Star Wars: Assault on Hoth

Voto recensore:
0,0
Star Wars: Assault on Hoth è uno dei quattro boardgames della West End Games realizzati sotto la licenza Star Wars. Come si intuisce dal titolo, questo gioco per due persone simula l'assalto terrestre imperiale contro la base Echo ribelle sul pianeta ghiacciato Hoth (in pratica l'inizio de L'Impero Colpisce Ancora).
Il contenuto del gioco è notevole, considerato che siamo davanti ad un prodotto del 1988. La mappa esagonata è in carta molto resistente, ma purtroppo è fornita (ovviamente) piegata nella scatola, con il risultato che le pieghe influenzano il posizionamento delle pedine. La mappa rappresenta l'area della battaglia, con le uscite dei tunnel ribelli, il generatore di scudi della base, ed il generatore di energia. Ai lati della mappa ci sono le tabelle per il combattimento e le schede dei veicoli (AT-AT e Snowspeeders) dove vanno posizionati i segnalini di danni e nel caso degli AT-AT i soldati trasportati.
Le carte sono divise in due mazzi (Azioni ed Eventi) più una carta Eroe, che rappresenta Luke Skywalker e che viene posizionata dal giocatore ribelle segretamente sotto una delle schede degli Snowspeeder (in modo da indicare che Luke piloterà quel dato Snowspeeder). Tutte le carte riportano foto del film in bianco e nero.
Le pedine sono di cartoncino e rappresentano tutte le truppe in gioco. Quelle imperiali, dallo sfondo violetto, rappresentano AT-AT, AT-ST, Snowtrooper leggeri e Snowtrooper pesanti. Quelle ribelli, con lo sfondo azzurrino, rappresentano Snowspeeder, Torrette laser, e truppe pesanti e leggere. A completare la dotazione del gioco numerosi segnalini per marcare i vari danni subiti da AT-AT e Snowspeeder, e 10 dadi, di cui due normali d6, e 8 dadi a sei facce su sui ci sono due facce bianche, due con l'effige di Darth Vader e due con la spada laser di Luke. Questi otto dadi speciali servono al combattimento.
Il libretto delle regole, di sole 16 pagine, è chiarissimo, con molti diagrammi, e scritto in modo da poter giocare leggendo man mano le regole, e continene - come usuale per i prodotti W.E.G. della serie StarWars - molte foto del film, sempre in bianco e nero.

Il gioco è piuttosto semplice. Una volta preparata la mappa e schierate le unità (la fanteria imperiale viene schierata all'interno degli AT-AT, mentre tutte le altre unità vengono posizionate sul campo di battaglia), la partita inizia. Ogni azione è decisa girando una carta dal mazzo Azioni. Ciascuna carta permette di usare un solo tipo di unità da parte di uno dei due giocatori. Usualmente le carte azione sono del tipo "Gli AT-ST muovono o sparano", cioè indicano il tipo di unità che può essere usata e il tipo di azione consentita. Sotto l'immagine dell'unità ci sono tutti i dati necessari (p.es. i punti movimento disponibili, il numero di dadi da tirare per attaccare, e le eventuali penalità al movimento per il terreno). Due carte Azione invece richiedono di pescare una carta Evento.

Le carte Evento rappresentano appunto... eventi, che si verificano durante la battaglia, e che possono andare a vantaggio dell'Impero o dei Ribelli. Rinforzi, bonus ad attaccare o a muovere sono gli eventi tipici, e in più ci sono 5 carte "Trasporto Partito" che indicano che una delle 5 navi da trasporto Ribelli ha lasciato la base Echo (e che sono importantissime ai fini della vittoria nel gioco).

Ogni unità muove di 5 punti movimento, ed ogni esagono usualmente costa un punto movimento. Alcune unità hanno bonus o penalità al movimento. Le unità sparano tirando un numero di dadi speciali (p.es gli Snowspeeder tirano 5 dadi) e modificando questo numero di dadi in base ai danni subiti, alla distanza del nemico, ed altri fattori. Una volta definito il numero di dadi, il giocatore tira, e per ogni icona di fazione uscita (effige di Vader per gli Imperiali, spada di Luke per i Ribelli) mette a segno un colpo. Le unità sono anche dotate di armatura, per cui tutti i colpi a segno che superano l'armatura infliggono danni. Per esempio, se sto tirando ad un Heavy Snowtrooper (2 di armatura) ed ottengo 3 spade laser, ho inflitto un danno all'unità nemica. La maggior parte delle unità viene eliminata con un solo danno subito, ma Snowspeeder e AT-AT hanno un diverso sistema di risoluzione del danno; possono incassare più colpi e possono subire danni diversi al movimento o al fuoco o persino ai passeggeri.

La partita può essere vinta in diversi modi, oltre ad eliminare tutte le truppe nemiche (opzione poco frequente ma comune ad entrambi gli schieramenti). i Ribelli vincono se il quinto trasporto lascia il pianeta prima che il generatore di scudi venga distrutto, mentre gli Imperiali devono distruggere appunto il generatore di scudi.

Il gioco è rapidissimo, piuttosto divertente, e rigiocabile tante volte. Molti sostengono che sia un po' sbilanciato a favore dei ribelli, io personalmente ho riscontrato una facilità di vittoria notevole da parte Imperiale se il giocatore ribelle non sta molto attento alle sue unità. In ogni caso, è un gioco storico che simula in maniera eccellente la battaglia su Hoth e che forse è il più semplice e più divertente dei quattro boardgames by W.E.G. su Star Wars.
Pro:
immediato, semplice, giocabile in pochi minuti e durata della partita relativamente bassa.
Contro:
fuori produzione; il giocatore Ribelle avrà qualche difficoltà a vincere (ma "storicamente" è stato così...); qualcuno avrà da ridire sul fatto che si può danneggiare un AT-AT con i cannoni di uno Snowspeeder.