The American Civil War

Anno di pubblicazione: 
1974
Min giocatori: 
2
Game designers: 
Sottocategoria: 
Durata del gioco: 
240
Max giocatori: 
2

Commenti

williamrossi Mar, 12 Nov 2013 - 14:53

[voto 5] - Il gioco si basa sulla tecnica di combattimento introdotta con Napoleon in Europe, ma ha due grossi limiti: il tabellone assolutamente inadeguato al gioco (spazi troppo piccoli e regioni ad ovest assolutamente inutili) e alcune regole marginali che non riescono a dare lo spessore voluto (intercettazione marina, ferrovia e intervento europeo) e non risultano determinanti ai fini del gioco. In sostanza una buona idea mal realizzata. - [Autore del commento: nebulosalex]

unzunz Ven, 31 Dic 2010 - 14:04

[voto 7] - Il gioco l'ho avuto e l'ho venduto perchè non lo utilizzavo. L'idea di base non è male (sia per quanto riguarda l'aspetto strategico sia per quanto riguarda l'aspetto tattico della risoluzione delle battaglie) ma aveva un grave limite ossia lo spazio sul tabellone, assolutamente inadeguato per poterlo giocare (ma come si fa a posizionare le armate formate da più soldatini sugli spazi microscopici della costa orientale degli Stati Uniti? Perchè il tabellone prevede spazi confinati in altre zone geografiche ove il gioco è assolutamente assente? Secondo me i realizzatori piuttosto che ispirarsi alla bellezza dei pezzi avrebbero dovuto studiare meglio la grafica e ispirarsi a principi di funzionalità del gioco e questo purtroppo è un malvezzo di diverse case editrici. Si pensa poco alla funzionalità delle cose. Ad esempio avete mai visto i colori delle unità di Axis & Allies. Sono a volte indistinguibili fra loro e necessitano di essere ridipinti) prevedendo le dimensioni delle unità più piccole (tipo Risiko) e avere il coraggio di forzare la geografia, stampando sul tabellone solo la parte degli Usa effettivamente interessati dagli eventi al fine di poter aumentare le dimesisoni dell'effettivo "campo di gioco". Secondo me l'idea di base offrirtebbe ancora grandi opportunità per una eventuale riedizione rivista e migliorata.

Markwolf Dom, 15 Ott 2006 - 14:15

[voto 7] - Nessun commento

Quando Chuck Norris vince una mano a poker, l'appende grondante sangue al retrovisore del suo pick-up.

Se perdere insegna a vivere, Pier è un maestro di vita.

the_goblin Mar, 14 Ott 2008 - 16:24

[voto 6] - Sistema misto carte e azioni. Più bello da vedere che da giocare.
Giocato: pochissimo
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 2
Divertimento: 1
Originalità: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!