Kendo

Giochi collegati:
Kendo
Voto recensore:
0,0
Kendo è un semplice gioco astratto di movimento. Le pedine si dividono in guerrieri (di valore 3), samurai (di valore 2) e il principe (di valore 1).

Scopo del gioco è portare il principe nel palazzo al centro della mappa. Per farlo occorre muovere le proprie pedine sul campo da gioco lungo gli esagoni disegnati di tanti "angoli" quant'è il loro valore.
Non si possono attraversare i pezzi avversari, ma se il movimento termina su uno di loro il pezzo è eliminato. Se viene eliminato il principe, il giocatore è fuori, ma i suoi pezzi rimangono in gioco fermi ad ostacolare i movimenti avversari.

Il primo che porta il principe al palazzo totalizza 5 punti bonus più i punti dei pezzi rimasti in campo. Chi totalizza più punti dopo una serie di partite è il vincitore.

Kendo è sicuramente un gioco semplicissimo da imparare, ma non così facile da vincere. E' ovviamente un astratto con un'ambientazione forzatissima che però costringe i giocatori a non semplici ragionamenti sugli spostamenti dei pezzi, sia per la dimensione ridotta della mappa, sia per il numero limitato di movimenti a disposizione.

I materiali in plastica sono negli standard dell'epoca (seconda edizione del 1989), soprattutto se consideriamo che la prima edizione, del 1976, aveva tutti i componenti in cartone. La grafica astratta lascia decisamente a desiderare (vista l'ambientazione che gli è stata imposta) e l'ultima edizione del 2000 non ha migliorato le cose, avendo lasciato tutto invariato come nel 1986.

Probabilmente delle pedine più a tema o un'ambientazione puramente astratta gli avrebbero fatto guadagnare più popolarità (anche se è stato ristampato diverse volte).
Pro:
Facile da imparare e veloce da giocare.
Ottimo astratto per gli amanti del genere.
Contro:
Ambientazione completamente forzata e grafica nemmeno a tema.