Runebound: The Island of Dread

Voto recensore:
7,1
Ambientazione
I territori di Torou Albes hanno vissuto centinaia di anni di pace e ricchezza. Tuttavia la legenda narra la nascita di una divinità blasfema e deviata che avrebbe portato corruzione e morte nelle terre del Mare di Cerridor. La legenda parla anche di eroi che avrebbero rischiato la vita per riportare pace e prosperità in quei territori. E' la tua occasione per diventare un eroe e salvare Torou Albes dalla distruzione totale.

Idea del gioco
Questa espansione di Runebound, sovrappone una nuova mappa a quella del gioco base: i territori del Mare di Cerridor. Inoltre inserisce nuove carte avventura che sostituiscono totalmente le precedenti avendo un dorso differente.
Lo scopo del gioco è riuscire a scoprire la locazione dell'isola del Terrore, sbarcarvi ed uccidere la potente divinità Assif Shib-Sa.
La nuova mappa di gioco è costituita da alcune isole. Per muoversi da un isola all'altra sarà necessario viaggiare per mare.
La morfologia della mappa varierà durante il gioco inserendo esagoni singoli di terra o di mare che verranno piazzati o rimossi in dipendenza dagli eventi estratti.

Le nuove regole sono principalmente relative al viaggio per mare. Viaggiare in mare è abbastanza pericoloso: infatti le creature marine (mazzo blu) sono di potenza variabile, una via di mezzo tra le gialle e le blu del gioco base, quindi del tutto insostenibili per un giocatore ai primi livelli. Per viaggiare in mare bisognerà assoldare un capitano nelle città; se da un lato il capitano aiuterà gli avventurieri ad affrontare i pericoli del mare, d'altro canto la sua incolumità sarà fondamentale per continuare il viaggio: la sua morte equivarrà a naufragare, con la conseguente perdita di oggetti e denaro.

Per localizzare l'isola del terrore, gli eroi dovranno collezionare un set di due mappe di differente colore. Tali mappe potranno essere prese come ricompensa di certe sfide. Tipicamente sono proprio le sfide di mare a fornire il maggior numero di mappe, che possono essere utilizzate anche per avvalersi di oggetti leggendari. Questi hanno i poteri più diversi e sono di utilizzo "one-shot".

Una volta arrivati sull'isola del terrore, gli eroi dovranno affrontare tutte le sfide argento in ordine prima di riuscire ad incontrare il temibile Assif Shib-Sa. Tra un combattimento e l'altro dell'isola finale è data loro una fase di riattivazione degli oggetti, ma non ulteriori fasi per curarsi o acquistare altri oggetti; considerando che le sfide argento sono particolarmente ostiche, questo rende l'approdo sull'isola del terrore un atto davvero eroico.

Tutto il gioco è caratterizzato da una certa abbondanza di denaro e di oggetti (dovuto al setup iniziale) che rende la crescita degli eroi piuttosto rapida. I nuovi oggetti mercato sono tutti abbastanza potenti, così come gli otto nuovi eroi.

In conclusione una buona espansione, che aggiunge alcune variazioni interessanti al gioco base e rende le partite sufficientemente differenti.
Pro:
La nuova morfologia della mappa, l'abbondanza di denaro, l'abbondanza di oggetti, le nuove sfide, forniscono un buon motivo per giocare questa espansione, che è certamente una valida alternativa al gioco base.
Le partite mantengono una durata che non supera quella del gioco base. La sfida finale sull'isola del terrore è un evento molto avvincente data la sua difficoltà.
Contro:
Il dorso differente delle carte avventura non permette di utilizzare insieme a questa molte delle espansioni del gioco base, se non quelle delle carte mercato. Una sequenza errata nell'uscita delle carte evento può compromettere la partita lasciando i giocatori confinati in una delle isole senza possibilità di affrontare nuove sfide.