P.I.

Giochi collegati:
P.I.
Voto recensore:
0,0

Introduzione
P.I: è un gioco di deduzione da 2 a 5 giocatori, ideato da Martin Wallace. Le meccaniche sono sostanzialmente quelle del Master Mind. Gioco dalla struttura molto semplice, che si discosta da precedenti produzioni dello stesso autore, sia per la tematica che per il livello di complessità.

Ambientazione
Il tabellone rappresenta la bacheca di un investigatore, con affisse 14 "cartoline" raffiguranti luoghi e/o quartieri americani, su sfondo arancione, che è il colore dominante. L'atmosfera è quella fumosa delle storie di investigatori alla "Dick Tracy" o cinematograficamente alla Humphrey Bogart (di cui peraltro c'è anche un ritratto nella location Rock's Cafè). Ai 4 angoli del tabellone, sulla parte superiore c'è un tracciato punteggio, intervallato dalle suddette cartoline location e nella parte inferiore, il tracciato penalità.

Il Gioco
Ciascuna location accoglie 3 spazi quadrati, di cui 1 di questi è stampato di default ed è proprio raffigurante un luogo in cui potrebbe svolgersi il crimine. Gli altri 2 spazi di ciascuna location devono essere riempiti ad ogni partita con tasselli di cartone raffiguranti rispettivamente i soggetti indiziati (tasselli suspect) ed il crimine commesso (tasselli crime).
Analogamente, c'è un mazzo di carte evidenza, che rappresentano tutti i tasselli sopradetti e un mazzo di "case card" che analogamente contiene gli stessi sospettati, location e crimini. Del mazzo delle carte evidenza, 9 vengono scoperte accanto al tabellone e le rimanenti formano il mazzo di pesca (bisogna mantenerne sempre 9 scoperte).
Ciascun giocatore riceve 3 case card (suspect, crime e location), che rappresentano il caso che deve essere risolto dal giocatore rispettivamente alla propria sinistra.

Le azioni da svolgere sono alternativamente 3:

1) piazzare un tassello investigatore in una delle 14 location; in questo caso il nostro avversario deve dirci se in quella location c'è una sua case card (per cui metteremo un disco del nostro colore sull'investigatore) o se la case card si trova in una location adiacente a quella dell'investigatore piazzato (in questo caso metteremo un cubo)

2) pescare una carta evidenza tra quelle scoperte accanto al tabellone; in questo caso l'avversario dovrà dirci se la carta è uguale ad una sua case card (mettendo un proprio disco sul relativo tassello nella location) o se la specifica categoria rappresentata da quella carta (crime, location o suspect) si trova in una location adiacente (questo aspetto non è spiegato sul regolamento ed anche su BGG ho trovato utenti confusi).
In sintesi, le evidence card sono monotematiche ed utili solo ad individuare (se non la carta esatta) la posizione della sua "categoria di investigazione" (una tra crime, location o suspect)

3) tentare la soluzione del caso (ovvero cercare di indovinare le 3 carte in mano all'avversario alla propria destra)

Ora, dal mix delle informazioni di posizione che gli investigatori e le evidence cards possono fornire (stile master mind), potremo arrivare alla soluzione. Risolvere prima degli altri comporta maggiori punti vittoria. Sbagliare una ipotesi di soluzione comporta altresì delle penalità in punti vittoria.

I casi da risolvere sono 3 ed alla fine di questi si sommeranno i punti vittoria al netto delle penalità per determinare il vincitore.

Considerazioni
P.I: è un gioco semplice, per cui ritengo non abbia senso parlare di profondità, visto il target e la tipologia di meccaniche. Si tratta di un puro processo di deduzione sulla posizione, pertanto è su questo che deve essere valutato. Infatti, nel gioco vengono premiate la concentrazione, le capacità logiche e l'efficienza nella ricerca degli indizi più significativi, per giungere alla soluzione prima degli altri. Tutto ciò, comunque, può non essere banale, riguardando le capacità logiche di ciascun giocatore; non siamo tutti uguali (torna master mind). Il gioco è piacevolmente ambientato e si apprezza man mano che ci si "affeziona" ai personaggi (i criminali) come alle location (Little Italy, Main street... eccetera.).

Il regolamento ha talune lacune, sia sul fine partita per quanto riguarda l'ultimo giocatore (soprattutto nelle partite a 2 giocatori) come anche nella spiegazione dell'utilizzo delle carte evidenza (vedi sopra). Si tratta comunque di problemi solubili.
Diciamo pure che si può vincere anche risolvendo un solo caso prima degli altri, in quanto le penalità possono ribaltare talune situazioni di vantaggio.

Il gioco non deve essere scelto e valutando aspettandosi un classico dell'autore ma esclusivamente se ci interessa un semplice e rilassante gioco di deduzione. Caratteristiche assolutamente chiare ed evidenti, non "celate" in alcun modo dall'autore o dall'editore!

Il voto
Giudizio personalissimo: non conosco il motivo per cui, comunque, in ogni caso, Wallace provoca sempre qualcosa che solletica le mie "terminazioni" razionali e ludiche. Questo è il motivo per cui attribuisco un 7,5 pieno al gioco. La soddisfazione di gioco cresce linearmente con il numero di partite giocate, lasciandosi trasportare nel clima "fumoso" di una competizione che si scoprirà comunque non assente ed appassionante per determinare chi sarà il migliore investigatore per le strade americane, che avrà saputo sfruttare i migliori informatori. Attenzione, è fondamentale un utilizzo efficiente delle carte evidenza ("risorsa scarsa"); fatto non scontato e che determina la velocità di soluzione dei casi rispetto agli altri.

Elementi di sintesi
Materiali
Buoni per il tipo di gioco

Regolamento
Appena sufficiente viste le lacune suddette. E' un gioco semplice per cui ci si attenderebbe venissero regolamentate le specificità.

Incidenza aleatoria/strategica
Presente nella misura in cui le carte evidenza tra cui scegliere sono solo 9 ed alimentate dalla pesca casuale dal mazzo. Tale elemento però, come sopra detto, può essere controllato proprio ottimizzando al massimo la scelta tra quelle disponibili.

Durata
In 2 i 60 minuti dichiarati sono anche abbondanti. In 5 si può superare l'ora di gioco per ultimare i 3 mini games previsti, in funzione dei tempi di "deduzione" di ciascuno.

Dipendenza dalla lingua
Bassissima e limitata ai crimini (i criminali e le location sono americani, non necessitano di traduzione!)

Pro:

Con semplicità si può intraprendere una veloce ed appassionante competizione in cui, ai fini della vittoria, rilevano anche gli errori degli avversari.
Interazione presente nel pescare carte evidenza utili all'avversario.
Ambientazione piacevole.

Contro:

Alcune lacune del regolamento.
La struttura in 3 mini games identici.