Kamisado

Giochi collegati:
Kamisado
Voto recensore:
8,1
Introduzione
Si tratta di un gioco da scacchiera per due persone, che ha avuto anche la nomination per l’International Gamers Award del 2009 nell’apposita categoria.

Il gioco
Kamisado rientra nella categoria dei giochi astratti, sviluppa la sua meccanica su una scacchiera di 8X8 caselle; queste si presentano belle grandi e coloratissime, in particolare di ben otto colori differenti, che vanno ad alternarsi su ogni riga del tabellone.

Le pedine dei giocatori, nell'edizione Huch, sono piccole e tozze torri di due colori, bianco e nero, in materiale plastico molto resistente. Ognuna di esse, in testa, ha disegnato un Kanji che riporta uno degli 8 colori utilizzati per le caselle del tabellone, se ne evince che possiamo avvalerci di un totale di 8 torrette a testa (per chi non lo sapesse i Kanji sono i caratteri della scrittura giapponese).

Inizialmente i due giocatori dovranno disporre le loro pedine, nella prima fila di caselle che hanno di fronte a loro, ottenendo uno schieramento uno opposto all'altro.

Il turno si svolge in fasi alterne, in cui ogni giocatore muove una delle sue pedine in senso verticale o diagonale verso l'avversario, facendo terminare questa in una casella a sua scelta. Il colore di questa casella, determinerà automaticamente il colore della torre (colore del Kanji), che deve essere mossa dall'avversario.

Il gioco termina quando una delle pedine, finisce nella fila di caselle a fronte dell'avversario.

Conclusioni
Il gioco è molto semplice e si presta ad una strategia profonda, e ad un insieme di regole immediate e implementabili da alcune simpatiche alternative, come la spinta sumo, per fare arretrare le torri avversarie di qualche casella, o altre regole che gestiscono un eventuale mini torneo.

Il movimento dei pezzi ricorda, ovviamente giochi classici, come gli scacchi o la dama (per la regola facoltativa della spinta sumo): offre la profondità del primo e la semplicità di regole del secondo. Inoltre la regola della casella colorata ricorda "Quarto", dato che si seleziona il pezzo da muovere per l’avversario.

Pur con queste analogie Kamisado ha, nel complesso, una sua originalità, aspetto da annoverare tra i pregi del gioco.
Pro:
Immediatezza e velocità
Profondità strategica
Materiali: ottimo il velluto sotto le torri, per evitare danneggiamenti al tabellone; coloratissimo; dettagliato nelle miniature delle torri.
Originale anche se ha analogie con altri giochi astratti.
Contro:
Sconsigliato a chi non ama i giochi astratti, di scacchiera o per sole due persone; non ho rilevato nessun altro genere di difetto.