Formidable Foes

Giochi collegati:
Formidable Foes
Voto recensore:
0,0
Ambientazione
Formidable Foes è un gioco di spade e magia nel quale il vostro eroe dovrà affrontare pericolose creature, in un tetro labirinto, per cercare di liberare la Fata Fabula dalle grinfie di Fieso, una terribile e potente creatura mostruosa.

Sistema di gioco
Scopo del gioco è essere l'avventuriero più ricco a fine partita. I soldi verranno guadagnati fondamentalmente dai bottini dei mostri sconfitti.

All'inizio del gioco vengono ordinati i mostri per valore crescente di combattimento (da 1 a 50) quindi le prime creature ad essere incontrate saranno le più deboli e cresceranno gradualmente con l'aumentare dell'esperienza dei personaggi.

Nel proprio turno un giocatore può svolgere una delle seguenti azioni:
-Muovere di dodici spazi
-Muovere di sei spazi e combattere
-Riposare

Il combattimento avviene tirando due dadi, uno per il mostro ed uno per il personaggio ed effettuando una sottrazione tra loro. Tipicamente, il dado del mostro fa sempre un punteggio più alto, essendo i due dadi differenti: la differenza tra i due dadi sarà l'ammontare di punti sudore che il personaggio ha utilizzato per sconfiggere il mostro. La saggezza acquisita dal personaggio sarà pari al punteggio di combattimento del mostro più un certo numero fisso che dipende dal numero di giocatori. Inoltre, il mostro può essere sconfitto solamente se il punteggio di combattimento della creatura è pari o inferiore alla saggezza dell'eroe.

Una volta che un mostro è stato sconfitto si vedono le stanze adiacenti ed è possibile capire quali mostri le occupino. Quando viene scoperta una nuova stanza, viene anche aumentato il numero di chip presenti sul track dei punti sudore; questo track è quello dal quale si attinge nel momento in cui si svolge l'azione riposare. Questa meccanica fa sì che ci siano dei momenti in cui riposare è molto conveniente, ed altri in cui si prendono solamente pochi chip.

Quando si sconfigge un mostro si ottiene il suo bottino in termini di denaro ed un incantesimo. Le magie sono di varia natura ed abbastanza utili, ed aumentano di potenza man mano che vengono pescate.
E' anche possibile, per un personaggio, imparare da un "maestro" seguendolo nelle sue avventure; il "maestro" altri non è che un altro giocatore con maggiore esperienza.

Nel dungeon sono inoltre presenti dei teletrasporti che permettono di muoversi più rapidamente nelle gallerie.

Nella seconda metà della partita entra in gioco un ulteriore bonus: il personaggio più "idiota": questo potrà, all'inizio del suo turno, muovere il mostro più debole per rallentare gli altri giocatori. Effettivamente, si tratta di un meccanismo di recupero, seppur molto blando.

Il gioco termina quando viene sconfitto uno dei due potenti mostri finali: a quel punto, il giocatore con più soldi vince la partita essendo il prescelto della Fata Fabula appena liberata.
Pro:
Certamente la cura delle immagini umoristiche dei mostri, così come i nomi tutti con la iniziale F, sono caratteristiche dei giochi di Friese che li rendono sempre ironici e gradevoli. Le meccaniche sono ben pensate e ricercate.
Il gioco gira perfettamente in due come in sei giocatori ed è del tutto indipendente dalla lingua.
Contro:
Fondamentalmente uno solo, che però rende il gioco poco piacevole: la partita soffre di ripetitività, ogni turno è uguale al precedente, i giocatori hanno poche scelte possibili e devono limitarsi ad affrontare il mostro più forte disponibile, alla loro portata. Le possibilità di apprendere da un maestro o di utilizzare gli incantesimi a poco servono per vivacizzare la partita, che scorre piatta e sempre uguale a sé stessa. Il setup è decisamente scomodo e lungo.