Mindstalkers

Giochi collegati:
Mindstalkers
Voto recensore:
0,0
Questa è la recensione di Mindstalkers, ovvero il regolamento per giocare immediatamente con le miniature e l'ambientazione Mindstalkers.

Si tratta di un wargame di miniature con il sistema "Skirmish", ovvero con piccole bande di personaggi, normalmente di 4 unità per lato. Le miniature sono su una scala media e di eccellente qualità, in un pregevole metallo bianco, molto ben dettagliate e molto realistiche.

Il gioco ha di base uno spirito fantasy/fantascientifico, ma è anche possibile non usare gli elementi fantastici, e, nel caso, permetterebbe di giocare un wargame storico.
I personaggi ed il loro equipaggiamento sono rigorosamente basati su dati storici, e magnificamente riportati sulle miniature. Il regolamento base è di 16 pagine a colori, distribuito gratuitamente e scaricabile anche dal sito ufficiale. Stessa politica viene mantenuta per tutte le schede dei personaggi.

Le regole sono semplici e chiare, molto ben spiegate da numerose esempi e fotografie, che vanno a chiarire gli eventuali dubbi dei giocatori che potrebbero sorgere durante la partita.

Si gioca per numero di turni fissi, in cui ogni miniatura viene mossa alternativamente. Il regolamento è molto semplice e, anche se ogni personaggio ha varie caratteristiche, il gioco procede veloce a ritmi serrati.
Ogni miniatura, in ogni turno, ha a disposizione 1d3 di azioni a cui si aggiunge una o più azioni "base" in relazione al modello.
C'è da considerare, inoltre, che la potenza delle armi da tiro è notevole in questo gioco, visto che la maggior parte dei modelli viene rimossa alla prima ferita.

Il numero di lanci di dadi è molto limitato, i colpi vanno a segno molto velocemente ed è facile vedere sparire due o tre modelli in un solo turno di gioco. Il divertimento è assolutamente garantito e rende le partite molto dinamiche. Nella prima fase si preparano i combattenti a frenetici combattimenti scegliendo modelli, armamento ed equipaggiamenti vari, quindi si prepara il piano di gioco con gli elementi scenici ed infine si schierano le squadre, posizionando un modello alla volta alternandosi con l’avversario. Il fattore fortuna, come in tutti i wargame con dadi, è ovviamente preponderante, ma non è particolarmente negativo ed è ben inserito nelle meccaniche del gioco.
Inoltre la potenza delle armi da tiro è notevole in questo gioco, visto che la maggior parte dei modelli viene rimossa alla prima ferita. Il numero di lanci di dadi è molto limitato, i colpi vanno a segno molto velocemente ed è facile vedere sparire due o tre modelli in un solo turno di gioco.

La meccanica è semplicissima ed identica sia per le armi da tiro che per le armi da mischia.

Si tira 1d6: se fai 1, il colpo non è andato a segno e c'è stato un inconveniente. Se fai da 2 a 6 il colpo è andato a segno (il 6 permette di tirare un altro dado e di aggiungere anche questo valore al risultato: è un Colpo da Maestro). Si somma il risultato del dado alla Forza (F) dell'arma/personaggio. Al risultato del dado, il bersaglio colpito somma alla sua Difesa (D) un tiro di 1d6. Se la Difesa è maggiore o uguale alla Forza dell'attacco il colpo è parato, altrimenti il modello subisce una ferita che normalmente lo fa rimuovere dal gioco.

Nel complesso è assolutamente un gioco di ottima fattura che ha come punto di forza la semplicità e l’elevatissima qualità dei materiali scenici e delle miniature.

Il regolamento base può essere scaricato gratuitamente sul sito ManorHouse.
Pro:
Ottimo materiale scenico con miniature eccelse.
Regolamento, semplice e veloce. Il Base può essere scaricato dal sito dell'editore.
Contro:
La semplcità del regolamento e l'elevato tasso di mortalità potrebbero far storcere il naso a molti wargamisti.
Di sicuro l'uscita del regolamento completo dovrebbe colmare alcune piccole lacune.