The Others: 7 Sins - confessa i tuoi peccati!

The others panoramica materiali
Asmodee, Asterion Press
Giochi collegati:
The Others

Con solo sette mesi di ritardo ecco finalmente arrivare a casa nostra un enorme e fantastico pacco con l'inconfondibile logo della CMON e così, dopo ritardi nella produzione e navi disperse in mare a causa del fallimento della compagnia (Hanjin), arriva sui nostri tavoli l'ultima fatica dell'ormai famosissimo ed apprezzatissimo Eric M. Lang:  The Others: 7 Sins.

Voto recensore:
7,5

Per 2-5 giocatori, con una durata della partita (scenario) di 45-80 minuti, The Others: 7 sins è un gioco horror che vedrà contrapposti i seguaci di uno dei sette peccati capitali ad una squadra di eroi facenti parte dell'organizzazione F.A.I.T.H, pronti a tutto pur di impedire la fine del mondo e la corruzione del genere umano.

The others eroi
Eroi
A prima vista, complice l'artwork e la casa di produzione, si può pensare di trovarsi di fronte ad un altro Zombicide, ma le cose non stanno così. Abbiamo di fronte qualcosa di profondamente differente nonostante anche questo sia uno skirmish ameritrash con poteri variabili, mappe modulari, dadi (non pochi) e carte.

Materiali

Come di consueto la CMON ci ha abituato al top e con ogni titolo riesce sempre a superarsi e questo prodotto non fa eccezione.

The Others inferno
Inferno
Le miniature sono dettagliate, non presentano sbavature o imperfezioni e sono molto ispirate, le tiles sono in cartone rigido e l'artwork anche qui è davvero di buona fattura e lo sono anche i numerosi token!

Insomma, senza dilungarsi più del dovuto, ci aspettavamo una componentistica eccelsa e l'abbiamo avuta.

Il gioco ha una medio-alta dipendenza dalla lingua, ma da poco è uscita l'edizione italiana, grazie ad Asterion.

Ambientazione

Un gruppo di fanatici che compongono l'Hell Club è riuscito ad evocare uno dei sette peccati capitali e a farlo penetrare nella nostra società. La battaglia finale per la sua conquista e distruzione del mondo ha luogo nella città di Haven, ma quest'ultima fortunatamente è ben protetta.

Infatti a difenderla si erge il corpo speciale conosciuto come F.A.I.T.H. (Federal Authority for the Interdiction of Transdimensional Horrors) che proverà in tutti i modi ad interrompere i rituali dei corrotti!

In The others: 7 sins due fazioni si scontrano nei diversi scenari proposti dal gioco: gli eroi facenti parte di F.A.I.T.H ed il peccato capitale con i suoi seguaci.

Regolamento

Il regolamento è ben scritto e le illustrazioni sono ispirate; inoltre il manuale è ricco di esempi, quindi dopo una prima ed attenta lettura sarà possibile spiegarlo ai propri compagni di gioco in 5-10 minuti.

Unico appunto che mi sembra doveroso fare, riguarda la regolamentazione della difesa poiché è diversa tra le due fazioni. Nello specifico, si ha un valore di armatura (rappresentata iconograficamente da uno scudo) che per gli eroi verrà sottratto ai colpi ricevuti, mentre l'armatura dei vari nemici è semplicemente il numero di successi necessari per eliminare il modello. Quindi attenzione: se un nemico ha un'armatura di due, basteranno due successi per porre fine alla sua esistenza!!!

Ho trovato doveroso fare questa precisazione poiché durante le prime partite, complice una frettolosa lettura del regolamento, ho male interpretato la funzione dell'armatura nemica e quindi ho reso "il Sin" ancora più forte!

Il gioco

The others missione
In missione
La scatola base presenta diversi scenari/storie (sette) e diverse modalità per affrontarli. Si dovrà decidere  quale storia affrontare scegliendo tra le tre seguenti tipologie:
  • Terrore (identificata da una scheda rossa)
  • Corruzione (scheda verde)
  • Redenzione (scheda blu)

Ogni tipo di missione è ben caratterizzato e porterà un approccio differente da parte dei giocatori.

Le storie di terrore sono incentrate sul combattimento e quindi sono le più lineari e solitamente terminano con uno scontro finale contro l'avatar del peccato.

Gli scenari verdi invece fanno leva proprio sulla corruzione (spiegheremo tra breve di cosa si tratta) che è uno dei meccanismi peculiari del titolo.

Infine le missioni di redenzione prevedono che venga assegnata dal Sin, ad ogni eroe, una carta che rappresenta il suo oscuro passato. Quando raggiungeranno il massimo della corruzione verrà rivelata e se ne applicheranno gli effetti (solitamente abbastanza pesanti).

Dopo aver scelto lo scenario bisognerà decidere la conformazione della mappa.

Nella scatola base troveremo due tipi di conformazione per ogni scenario, una scelta dell'autore che aumenta notevolmente la longevità del titolo.

Appena presa questa decisione il giocatore che si calerà nei panni del Peccato sceglierà quale utilizzare tra quelli a sua disposizione (nella scatola troveremo accidia ed orgoglio) e che tipo di seguaci utilizzare tra i tre tipi disponibili.

Successivamente il gruppo F.A.I.T.H selezionerà sette tra gli eroi a propria disposizione, per formare il proprio team che dovrà obbligatoriamente avere: 

  • 2 fixer (scheda verde, esperti nel risolvere crisi)
  • 2 bruiser (scheda rossa, esperti del combattimento corpo a corpo)
  • 2 shooter (scheda blu, combattenti a distanza)
  • 1 leader (scheda gialla, tuttofare con poteri utilissimi a tutto il gruppo).

In una partita con 3 o 4 giocatori nel ruolo degli eroi, ogni giocatore terrà un eroe del team, con 2 giocatori eroi ogni giocatore terrà 2 eroi, con un giocatore eroe il giocatore terrà 3 eroi.

Ogni eroe riceve 2 segnalini attivazione ed un token città, quindi verrà attivato due volte per round, mentre il Sin riceve 1 attivazione per ogni eroe presente e pesca 5 carte dal mazzo del relativo peccato (ogni Sin ha il suo e sono parecchio tematici). La partita ha inizio.

I giocatori selezionano chi sarà il primo del turno e poi si proseguirà in senso orario. Potranno compiere le seguenti azioni in qualsiasi ordine, DOPO aver girato il proprio segnalino attivazione:

  • Muoversi fino a due spazi
  • Attaccare o risolvere una crisi;
  • Piazzare il segnalino città in un distretto;
  • Attivare gli effetti della città se il proprio token era stato posizionato preventivamente.

N.B.: Se l'eroe compie l'azione “attaccare o risolve una crisi”, non potrà più muoversi.

The others mostri
Mostri
Il Giocatore che utilizza il sin può reagire, DOPO che  l'eroe ha terminato un suo turno di attivazione e avrà modo di:
  • Giocare una ed una sola carta per attivazione;
  • Muovere un qualsiasi modello fino a due spazi;
  • Attaccare SOLO l'eroe verso il quale ha reagito.

Una volta che tutti gli eroi hanno girato i loro token attivazione, il round termina e si seguiranno le istruzioni riportate sulla scheda missione.

Queste sono le regole a grandi linee, ovviamente mancano molte nozioni e per quelle vi rimando al regolamento che è scritto molto bene.

Vale la pena spendere due parole sulla corruzione che è uno dei motori portanti di questo gioco.

Gli eroi prima di effettuare un qualsiasi lancio del dado possono decidere di prendere un punto corruzione ottenendo dei bonus, che vanno da successi automatici a dadi aggiuntivi. Questi bonus sono cumulativi, quindi più ci si corrompe, più si diventa potenti, ma ad un prezzo fatale: una volta raggiunto il valore massimo di corruzione, quando subiremo corruzione a causa di eventi, carte, token o attacchi, perderemo punti vita!!

Quando un personaggio viene ucciso, il giocatore ne seleziona uno dal pool che era stato formato ad inizio partita e dà a quell'eroe un numero di oggetti pari a quelli del suo compare appena sconfitto.

Se qualcuno ci lascia le penne e non è più possibile sostituirlo, il male avrà vinto la partita!

Gli eroi invece avranno successo se riusciranno a portare a termine la missione.

Espansioni

The others scheda personaggio
Scheda pesonaggio
Essendo reduce da kickstarter, le espansioni sono molteplici ma fondamentalmente sono di due tipi: espansioni Sin ed espansioni di team.

Le espansioni Sin introducono gli altri peccati e sono quindi 5 e contengono, oltre ai modelli del peccato e degli abomini, le carte personali dell'avatar, la scheda con le statistiche ed il potere passivo e tre dadi verdi.

Le espansioni di team contengono invece degli eroi, delle tiles, dadi blu e una mini campagna per affrontare gli scenari in maniera differente. Alcune presentano anche degli accoliti nuovi utilizzabili dal Peccato per variare maggiormente il gioco.

Infine l'espansione Apocalypse presenta oltre agli stupendi modelli dei 4 cavalieri dell'Apocalisse e dell'Apocalisse stessa, uno scenario unico con regole particolari, molto molto molto intrigante. Attenzione lo consiglio solo a giocatori esperti perché è parecchio difficile!

Considerazioni finali

the others tessere tabellone
Tessere
Ribadisco che per motivi di spazio e pesantezza espositiva le regole non sono state affrontate nel dettaglio ma ho fornito solo una superficiale panoramica.

Siamo arrivati al momento in cui si tirano le somme.

Premetto che il gioco inizialmente non mi aveva assolutamente convinto, ma poi mi sono dovuto ricredere anche se comunque il gioco non è esente da difetti, tra i quali alcuni sono piuttosto fastidiosi.

Prima di tutto i dadi. Sono dadi speciali e presentano sia nella versione degli eroi (blu) che in quella del peccato (verdi), una faccia che permette di aggiungere un ulteriore dado oltre al successo appena ottenuto (per il Sin è sempre un pugno, mentre gli eroi scelgono l'effetto desiderato oltre ad aggiungere un altro dado) e se ne lanciano molti... MA MOLTI!

Personalmente non mi danno fastidio, a parte la meccanica dell'esplosione che non apprezzo, ma se amate giochi dove l'aleatorietà incide poco, vi consiglio di allontanarvi da questo titolo, anche se con la corruzione, equipaggiamenti, eccetera, viene un attimo mitigata la situazione. È successo qualche volta che entrando in un fuoco e quindi dovendo tirare un solo dado, il malcapitato eroe, a causa dell'esplosione abbia ricevuto fino a 3-4 ferite. Quando si dice di non scherzare con il fuoco!!!!

Dadi a parte, dopo la moltitudine di partite fatte, ho notato che la curva di apprendimento è diversa a seconda che si utilizzi il bene o il male. Giocare da eroi, se il Sin è rodato, è molto più difficile. Badate bene, il gioco è molto bilanciato direi un 50-50, ma gli errori agli eroi vengono perdonati molto meno rispetto alle dimenticanze del Sin.

Ultimo difettuccio è la profondità. Se cercate un combattimento tattico con bonus a seconda della posizione del modello, nascondigli intelligenti ecc., qui rimarrete delusi.

Detto questo, il gioco ha molti più pregi che difetti e si ritaglia, a mio avviso, un posto nella collezione di chiunque poiché è unico nel suo genere.

Oltre ad essere molto bilanciato premia molto la cooperazione. Vi troverete completamente immersi nel cercare strategie per non morire e anche finita la partita ne riparlerete! Dopo alcune partite scoprirete che a volte è meglio non attaccare per non regalare colpi al nemico ed è magari più saggio andare a spegnere un fuoco o a rimuovere corruzione.

La meccanica di reazione del Sin impedisce un qualsiasi tipo di accanimento verso un eroe in difficoltà e quindi evita alcune situazioni che potrebbero risultare frustranti.

Il Sin non si annoia ma è sempre partecipe dell'azione ed i turni scorrono via veloci e serrati.

Non esiste eliminazione del giocatore, quindi, o si vince tutti insieme, oppure sarà il Sin a gioire per ultimo.

Ha una longevità pazzesca: diversi peccati, diversi scenari, diversi eroi, diversi accoliti, APOCALISSE... insomma, se il gioco fa per voi, ne avrete veramente per molto molto tempo.

Ribadisco, non fermatevi alle prime due partite ma perseverate, ed una volta capito le meccaniche,  otterrete molte soddisfazioni! È  un gioco particolare, strano, ma, l'ottavo peccato... sarebbe non averlo!!!

Commenti

 Mi hai fatto venire voglia di cercare di intavolarlo per questa settimana!! 

Bella recensione. Adesso ne voglio altre da uno come te, che finalmente gioca a giochi che mi piacciono!!! ;)

 

Grazie Mik!Apprezzo!!!Intavolalo e non ne rimarrai deluso assolutamente!!!!Ho cercato di essere obiettivo col voto...Altrimenti sarebbe stato un pelino più  alto!!!!

Il buon Lang è una sicurezza!

bella recensione, dai che abbiamo bisogno di recensori american ;)

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Ottima recensione! Viva Lang!

Apostoli al fosforo illuminano Infedeli Blu. Saporedelferronellefauci

Bella recensione, credo che se mi capiterà, lo proverò con piacere :)

Prima pensa; poi parla; perchè parola poco pensata può produrre parecchie pirlate.

Un gioco infernale e furioso...chi altri se non tu poteva recensirlo meglio? :-)

Well done!

In diretta dal paese delle streghe!

bravo inferno, ottima recensione :D

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare