Tuscany

Voto recensore:
0,0

Tuscany è ideato da Jamey Stegmaier, Alan Stone e Mortén Monrad Pedersen e prodotto dalla Stonemaier Games. Si tratta di un'espansione assolutamente non giocabile senza il gioco base Viticulture.
Il gioco espanso è per 1-6 giocatori con una durata dichiarata di 60-120 minuti.

MATERIALI:
I materiali sono talmente tanti e talmente abbondanti da non fare invidia a nessun gioco base e da stabilire un nuovo record tra le espansioni! Tantissima roba, comprese nuove plance per i giocatori ed un tabellone completamente diverso e molto più grande! Sicuramente un punto a favore di questa espansione.

AMBIENTAZIONE:
"Tuscany è un cofanetto di espansioni per Viticulture: il gioco strategico del far vino, espansioni che si sbloccano partita dopo partita nell’ordine deciso dall’ultimo vincitore. Che storia racconterai mentre cerchi di creare la vigna di maggior successo in Toscana?"
Essendo un'espansione di Viticulture, Tuscany non può che riprenderne l’ambientazione vinicola della nostra amata Toscana. Tuttavia, come si evince dal trafiletto iniziale del regolamento che ho riportato sopra, Tuscany è un’espansione davvero particolare come francamente non ne avevo mai viste fino ad oggi. Infatti la scatola contiene 12 moduli utilizzabili singolarmente o insieme! Di fatto siamo davanti ad un'espansione di tipo Legacy (termine ora molto in voga ma all’epoca sicuramente meno abusato), poiché è possibile aggiungere un modulo alla volta a scelta dei giocatori.


REGOLAMENTO:
Le regole sono chiare e abbastanza semplici, ovviamente suddivise in moduli anch'esse per spiegare singolarmente le aggiunte possibili.

IL GIOCO:
Prima di spiegare singolarmente i moduli vorrei un attimo chiarire come sono implementabili con il gioco base. Innanzitutto esiste un modulo per giocare in solitario e nella scatola dell’espansione si trovano anche i componenti aggiuntivi per modificare la prima edizione di Viticulture inserendovi le aggiunte della seconda.
Come è spiegato all’inizio delle regole i moduli di Tuscany sono divisi in tre livelli di difficoltà ed andrebbero implementati uno alla volta partendo da quelli di livello 1. Finiti questi e giocati più volte viene poi consigliato di passare (sempre uno alla volta) a quelli di livello 2. I tre moduli di terzo livello, invece, non possono essere usati contemporaneamente fra loro ma solo singolarmente (tuttavia possono essere uniti a quelli dei livelli precedenti). Tale struttura, sempre secondo gli autori, è pensata per essere “stappata” un modulo alla volta, per aumentare il gusto e diminuire le difficoltà di assimilazione di troppi moduli tutti insieme.
Menzione va fatta al ringraziamento che gli autori fanno a Risk Legacy, per l’idea di base di questo sistema.
Ma veniamo ora a descrivere i singoli moduli dividendoli per livelli:


LIVELLO 1:
MAMAS & PAPAS:
Si tratta di due mazzetti di carte che rappresentano la dote lasciata in eredità dai tuoi giocatori. Da ognuno dei due mazzetti (rispettivamente “mamma” e “papà”) verranno date due carte a giocatore e tutti ne sceglieranno una scartando l’altra. Queste carte forniscono una diversa dotazione iniziale ai giocatori che potranno scegliere se partire con più soldi o una struttura già costruita oltre ad un diverso numero e tipo di carte pescate a caso dai 4 mazzetti di gioco. Personalmente apprezzo sempre molto l’asimmetria nei giochi e nelle partenze, persino se in alcuni casi può dare qualche leggero vantaggio ad un giocatore sugli altri. Esiste anche una variante più semplice in cui viene data solo una carta per tipo senza scelta.

TERRENI:
Con questo modulo si aggiunge la possibilità di vendere i tre terreni della propria vigna per un certo quantitativo di soldi, ferma restando la possibilità di riacquistarli in seguito allo stesso prezzo. È un’opzione molto interessante poiché vendere uno o più terreni aiuta molto economicamente ma limita il numero di uve che si possono piantare per produrre. È una possibilità nata dal fatto che ad inizio gioco la carenza di soldi si sente moltissimo e quindi tende a dare una scappatoia utile nel caso i giocatori prima di te occupino tutti gli spazi che rendono denaro.

PATROCINIO:
Ad inizio gioco ogni giocatore riceve una delle 9 carte patrocinio che indica un obiettivo da raggiungere entro fine partita. Inoltre per poterlo usare, questo obiettivo deve prima essere sbloccato effettuando una vendita di vino di valore almeno 5 in cambio di 3 punti vittoria. Ogni obiettivo è tenuto segreto fino a fine partita e dà 2 punti se risolto. È un modulo carino che costringe a pensare bene a quando chiudere la partita, poiché non si sarà sicuri di vincere nel caso non si sia fatto il proprio obiettivo segreto, contro altri giocatori che invece lo avranno raggiunto. Inoltre è un’indicazione di massima che si cercherà di portare a compimento durante la partita e che donerà variabilità e strategicità al gioco. Non tutti gli obiettivi sono ugualmente facili da raggiungere, soprattutto a seconda di come proseguirà la partita, ma in fondo sono solo 2 punti per cui difficilmente decideranno l’esito del gioco.

OSPITI AVANZATI:
Si tratta di nuove carte ospiti estivi ed invernali (15 e 15) da aggiungere a quelle del gioco base o da sostituire ad alcune di esse. Secondo me è un modulo imprescindibile perché, oltre ad aggiungere varietà e nuove meccaniche, ha l’intento di rendere tutte le carte utilizzabili. Nel gioco base, infatti, alcune carte risultavano particolarmente utili o superflue a seconda di quale momento del gioco venivano pescate. Con questi nuovi ospiti, invece, si ha la possibilità di scegliere fra diversi bonus dati dagli ospiti e pensati per essere utili in tutte le fasi di gioco.

LIVELLO 2:
NUOVI OSPITI:
Sono 16 nuovi ospiti estivi e 16 invernali. Aggiungono nuove meccaniche che si sposano bene con gli altri elementi di questa espansione e donano ulteriore varietà e longevità al gioco. Vengono mischiate nei rispettivi mazzi di gioco.

TABELLONE ESTESO (lato 1):
Si tratta della più grossa e rivoluzionaria delle espansioni per Viticulture poiché utilizza un nuovo tabellone che non presenta più solo gli spazi azione di estate e inverno ma di tutte e 4 le stagioni! Le possibilità strategiche e le difficoltà nel gestire non più due ma ben 4 aree differenti per piazzare i propri lavoratori, tutte separate e tutte riportanti particolari azioni sono evidenti. Inoltre ci sono nuove meccaniche, azioni completamente nuove, bonus aggiornati e un nuovo tracciato di punti vittoria che questa volta chiude la partita a 25 punti e non più 20 come nel gioco base. Anche la Tabella di Levata che stabilisce l’ordine di turno ed i rispettivi bonus per chi si “sveglia” più tardi, viene molto ampliata e migliorata nel suo funzionamento rendendo l’ordine di turno meno importante ma più interessante nella scelta. Anche il meccanismo di scelta del primo giocatore a piazzarsi su tale Tabella viene modificato e migliorato, non passando più alla sinistra di turno in turno ma andando al giocatore che avrà giocato per ultimo nel turno precedente.
Personalmente trovo questo modulo imprescindibile e assolutamente il migliore di tutti, anche perché rende il gioco base migliore e completamente diverso per bellezza e profondità.

LAVORATORI SPECIALI:
Con questo modulo viene aggiunta la possibilità di acquistare dei lavoratori speciali al posto dei normali braccianti che si possono prendere in determinati spazi azione. Inutile dire quanto siano importanti nuovi lavoratori che aumentano il numero di azioni disponibili ad ogni turno (basta pensare ad Agricola per capirlo). Con questo modulo ad inizio partita vengono scelti od estratti a caso due dei 11 diversi lavoratori speciali contenuti nell’espansione Tuscany. Ognuno di essi può essere acquistato al posto di un normale bracciante pagandolo un soldo in più. Tutti hanno una capacità particolare che va dal poter occupare spazi già presi al costringere gli altri giocatori a pagare un soldo al proprietario per svolgere lo stesso tipo di azione.
Va detto subito che non tutti e 11 mi piacciono come abilità, tuttavia alcuni sono davvero belli e prima di provarli tutti e capirne il migliore utilizzo passeranno moltissime partite per cui donano un’enorme longevità al titolo.

STRUTTURE (solo dopo Tabellone esteso):
Questa espansione utilizza l’altro lato del tabellone esteso menzionato qualche modulo fa. Inoltre aggiunge un altro pezzo di plancia alle plancette vigna dei giocatori ed un mazzo di carte aggiuntivo rappresentante le strutture costruibili. Con questo modulo è possibile pescare e costruire nuove strutture che donano bonus permanenti, ricorsivi, o una tantum durante il gioco e possono aiutare determinate strategie oltre che fornire molti punti. Più di altri questo modulo può fornire grandi benefici e quindi la pesca delle diverse carte struttura potrebbe influire molto sull’esito della partita. Io trovo sia una buona espansione che aggiunge ulteriori possibilità.

LIVELLO 3:
Al contrario degli altri livelli i moduli di livello 3 possono essere giocati insieme a tutti gli altri moduli di livello inferiore ma non insieme ad altri moduli del loro stesso livello. Ogni partita, quindi, potrà prevedere solo uno dei tre moduli qui sotto: 

MAFIA:
Si tratta di 9 carte con oggetti differenti di valore da 1 a 9. Ad inizio gioco ne viene rimossa segretamente una e poi viene consegnata una carta a giocatore. Con questo modulo è obbligatorio utilizzare il proprio lavoratore grande ed è necessario farlo solo sul tabellone di gioco e non sulle proprie plance personali. Ogni volta che si utilizza tale lavoratore in uno spazio vuoto è possibile (non obbligatorio) scartare il proprio oggetto e pescarne uno dal mazzo di oggetti se ancora disponibili. Se invece si piazza il proprio lavoratore grande in uno spazio dove è presente quello grande di un altro giocatore è obbligatorio scambiarsi la carta oggetto posseduta. Al termine della partita il possessore dell’oggetto di maggior valore ottiene 2 punti e quello con l’oggetto di valore inferiore ne perde 1.
Per gli amanti del bluff e degli attacchi diretti è un modulo che aggiunge divertimento ed interazione anche se sacrifica qualcosina sull’altare della controllabilità. Sicuramente è un modulo molto divertente che non stravolge il gioco più di tanto.

ARBORICULTURA:
Con questo modulo si aggiunge una plancia contenente nuovi spazi magazzino, e un tracciato della morale dei propri lavoratori. Inoltre si utilizzerà un nuovo mazzo di carte arbusto che contengono tre nuove materie da piantare e raccogliere: le mele, l’olio ed i pomodori. I braccianti però non saranno felici del lavoro aggiuntivo ed ogni volta che si utilizza il lavoratore grande il morale scende di uno facendo perdere 1 punto al raggiungimento del livello più basso. A fine anno tuttavia sarà possibile rialzare di un livello il morale per ogni segnalino bene (uva o arbusto) scartato, fino ad ottenere anche un punto se si raggiunge il massimo livello di morale. I tre nuovi tipi di merce si gestiscono come le viti e possono essere piantate e vendemmiate nei campi. Se vendute con il vino o usate singolarmente con l’azione “vendita di uva” danno ulteriori punti vittoria. Le plance aggiuntive hanno anche i magazzini per queste merci e contemplano azioni aggiuntive per la gestione delle merci e del morale dei lavoratori.

FORMAGGIO:
Anche con questo modulo si aggiunge una parte di plancia aggiuntiva ad ogni giocatore che contiene la cantina dove stagionare i formaggi ed una serie di spazi azione aggiuntivi. I formaggi vengono presi dalle mucche (un nuovo bene scambiabile che produce il prodotto caseario) e fatti stagionare nell’apposita cantina (anch’essa ampliabile come quella dei vini). Alla fine dell’anno i formaggi stagionano o vanno a male come il vino e possono essere venduti insieme agli ordini dei vini o dati a fine di ogni anno tramite benefici speciali generando punti. Le stelle aggiunte con il tabellone esteso possono essere usate in tre spazi appositi e spostate come sulla mappa della toscana. Ogni spazio degli esperti di formaggio dove possono essere posati i segnalini stella dona dei bonus aggiuntivi. Si tratta di un modulo completamente sotto il controllo dei giocatori e che va dunque ottimizzato nelle strategie a medio o lungo termine che si vogliono adottare durante la partita.

A corollario di questi moduli aggiungo l’esistenza del Modulo: AUTOMA che consente di giocare da soli contro il gioco e di diverse varianti per sbloccare in modo diverso i vari moduli. C’è anche la possibilità di mantenere alcuni privilegi fra una partita e l’altra per fare una sorta di campagna ma francamente mi convince poco come aggiunta.

PROFONDITÀ:
Se il gioco base era un german medio, Viticulture + Tuscany formano una fusione che aumenta moltissimo la profondità del titolo ed inserendovi tutti i moduli diviene un titolo impegnativo e pieno di sfaccettature e possibilità. Solo provare tutti i moduli un paio di volte e capirne un minimo la profondità è un’esperienza che regala qualche decina di partite, tutte diverse fra loro! La possibilità poi di personalizzare il gioco inserendovi il modulo di terzo livello che si preferisce e magari non usando proprio tutte le possibilità dei livelli precedenti è estremamente soddisfacente e permette di giocare questo titolo in modo da rimanerne sicuramente soddisfatti. Alcuni moduli sono davvero rivoluzionari (su tutti il Tabellone Esteso e i Lavoratori Speciali) e occorrono diverse partite solo per farsi un’idea delle loro possibilità.

ELEGANZA E FLUIDITÀ:
Chiaramente una partita con tutti e 8 i moduli di primo e secondo livello ed uno di quelli di terzo sacrifica qualcosina alla fluidità di gioco, tuttavia rimane un titolo abbastanza elegante e scorrevole e tutti i pezzi si amalgamano benissimo fra loro non dando l’idea di qualcosa aggiunto senza un motivo. Le regole divengono corpose e le possibilità molte, fino a rischiare di spiazzare un pochino, ed infatti anche io consiglio di non usare troppe cose tutte insieme già dalle prime partite ma di aggiungere i moduli un pochino alla volta come suggerito anche dagli autori. La durata delle partite ovviamente aumenta, ma non ci si trova mai davanti ad un gioco eccessivamente lungo. Tra giocatori esperti si rimane entro le due ore e mezza, tre al massimo in sei giocatori.

SCALABILITÀ: 
Se Viticulture base soffriva in sei giocatori per le poche azioni disponibili, l’espansione Tuscany, soprattutto con i Lavoratori Speciali ed il Tabellone Esteso, risolve il problema e diviene perfettamente godibile anche in tanti. Ricordo inoltre la possibilità di giocare anche in solitario, che però io non sono ancora riuscito a testare per cui non mi sento di darvi un giudizio. Tuttavia le regole lasciano sperare in una buona esperienza di gioco.

PREGI / DIFETTI:
Pregi:
-durata non eccessiva
-ottimi materiali
-moltissimi spunti originali
-longevità enorme soprattutto grazie alla modularità delle espansioni
-ambientazione ancora più sentita e personalizzabile
-soluzione di molti dei piccoli difetti che presentava il gioco base
-ottima scalabilità e possibilità di giocare anche in solitario
Difetti:
-costo elevato considerando che tra base ed espansione si superano abbondantemente i 100€
-alea presente nelle carte ed in alcune delle possibili aggiunte (ad esempio la Mafia)
-utilizzando tutti i moduli le regole da digerire sono abbastanza corpose anche se non complicatissime

CONCLUSIONE:
Viticulture era un buon german di media difficoltà, con una bella ambientazione ed alcuni spunti originali. Con l’espansione Tuscany il gioco sale moltissimo di livello e grazie alla sua struttura Legacy diviene un divertimento assoluto, anche solo per il poter provare tutti i moduli e la loro interazione. Per testare tutte le possibilità offerte da questa ricchissima espansione occorreranno almeno 10-20 partite ed il divertimento è assicurato per tutti gli amanti della meccanica di piazzamento lavoratori. Molte sono le trovate originali e in particolare alcune espansioni stravolgono completamente il gioco base. Trovo Tuscany una delle migliori espansioni mai provate e sicuramente una di quelle aggiunte che raramente deluderanno e si potranno ritenere superflue o create solo per fare soldi. La cura e l’amore riversato su questa espansione traspare da tutte le parti e non può non suscitare l’interesse di quanti hanno amato Viticulture e persino di chi non l’ha apprezzato più di tanto, trovando in questa espansione al concreta possibilità di rivalutare il gioco base.
Io personalmente mi sono innamorato di questa espansione tanto da convincermi a comprarla, a dispetto del costo elevato (non avevo neppure il gioco base per cui ho comprato tutto insieme). Consiglio a tutti quantomeno di provare l’esperienza di un paio di partite a questa espansione.

Anno di pubblicazione: 2014
Durata del gioco: 60-120
Min giocatori: 1
Max giocatori: 6