Pimp: The Backhanding

Giochi collegati: 
Pimp: The Backhanding
Voto recensore: 
5,6

Gioco molto particolare, Pimp: The Backhanding ci mette in mezzo ad una lotta tra clan di protettori per assicurarsi le prostitute più "fruttuose" presenti sul marciapiede.

I protettori sono rappresentati dalle carte Pimp, che mostrano, oltre all'immagine del protettore (sempre diverso in ogni carta), una sua colorita descrizione, una eventuale abilità, un valore di macking ed uno di backhanding (macking e backhanding sono due distinte fasi di gioco, spiegate più avanti).

Le prostitute sono rappresentate dalle carte Ho che mostrano, oltre all'immagine della prostituta (anche qui sempre diversa in ogni carta), il valore (in denaro) della prostituta e, se presente, anche un valore di backhanding.

Le carte Draw sono carte generiche, possono avere un protettore (da aggiungere eventualmente al proprio clan), dei modificatori di macking o backhanding, o "Dirty Tricks" (Colpi Bassi), una sorta di carte azione da giocare per danneggiare l'avversario.

Il gioco si svolge in tre round divisi a loro volta in tre fasi: macking, backhanding e conteggio dei soldi.
All'inizio del gioco, si mescolano i tre mazzi di carte e si distribuiscono le in questo modo:
- 5 carte Ho vengono messe a faccia scoperta al centro del tavolo: queste saranno le prostitute che all'inizio del gioco dovranno essere reclutate;
- 5 carte Pimp vengono distribuite ad ogni giocatore, e ognuno le deve disporre a faccia scoperta, davanti a sè;
- 5 carte Draw vengono distribuite ad ogni giocatore; se tra queste è presente qualche carta Pimp, deve essere posizionata sul tavolo, a faccia in sù, vicino alle altre proprie carte Pimp, senza però superare il limite massimo consentito di 7 carte Pimp (tutte le carte in eccesso vengono scartate, a scelta, dal giocatore). Le rimanenti carte Draw rimangono coperte e formano la mano del giocatore.

Inizia ora il gioco vero e proprio, dando vita alla prima fase del gioco, detta macking.
Il primo giocatore, scelto a caso, comincia la partita, tentando di reclutare le prostitute presenti sul marciapiede, scegliendo un suo protettore e posizionandolo, sempre a faccia scoperta, a lato della prostituta scelta.
Proseguendo in senso orario, ogni giocatore posiziona un protettore vicino ad una prostituta, finché tutti i giocatori non decidono di passare.
Ogni giocatore può cercare di reclutare quante prostitute vuole, ma per ogni prostituta può posizionare un solo protettore.

E' bene sapere che un protettore utilizzato per la fase macking non può essere utilizzato per la fase backhanding, per cui è importante scegliere quali protettori utilizzare per primi.
Terminato il posizionamento dei protettore, è possibile posizionare sul proprio protettore una o più carte Draw che contengano dei modificatori (ovviamente devono essere dei modificatori del valore di macking). Una volta piazzati tutti i protettori e gli eventuali modificatori, incomincia la lotta vera e propria per il reclutamento delle prostitute.

Cominciando dalla prostituta dal valore più alto, ogni giocatore tira un dado a 6 facce (non incluso nella confezione), e lo somma al valore di macking del suo protettore più eventuali bonus macking dati dalle carte giocate.

In sintesi, ogni giocatore ottiene un risultato dato dalla seguente somma:
valore macking del protettore + valore macking di eventuali carte bonus + risultato del dado;
chi ottiene il risultato più alto, si aggiudica la prostituta; in caso di parità si ripete il lancio del dado.
Il giocatore che ha reclutato la prostituta, la prende e la mette davanti a sé; durante la prossima fase (backhanding) la dovrà anche proteggere!
Se su una prostituta c'è un solo protettore, quella prostituta va automaticamente al giocatore che ha messo il protettore, senza che ci sia alcuna disputa.
Tutte le prostitute non reclutate rimangono sul tavolo.

Terminata la fase di reclutamento, ha inizio la fase backhanding, in cui ogni giocatore cerca di eliminare le prostitute reclutate dagli avversari.

Analogamente alla fase macking, ogni giocatore sceglie un protettore (non utilizzato durante la fase precedente) e lo posiziona di fronte alla prostituta (avversaria) che vuole eliminare.
Una nota curiosa: una prostituta può subire un solo attacco, per cui i giocatori che intendono eliminare la prostituta possono mettersi d'accordo tra loro per stabilire chi porterà avanti l'attacco.
Una volta terminati i piazzamenti, è possibile giocare eventuali modificatori.
Alcune prostitute hanno, oltre al valore in denaro, anche un valore di backhanding: in questo caso tale valore fungerà da modificatore per il protettore che la sta proteggendo.

A questo punto si deve difendere la prostituta "attaccata"; a cominciare dalla prostituta dal valore più alto, ogni giocatore lancia il dado, e ottiene una somma data (come nella fase macking) dalla seguente equazione: valore backhanding del protettore + valore backhanding di eventuali carte bonus + valore backhanding della prostituta (se presente e solo per chi protegge, non per chi attacca) + risultato del dado; se il giocatore che difende la prostituta ottiene un risultato uguale o maggiore dell'avversario, allora tiene la prostituta e la può conteggiare durante la fase successiva;
se il giocatore che difende la prostituta perde lo scontro, allora la sua prostituta viene eliminata dal gioco e il protettore che la proteggeva più le eventuali carte bonus giocate vengono messi in una pila degli scarti provvisoria: potranno tornare in gioco più avanti solamente grazie ad una carta speciale.

Terminata la fase backhanding, si può procedere con la fase di conteggio dei soldi.

Durante i primi due round, in questa fase ogni giocatore riceve cinque nuove carte Draw da aggiungere alla propria mano, e cinque nuove prostitute vengono messe sul marciapiede; può ora cominciare il round successivo, partendo nuovamente dalla fase macking.
Se invece si è giocato il terzo round, allora non si riceve alcuna carta ma si conteggia il valore delle prostitute in proprio possesso.
Anche in questa fase è possibile giocare dei modificatori per aumentare il valore delle proprie prostitute o diminuire il valore di quelle avversarie.

Terminato il conteggio, il giocatore che ha ottenuto il valore più alto diviene il vincitore.

Pro: 

Gioco semplice, adatto per riempire qualche "buco" tra una partita impegnativa e l'altra.
Le poche e semplici regole permettono di giocarlo anche da chi è nuovo ai giochi di carte (o da tavolo in generale).
La confezione è tascabile (più o meno quanto un pacchetto di sigarette) e le illustrazioni sono in stile fumettistico, tanto per ricordare che, sebbene possa sembrare pesante il concetto, si tratta pur sempre di un gioco.

Contro: 

Le carte aumentano il valore fortuna; il dado aumenta il valore fortuna: mettete insieme le cose e ottenete un gioco praticamente ingestibile dal punto di vista strategico.
Ma, del resto, questo gioco vuol solo far passare qualche minuto spensierato, senza stare a fare troppi pensieri su cosa fare.
La confezione è carina all'inizio ma poi diventa un pò inadeguata, soprattutto se si vuole imbustare le carte, a mio avviso un pò troppo delicate.
Per giocare è richiesto un dado da 6 che, però, non è presente nella confezione; questo potrebbe risultare decisamente fastidioso.
In america (madre patria del gioco) ci sono state diverse polemiche sul tema trattato: se anche voi siete sensibili a questo genere di problemi, allora statene decisamente alla larga.

Autore: 
freeman74