Dylan Dog: Il Gioco dell'Incubo

Giochi collegati:
Dylan Dog
Voto recensore:
5,0
Gioco da tavolo ispirato al mitico Dylan Dog, eroe dell'omonimo fumetto bonelliano, e al suo universo.

Partiamo dal Libretto che spiega il montaggio della plancia di gioco e le regole: non chiarissimo. In effetti ci potrebbe volere anche una seconda, o terza, lettura per comprendere bene le meccaniche del gioco (se doveste regalarlo ad un bambino/a avrà bisogno del vostro aiuto o comunque di quello di un adulto altrimenti si scoraggerà dopo una prima lettura).
Dopo molte partite posso dire che nonostante tutto è giocabilissimo anche in due senza dover modificare il regolamento.
Voto: 5

La componentistica (carte, segnalini personaggio, dado, plancia nelle sue 3 parti montabili, cripte del mistero) sono ben curate da un punto di vista grafico, non molto resistenti (attenzione a come piegate le "alette" delle cripte in cartone la prima volta, il disegno della bara deve essere rivolto verso l'interno, perché se le piegherete al rovescio non potrete più cambiare; pena il mutilamento del pezzo). Le carte, bellissime, rimandano all'universo dell'incubo bonelliano con personaggi ripresi direttamente dai fumetti della serie; presenti anche alcune carte che richiamano le copertine degli albi mensili). I segnalini personaggio (un po' anonimi forse) e il dado ( da completare attaccando gli adesivi forniti sulle facce) non eccezionali.
Originalissimo il tabellone da gioco montabile in 3 parti: mettete sul tavolo il perno porta-tabellone, sovrapponete poi il tabellone base quadrato (piano mistero), ancora sopra il disco più grande girevole (piano incubo) e più sopra il disco piccolo (piano realtà); bloccate col perno di chiusura.
Voto: 7,5

La meccanica del gioco è in fondo semplice, priva, ad ogni modo, di qualsiasi possibilità di creare una strategia degna di questo nome (potrete fare giusto qualche dispetto al vostro avversario) Molto dipende dal dado e dalle carte che pescherete (componente casualità molto alta quindi).

Scegliete un personaggio ponetelo sul piano più in alto; pescate 1 carta indagatore, azione, luogo, paura, giratele e vedrete che sul retro ciascuna è divisa in 3 parti. Noterete che, mettendole in fila, se leggete nella parte superiore comparirà una sorta di mini-racconto (utile solo per calarsi nell'atmosfera), nella parte centrale un disegno o il vuoto (sul libretto si spiega meglio, comunque non rilevantissimo) e sotto nomi di oggetti. Questi ai fini della vittoria saranno utili.
Dovrete, lanciando il dado e oscillando da un piano all'altro, tra imprevisti e tiri mancini della sorte e soprattutto del vostro avversario, raggiungere una qualsiasi delle cripte e cercare le 4 carte giuste con disegnati gli oggetti che cercate (che avete esplicati nelle carte che avete pescato all'inizio). Una volta collezionate tutte e 4 avrete vinto, sempre che il vostro avversario non abbia capito che ne avete bisogno e se ne voglia tenere qualcuna impedendovi di chiudere la partita. Potrete strappargliela con un metodo descritto nel manuale... tranquilli.
Voto: 7

Infine la longevità: voto: 6
Pro:
Una volta comprese bene le regole le partite scorreranno via velocemente senza troppi intoppi o fermate per sbirciare nel manuale. Materiali più che buoni da un punto di vista grafico. Abbastanza divertente se tenterete di ostacolarvi l'un l'altro. In 3 o 4 giocatori sarà perfetto. Giocabile anche in 2. Se siete dei fan del detective dell'incubo ne sarete soddisfatti. Originale la meccanica del gioco su tre dimensioni.
Se non sapete che fare una mezz'oretta.
Contro:
Forse poco longevo in generale (specialmente per i non appassionati o per chi non conosce il fumetto). Manuale non chiarissimo, la fortuna conta un po' troppo (magari però non per tutti è un difetto).