Railroad Revolution - Ferrovie americane dal gusto italiano

Giochi collegati:
Railroad Revolution

Railroad Revolution, un german dalle origini italianissime, un gestione pool di lavoratori ambientato nell'America del diciannovesimo secolo nel periodo dell'espansione della rete ferroviaria.

Voto recensore:
8,0

Railroad Revolution, gioco della coppia (nella vita e nel game design) composta da Marco Canetta e Stefania Niccolini, ci trasporta nell’America del diciannovesimo secolo al momento di espandere la rete ferroviaria per poter unire davvero gli stati americani. Ogni giocatore si metterà a capo di una compagnia ferroviaria impegnata ad ingrandire il proprio impero costruendo linee ferroviarie, stazioni e contribuendo allo sviluppo della prima linea telegrafica transcontinentale. Il tutto gestendo la propria forza lavoro con attenzione, usando il lavoratore con le giuste capacità al momento giusto. Il gioco è stato pubblicato dalla What’s Your Game? e recentemente localizzato in italiano grazie a Red Glove edizioni e si basa su una brillante meccanica di gestione pool di lavoratori.

IL GIOCO

IN BREVE

Nel gioco siamo chiamati a espandere la nostra rete ferroviaria utilizzando uno dei lavoratori a disposizione nella nostra riserva, posizionandolo sulla nostra plancia personale in corrispondenza dell’azione scelta. A seconda della specializzazione del nostro lavoratore avremo accesso a bonus differenti. Con i nostri lavoratori potremo quindi costruire ferrovie, costruire stazioni in città a cui siamo connessi, costruire uffici del telegrafo e commerciare. Il primo giocatore a costruire tutte le stazioni e ferrovie della propria riserva determina la fine del gioco e il giocatore che ha totalizzato il maggior numero di punti vittoria, dato dagli obiettivi completati, i progressi sui tracciati performance, i treni attivi e l’aver contribuito alle infrastrutture del telegrafo, è il vincitore.

PER ESTESO

Al proprio turno ogni giocatore  deve:

  • Prendere un lavoratore dalla propria riserva.
  • Piazzarlo in uno dei quattro spazi azione sulla plancia giocatore.
  • Svolgere l’azione principale scelta.

Non c’è limite al numero di lavoratori sullo stesso spazio azione e, se all’inizio del nostro turno non abbiamo lavoratori disponibili in riserva, vengono semplicemente rimossi tutti dalla plancia e riportati in riserva.

Ad ogni azione principale sono associati degli effetti addizionali che dipendono dal colore del lavoratore utilizzato:

  • I lavoratori bianchi, permettono di promuovere un lavoratore e completare così un obiettivo.
  • I lavoratori viola, danno bonus relativi ai punti vittoria.
  • I lavoratori arancioni, forniscono sconti sulle azioni o permettono di guadagnare soldi.
  • I lavoratori grigi, forniscono privilegi e bonus durante il gioco.
  • I lavoratori azzurri, potenziano l’azione principale.

Le quattro azioni principali sono:

  • Station, permette di costruire una stazione in una città cui si è connessi. Si prende l’edificio più a sinistra sulla nostra plancia e la si mette su una città sui siamo collegati con la nostra rete ferroviaria. Si paga il costo indicato sulla città e si ottiene il bonus associato, inoltre, se si è i primi a costruire una stazione nella città si ottiene anche il bonus prima stazione, pagandone il costo (se richiesto). Ogni giocatore può costruire una sola stazione in ogni città.
  • Railroad, estende la nostra rete ferroviaria. Si prendono le due ferrovie più a sinistra sulla nostra plancia e le si mettono su due spazi ferrovia che siano raggiunti dalla nostra rete ferroviaria. Si pagano 400 dollari più 100 dollari per ogni simbolo terreno impervio ma, se non si può pagare l’intero importo, non si può scegliere questa azione. Dopo aver completato l’azione, se uno degli spazi su cui abbiamo costruito una tratta ferroviaria è collegato ad un simbolo contratto, questo va risolto.
  • Telegraph, costruire un ufficio del telegrafo. Si prende l’edificio più a sinistra della nostra plancia e lo si posiziona in uno spazio disponibile della linea del telegrafo, si ottengono tante azioni della compagnia del telegrafo quante indicate nello spazio scelto. Se si è i primi a costruire un ufficio del telegrafo nello spazio, si ottiene il bonus prima costruzione, ovvero ulteriori azioni. Dopo aver ottenuto le azioni si può attivare il bonus dato dalla tessera telegrafo corrispondente, spendendo uno dei nostri lavoratori. Infine, dopo aver completato l’azione, si risolve il contratto, se è presente il simbolo corrispondente.
  • Trade, vendere un bene della compagnia. Si scarta un edificio o una ferrovia dallo spazio più a sinistra della nostra plancia ottenendo la quantità di denaro indicata. Prima o dopo aver effettuato l’azione, si può girare una delle nostre tessere treno, ricevendone il bonus se era a faccia in su, o rendendola nuovamente disponibile se era a faccia in giù.

Abbiamo nominato i contratti, che si attivano con le azioni Railroad e Telegraph, al termine dell’azione con cui si attivano, si controlla il contratto attivo sul tabellone e il giocatore che ha attivato l’azione può scegliere una o entrambe le ricompense pagando la corrispondente quantità di azioni della compagnia del telegrafo. Tutti gli altri giocatori possono scegliere solo una delle ricompense pagandone il costo, dopodiché il contratto viene scartato e un nuovo contratto viene rivelato.

Abbiamo detto che utilizzando i lavoratori bianchi è possibile promuovere un lavoratore per poter completare gli obiettivi. Ogni obiettivo fornisce punti vittoria a fine partita al raggiungimento delle condizioni richieste e se il lavoratore necessario viene speso per completarla. Dopo aver soddisfatto il contratto, questo può venire girato a faccia in giù e, alla fine del turno, un nuovo obiettivo, a scelta tra tre della pila degli obiettivi con la lettera alfabeticamente successiva, viene scelto.

Alla fine della partita vengono ottenuti punti per ogni tessera treno a faccia in su, i punti degli obiettivi completati, i punti per gli uffici del telegrafo adiacenti costruiti e i punti dati dai tracciati performance. I tracciati forniscono punti vittoria crescenti per gli uffici del telegrafo costruiti, le stazioni costruite, le città di valore 5 collegate dalla nostra rete ferroviaria. 

CONCLUSIONI

Dopo la prima lettura del regolamento, le nostre impressioni erano ottime, così come avevamo scritto nella nostra anteprima. Le nostre aspettative sono state soddisfatte da questo titolo che ha tutti gli elementi a cui la WYG? ci ha abituato: un german dal peso importante, che richiede una buona programmazione di azioni e bonus da incastrare per massimizzare i moltiplicatori necessari a fine partita. La meccanica del gioco è solida e ben rodata pur inserendo un pizzico di novità nella meccanica di gestione del pool di lavoratori. Il bello del gioco è proprio quello di gestire la nostra squadra di lavoratori, utilizzando al momento giusto le abilità speciali e promuovendoli col giusto tempismo. Sfruttare i vari bonus e cercare di accaparrarsi i bonus per la prima costruzione sono parte integrante della strategia da applicare. Il gioco è profondamente strategico e, se da un lato ci vogliono piccoli aggiustamenti da fare in base alle mosse degli avversari che possono attivare un contratto prima di noi o rubarci un bonus per la prima costruzione, dall’altro l’interazione non è così marcata da obbligarci a rivedere la nostra strategia di turno in turno, evitando così il rischio di paralisi da analisi. Alla sola lettura delle regole ci aspettavamo un'interazione più marcata nella corsa alle città da 5, che, se da un lato possono garantire molti punti a fine partita, non sono di certo l’unica strategia percorribile. Il bilanciamento è molto buono, non c’è una strategia marcatamente più forte delle altre anche se il gioco obbliga a specializzarsi su un paio di tracciati performance e a non tralasciare i contratti.

La longevità è buona, ci sono molti elementi variabili già a partire dal setup, che impediscono due partite uguali, per quanto le strade percorribili non sono così tante da permettere giocate fortemente diverse. La scalabilità è ottima in qualunque numero di giocatori. Giocando in meno di 4, si parte con alcune stazioni e uffici del telegrafo neutrali già costruiti diminuendo però il numero di contratti che si attivano. La durata è ciò che più di tutto ci ha colpito, risultando molto contenuta anche giocando in 4, non arrivando mai a sforare i 90 minuti.

I materiali, come la casa editrice ci ha abituato, sono ottimi, tanto legno e cartone, le illustrazioni sono bellissime ai nostri occhi però, come già era successo per Signorie e Nippon, alcune icone risultano poco chiare alle prime partite.

In conclusione Railroad Revolution è un gioco molto valido che consigliamo a tutti gli amanti dei german che hanno voglia di far lavorare i neuroni e dedicare al titolo un numero sufficiente di partite per poterlo apprezzare appieno.