Raptor

Giochi collegati:
Raptor
Voto recensore:
0,0

Ho visto questo gioco firmato dai famosi Bruno Cathala (Shadow over Calemot, Mr. Jack, Cyclades) e Bruno Faidutti (Citadels, Ad astra, Mascarade) la prima volta su BGG. La sua copertina mi intrigò, complice il fatto che mio figlio ama i dinosauri. Così decisi di tenerlo d'occhio. L'uso delle carte mi ha fatto pensare ad un altro gioco che implementa la stessa meccanica ed ero curioso di capire se fosse stata riciclata l'idea oppure avessero trovato qualcosa di nuovo. L'occasione propizia arrivò alla Play dove riuscii a prenderne una copia...

Ambientazione e scopo.

Siamo in una Jungla (o nella savana) e i giocatori impersonano uno, un gruppo di scienziati, e l'altro, la mamma raptor con i suoi cuccioli.

Lo scopo degli scienziati è quello di catturare almeno 3 cuccioli o addormentare al mamma raptor colpendola con 5 pallottole di tranquillanti, mentre il dinosauro dovrà far scappare almeno 3 cuccioli oppure uccidere tutta la spedizione presente nel tabellone.

Set-up

Si prendono i 6 pezzi di tabellone e si compone l'area di gioco creando un rettangolo 3x2. L'ambientazione (savana o jungla) deve essere la stessa per tutte le sezioni. Infine si mettono i 4 pezzi finali a forma di "L" nelle sezioni corte del tabellone appena creato. Queste sezioni hanno dei semicerchi: questi saranno l'uscita per i cuccioli.

Composto il tabellone, negli spazi contrassegnati vengono messi i cumuli di rocce, impedimenti fisici e visivi che non permettono si essere attraversati e occludono la vista ad eventuali scienziati che possono sparare tranquillanti.

Per prima cosa, il giocatore che farà il raptor lo posizionerà in una delle 2 sezioni centrali del tabellone, poi posizionerà i cuccioli come vuole e senza limitazioni (a parte quella di non  andare sopra i cumuli di pietre).

Dopo l'altro giocatore posizionerà  4 scienzati, uno in ognuno dei pezzi a forma di L che delimitano le parti piu corte del tabllone.

I giocatori mescolano il proprio mazzo di carte (9 carte ciascuno) e ne prendono 3 in mano, e la caccia comincia!

Flusso di gioco

Niente di piu semplice:

entrambi i giocatori scelgono una carta e la mettono sul tavolo coperta poi la scoprono simultaneamente.

Mi fermo e vi spiego un attimo la fisionomia della carta.

La carta ha 2 aree, una con un numero (che va da 1 a 9) e una con un effetto speciale. Quando si giocano le carte, si procede a un confronto: la carta col numero inferiore attiverà l'effetto della carta mentre quella col numero maggiore darà al proprietario un tot di punti azione da spendere par determinate mosse. I punti azione così acquistati però sono legati alla regola di sottrarre il numero di punti della carta inferiore giocata dall'avversario.

Quindi se io gioco un 6 e l'altro gioca un 3, lui attiverà la carta mentre io avrò 6-3=3 punti azione da usare.

Le carte hanno degli effetti particolari ed unici per la fazione che si gioca: il velociraptor potrà scomparire dal tabellone e ricomparire dove vuole, richiamare i cuccioli, mettere paura agli scienziati, mentre quest'ultimi potranno sparare tranquillanti, chiamare rinforzi, usare le jeep o appiccare incendi che bloccano le vie di fuga.

I punti azione invece servono per muoversi, catturare (o uccidere), svegliare i cuccioli (o far riprendere gli scienziati impauriti) ecc.

Se uno dei 2 finisce le carte, rimascola il proprio mazzo e ripesca.

Fine del gioco:

Il gioco termina se:

1) Gli scienziati addormentano la mamma o prendono 3 cuccioli

2) 3 cuccioli escono dall'area di gioco o il raptor uccide tutti gli scienziati.

Elementi di Sintesi

Dipendenza Linguistica: le carte riportano dei simboli facilmente memorizzabili. Nel gioco ci sono anche delle schede di aiuto in inglese/francese/tedesco/spagnolo. Comunque nulla di particolarmente difficile, una volta capite le carte.

Incidenza Aleatoria/Strategica: la fortuna c'è ma è mitigata dalla scelta tra le 3 carte che si hanno in mano. Naturalmente bisogna pensare bene, se si vogliono sfruttare i punti o l'effetto speciale. Giocare una carta per risolverne l'effetto e vedersi giocare una carta piu bassa, puo sconvolgere la vostra strategia.

Scalabilità: il gioco è esclusivamente per 2.

Componentistica: buona. Le miniature sono molto belle. Quelle dei cuccioli un po' piccoline ma di può soprassedere senza problemi. Le tessere del tabellone di gioco sono robuste e le carte di buona fattura. Le schede sono in cartoncino sottile, e sono gli elementi piu delicati del gioco.

Conclusioni

Come ho detto nella prefazione, il gioco a prima vista mi sembrava una sorta di clone di Kings & Assassins dove ci sono un tabellone, 2 fazioni e le carte che determinano i punti azione. Qui però i punti azione sono determinati dalla nostra giocata, non dal caso. Questo fa sì che ogni mossa debba essera maggiormante ponderata per capire se in quel momento è meglio sfruttare i punti o l'effetto della carta. Rispetto al titolo sopracitato Raptor mi sembra più maturo, e sanza bluff (presente nell'altro titolo). Lo posso considerare come il passo successivo a King & assassins dove l'elemento della scelta della carta e della strategia è ancora piu importante.

Pro:

Semplice da giocare ma non banale

Veloce da spiegare e giocare

Interazione alta (a chi piace)

Componentistica e grafica buoni

Contro:

Alea presente (nella pesca delle carte)

Se giocato spesso puo risultare ripetitivo