Take It to the Limit!

Giochi collegati:
Rettet den Regenwald
Voto recensore:
0,0
Take it to the limit! è fondamentalmente un gioco astratto, una evoluzione del precedente "Take It Easy".
Lo scopo del gioco è di totalizzare il maggior punteggio al termine della partita.

Il gioco si fonda sul piazzamento di esagoni, ogni esagono riporta tre linee contraddistinte da un numero ed un simbolo sole o luna, ogni linea è unisce due lati opposti dell'esagono permettendo di unirla a linee adiacenti. Sono presenti degli esagoni speciali che riportano anche un punteggio bounus. I giocatori dovranno cercare di creare linee che vadano da un estremo all'altro della loro plancia di gioco, totalizzando così punti per le linee concluse.

Ogni giocatore ha in dotazione due plance di gioco, una la più grande, è quella principale dove verranno giocati la maggior parte degli esagoni per totalizzare punti. Sono presenti due plance maggiori, differenti che si giocano con regole leggermente diverse. La seconda, più piccola, è un deposito, nella quale possono essere piazzati esagoni che si ritiene dannoso piazzare sulla propria plancia.
Inoltre i giocatori avranno una dotazione di esagoni uguale per tutti che associa le tre linee in varie combinazioni, le linee vanno dal 1 al 12.

All'inizio della partita viene designato un giocatore che ha il compito di estrarre casualmente gli esagoni, estraendone uno per volta, tutti i giocatori contemporaneamente piazzeranno il loro esagono corrispondente a quello estratto sulla propria plancia principale o alternativamente lo piazzeranno nella plancia minore. Molto interessante è la modalità in cui la plancia più piccola funge da scrapyard poiché se a fine partita non si saranno totalizzati almeno 60 punti su questa plancia si riceveranno delle pesanti penalità.

La partita termina quando viene estratto l'ultimo esagono a completare sia la plancia principale che la minore.

A quel punto vengono contati i punti:
- ogni linea conclusa (che unisce due bordi della plancia) fa totalizzare il numero della linea moltiplicato per il numero di esagoni da cui è composta;
- ogni esagono speciale incrocio, fa totalizzare punti secondo le linee che lo attraversano;
- una linea completa che sia costituita interamente da soli o lune da punti aggiuntivi;
- nella versione con la plancia principale più grande, Vengono sottratti punti ai giocatori che nello scrapyard valutando le linee non abbiano raggiunto una soglia minima di punti.

Concludendo si tratta di un astratto puro, dove i giocatori hanno la possibilità di effettuare esattamente le stesse mosse e le possibilità di impostazione della propria plancia sono davvero molte.
Pro:
Certamente la semplicità del regolamento unita ad una buona profondità, rende questo titolo piuttosto interessante, la caratteristica che tutti i giocatori hanno potenzialmente le stesse possibilità rende le partite avvincenti. Le due differenti plance con le modalità di gioco differenti aumentano la longevità di un titolo già di per se abbastanza longevo. La versione con scrapyard è una vera chicca che tiene alta la tensione della partita. Le partite funzionano alla perfezione sia in due che in sei giocatori, inoltre è possibile giocarlo in solitario. Il gioco è totalmente indipendente dal linguaggio.
Contro:
Il setup iniziale può essere lungo per i giocatori che non estrarranno gli esagoni e che dovranno ordinare prima di iniziare le proprie tessere. Anche se apparentemente non ci sono eventi casuali che avvantaggino un giocatore piuttosto che un altro, molte scelte vengono effettuate sperando che esca una certa tessera, questo rende il gioco leggermente fortunoso. Il conteggio finale dei punti è abbastanza lungo e richiede una valutazione un po’ lunga con carta e penna.