Easter Island

Giochi collegati: 
Easter Island
Voto recensore: 
0,0

Il gioco parte dal presupposto che i Moai, le popolari statue dell'isola di Pasqua, potrebbero in realtà essere delle potenti armi a raggi, utilizzate da stregoni antagonisti in un gioco che coinvolge l'intera isola.

Componentistica
Le statue dei Moai sono ben scolpite, in una plastica piuttosto gommosa nera o grigio molto chiaro. Sono abbastanza piacevoli al tatto, ma forse una plastica un po' più rigida sarebbe stata preferibile. La plancia è stampata su cartone col retro telato, è ben illustrata e appare molto solida. Nella norma i segnalini "Sole".

Gameplay
Easter Island è un gioco di scacchiera. Ogni giocatore ha a disposizione sette statue Moai e otto segnalini "Sole". L'obiettivo del gioco è distruggere le statue avversarie preservando le proprie. La plancia di gioco che raffigura l'isola di Pasqua presenta una griglia di 4x4 caselle, ma dal momento che si gioca sulle intersezioni, la scacchiera è a tutti gli effetti di 5x5 posizioni.
Tutt'intorno a questa griglia sono poi posizionati, in corrispondenza delle linee che la formano, i venti punti sui quali sarà possibile posizionare i segnalini "Sole".

Si inizia posizionando sulla griglia, alternativamente, 4 statue ciascuno, dopodiché il gioco può iniziare. Al proprio turno ogni giocatore può compiere due azioni (tranne chi comincia, che durante il primo turno può farne solo una). Le azioni possibili sono: posizionare un'altra statua sulla plancia di gioco, posizionare un segnalino "sole" in uno degli spazi appositi, ruotare una statua, muovere una statua lungo uno dei due assi possibili, o dirigere un raggio solare da uno dei segnalini posizionati precedentemente. In questi immaginari raggi solari sta tutto il potere distruttivo delle statue. Un raggio solare attraverserà una statua se la colpirà di lato, e verrà da essa rifratto dal fronte, ma la distruggerà se essa verrà colpita di fronte o da dietro, se verrà colpita per due volte dallo stesso raggio (che può arrivare a compiere tragitti piuttosto tortuosi), o se sarà l'ultima statua a ricevere il raggio (se cioè il raggio rifratto da essa non andrà a colpire un'altra statua).
La partita termina quando a un giocatore rimane una sola statua sul piano di gioco.

Commenti
Come già detto, Easter Island è un gioco di scacchiera: nonostante sia dotato di un'ambientazione (ben calzante, tra l'altro), è in pratica un astratto. Per tutti gli amanti del genere è un ottimo acquisto: ha un regolamento semplice e facile da memorizzare, ma possibilità strategiche piuttosto varie, ed è dotato di una buona profondità. Necessita di una buona capacità di anticipare le mosse, ma dalle partite effettuate risulta essere molto ben bilanciato.

Pro: 

Regolamento semplice.
Partite brevi e avvincenti.

Contro: 

Fondamentalmente è un astratto, deve piacervi il genere.

Autore: 
Gabbi