Vampire The Masquerade: Chicago by Night

Voto recensore:
7,3
Chicago by night è l’ambientazione per eccellenza di Vampire: The Masquerade.
Già le premesse espresse in quarta di copertina rendono perfettamente l’idea di cosa si troverà nel manuale: Nessun’altra città si trova così pericolosamente sull’orlo della crisi. Nessun’altra città è così disperatamente sovrappopolata. Nessun’altra città è così divisa. Nessun’altra città è così dilaniata dai conflitti interni. Le strade di Chicago sono coperte dal sangue di quanti vennero uccisi nella guerra secolare che v’infuria…
A Chicago c’è davvero tutto questo, ed anche qualcosa di più.

Nella prima parte del manuale si viene introdotti nei meandri di Chicago, di cui viene descritta la tematica, l’atmosfera, i conflitti esistenti, le leggi di Lodin (il Principe), l’influenza che i vampiri hanno sui mortali e le caratteristiche salienti della città, dalle temperature tipiche, al modo in cui ci si può spostare. Un capitolo intero è occupato dalla storia di Chicago, dalla sua fondazione ai giorni nostri, con particolare attenzione alla presenza dei vampiri ed all’influenza che hanno esercitato sullo sviluppo della città.

Un altro aspetto importante è la geografia, che viene descritta suddividendo la città in zone. Questo capitolo poteva essere trattato un po’ meglio, in quanto le descrizioni sono vaghe e non aiutano quanto vorrebbero, forse anche a causa della mancanza di una cartina generale (magari piccola) che comprenda la città per intero, anche se ne esiste una molto schematica per ogni zona. Ad ogni modo si trovano accenni alle strutture più importanti, tra cui i musei, le università, gli Elysium, i negozi particolari, i ristoranti, ed i luoghi tipici della vita notturna, tra cui il rinomato Succubus Club. Nel complesso tutto serve a farsi un’idea della città, ed a fornire i primi spunti per le avventure.

Tre quarti del volume sono occupati dal quarto capitolo, quello in cui si trovano le descrizioni dei Fratelli, vero cuore di un’ambientazione di Vampire: the Masquerade. Si inserisce una nuova abilità, la Conoscenza dei Segreti di Chicago, e poi si iniziano a descrivere i vampiri, suddivisi per clan.
Le schede riportate sono ben dettagliate e risultano perfette per fornire numerose trame. Ogni vampiro ha la sua storia ben riportata, che fornisce al Narratore una lunga serie di Png (più di 70!), che serviranno a dare vita a molte storie nelle strade infernali di Chicago. Gli intrecci che si creano tra i numerosi personaggi sono davvero interessanti, ed a volte insospettabili. Tutti celano i loro segreti, ed ognuno di questi può rivelarsi un’arma da usare per conquistare una fetta del potere.
Il capitolo si conclude con la descrizione delle varie Coterie, da quella costituita dai Primogeniti, a quella degli Anarchici, senza tralasciare i rapporti interni dei clan e le Coterie nate spontaneamente per i motivi più disparati (c’è un gruppo di vampiri che ha formato un complesso musicale!), ognuna in grado di fornire la base per numerose storie.

Il libro si conclude con una sezione sui possibili incontri nella Windy City, tutti preludi per possibili avventure o utili per aggiungere qualcosa ad un’avventura creata dal Narratore.
Pro:
- Fornisce tantissimi spunti per le avventure, e fa capire come la parte più importante di un’ambientazione siano i Png e le loro relazioni, che nel manuale vengono trattate perfettamente.
- Fa comprendere meglio come può muoversi la Camarilla e incidere anche sulla politica e la vita dei mortali.
Contro:
- L’assenza di una cartina completa, almeno accennata, può rendere difficile rendere concreta l’ambientazione, almeno all’inizio.
- Il cartoncino di cui è fatta la copertina è schifoso e destinato a rovinarsi con il tempo e l’uso.
- Pur essendo un'ambientazione è monouso: proprio in virtù del fatto che la base dell’ambientazione non è il luogo fisico, ma i Png, che una volta conosciuti dai giocatori non saranno riutilizzabili in future campagne.