Machiavelli

Anno di pubblicazione: 
1977
Min giocatori: 
4
Sottocategoria: 

Commenti

the_goblin Mar, 23 Mar 2010 - 16:12

[voto 8] - Uno dei migliori titoli Avalon.
Giocato: poco
Grafica/Materiali: 1
Longevità: 3
Divertimento: 4
Originalità: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

Grifone Gio, 27 Mar 2008 - 16:51

[voto 6] - E' l'unica variante di Diplomacy che sia stata pubblicata in più edizioni, che ho tutte.
Rispetto a Diplomacy ha alcuni pregi come le rendite che permettono di ricreare bene l'atmosfera rinascimentale di corruzione, pugnalate e colpi di mano. E' notevole l'introduzione della guarnigione per presidiare le fortezze, aumentando le variabili della guerra.
Purtroppo ha due grossi difetti, il primo è l'eccessiva influenza della sorte con le varianti proposte (tipo peste e carestia) che io sconsiglio; il secondo è che lo squilibrio tra le potenze è assoluto, per alcune le mosse sono a senso unico, per altre ci sono più possibilità.
Ciò dipende dalla mappa scelta, probabilmente l'esclusione della Tunisia avrebbe meglio reso il gioco migliorando la posizione di Napoli; a pare mio sarebbe risultata più idonea allo scopo prefisso una mappa più ricca della sola Italia Centro-Settentrionale escludendo Turchi, Austriaci, Francesi e Napoletani ed inserendo gli Estensi e i Savoia.

[voto 5] - Prima di tutto un regolamento scritto in maniera logorroica e confusa in cui i doppi sensi e i dubbi metteranno a dura prova i nervi, non è stata esente da errori la partita. Secondo oltre ad essere una variante di Diplomacy ci sono aspetti che innegabilmente non tornano quando si vuole affrontare un wargame: il bilanciamento iniziale degli scenari. Machiavelli è disorganizzato proprio su questo e trincerarsi dietro la scusa della diplomazia non lo salva: non credo che il Papato sia felice di giocare completamente schiacciato da tutte le parti o il Regno di Napoli deve difendere un territorio esteso con un pugno di mosche dai Turchi che ha ben tre fronti di scelta (e non scordiamoci il Papato sopra). Probabilmente godranno veneziani e milanesi con più spazi a disposizione. Di fronte a questo la diplomazia funziona fino a mezzogiorno perchè in un modo o nell'altro ci si deve espandere e gli accordi saltano rapidamente. Il quadro diventa agonizzante se analizziamo un aspetto chiave come il denaro. Guardacaso viene incontro l'Arte della Guerra di Machiavelli. Occorrono entrate per costruire un esercito e lo si può ottenere solo espandendosi. Ma se non vi sono entrate sufficienti non ci si può espandere perchè viene a meno l'esercito. In pratica questo è il riassunto del gioco Avalon Hill, non gira denaro: costa 3 ducati una unità ma all'inizio dell'anno ne costa altrettanti mantenerli, e una provincia con città ne gira mediamente un paio! Diventa duro conciliare una buona difesa del territorio e accumulare risorse per corrompere o assassinare, aspetti di buona interazione e capovolgimenti di fronte. Senza contare di vedere i propri sforzi vanificati anche da peste e carestia, aspetti ingestibili e completamente casuali, determinanti: un tiro di dado può spazzare via un importante avamaposto ben guarnito. Ripetitivo e lungo. Non ci siamo, la riserva in futuro può starci ma il piede di partenza è stato pessimo.

Maresciallo_Hel... Mer, 30 Gen 2008 - 14:31

[voto 8] - Volevo sapere se qualcuno di voi ha la traduzione in italiano..grazie

For Death, and for Glory! - Theoden, King of Rohan
[img]http://i18.servimg.com/u/f18/11/65/43/25/z110.jpg[/img]
http://warhammer.get-forum.net/index.htm

alessandro Ven, 30 Mar 2007 - 17:05

[voto 9] - Ottimo gioco sul meccanismo di diplomacy e ottima ambientazione, interessanti e piacevoli anche le varianti che prevedono pestilenze e carestie.

Ritratto di biso biso Ven, 12 Gen 2007 - 18:38

[voto 7] - Bella variante del Diplomacy... ma ugualmente troppo lunga. Interessante l'ambientazione italiana.

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

pirata11 Lun, 13 Feb 2006 - 17:37

[voto 10] - Ricordi bellissimi: si occupava un'intero appartamento per parlare/complottare in privato nelle varie stanze. Il regolamento è banale, ma il gioco è superbo! - [Autore del commento: Junta]

Gerard Sab, 06 Mag 2006 - 11:07

[voto 9] - Gioco dove la cattiveria e le capacità di intrigo rendono veramente bene, rigiocato di recente con gruppo smaliziati ha dato il meglio di se. Meccaniche sono abbastanza semplici e l'ambientazione è eccezionale.

Ritratto di Hogweed Hogweed Lun, 10 Apr 2006 - 13:33

[voto 8] - È passato oramai moltissimo tempo da quando ci ho giocato l'ultima volta, ma lo ricordo come un validissimo gioco di strategia e politica, con una discreta ambientazione. Uno dei più validi nel suo genere.

IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

urza Mar, 27 Dic 2005 - 16:18

[voto 9] - Prima edizione nuova unpunched + una completa

Mia moglie e' una persona veramente immatura. L'altro giorno, per esempio, mentre mi facevo il bagno e' entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette!

Ritratto di Raziel Raziel Ven, 25 Nov 2005 - 13:09

[voto 7] - Nessun commento

Colui che sogna ad occhi aperti sa di molte cose che sfuggono a quanti sognano solo dormendo.
E.A. Poe

Lobo Mer, 26 Ott 2005 - 21:53

[voto 8] - un tentativo, a mio parere ben riuscito, di riprendere le meccaniche di base di diplomacy in un gioco che fosse ambientato in un'altra epoca e che non fosse cosi' schematico e semplice come regolamento. Nel complesso Macchiavelli e' un gioco ben riuscito, che funziona bene, in cui l'aspetto diplomatico e quello militare ben si mischiano. A volte la sfortuna puo' tagliare fuori un giocatore dalla vittoria finale ma nel complesso il gioco e' molto equilibrato e ben fatto.

commento basato su un discreto (oltre 5) numero di partite

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

sito Ven, 21 Ott 2005 - 14:41

[voto 10] - E' vero: le partite risultano spesso lunghissime. Accade di frequente che non vengano portate a termine.

E' anche vero che non è un gioco per tutti. Almeno la maggioranza del tavolo va un po' selezionata. Meglio giocarlo tra persone un po' più cresciutine. Meglio forse giocarlo tra maschietti, che normalmente riescono con più facilità a scindere tra giocatore e persona.

E' però innegabilmente vero che con i 'tipi' giusti (avvocati di 'carta', barattatori senza scrupoli, doppio giochisti nati), col 'mood' adatto, il risultato diventi impagabile.

E' ovviamente un gioco di un certo peso: di solito non accade di giocare frequentemente a Machiavelli, ma quelle volte che capita rimangono impresse mooolto a lungo.

E' per questo che, forse, Machiavelli rappresenta (insieme a Diplomacy e a pochi altri) il migliore titolo di sempre.

Quando vado in montagna e cammino per i pascoli d'altura guardo le mucche e penso: "Che soddisfazione vedere la mia cena che caga sulla cena di un vegano!"

Horus Sab, 25 Giu 2005 - 03:43

[voto 5] - E' un gioco classico e ricco di ingegno ma le partite sono eterne e dopo un pò il gioco scassa.

L'imperatore si è salvato dalla morte per trovare tormento nella non vita!

belenos Mar, 03 Mag 2005 - 05:25

[voto 10] - Assolutamente ottimo. Intrigante, assolutamente strategico (l'alea è scarso anche nell'avanzato, e comunque non stona), di lunghezza variabile e quindi adattabile alle varie esigenze. E' affascinante l'ambientazione, ed è davvero ben resa. E' complesso, ma non quanto Republic of Rome o Empires in Arms, e quindi più accessibile - e, secondo me, più piacevole. Oserei dire però che la difficoltà suggerita nella recensione di Galdor è un po' troppo scarsa. Comunque, davvero uno splendido gioco. Meglio giocarlo in otto.

lorenz999 Ven, 01 Apr 2005 - 23:22

[voto 4] - Questo gioco, se possibile, mi piace ancor meno di Diplomacy. Si assomigliano molto come tipologia di gioco, ma questo ha molti più eventi da gestire.

Corum Dom, 19 Set 2004 - 08:40

[voto 10] - Dopo aver letto la tua recensione ho cercato come un matto questo gioco, e sono riuscito a trovarlo. L'edizione è quella del 1995. Nelle regole però c'è scritto che ci devono essere 520 counters. Nella mia scatola, che era usata, ce ne sono solo 508. Nella mia scatola sono presenti questi counters:

NAPLES: 12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 14 Control, 8 Home
Control
TURKS:12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 8 Control, 6 Home
Control
VENICE:12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 14 Control, 8 Home
Control
PAPACY:12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 11 Control, 7 Home
Control
AUSTRIA: 12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 14 Control, 8 Home
Control
FLORENCE:12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 10 Control, 4 Home
Control
MILAN:12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 8 Control, 6 Home
Control
FRANCE:12 Army, 8 Fleet, 4 Garrison, 7 Assassination, 9 Control, 5 Home
Control

80 Ducates, 8 Rebellion Units, 15 Famine Markers, 17 Autonomous Garrison.

Totale: 508 counters.

Qualcuno sa dirmi quali counters mi mancano?