Keltis

Giochi collegati:
Keltis
Voto recensore:
6,5
Ambientazione
Questo gioco deriva dall’evoluzione di "Lost Cities" un gioco di carte per due di Knizia del 2002. Con questo nuovo prodotto, il gioco originario è stato migliorato e portato fino a 4 giocatori.
Siete degli esploratori che si muovono lungo dei sentieri.

Il Gioco
I giocatori devono spostare le loro figure sui 5 percorsi del tabellone cercando di raggiungere il più alto punteggio, e per far questo devono giocare le carte davanti a loro scegliendo di cominciare dal numero più basso o quello più alto.

Al vostro turno, dovete:
1)giocare una carta;
2)pescare una carta.

1. Giocando una Carta potete
a) scartate la carta inutilizzata, disponendola scoperta accanto al tabellone (un mazzetto di scarto per ciascuno dei cinque colori);
b) porre la carta scoperta davanti voi. Se questa è la prima carta disposta davanti a voi per quel percorso (ossia di quel colore), piazzare una delle vostre figure sulla prima pietra di quel percorso. Se avete già delle carte per questo percorso davanti voi, ponete la nuova carta sopra quest’ ultima, di modo che i valori di tutte le carte rimangano visibili. Quindi avanzate la vostra figura di una pietra sul percorso.

Le mattonelle percorso sono disposte in modo casuale, in questo modo le partite non sono mai uguali. Le mattonelle percorso possono incrementare (in mdoo differente) il punteggio dei giocatori che ci finiscono sopra.

2. Pescare una Carta
in modo che ne abbiate sempre in mano otto. Potete prendere la carta superiore del mazzo o la carta superiore da uno dei mazzi di scarto vicino al tabellone. Ora è il turno del giocatore seguente ed il gioco continua in questo modo.

Il gioco si conclude non appena la quinta figura, tra tutti i gicoatori, raggiunge la zona obiettivo (ossia le ultime tre mattonelle del percorso) senza riguardo a chi chiude i percorsi. Il gioco, inoltre, si conclude se viene pescata l'ultima carta dal mazzo.

Ogni figura di un giocatore prende i punti indicati nella sua posizione finale. La figura grande di un giocatore raddoppia i punti presi. I giocatori, inoltre, prendono punti per il numero di pietre del desiderio che ciascuno ha raccolto durante la partita.

Il vincitore è il giocatore che ha più punti. Se c’è parità tutti i giocatori in parità vincono.

Considerazioni
Devo dire che ho molto amato "Lost Cites" e ho sempre pensato che poteva esserci una rielaborazione per più giocatori. Quando ho visto la novità 2008 allo Spiel des Jahres ho capito che era giunta l’ora che anche il grande Knizia vincesse l’ambito premio.

Vincitore nel 2008 dello Spiel des Jahres.
Pro:
Ottimo gioco di carte che migliora alla grande il suo predecessore e lo rende gradevole anche nell’aspetto strategico per l’uso dei vari percorsi. L’idea degli scarti come possibili pozzi di pesca rende il tutto molto variabile e ingegnoso.
Anche in due il gioco si sviluppa egregiamente mantenendo un livello un po’ più basso di interazione.
Contro:
Una volta capito che si deve andare il più alto possibile, può essere inutile e deprimente per gli avversari constatare che una o più file sono irrimediabilmente chiuse per possibili recuperi.
In alcune partite si aspetta la carta che può farti chiudere il gioco, e in questa attesa gli altri giocatori ne approfittano per far punti.