Khet 3D: Tower of Kadesh

Giochi collegati:
Khet 3D: Tower of Kadesh
Voto recensore:
0,0
Una premessa: così come con l'Occhio di Horus ho molto apprezzato questa (seconda) espansione in quanto realmente aggiunge qualcosa di nuovo e modifica considerevolmente il gioco base.

La Torre di Kadesh è un'espansione che aumenta il grado di sfida offerto da Khet: the Laser Game non soltanto contro l'avversario ma anche contro se stessi. Già, perché pensare strategie in 3 dimensioni con un tabellone che si sposta e ruota non è da tutti né banale, ma la soddisfazione di vedere il panico negli occhi dell'avversario quando si trova in trappola per un attacco proveniente dall'altro piano che si è appena mosso o ruotato... non ha prezzo, per parafrasare una nota pubblicità.

L'espansione consta di tre pezzi in plastica nera identica a quella della khettiera:
1) la colonna della Torre, un parallepipedo cavo a base quadrata di 2x2 caselle, con un sistema di 4 coppie di specchi periscopici - di larghezza pari a 1 casella - una coppia per faccia - posti sulla casella "sinistra" di ciascun lato; la Torre è sagomata per sostenere il nuovo piano di gioco;
2) il piano di gioco, di dimensione 6x6 caselle (più il bordino per il laser) tutte nere con le quattro caselle centrali mancanti per inserirvi la Torre, e quindi poter sfruttare l'effetto periscopico degli specchi;
3) il coperchio della Torre, di forma piramidale.

Dalla descrizione precedente si evince che è quindi possibile mandare, posizionando opportunamente i pezzi, il laser su e giù tra i due piani ben 4 volte.

Le regole del gioco base restano valide; si aggiunge una nuova possibilità: quando un pezzo si trova su uno dei piani è possibile spostarlo nella casella corrispondente in proiezione dell'altro piano - se esiste - rispettando le regole del gioco, quindi il colore della casella e se è vuota o se si deve usare uno Djed o un Occhio.

L'unica regola realmente nuova è quella proibisce di muovere o posizionare un Faraone in uno dei quattro angoli del piano della Torre, poiché, proteggendolo con due Djed, si arriverebbe a una situazione di stallo.

I lettori più attenti avranno notato che avevo accennato alla possibilità di muovere e spostare la Torre, e non ne ho parlato esplicitamente, ma volutamente: dato che la torre è anch'essa un... pezzo sul piano di gioco, segue le regole del gioco base, ovvero al posto di muovere o ruotare un (altro) pezzo si può o muovere o ruotare l'intera Torre! Eh già la torre può essere mossa come un pezzo base:
- spostandola, coprendo due caselle (movimento ortogonale) o tre caselle (movimento diagonale) adiacenti se libere (ricordate che la base della torre è di 2x2 caselle e non 1x1), anche se argentate o rosse,
- oppure ruotandola di 90° in entrambe le direzioni.

Poiché gli specchi sono posti dal lato sinistro di ciascun lato della base, è possibile utilizzare la Torre per bloccare il laser avversario!

Nel regolamento sono anche presenti alcune configurazioni "classiche" ma modificate per l'utilizzo della Torre che va sempre posizionata ad inizio partita nell'unico punto di massima simmetria della khettiera: le 4 caselle centrali.
Pro:
Pochi giochi possono vantarsi di un'esperienza tridimensionale. E ancora meno, io credo, senza complicare il gioco aggiungendo solo 3 regole (nel regolamento in tutto sono 5 ma la prima è il setup e la seconda non dice nulla di nuovo, dà solo consigli) di cui due in linea con i movimenti dei normali pezzi.
Un capolavoro!
Contro:
Parere *molto personale*: avrei realizzato torre, coperchi e piano in materiale trasparente, per facilitare la visione della khettiera sottostante.
L'obbligo imposto di declassare i laser dell'edizione statunitense da classe 2 a classe 1 può farsi sentire in caso di percorso del laser sù e giù dalla torre se si gioca in una stanza particolarmente luminosa o all'aperto.