Shark

Giochi collegati:
Shark!
Voto recensore:
6,7
Ogni giocatore rappresenta un manager che specula sui titoli azionari, sperando di ottenere il maggior profitto dalle fluttuazioni dei 4 titoli. Il tabellone è suddiviso in 6 settori (numerati da 1 a 6), ciascuno a sua volta composto da 20 caselle. Sul tabellone sono anche presenti il listino con le quotazioni dei 4 titoli (all’inizio a zero) e le azioni.

Ogni turno il giocatore lancia i due dadi: quello colorato indica il colore del grattacielo da piazzare (gli altri due colori sono jolly), quello numerato in quale settore piazzarlo. Durante il gioco, i giocatori piazzeranno grattacieli dello stesso colore su caselle adiacenti (orizzontalmente o verticalmente), formando una catena. I grattacieli isolati danno solo 1.000 FT e non fanno avanzare la quotazione del titolo (tranne il primo, ovviamente), mentre chi forma una catena riceve tanti FT quanto sono i grattacieli della catena e fa aumentare la quotazione del titolo. Catene distinte concorrono entrambe per la quotazione del titolo sul listino. Coi soldi guadagnati il giocatore di turno può comprare i titoli delle azioni, sia prima che dopo aver tirato i dadi, ma fino ad un massimo 5 azioni per turno.

Quando un titolo aumenta di quotazione sul listino, tutti i giocatori ricevono FT in base al numero di azioni possedute. Quando, piazzando un grattacielo, si mettono a contatto due catene diverse, la catena con meno grattacieli viene tolta dal gioco facendo diminuire la quotazione e tutti i possessori di azioni di quel titolo dovranno pagare per la diminuzione del titolo.

Il gioco finisce quando terminano i grattacieli di un colore oppure quando un titolo raggiunge il valore di 15 sul listino. A questo punto vengono convertite tutte le azioni in FT al valore attuale e vince il giocatore che possiede più denaro. Nel regolamento sono presenti delle varianti che rendono più interessante il gioco: l’aumento di una catena con 7 elementi non dà nessuna provvigione (bisogna fare una catena ex novo per aumentare la quotazione del titolo) ed uno dei due colori jolly del dado indica che bisogna piazzare un grattacielo del titolo che ha la quotazione minore sul listino.
Pro:
Il gioco è semplice e il regolamento chiarissimo, i componenti ottimi (le carte sono ancora perfette dopo centinaia di partite); inoltre, il gioco ha una grande longevità, ogni partita è sempre diversa dalle altre e all’interno della stessa partita ci sono continui sconvolgimenti a causa della possibilità di caduta di alcuni titoli. Anche per chi inizia male ci sono possibilità di recupero rischiando coi titoli in pericolo, o viceversa facendo cadere i titoli degli avversari. Nel complesso un buon gioco.
Contro:
Il gioco è condizionato un po’ dalla fortuna, in quanto se non escono mai tiri buoni ai dadi è difficile vincere; inoltre, l’ambientazione è un po’ astratta.