Dungeons and Dragons 3.0: I Mostri di Faerun

Voto recensore: 
6,5

Una delle prime uscite pubblicate per la terza edizione di Dungeons and Dragons, I Mostri di Faerun è stato il primo compendio di mostri di quell’edizione a essere dedicato specificatamente a un’ambientazione particolare del gioco. Dato che la stragrande maggioranza dei giocatori adotta l’ambientazione dei "Forgotten Realms", la scelta è stata, per così dire, obbligata.

Il prodotto è un onesto manuale di mostri senza infamia e senza lode. Sono raccolti circa un’ottantina di mostri del Faerun (molti di più se si considerano le varianti), ma che possono essere tranquillamente utilizzati anche in campagne ambientate altrove.
Molti di questi, come i Morti di Bane o i Goblin del Dekanter hanno vincoli speciali con certe divinità o luoghi, ma con un minimo di lavoro da parte del Master, qualunque mostro presentato nel manuale può essere sfruttato in qualsiasi campagna.

Considerazioni
A parere dello scrivente, questo manuale rappresenta una risorsa preziosa per i DM dei Reami, poiché ogni mostro è contraddistinto da una sezione speciale dedicata su quanto attiene espressamente all’ambientazione dei Forgotten Realms, inserendo la creatura nel contesto storico e geografico di quel mondo (esseri creati dallo Zhentarim o dai Thayan, esseri originari del Deserto dell’Anauroch o delle Giungle Chultane, ecc.).

Le pecche che rilevo sono attinenti alla grafica, non eccelsa, completamente diversa da quella degli altri manuali della serie Forgotten Realms.

Pro: 

Un must per chi gioca nei Forgotten Realms con sezioni dedicate, per ogni mostro, ai legami con l'ambientazione.

Contro: 

Illustrazioni poco coinvolgenti e grafica che non c'entra nulla con gli altri sourcebook dei Forgotten Relams.

Autore: 
maurino