Logan Stones

Giochi collegati:
Logan Stones
Voto recensore:
0,0
Dopo "Hive" e "Army of Frogs" ecco un altro gioco di John Yianni.
Il meccanismo si bassa sul classico passatempo che tutti abbiamo provato ovvero "sasso, carta e forbici".
Aprendo la scatola non troviamo alcuna plancia ma soltanto un sacchetto e 18 tessere in bachelite.
Queste tessere riportano su entrambe le facce i simboli del sasso della carta o delle forbici, ma non sono tutte eguali.
Troveremo tessere con due simboli eguali su entrambe le facce come anche tessere con simboli diversi.

Lo svolgimento è molto semplice, partendo dalle due tessere iniziali a turno occorre piazzare una tessera con un'unica regola ovvero che sia a contatto con altre due.

Seguendo le regole di "sasso, carta e forbici" se il simbolo piazzato risulta vincente con quelli a contatto causerà il capovolgimento delle tessere in questione.
Nel corso della partita occorrerà fare affidamento alla propria memoria, perché le tessere piazzate sia proprie che dell'avversario non possono essere consultate per ricordarsi il simbolo che hanno sulla faccia nascosta.

Ogni giocatore può ribaltare sia le tessere piazzate da lui stesso che quelle piazzate dall'avversario.
Vince il gioco il primo che riesce ad allineare quattro simboli uguali che, ovviamente, non vadano in contrasto con i simboli delle tessere vicine.
Pro:
Le meccaniche del gioco sono facili ed immediate, partendo da un passatempo conosciuto in tutto il mondo, Quindi risulta facilmente assimilabile anche da non esperti, anche se poi lo svolgimento non è per nulla banale.
Le tessere sono veramente ben realizzate di un materiale, la bachelite, che le rende molto piacevoli al tatto.
Contro:
Trattasi di un astratto puro e limitato a due giocatori, temo che alla lunga possa essere ripetitivo.