Space Dealer

Giochi collegati:
Space Dealer
Voto recensore:
7,2
Spacedealer è un gioco di gestione delle risorse con tema spaziale, dove i giocatori rappresentano un pianeta che deve incrementare al meglio le proprie estrazioni minerarie da commercializzare poi con altri pianeti attraverso la soddisfazione di richieste specifiche al fine di acquisire punti vittoria. Ogni giocatore è in possesso di una nave spaziale con la quale porterà in giro per galassia i propri beni estratti, e nel frattempo cercherà di sviluppare il livello tecnologico del pianeta per aver accesso a nuove tecnologie che gli consentiranno di incrementare le proprie estrazioni, e di acquisire vari vantaggi tecnologici. Lo scopo del gioco è quello di essere il giocatore con il maggior numero di punti vittoria al termine di 30 minuti esatti di gioco.

Con una scatola di Spacedealer è possibile giocare in 3-4 giocatori, ma l’autore ha previsto la possibilità di espandere la partita a 8 giocatori unendo due scatole. Il CD presente nella dotazione contiene le istruzioni in video del gioco, e una traccia audio in tema della durata di 30 minuti esatti.

Il gioco si svolge utilizzando delle clessidre (robot) che, una volta attivate ed esaurite, consentono di svolgere l’azione per la quale sono state attivate. Ogni giocatore inizia il gioco con due clessidre, questo vuol dire che potrà eseguire un massimo di due azioni contemporaneamente. È essenziale che i giocatori pianifichino le loro mosse il più possibile mentre la sabbia scorre all’interno delle clessidre, ciò per evitare tempi morti che ridurrebbero il numero di azioni possibili nell’arco dell’intera partita.

Ogni pianeta dei giocatori inizia con un generatore di energia che eroga elettricità a due connessioni distinte alle quali sarà possibile connettere carte Tecnologia che, a seconda della tipologia, consentono di svolgere una specifica azione. Ad esempio le carte Miniera consentono, con l’attivazione di una clessidra sopra di esse, l’estrazione di uno specifico bene quando la sabbia nella clessidra sarà esaurita (ci sono 4 colori diversi di beni). All’inizio le carte Miniera consentiranno l’estrazione di un singolo specifico bene, ma con lo sviluppo tecnologico del pianeta sarà possibile attingere a nuove carte Tecnologia che consentiranno di estrarre fino a quattro beni per volta. Quindi, come e facile intuire, sviluppare il livello tecnologico di un pianeta è fondamentale per incrementare la propria estrazione mineraria, e per attingere ad altre carte tecnologia di varia utilità. Ci sono tre livelli tecnologici per tre rispettivi mazzi di carte. Come per ogni altra azione, anche il livello tecnologico del pianeta si incrementa attraverso l’attivazione di una clessidra.

Le carte tecnologia necessitano di una o due connessioni energizzate, e per poterle connettere tutte bisognerà incrementare anche i generatori del pianeta. Tramite l’acquisizione di nuove carte Tecnologia sarà possibile arrivare ad avere fino a otto connessioni per l’intero pianeta.

La maggior parte delle carte tecnologia ha in basso una richiesta specifica di beni che può essere soddisfatta solo dagli altri giocatori. Questi indica una quantità e colore di beni che se soddisfatta darà punti vittoria al possessore della carta (meno), e punti vittoria a chi ha soddisfatto la richiesta (di più). Ovviamente per soddisfare una richiesta occorre portare i beni su quel specifico pianeta prima degli altri giocatori, ed è qui che entra in gioco la nave spaziale. La galassia è formata da una anello di orbite dove i pianeti dei giocatori si alternano a pianeti neutrali. Una nave spaziale può muoversi di un pianeta alla volta tramite l’attivazione di una clessidra. In poche parole, per andare a soddisfare una richiesta altrui, e necessario attendere lo scadere di almeno due clessidre.

Il regolamento di Spacedealer fornisce una versione base ed una avanzata del gioco. La versione avanzata del gioco include più carte Tecnologia rispetto a quella base, e qualche altra regola per aumentare l’interazione fra i giocatori. Alcune carte Tecnologia fornisco soltanto richieste, mentre altre soltanto vantaggi tecnologici. Nella versione avanzata delle regole anche i pianeti neutrali hanno delle richieste, ma queste in proporzione danno meno punti vittoria rispetto alle richieste di un pianeta avversario.

Le carte Tecnologia che forniscono vantaggi possono ed esempio consentire lo stoccaggio di beni sul proprio pianeta, inviare beni alla propria nave spaziale in viaggio nella galassia, convertire un tipo di bene in un altro, avere una nave spaziale o un clessidra aggiuntiva, ecc. Due tipi di carte tecnologia possono scaldare molto gli umori durante una partita, ossia la Sonda di Sabotaggio e ai Razzi Interstellari. Queste due carte hanno la funzione di rallentare le azioni degli altri giocatori sabotando il modo di utilizzare le loro clessidre. Se da una parte queste carte aumentano molto l’interazione fra i giocatori, dall’altra parte possono rendere frustrante la partita a quei giocatori che venissero colpiti più volte da queste carte durante la partita. Alcune carte Tecnologia verranno posizionate in modo da coprire le azioni di altre carte Tecnologia, con questo sistema di gioco, la pianificazione della propria strategia di sviluppo della carte Tecnologia è tutt’altro che banale, poiché coprire la carta Tecnologia sbagliata potrebbe rivelarsi più dannoso di quanto previsto in un primo momento.

Nella prima parte del gioco è abbastanza semplice tenere sotto controllo la situazione, ma man mano che aumenteranno le carte tecnologia, e quindi le scelte possibili, il caos comincerà a farsi strada nei giocatori in una frenesia totale. Sebbene in Spacedealer sia possibile fare strategie a lungo termine, non è detto che i giocatori riusciranno a mantenere il controllo a sufficienza per realizzare i loro piani.

In conclusione trovo Spacedealer un gioco molto divertente con un bilanciamento fra le varie produzioni di beni e richieste discretamente bilanciato. In Spacedealer la gestione del proprio ‘tempo’ è fondamentale per raggiungere i propri obbiettivi entro il termine della partita, tutto questo senza mai avere un attimo di respiro. La sua originale è rivoluzionaria meccanica di gioco in tempo reale, unita alla sua frenetica e limitata durata di gioco, rendono questo prodotto il gioco ideale come intermezzo fra un gioco e l’altro, o per ripetute partite nell’ambito della stessa serata. Il mondo ludico attuale aveva bisogno di un prodotto come questo, che aprirà certamente la strada a nuove idee.
Pro:
È un gioco innovativo, semplice, veloce e frenetico, che impedisce di annoiarsi durante l’arco di tutta la partita.
Ottimo intermezzo fra un gioco e l’altro per via della sua breve durata.
Possibilità di unire due scatole per giocare fino a 8 giocatori.
Contro:
Il maggior difetto di Spacedealer è la scarsa possibilità di controllare cosa fanno gli altri giocatori durante la partita, ciò vuol dire che il tutto si svolge quasi esclusivamente sulla fiducia.
Un altro cosa che potrebbe essere potenzialmente un difetto sono le carte Sonda di Sabotaggio e Razzi Interstellari che, se usate con perfidia da alcuni giocatori, potrebbero rende frustrante la partita per alcuni partecipanti.
I materiali usati per le navi spaziali tendono a sfogliarsi con una certa facilità, ed alcuni colori sono troppo simili per essere distinti con facilità.