Sword and Skull

Giochi collegati: 
Sword & Skull
Voto recensore: 
0,0

Il malvagio Re dei pirati ha rubato la nave “Sea Hammer” a Sua Maestà la Regina che, furiosa, ha promesso un’enorme ricompensa a chi la recupererà.
In Sword & Skull il vostro compito sarà proprio recuperare il vascello della regina, comandando un pirata della peggior risma e un ufficiale della Marina Reale.

In realtà il gioco è tanto banale quanto semplice.
Non bisogna fare altro che tirare i due dadi e muovere le proprie pedine attraverso il tabellone (reso triste dalle caselle con gli effetti scritti sopra stile monopoli) per far sì che prendano oggetti, armi, dobloni e marinai da aggiungere alla propria ciurma... ed è proprio grazie a questi ultimi che i personaggi diventano più potenti prendendo dei bonus migliori nel combattimento.
Peccato, però, che il combattimento, come un po' tutto il gioco, sia il risultato di un mero tiro di dado.

Il gioco sarebbe reso un poco più "piccante" dagli incontri con i nemici (dagli alligatori ai tagliagole) che troverete sul vostro cammino: il problema è che sono veramente troppo semplici da eliminare e in più il premio per averli abbattuti è molto superiore alla difficoltà che avrete nello sconfiggerli!

L'altro tentativo di migliorare un po' il meccanismo di gioco è rappresentato dal fatto che potete picchiare direttamente i vostri avversari: il problema è che, se un giocatore diventa subito potente, non c’è modo per gli altri di contrastarlo… e si diventa forti in modo molto veloce e incontrollato!

Dopo avere fatto qualche giretto per il tabellone (rigorosamente in senso orario...) vi inoltrerete nella caverna del Re dei Pirati... solo per scoprire che si aprono 2 scelte davanti a voi per concludere il gioco: potete combattere il Re dei Pirati, oppure potete comprargli la nave (con il costo rigorosamente casuale) per riportarla alla legittima proprietaria.

Pro: 

Semplice da spiegare ed imparare quanto solo un gioco dell'oca può esserlo.
Le illustrazioni delle carte sono tutto sommato gradevoli.

Contro: 

Noioso, ripetitivo e squallido nella sua possibilità di ricomprare la nave dal Re dei Pirati.
Il gioco è assolutamente in mano alla Dea Bendata e non c’è spazio per un minimo di strategia. Inoltre, quando un giocatore comincia a diventare potente nessuno ha modo di fermarlo… neanche il Re dei pirati.
Le miniature sono di plastica monocolore stile anni '80 e delle monete non parliamone nemmeno.
Nonostante quanto sopra, l'assurdo costo è di ben 50 euro per un gioco con una componentistica inqualificabile e ed un regolamento che poteva essere accettato 15 anni fa o più.