppo basse, può bloccare la vendita e pagare lui stesso la somma massima per poter comprare il proprio carico.
Questo in genere è molto sconveniente perché, se ipotizziamo un’offerta di 5 monete, il giocatore deve decidere se prenderne 10 o spenderne 5. A volte però questo può risultare necessario.

Punteggio e fine della partita
La partita finisce, quando i container di due colori sono esauriti nella scorta per la produzione.
A questo punto scatta il meccanismo del punteggio.
La carta punteggio riporta 5 valori, uno per ognuno dei 5 colori. Uno di questi 5 colori ha sempre un punteggio doppio "5/10".
Se il giocatore ha almeno 1 container per ogni colore, usa il punteggio 10, se mancano 1 o più colori userà il valore 5.
Per aver sovraccaricato l'isola di materiale che si è svalutato, il giocatore deve rimuovere tutti i container del colore più rappresentato (in caso di parità fra più colori ne va rimosso in ogni caso uno).
Ora il calcolo del punteggio è facile: si moltiplica per il coefficiente della carta il numero di container di ogni colore e si prendono i soldi relativi.
Esempio:
Io ho la carta 2, 4, 6, 5/10, 10 ogni numero associato ad un colore.
Ho 3 container per ogni colore e 5 neri.
Rimuovo i container neri (valore sulla carta 6), il mio punteggio sarà:
3 X 2
3 X 4
3 X 10 (avendone almeno uno per colore, prima di scartare i neri, posso usare il punteggio alto di quello doppio 5/10)
3 X 10
Totale 78 monete, che si sommano a quelle che ho già risparmiato durante il gioco.

Vince chi ha più monete dopo i conteggi di tutti.
Pro:
Discrete possibilità strategiche
Meccanismo ingegnoso e sicuramente intrigante
Notevole interazione indiretta fra i giocatori
Totale assenza del fattore fortuna
Materiali squisiti, soprattutto le navi, sul manuale originale dice "plastica”, ma al tatto sembra quasi pietra.
Difficoltà di base non eccessiva ma davvero arduo da padroneggiare.
Istruzioni in italiano direttamente nella scatola, gioco completamente indipendente dalla lingua.
Contro:
Sarà che lo attendevo da mesi, ma non ne ho trovati, se proprio devo cercare il pelo nell’uovo ci sarebbe da parlare dei colori: con tanti colori disponibili al mondo, perché fare i container marrone chiaro e marrone scuro?
Le due navi verde acqua e grigia sono quasi indistinguibili con certe condizioni di luci. Molto belle ma poco pratiche.