Industrial Waste

Giochi collegati:
Industrial Waste
Voto recensore:
6,8
Industrial Waste è un gioco finanziario in cui occorre sviluppare la propria fabbrica, produrre i beni da vendere e occuparsi dello smaltimento dei rifiuti, cercando di accumulare più denaro possibile. Ogni giocatore ha una tabella dove sono rappresentate le diverse caratteristiche della propria fabbrica, in termini di personale, materie grezze e rifiuti generati per ogni bene che viene prodotto, più un magazzino in cui si accumulano i rifiuti ed uno per le materie grezze possedute.

La mappa principale del gioco è solo una tabella in cui i giocatori muovono i segnalini che rappresentano le loro fabbriche, indicando con la loro posizione il personale utilizzato ed il prezzo di vendita dei prodotti finiti. All'inizio del gioco, le fabbriche si trovano tutte nello spazio in alto a sinistra, che indica molta occupazione (e conseguenti elevate spese fisse), e bassi profitti. Il gioco termina non appena un giocatore riesce a portare il proprio indicatore nella colonna di massimo profitto, quella più a destra, indipendentemente dal livello di occupazione.

La parte principale del turno di gioco si svolge disponendo le carte Azione in gruppi di tre diverse fra loro, costituendo un numero di pile pari al numero di giocatori più uno. A questo punto, partendo dal primo giocatore (quello con il segnalino Euro) che cambia ad ogni turno, ciascuno sceglie una delle pile e la prende per sé: quelle saranno le carte Azione che giocherà nel turno in corso. Se nella disposizione delle carte Azione si rivela la carta Incidente, allora il gioco si blocca e si verifica il livello dei magazzini di rifiuti di ogni giocatore: a secondo del livello posseduto, i giocatori potranno subire una multa in denaro e dovranno arretrare (verso sinistra) il livello di sviluppo delle loro fabbriche sulla mappa di gioco principale. Nel corso del gioco, è possibile in qualsiasi momento ottenere prestiti di 20 milioni di Euro, che tuttavia hanno un effetto piuttosto negativo sul punteggio finale (vedi avanti), se non si riesce a restituirli.

Le carte Azione consentono una varietà di effetti e sono giocate una alla volta, a turno, dai giocatori; quando un giocatore resta con una sola carta Azione, potrà decidere di non usarla e tenerla per il turno successivo. Quando un giocatore usa la carta Materiali Grezzi, mette all'asta le risorse necessarie alla produzione, in numero pari a quelli usati dal suo ciclo produttivo. La carta Ordine consente ad un giocatore di produrre i beni di fabbrica, spendendo risorse grezze ed accumulando rifiuti, in un quantitativo che dipende dagli operai e dalle risorse necessarie per il suo ciclo produttivo; i beni sono immediatamente venduti al prezzo indicato per la sua fabbrica nella mappa principale. Vi sono poi carte che consentono di spostare il segnalino della fabbrica in verticale (assunzioni o licenziamenti) o in orizzontale (crescita o contrazione), innovazioni che consentono di migliorare il ciclo produttivo (richiedendo meno operai, meno materie grezze o producendo meno rifiuti). La rimozione dei rifiuti può avvenire con due carte diverse: una permette al giocatore di ridurre le scorie di 3 punti, mentre l'altra riduce di 1 solo punto ma causa l'aumento dei rifiuti degli avversari di 1 punto a loro volta! Infine, la carta Corruzione permette di evitare le multe in caso di incidente, mentre il Consigliere può essere giocato assieme ad altre carte Azione per raddoppiarne gli effetti, oppure può essere usato per restituire un prestito alla banca (è il solo modo per farlo).

Dopo aver giocato le carte Azione, ogni giocatore deve pagare i suoi costi fissi, che dipendono dal personale attualmente impiegato, quindi si ha un nuovo primo giocatore e inizia un altro turno. Il gioco termina quando un giocatore riesce a portare la propria fabbrica nella colonna del massimo profitto. A questo punto si calcolano i punteggi, che dipendono dal livello di innovazioni della propria fabbrica (avanzamento dei tre campi del ciclo produttivo), dal denaro posseduto (che conta al 50%) e dagli eventuali prestiti ancora non restituiti.
Pro:
Industrial Waste è un gioco eccellente sotto molti punti di vista. I materiali sono di ottima qualità, il regolamento chiaro e dettagliato risulta di facile apprendimento, la varietà delle carte Azione ed il meccanismo di scelta mettono i giocatori di fronte a numerose opzioni e scelte strategiche che possono variare da caso a caso. Il gioco risulta sempre avvincente ed interessante, anche grazie all'elevata interazione fra i giocatori.

In sostanza, considerata anche l'originalità del tema, è un titolo da non perdere se vi piace il genere finanziario/economico.
Contro:
Il principale difetto riscontrato riguarda le fasi finali (ultimi turni) di una partita. Infatti, dal momento che le carte sono sempre pubbliche e visibili a tutti, i giocatori in competizione per la vittoria non sapranno resistere dal fare lunghi calcoli che consentano loro di effettuare la scelta vincente nell'acquisizione delle ultime carte Azione, rallentando notevolmente il gioco.