Onexeno

Giochi collegati:
Onexeno
Voto recensore:
5,8
Ambientazione
Onexeno è un gioco di carte astratto con tre regolamenti differenti che coprono varie meccaniche di piazzamento sempre basate sul corretto abbinamento delle “illustrazioni” a lato delle carte quadrate. Tali “illustrazioni” sulle carte sono il risultato di un puro calcolo matematico, ovvero della rappresentazione di tutte le possibili combinazioni binarie (considerando che la carta si può ruotare) lungo la cornice di una matrice 3x3.

Il Gioco
Il “Base”
I giocatori piazzano a turno una carta in modo che rispecchi gli accoppiamenti descritti sopra. Lo scopo è realizzare una fila di cinque carte orizzontale, verticale o diagonale in una griglia massima di 5x5 così da poterle raccogliere per fare punti o da creare incastri difficoltosi che lo impediscano agli altri.
A termine della partita vince il giocatore con più punti raccolti detraendo il valore delle carte rimaste in mano.

La “Canasta”
Come dice il nome questa parte di regolamento si rifà al noto gioco e pertanto, con meccaniche molto simili, consente di disporre davanti a se delle serie, da un minimo di dieci punti ad un massimo di venti, incastrate sempre secondo lo stile base ma limitando l’accoppiamento lungo la sola linea orizzontale. Ogni serie da venti punti viene messa da parte e vale un bonus. Vince chi totalizza più punti sommando le serie accantonate a quello che ha in tavola meno il valore delle carte in mano.

Il “Solitario”
Il giocatore pesca dal mazzo una serie di tre carte ponendole scoperte in "pila" sul tavolo. L'obbiettivo è cercare di piazzare la prima carte della serie scoperta sempre secondo l’incastro del base tentando dapprima di creare una griglia 3x3 e poi, se riesce, passando al 4x4, 5x5, ecc. Il solitario riesce se si esaurisce il mazzo piazzando tutte le carte mentre fallisce se passa un intera smazzata senza che vengano piazzate carte.

Considerazioni
Onexeno fa ciò che si propone, ovvero è un gioco di carte completamente astratto, dalle regole semplici e molto intuitive che tutto sommato offre una certa profondità di strategia negli incastri se giocato in modo accorto in tutte le tre versioni.
Simpatica la regola “cattiva” un po’ in contrasto con l’aspetto serioso del “Base” che consente ad un giocatore di raccogliere e totalizzare immediatamente una carta se si accorge che è stata posizionata con un incastro errato.
A parte questo è effettivamente un gioco che unisce tutte meccaniche già viste e, nonostante funzioni impeccabilmente (onestamente ritengo il “Base” scricchioli un po’ in 6-7 giocatori) rimane un titolo dal sapore abbastanza asciutto e rivolto più agli appassionati delle carte classiche che non ai giocatori di ampio spettro.
Pro:
Semplice ed immediato per chiunque.
Unione di meccaniche fluida.
Contro:
Le regole "Canasta" e "Solitario" vanno scaricate online.
Scala un po' male in 6-7.
Discreta possibilità di "Analisi-Paralisi".