Xmas Penguins

Giochi collegati:
Christmas Penguins
Voto recensore:
6,8

Premetto che anche se di ottima qualità, questo gioco il cui titolo originale è Weihnachtspinguine ("I Pinguini di Natale", ho scelto l'inglese per maggior comprensibilità e perché il titolo tedesco era troppo lungo) è un'autoproduzione, pertanto l'immagine della scatola bianca con qulche scritta sarebbe stata poco indicativa ed ho preferito mettere una foto che metta in risalto i singolari pezzi di gioco.

L'idea di base del gioco è semplice e già divertente: è la notte di Natale e Babbo Natale ha preparato sulla sua slitta tutti i doni che deve portare ai bambini, ma essendo in anticipo decide di prendersi un bel caffè caldo nel suo igloo. Mentre beve il suo caffè, guarda fuori e si accorge che... i pinguini stanno rubando tutti i doni dalla slitta!! Lo scopo del gioco infatti è rubare quanti più doni possibile, agendo alternativamente come Babbo Natale o come pinguino.

La mappa di gioco viene composta casualmente, tranne che per l'igloo e la slitta che vengono messi in posizioi opposte; tutti i doni vengono messi sulla slitta e ogni giocatore parte già con due doni del proprio colore in mano. Uno dei giocatori rappresenta sempre Babbo Natale e tiene il proprio pinguino fuori dalla mappa, muovendo per primo all'inizio di ogni turno. Nel proprio turno, i giocatori lanciano il dado e se viene un numero possono muovere il pinguino o Babbo Natale. Se il risultato è la renna, il giocatore perde il turno e non può fare altro, mentre se esce l'orso il giocatore dovrà muovere l'Orso Polare di un esagono anziché spostare Babbo Natale o il proprio pinguino.

Nel movimento, occorre esaurire tutto il punteggio ottenuto con il dado, non si possono ripercorrere esagoni già toccati e si può effettuare un solo cambio di direzione. Se un pinguino viene raggiunto da Babbo Natale, quel giocatore dovrà dargli uno dei doni trasportati e diventerà lui il nuovo Babbo Natale, mentre l'altro giocatore potrà ora mettere in campo il proprio pinguino e partire alla caccia dei doni che si trovano sulla slitta. Se un pinguino raggiunge la slitta, potrà lanciare nuovamente il dado per vedere se riesce a rubare un dono, nel qual caso però Babbo Natale potrà immediatamente spostare la slitta scambiandola di posto con un altro esagono della mappa. Se un pinguino si ferma su un albero di Natale, pesca una carta speciale che a secondo dei casi potrà tenere da parte oppure dovrà essere giocata immediatamente. Se Babbo Natale o un pinguino incontrano l'Orso Polare, perdono un dono che viene lasciato nell'esagono e che potrà essere raccolto da chiunque in seguito, una volta che l'orso si sia spostato da lì. Se infine un pinguino raggiunge l'iceberg, potrà mettere al sicuro uno dei doni che trasporta, che da quel momento non correrà più rischi in caso di incontri con Babbo Natale o con l'Orso Polare. In aggiunta al movimento del pinguino o dell'orso (non nel caso di Babbo Natale o se il dado mostra una renna), il giocatore potrà raccogliere o posare un indicatore di acqua nell'esagono di partenza o di fine movimento, che costituisce una barriera insuperabile al movimento di ogni pezzo di gioco.

Nel movimento, due pezzi non possono occupare lo stesso esagono, e la cosa più divertente è che i pinguini si possono spingere l'un l'altro, dando il via a possibili reazioni a catena dagli esiti normalmente esilaranti. Se ad esempio un giocatore entra nella casella in cui è presente un pinguino, lo sposta in un esagono adiacente e se questo contiene un terzo pinguino, il giocatore che è stato spinto dal primo deciderà dove spingere il terzo, e così via. I pinguini che in questo modo vengono spinti su alberi di natale prendono immediatamente la carta speciale che potrebbe essere giocata subito, alilmentando ulteriormente il caos. E' possibile prendersi letteralmente "a calci" da un lato all'altro della mappa, scagliando gli avversari fra le braccia di Babbo Natale o fra gli artigli dell'Orso Polare! Se a questo si aggiunge che le carte speciali consentono di saltare da una parte all'altra della mappa, di scambiarsi di posizione con altri pinguini o anche con Babbo Natale e con l'Orso Polare, capirete che la confusione ed il divertimento sono ai massimi livelli.

Il gioco termina quando finiscono tutti i doni che all'inizio sono stati messi sulla slitta. A questo punto, chi ha più doni fra quelli messi al sicuro sull'iceberg e quelli in mano vince la partita, considerando che se un giocatore riesce ad avere tutti e quattro i doni di uno stesso colore avrà diritto a un bonus di due punti. Ma attenzione, c'è una sorpresa finale: il giocatore che alla fine della partita è Babbo Natale, dovrà consegnare tutti i doni che possiede ai bambini, quindi non potrà vincere!

Pro:
Il gioco è dannatamente divertente, nel corso della prima partita mi sono ritrovato con le lacrime agli occhi dal ridere mentre ne succedevano di tutti i colori: gente che si prendeva a calci da un lato all'altro della mappa, Babbo Natale pestato a sangue dall'Orso Polare, pinguini scrollati per le orecchie da Babbo Natale per riprendersi i doni...

L'impatto visivo è inoltre davvero buono, soprattutto se si pensa che è un'autoproduzione. I pezzi coloratissimi sono umoristici e davvero adatti allo spirito del gioco, così come gli esagoni di terreno, pur se in maggior parte bianchi, sono adattissimi a rappresentare il ghiaccio. Va inoltre segnalato che l'autore dichiara che si può arrivare opzionalmente a 8 giocatori, infatti in alcune foto del regolamento si vedono chiaramente due pinguini ed i relativi doni aggiuntivi, probabilmente disponibili su richiesta.

Se non ci fosse un problema di regolamento (comunque risolvibile, vedi difetti), direi che è un gioco per tutti, per ogni età. Di sicuro va benissimo per chiunque cerchi un titolo divertente, non troppo impegnativo, originale e bizzarro che non costa poi neanche molto. Da provare... magari sotto Natale!
Contro:
A parte il fatto che trattandosi di un'autoproduzione non troverete notizie in rete e non potrete acquistarlo se non su siti tedeschi, il difetto principale è il regolamento, che presenta numerose situazioni non risolte sul movimento e le interazioni fra i pezzi, ma soprattutto sulla tempificazione nell'uso delle carte. Pur avendo giocato con una non perfetta traduzione inglese fornitaci dall'autore, il ricorso alle regole originali in tedesco non ha aiutato a risolvere tutti i problemi, ed è stato necessario improvvisare delle house rules per andare avanti. A mio parere, il regolamento dovrebbe essere completamente riscritto (e non è un compito particolarmente difficile), ragione per cui il voto non è alto come avrebbe forse meritato.

A parte questo, il gioco non ha difetti se interpretato per quel che è, un caotico, rapido, divertente e non impegnativo passatempo da fare con la giusta compagnia. Sicuramente non piacerà a chi desidera giochi più impegnativi, dal momento che qui, con il dado e la pesca delle carte, la fortuna è sicuramente presente e di strategia ce n'è davvero poca.

NOTA (21/09/2005): grazie alla grande disponibilità dell'autore Harald Mücke, abbiamo potuto chiarirci tutti i dubbi e le questioni irrisolte del regolamento, quindi è ora disponibile la traduzione italiana riveduta e corretta nella nostra area di download!