Crash Tackle

Voto recensore:
7,9
Crash Tackle vi permette di vestire i panni di un allenatore di rugby a 15 e di guidare la vostra squadra verso la vittoria. La partita si svolge su una plancia suddivisa in esagoni che rappresenta un campo da rugby dove vengono schierati i giocatori. Lo scopo è ovviamente quello di segnare più punti dell’avversario prima del termine dell’incontro. La durata della partita è espressa in tempo reale, quindi è consigliato cominciare giocando 120 minuti le prime volte, mentre ci si impratichisce con le regole,e poi, mano a mano che si prende confidenza, passare agli 80 minuti di una vera partita di rugby (anche per evitare punteggi astronomici).

Il gioco è articolato in turni. Durante il proprio turno gli allenatori possono muovere tutti i loro giocatori, raccogliere, passare e calciare il pallone nel tentativo di andare a segnare. Ad esclusione del movimento, tutte le altre azioni vengono risolte tirando due dadi sei: se la somma è inferiore alla “Ball Skill” del giocatore l’azione è riuscita, in caso contrario il turno passa all’avversario.

Fino a qui niente di nuovo. Il gioco si fa interessante quando andiamo a vedere la regola sui placcaggi. Come nel rugby, si può placcare solo il portatore di palla che viene placcato durante il suo turno nel momento in cui venga a trovarsi adiacente ad un giocatore avversario. Il placcaggio è automatico ed entrambi i giocatori vanno a terra. Una volta risolto il placcaggio, il giocatore in turno può continuare a muovere gli altri giocatori della sua squadra, raccogliere il pallone, passare e calciare.

Questa regola a mio parere simuli molto bene le dinamiche che occorrono durante una partita di rugby; inoltre, da risalto alle differenze tattiche dei giocatori.

I giocatori delle due squadre si suddividono,infatti, in 4 ruoli:
- Avanti che hanno movimento 5 ed una buona “Ball Skill”;
- Trequarti che hanno movimento 7 e una “Ball Kill” uguale a quella degli Avanti;
- Ali che hanno movimento 9 e una “Ball Skill” bassissima che permette al giocatore di essere solo dei ricevitori;
- Estremo che ha movimento 8 e la “Ball Skill” più alta di tutta la squadra.

Infine, gli allenatori hanno a disposizione le Pressure Card, carte che vi permettono alcune azioni speciali, come evitare il placcaggio di un avversario, aumentare il movimento di un giocatore, oppure che vi evitano di tirare il dado.
Pro:
Nonostante la sua semplicità, il gioco rende molto bene una partita di rugby ed è ricco di implicazioni tattico-strategiche. Inoltre, il gioco è in continua evoluzione ed è possibile trovare le sue nuove regole sul sito ufficiale (che da quello che so è l’unico posto dove si può comprare il gioco). Nel sito troverete inoltre un nutrito FAQ e avrete la possibilità di contattare gli autori per ogni dubbio riguardo le regole (veloci e disponibili nel rispondere ad ogni vostro problema).
Ottima la qualità dei componenti, stupenda la rappresentazione grafica dei giocatori e del campo.
Contro:
Il regolamento è stato scritto abbastanza male. Le prime partite richiedono un pò di pazienza e di buona volontà da parte dei giocatori al fine di chiarire alcune situazioni che si possono presentare durante la partita.