Player's Handbook

Commenti

Ritratto di M0R M0R Ven, 31 Gen 2014 - 20:39

[voto 9] - A mio avviso, forse anche perchè sono un romantico, la migliore edizione di sempre. Articolata ed asciutta.

Ithaqua Lun, 06 Gen 2014 - 19:18

[voto 10] - Le regole sono solo un paravento dietro al quale nascondere le decisioni di un master-intrattenitore, sono evidentemente poco playtestate e richiedono un grosso sforzo di sincornizzazione da parte del gruppo per poter portare da qualche parte. È vecchio e ormai datato. Ogni gruppo di giocatori lo gioca a modo suo. La THAC0 è inutilmente complicata. VOTO 10.

"Men of broader intellect know that there is no sharp distinction betwixt the real and the unreal."

ofelia15 Mer, 05 Dic 2012 - 20:53

[voto 10] - Che vi posso dire?! E' la base (nella sua meccanica vetusta) del GDR. Ottimo anche con i difetti che ha (calcolo del thac0), ranger con perentuali delel abilità prefissate no nmodificate per la razza, etc. ma E' IL GIOCO. Allora 10

orkus Gio, 30 Dic 2010 - 01:23

[voto 7] - A parer mio la miglior edizione di sempre..
ho imparato qui e ho storto il naso a qualunque edizione successiva.

Alx Sab, 21 Nov 2009 - 00:11

[voto 10] - E' il miglior manuale del giocatore che abbia mai letto; tra l'altro è la migliore edizione di D&d, gioco stupendo che pratico dal lontano 1991.

"Coloro che sanno vincere sono molto più numerosi di quelli che sanno fare buon uso delle vittorie."
Polibio

Novembre Ven, 06 Mag 2011 - 03:30

[voto 10] - il meglio, non si puo' aggiungere altro, il 10 parla da sè; da qui parte tutto....

Se dovessi scegliere un altro gioco o un'altra sua edizione, opterei ora sulla prima di AD&D, il resto?

Nel camino di fronte a sua Maestà

-- Paolo

Zurgo Mar, 02 Set 2008 - 11:52

[voto 8] - Nessun commento

Dopo la scomparsa di atlantide e prima dell'apertura di gardaland vi fu un epoca così selvaggia e violenta che gli avvoltoi furono costretti a comprarsi il congelatore...

sondan Mer, 06 Ago 2008 - 10:55

[voto 7] - Ottima base di partenza per entrare nel mondo dei Giochi di Ruolo. Il regolamento ha il giusto grado di complessità per chi vuole iniziare. L'ambientazione fantasy è un classico che attira sempre.

Lunar Sab, 12 Gen 2008 - 18:05

[voto 7] - Storica, bellissima edizione del gioco di ruolo. A mio parere rovinata dall'espansione "Abilità e Poteri" che ha reso tutto il sistema di gioco troppo "Power" con poco sforzo da parte del giocatore .

Granpasso Mer, 28 Nov 2007 - 11:38

[voto 8] - Ho giocato per 15 anni a questa edizione e ancora ci gioco quando riusciamo a riunire il vecchio gruppo... Il gdr del mio cuore!

nero_sussurro Gio, 13 Set 2007 - 01:02

[voto 7] - Voto non al manuale di per sè ma all'edizione nel suo complesso. Non ho mai apprezzato questa edizione di D&D tanto che dopo averla letta ho preferito saltarla per poi passare successivamente alla terza edizione. Unico pregio, a mio avviso, è il fatto che abbia posto le basi per l'edizione successiva che tutto sommato è risultata essere un ottimo prodotto.

Ritratto di Erikthedark Erikthedark Mer, 16 Mag 2007 - 12:56

[voto 7] - Nessun commento

...trovo molto interessante la mia parte intollerante... (all'ignoranza)
...vedo i meeple morti... (village)
http://boardgamepimping.blogspot.it/

DJnick Mer, 11 Apr 2007 - 13:07

[voto 8] - E' qui che ho iniziato a giocare seriamente di ruolo ed è qui che probabilmente è rimasto il mio cuore. Le regole erano un po' confuse (se penso alla THAC0 mi viene il mal di testa) ma per i miei tempi era come avere tra le mani il libro del futuro, nessuno in paese ce l'aveva e noi quattro eravamo all'avanguardia su tutti, tutto sembrava fantastico e perfetto e quello che non lo era lo cambiavamo a nostro piacimento (ora con la 3a edizione è tutto scritto e stabilito e non ti puoi azzardare a toccare una virgola che altrimenti cade tutto il castello di carte).
Purtroppo non ho la lucidità per stabilire se le regole erano valide o no, sono troppo coinvolto sentimentalmente per cui non considerate questo commento se non come un appassionata lode al mio primo amore (ludico), ma questo libro era pieno di interpretazione e ruolo prima che di gioco vero e proprio.

Non ti scorderò mai.

Lobo Mer, 07 Feb 2007 - 17:21

[voto 8] - Nessun commento

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Miller66 Ven, 07 Set 2007 - 11:06

[voto 7] - Impossibile dare un voto basso al gdr dei miei vent'anni, quelli del powerplay. A rivederlo adesso, con i suoi milioni di regolette e tabelle, fa sorridere. Ai tempi fu un grande balzo in avanti rispetto al caro vecchio D&D "scatola rossa".

davser Mar, 28 Nov 2006 - 18:24

[voto 8] - Nessun commento

Moderatore Forum italiano Doom - Il Gioco da Tavolo [url]http://doomilgiocodatavolo.forumfree.net[/url]

KarlFranz Mar, 31 Ott 2006 - 17:52

[voto 7] - Anche in questo caso, questo manuale è diventato storico per chi ama i GdR da parecchio tempo. Ha aperto una strada per tanti altri giochi e per tante modifiche casalinghe al regolamento.

Fulsere Lun, 30 Ott 2006 - 19:48

[voto 7] - Pur possedendolo mi sono sempre chiesto perchè un goblin non debba avere una famiglia, una vita propria ma se ne debba stare in un "dungeon" una fogna, sempre dietro una porta in perenne attesa.
Secondo me è nato più come wargame ed e stato fatto un tentativo di renderlo un vero gioco di ruolo, sebbene i giochi di ruolo siano nati si dice ...da D&D

pburri Ven, 27 Ott 2006 - 11:03

[voto 8] - AD&D 2ed è certamente il gioco di ruolo che mi ha visto maggiormente coinvolto.
Il manuale principe di questo gioco. Ad i tempi era ben fatto, giocabile, non senza difetti ma molto efficace. Oggi probabilmente non è lo stato dell'arte ma rappresenta comunque un'alternativa seria alle più recenti versioni del titolo o ad altri GdR per giocatori più fanatici.

the_goblin Lun, 23 Ott 2006 - 14:13

[voto 7] - Nessun commento

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

Palotino Mar, 26 Set 2006 - 19:14

[voto 6] - Nessun commento

Lo Santo Palotino pugna con gran furore e con la Sacra Verga impone lo terrore. E' forte e nulla teme, niuno lo spaura, non cede mai lo passo et ama l'avventura!

Superman Mer, 20 Set 2006 - 17:35

[voto 6] - In generale direi che preferivo la prima versione del D&D, questa, nonostante abbia introdotto tante regole aggiuntive interessanti e, volendo, caratterizzanti toglie, per me, al gioco la componente fantasia cadendo peraltro, a volte, in situazioni poco credibili dal punto di vista reale...

Davide92-Superman Returns

Orkocodino Ven, 08 Set 2006 - 11:25

[voto 6] - Nessun commento

Chi va piano va sano e lontano!
Irriducibbbili!!! mia email: andreatre@alice.it
PER inparare a fare modellismo per warhammer e per chattare!:
http://www.turboweb.it/forum/ut__@orchipelleverde

mikejordan123 Lun, 22 Mag 2006 - 16:59

[voto 5] - Va di pari passo con la Master Guide, è riscritto un poco meglio rispetto alla prima stesura di "Zeb" Cook ma ad ogni modo non consiglierei AD&D o D&D come gioco di ruolo introduttivo, ma solo a qualcuno che ha interesse in un sistema e ad un gioco improntato ai crismi del D&D.

Lista dei miei feedback di vendita
https://docs.google.com/document/d/1H_5c_xzvIu6pCYdpu2nn0EfyK0pLJDolM3wpTs0KcmU/edit?usp=drive_web

maldiluna Gio, 23 Mar 2006 - 01:30

[voto 8] - Ho giocato a lungo con questa edizione e devo dire che a parte il sistema di abilità che mi ha sempre lasciato a desiderare ha un insieme di regole ottimo e semplice da capire evitando tutti i noiosi calcoli della terza edizione di D&D.
Edizione ottima, da sempre la mia preferita.

lucky_luck Lun, 13 Mar 2006 - 20:17

[voto 5] - eheheheh... quanti soldi sono, 200 euro di manuali in inglese, per un quindicenne...
Ma la voglia di qualcosa di più vario di D&D base era troppo forte...
Perchè 5 al voto? Perchè è un sistema farraginoso (troppe limitazioni), con un rapporto divertimento/complessità sfavorevole, e troppo dipendente dalle espansioni.

maxoriano Dom, 12 Mar 2006 - 19:49

[voto 4] - D&D è IL GdR per eccellenza, pietra miliare di questo hobby. Ma la Seconda Edizione di AD&D è probabilmente la peggior incarnazione del gioco (almeno per le regole base - i supplementi erano spesso di tutt'altro spessore).

Nota - Il recensore commette un errore quando descrive AD&D come "evoluzione" di D&D Base. In realtà si tratta di due linee distinte, con target di pubblico differente. Entrambe derivarono nel 1977 più o meno simultaneamente (ed almeno in parte per motivi legati a diritti d'autore) dal primo D&D (1974), cui però AD&D somigliava molto più. Quindi sarebbe più corretto affermare che il Basic discenda dall'Advanced piuttosto che il contrario. Ed in effetti il regolamento di Basic nella sua semplicità è decisamente più elegante.

Questa Seconda Edizione non fa minimamente tesoro degli anni di esperianza raccolti, e non risolve quasi nessuno dei problemi tecnici di AD&D1. Si mantengono carattristiche insensate (forza eccezionale?), progressioni di classe illogiche ed arbitrarie, grossolani problemi di bilanciamento, regole mal organizzate e peggio spiegate.

A causa di un malaugurato cambio di dirigenza alla TSR, che tra l'altro nel giro di sei anni porterà la ditta sull'orlo della bancarotta, il target del gioco viene cambiato. Si eliminano alcuni controversi (ma gustosi) elementi: Demoni e Diavoli, e tutte le illustrazioni splatter oppure "piccanti". Si preme l'acceleratore su una fantasy acqua-e-sapone per adolescenti. I testi si fanno più blandi e meno originali.

Riassumendo: le regole sono un pasticcio di supplementi precedenti, malamente cucite insieme, i testi sono piatti e mancano di fantasia, l'organizzazione del volume è pessima, i contenuti editoriali sono scadenti e solo poche illustrazioni di abili disegnatori salvano il volume dal punto di vista artistico.
Sia la Terza Edizione che il Basic sono migliori sotto ogni punto di vista; certo la Prima Edizione presentava contenuti editoriali peggiori, ma ciò è scusabile data l'inesperienza della TSR di allora. Quindi, come set base di regole, AD&D Second Edition è IMHO il peggior prodotto uscito per i tipi della TSR/WotC.

Da notare che il supporto per la linea fu generoso in quantità e spesso ottimo in qualità - si vedano, per esempio, i setting di Planescape o Ravenloft. Sospetto che questo tenda a colorare di rosa i ricordi dei giocatori, a dispetto dello scadente set base.

Darckan Gio, 09 Mar 2006 - 15:26

[voto 6] - Un gioco che già quando uscì veniva abbondantemente superato da altri sistemi coevi o precedenti (in quanto a evoluzione)!
Un sistema dichiaratamente incentrato sul combattimento (la THACO e la AC erano due fattori imprescindibili) e poco sul resto: non esistevano ad esempio gli Skills come li conosciamo adesso, bensì le proficiency (opzionali) e delle abilità specifiche/esclusive di alcune classi (come scalare(!), nascondersi, ecc..). Nessun elemento interpretativo-narrativo, sebbene alcuni GdR di quel periodo cercassero di fare dei passi avanti su quella strada (cfr -uno tra tutti- Pendragon).
Ha comunque un valore storico non trascurabile (per questo la sufficienza), ma al giorno d'oggi ci sono MOLTI altri sistemi che realizzano meglio l'hack 'n slash..

liga Gio, 09 Mar 2006 - 11:27

[voto 9] - Solo per i ricordi e le emozioni che mi ha dato giocare con questo sistema. Che tempi... Questa volta niente giudizio tecnico, solo sentimento e passione. E poi se il mio nick è il nome di un mitico personaggio di AD&D con cui ho giocato per moltissimi anni, un motivo ci sarà...!

Athafil Gio, 09 Mar 2006 - 11:00

[voto 7] - Un'altra pietra miliare del gioco di ruolo internazionale. Nonostante lo abbia giocato e rigiocato innumerevoli volte non sono mai riuscito ad apprezzarne il cuore del sistema di gioco. Lo preferisco rispetto al terza edizione ma, probabilmente, solo per le emozioni che e' stato capace di regalarmi piu' che per una sua (inesistente) superiorita'.

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

Ritratto di Hogweed Hogweed Mar, 07 Mar 2006 - 12:41

[voto 8] - Innumerevoli sono state le sessioni passate a giocare ad AD&D, ciò praticamente passato la mia giovinezza. Ho abbandonato il sistema base (D&D) proprio nel momento in cui conobbi l'edizione avanzata. Se non ricordo male fu il primo sistema multi-ambientazione, infatti bastava prendere le regole basi e l'ambientazione che si desiderava per iniziare una campagna col proprio gruppo di gioco, e passare così numerose ore di divertimento. Il sistema non è certo privo di difetti, ma sono un'inezia rispetto alle potenzialità di divertimento che può offrire.
Voto 10 per tutto ciò che questo gioco/sistema mi ha dato è fatto provare.
Voto 8 paragonandolo a tutte le realtà attuali.

IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)