Haven: City of Violence

Giochi collegati:
Haven: City of Violence
Voto recensore:
0,0
Haven: city of violence, si presenta come "un gioco di ruolo di violenza moderna". Il suo scopo è, infatti, quello di essere il più innovativo gioco di ruolo ambientato nel mondo moderno "reale".
I giocatori possono interpretare poliziotti corrotti, detectives, malavitosi, ecc. e tutto il resto di campionario classico in noir moderni.
Si potrebbe definire come il gioco di ruolo di "Grand Theft Auto 3" o di "New York Police Department", "The Shield", o di altri serial del genere.

Il volume di apre con una sezione a fumetti, colorata, molto bella e pulp. Per poi passare alla grafica, alquanto scadente a dire il vero, in bianco e nero dell'interno del volume Le illustrazioni sono infatti molto elementari e secondo me detraggono molto dal tono del GDR.

Il libro è suddiviso nelle classiche sezioni: ambientazione, creazione del personaggio, abilità, equipaggiamento, veicoli, ecc. L'ambientazione è veramente ben curata, e fornisce molti spunti: personalità influenti, famiglie malavitose, gangs, ecc. Haven è una città divisa in cinque grossi quartieri, ognuno con la sua caratteristica: c'è quello povero e semi abbandonato, quello ricco e scintillate, ecc.

La creazione del personaggio è caotica e old style, con molte caratteristiche che danno luogo, con medie e varie operazioni matematiche, a sottocaratteristiche. Ho notato che è veramente difficile creare personaggi molto differenziati. Inoltre la sezione è mal strutturata, infatti dal pool iniziale di punti a disposizione per comprare attributi e abilità, si deve spesso addizionare o sottrarre bonus, malus, ecc. a seconda di abilità speciali, addestramento, ecc. Non è infrequente dover tornare indietro nelle scelte fatte e ricalcolare punteggi.
Conviene calcolare tutto su un pezzo di carta e solo in un secondo momento copiare sulla scheda...

Meccaniche adeguate, ma spiegate un po' male. Però il combattimento corpo a corpo è una chicca, con azioni simlutanee da scegliere da una tabella a seconda dello stile di combattimento (un'espansione "Killing Fields" illustra decine di arti marziali) e le regole sugli inseguimenti sono ben riuscite.

Longevità 1 (si presta a vari tipi di GDR moderno, dall'investigativo, al technotriller, all'horror tipo "Seven", ma non so se può durare tanto a lungo...)
Regolamento 1 (old style e macchinoso. Guadagna 1 punto per il corpo a corpo e gli inseguimenti)
Divertimento 1 (potrebbe non piacere a tutti)
Materiali 1 (softcover, carta opaca, brutta grafica)
Originalità 2 (non ci sono molti GDR specifici di questo tipo)
Pro:
Il gioco di ruolo di Grand Theft Auto 3.
Ottimo combattimento corpo a corpo e inseguimenti in auto.
Per un'ambientazione moderna (es. SWAT, o CSI) può essere l'ideale.
Contro:
Meccaniche "old style", libro mal strutturato, grafica brutta. Un po' "rules heavy".