Kragmortha

Giochi collegati:
Kragmortha
Voto recensore:
7,0
Kragmortha è un semplicemente divertente gioco sado-masochistico, in cui i giocatori, rappresentanti dei goblin, devono rubare dei segreti magici al Sommo Arcimago Rigor Mortis.
Se l'ambientazione può quindi risultare abbastanza semplice, le meccaniche di gioco lo sono ancora di più, lasciando spazio ad un divertimento veloce e senza grandi strategie.
Scopo del gioco è raggiungere la scrivania di Rigor Mortis, in modo da recuperare i libri magici, senza capitare tra le sue grinfie.

Il movimento si attua utilizzando le omonime carte, suddivise in movimento Goblin e Rigor Mortis, ognuna recante due simboli in alto da accoppiare a quelli riportati sulle caselle in cui ci si intende muovere.
Oltre al normale movimento, vi sono i teletrasporti, dove possono essere pescate penitenze o libri magici, e la spinta, croce e delizia di ogni giocatore. Semplicemente, la spinta avviene quando un giocatore capita su una casella già occupata da un goblin e lo spintona nella casella adiacente, ovviamente in modo da causarli più dolori possibili.

E i dolori qua sono reali! Infatti ogni qualvolta si finisce in bocca a Rigor Mortis o si usa un teletrasporto "infausto" il giocatore pesca una carta occhiataccia, ovvero una penitenza malefica che egli dovrà sopportare per tutta la partita.

Alcune sono dannose per le carte (consigliamo di imbustarle prima) come tenerle nell'incavo dell'ascella o sotto il mento, altre per i muscoli dei giocatori, come stare sempre a bocca aperta o tenere la carta tra orecchio e spalla.

Chi non rispetta la penitenza (e di solito i vari giocatori vi staranno attenti) ne becca subito un'altra da accorpare alla precedente. Chi arriva a quattro penitenze fa finire la partita.

Kragmortha è un bellissimo gioco da fare in compagnia di un nutrito gruppo di persone bercianti, disposte a ridere come matti per una mezz'oretta e con un sano tocco di cinismo.
Qualcuno potrebbe correttamente dire che "L'importante non è vincere, ma far perdere gli altri"
E qua la strada per la sconfitta è molto dolorosa.
Pro:
Penitenze distruttive per gli avversari.
Grandi risate e sistema di gioco semplice e intuitivo.
Contro:
Tendenza alla ripetitività (ma si aspettano le espansioni).
In pochi non è molto divertente e non necessita di gran strategia.