Ice Flow

Giochi collegati:
Ice Flow
Voto recensore:
7,1
Ice Flow è un gioco per 2-4 giocatori, dove ognuno controlla 3 esploratrici nel tentativo di attraversare lo stretto ghiacciato di Bering tra l'Alaska e la Siberia.
Nel fare questo useremo, per spostarci, degli iceberg e faremo uso di corde e pesci per determinate azioni. Il primo giocatore che riuscirà a fare attraversare tutte e 3 gli esploratori vince la partita.

Parlando dell'aspetto grafico del gioco non si può non notare la scatola che un po' troppo grande per quello che contiene, ma i materiali sono molto buoni, le carte in forma quadrata simpatiche e un po' fumettistiche, gli iceberg sono molto carini.
Il tabellone, non troppo grande, è ben realizzato, rappresenta le due coste con lo stretto di Bering e un'isoletta in mezzo, ci sono delle stazioni di partenza e di arrivo collocate sulle due coste, il mare dello stretto è rappresentato da esagoni di diversi colori, questo per far notare le differenti correnti e traiettorie lungo le quali gli iceberg possono viaggiare.
Sul tabellone ci sono anche i box per i segnalini dei pesci, delle corde e degli orsi nonché lo spazio per le carte iceberg.

Ogni giocatore riceve i 3 esploratori di un colore, una carta zaino, la quale potrà contenere massimo 3 oggetti (si parte sempre con 1 corda e 1 pesce) ed una carta riepilogo azioni giocatore.
Si piazzano poi, a turno, tutti gli esploratori nelle 6 stazioni di partenza dell'Alaska e si pescano dal sacchetto 12 iceberg (numero che varia a seconda del numero giocatori), per ogni iceberg si pesca una carta quadrata. Ogni carta mostra una quantità variabile di corde, pesci, e orsi che i giocatori dovranno piazzare sull'iceberg. Quindi, l'iceberg viene piazzato sul tabellone in un esagono dello stretto a discrezione del giocatore (l'unica restrizione è quella che gli esagoni non possono essere piazzati adiacenti).
Questa prima fase di gioco è molto importante, chiaramente ognuno cercherà di mettere un iceberg ben fornito vicino ad uno o più dei suoi esploratori, cercando di ostacolare gli altri che a loro volta cercheranno di fare altrettanto, ma non si può certo pensare solo alla costa di partenza dato che poi rimarrebbe sguarnito il centro dello stretto, bisogna cercare di pianificare attentamente le proprie mosse e fruttare magari gli iceberg che posizionano gli avversari.
Finita questa parte iniziale, comincia la partita: ogni giocatore può, a turno, muovere solo 1 esploratore effettuando due fasi, una obbligatoria, l'altra opzionale (non ha importanza l'ordine di esecuzione). L'azione obbligatoria è quella Iceberg divisa in 3 scelte:

1 - muovere un iceberg nel senso della corrente (dato dalla freccia presente sull'esagono dove si trova l'iceberg) del numero di esagoni dato dal numero delle frecce corrente (1,2 o 3).
2 - ruotare un iceberg.
3 - pescare un nuovo tassello iceberg dal sacchetto e girare una carta iceberg dal mazzo, per scoprire quali oggetti vi dovrano essere inseriti. L'esagono, quindi, verrà posizionato negli esagoni d'ingresso dello stretto (posti in alto o in basso sul tabellone).

L'azione facoltativa è quella dell'esploratore. Questi possono muoversi da un iceberg all'altro e fermarsi a raccogliere oggetti. Vediamo ora come si usano gli oggetti.

Corde – gli iceberg hanno dei lati integri e dei lati rialzati (rovinati), quando un esploratore entra da un lato integro non succede nulla, quando invece entra dal lato rialzato (rovinato) deve usare una corda, che preleva dal suo zaino. Invece di muoversi, si può decidere di rimanere sull'iceberg e mettersi a pescare usando una corda dallo zaino e guadagnando, così, 2 pesci. Oltre che per queste azioni, la corda può essere usata anche per spostarsi da una stazione all'altra di partenza, in determinati casi la corda deve essere lasciata a terra o su gli iceberg a disposizione dei giocatori.
Pesci – l'esploratore può muoversi tra iceberg adiacenti fra loro, ma può anche nuotare tra un iceberg e l'altro, al max di 1 esagono di mare. Per attraversare questo esagono a nuoto deve giocare un pesce dal suo zaino, il suo movimento, comunque, non può finire in mare ma su un iceberg o sulla terra ferma.
Quando in un iceberg è presente un Orso, questo non è accessibile, ma, usando un pesce dallo zaino, lo si può distrarre ed allontanarlo su un altro esagono a discapito, magari, di altri giocatori, eventualmente presenti, che, a loro volta, dovranno giocare un pesce o spostarsi su un altro iceberg accessibile. L'orso può essere fatto nuotare al di fuori dello stretto per farlo tornare nella riserva, disponibile per nuovo iceberg quando si pesca una carta che mostra un orso.

In ogni iceberg possono sostare al massimo 2 esploratori anche dello stesso colore e, quando si raccoglie un oggetto, il movimento termina subito; nelle stazioni di arrivo può sostare al massimo 1 esploratore per ogni colore.
Il regolamento è di sole 4 pagine, ma ad una prima lettura non è molto chiaro e lascia più di un dubbio, il gioco è totalmente indipendente dalla lingua, non c'è nessun testo a parte il manuale.

Le meccaniche di gioco sono piuttosto semplici da imparare, la presenza di fortuna nella pesca di iceberg e carte è molto limitata dal fatto che questi vengono usati da tutti e la loro differenziazione è minima.
Le strategie di gioco sono molto varie e richiedono un'attenta pianificazione per cercare di usare al massimo tutte le mosse disponibili. Insomma un gioco dall'aspetto semplice e grazioso che nasconde un buon comparto strategico e, poi, il prezzo non è eccessivo.
Mentre scrivo questa recensione e' stato rilasciato il regolamento 1.03 completamente revisionato con diverse aggiunte al regolamento, per ora disponibile solo in lingua inglese.
Pro:
Gioco non molto lungo e impegnativo.
Occorre una buona pianificazione delle proprie mosse.
Buoni materiali e grafica.
Adatto a tutti.
Contro:
Regolamento che lascia qualche dubbio.
La partita verso la fine potrebbe avere momenti di stallo per mancanza di materiali (per questo bisogna pianificare bene le proprie mosse e non farsi prendere dalla fretta) ed allungare i tempi della partita.