La Vendetta della Lupa Mannara

Voto recensore:
6,8

Ambientazione
Siamo sempre nel solito villaggio medioevale infestato dai licantropi che nottetempo sbranano i poveri abitanti, solo che questa volta i paesani avranno qualche aiuto in più.

Il Gioco
Si tratta della prima espansione in scatola (piccolina) per "Lupus in Tabula". In primis ci consentirà di aumentare il numero di giocatori fino a 30, inoltre vengono inseriti nuovi personaggi che agiscono anche dopo esser stati uccisi.
L'altra grande novità è un regolamento per poter giocare in 4-7 senza un moderatore, la partita sarà più divertente e le votazioni segrete.

Veniamo al dettaglio.
La partita senza moderatore è piuttosto facile. Si utilizza un "Artiglio del Licantropo" che permette ai lupi mannari di indicare chi sarà la vittima designata senza farsi vedere mentre tutti hanno gli occhi chiusi.
Inoltre si possono utilizzare anche i nuovi personaggi (che vedremo in seguito) con interessanti effetti strategici.

I nuovi personaggi sono abbastanza variegati e per essere utilizzati necessitano di un numero minimo di partecipanti che non scende mai sotto gli 8.

Lara la Lupa Mannara, che poi da il nome all'espansione, è la scheggia impazzita del gioco, infatti oltre a nutrirsi di villici, può eliminare un lupo mannaro.

Baron Samedi, il classico signore degli zombie caraibico, rianima un personaggio morto facendolo tornare in vita a tutti gli effetti con le sue abilità.

Miss Purple, ovviamente ispirata al noto "Cluedo" è l'investigatrice del gruppo e quindi sa quanti nemici sono ancora vivi.

Darius, è il veggente del "lato oscuro" con condizioni di vittoria molto specifiche (può vincere da solo), sostituisce il Criceto Mannaro.

Mucca Mannare, ovvero, vorrei ma non posso.

Mortovivo, è una sorta di cadavere animato, se ucciso... resta vivo.

Dorian Wolf, come per Dorian Grey, il suo ritratto subisce i danni del tempo e dei lupi mannari.

Dr. Jekyll, si trasforma -come è facile supporre- in Hyde e può uccidere (una volta per partita) un personaggio.

Amleto, Amleto parla con il suo teschio e quindi di fatto se dovesse morire potrebbe portarselo nella tomba. In termini pratici chi ha il teschio di Amleto lo segue nell'aldilà.

Cartomante, è un veggente, ma non sa chi è l'altro veggente.

Considerazioni
L'espansione ha il pregio di aumentare il numero di partecipanti, cosa che però può diventare un difetto se si considera la durata della partita o la presenza di giocatori con diverso livello di coinvolgimento/abilità. Insomma chi si annoiava prima si annoierà di più adesso.

Di contro però chi si divertiva ora ha a disposizione altri identità piuttosto divertenti e soprattutto le regole e gli strumenti per giocare senza il narratore.

Strategicamente la Lupa Mannara, il Baron Samedi e Dorian Wolf sono personaggi piuttosto "pesanti". La prima cambia drasticamente la situazione al tavolo con la possibilità di eliminare anche i licantropi e i secondi due aggiungono un certo sale al gioco.
Menzione a parte per il Dr. Jekyll che di fatto può eliminare uno dei licantropi senza dover convincere nessuno, ma semplicemente trasformandosi in Hyde.

La Vendetta della Lup Mannara è quindi un'espansioncina divertente raccomandata a tutti quelli che hanno acquistato con soddisfazione "Lupis in Tabula".

Pro:

Personaggi strategicamente validi.

Contro:

Se non vi piaceva prima non vi piacerà vieppiù ora.