Warangel

Anno di pubblicazione: 
2000
Min giocatori: 
2
Game designers: 
Sottocategoria: 
Durata del gioco: 
60
Max giocatori: 
6
Meccanica: 

Commenti

Ritratto di Redazione Redazione Dom, 18 Gen 2004 - 16:23

[voto 10] - E' uno dei giochi più belli che abbia mai provato. Anche se le abilità speciali finiscono per ripetersi a volte fra razze diverse, è pur vero che ogni singola razza presenta una combinazione unica di queste abilità. 90 razze vuol dire veramente 90 approcci diversi al gioco. E ci vuole certamente più di una partita per sfruttare al meglio le potenzialità di una singola razza.
Le partite tendono ad essere un poco lente. Specie all'inizio quando i giocatori sono restii ad attaccare l'avversario per paura di scoprire le proprie fortezze. Ed il gioco ovviamente rallenta ulteriormente quando lo si gioca in più giocatori. Comunque generalmente non considero la lentezza un vero e proprio difetto.
Le stesse 90 razze possono poi essere usate in Warbeast, dove le medesime abilità speciali vengono di solito sfruttate in modi completamente diversi. - [Autore del commento: Alearc]

lcb Lun, 11 Nov 2013 - 18:11

[voto 9] - Un piccolo gioiello di gioco, dove si può scegliere la propria tra più di cento razze diverse tra loro. Ogni razza ha la propria mappa ripresa da reali posti del nostro pianeta ed ognuna a suo modo letale. I disegni sono bellissimi, e con poche e intuitive regole, siamo di fronte a un gioco molto longevo vista la diversità di strategie per affrontare il numero impressionante di razze. E' un gioco in cui per vincere bisogna darsele di santa ragione senza risparmiarsi minimamente, stando accorti che anche l'avversario farà di tutto per venirvi a rompere le....uova nel paniere! Consigliatissimo!

pinky1981_i Gio, 29 Ago 2013 - 09:55

[voto 5] - "Gli ormai numerosi premi vinti da questo gioco in quasi tutte le manifestazioni"....
è una battuta vero? 4 premi in manifestazioni totalmente italiane....non scherziamo dai

Enoigi Mar, 27 Ago 2013 - 14:08

[voto 9] - Che giocone ragazzi!!!

Ma dov'ero nel 96 quando era in distribuzione nelle edicole???

A si all'università....peccato.

Non fa niente ora recupero il tempo perduto con battaglie epocali fra le più disparate razze che possano esistere nella fantasia dell'autore e dei giocatori...non c'è limite alla fantasia per fortuna!!!!

Gli scontri sono resi benissimo, il setup iniziale è molto interessante (anche nel vedere chi è più veloce!) e la "corsa per iniziare prima è decisamente parte integrante del gioco.

Conoscere tutte le razze mi sembra difficilissimo ma conoscere la strategia della propria è fondamentale per impostare il proprio gioco.

Gli scudi destino al posto dei dadi sono decisamente interessanti e riducono l'aleatorietà di moltissimo.

I disegni delle mappe sono stupendi come i disegni delle schede e dei personaggi sulle basette in legno.
Anche le basette, tutte di colore diverso, sono una chicca!!!

CONSIGLIATISSIMO!!!!

valevale Gio, 08 Ago 2013 - 00:58

[voto 7] - parto precisando che ho fatto una sola partita,e neanche giocata bene perchè distratto...quindi sono solo prime impressioni personali!!!
gioco semplice e molto fluido,le istruzioni mi son state dette mentre si iniziava a giocare ed è stato molto semplice da capire!!! ovviamente da capire il gioco...la strategia verrà col tempo,mi lascio almeno una manciata di partite per capire bene!!! molto tecnico,buon uso delle mappe e tanto spazio per gire e muoversi....ma il punto di forza del gioco è proprio questo!!! si può scegliere una razza sola e saperla usare in maniera perfetta,ma non saprai mai chi avrai di fronte e quale mappa ti troverai....e le combinazioni di razze e mappe prolungano il gioco davvero verso il "partita nuova ogni volta",tralasciando il senso di "già giocato"!!!
quindi non pensate di prendere una razza e saperla usare alla perfezione,perchè la metà del gioco sta nel valutare l'avversario,prima e durante il gioco!!!
piccoli difettucci che mi vengono in mente possono essere alcuni disegni troppo piccoli/somiglianti,anche se ottimamente calibrati con la mappa.... e forse,come già diceva qualcuno, il fatto di non avere dadi,ma quelle pedine...che però non implicano il fatto della giocabilità e della strategia!!!!
da rigiocare sicuramente più concentrato ;)

Grattinho Lun, 27 Mag 2013 - 19:13

[voto 10] - gioco fantastico, molto user friendly, disegni bellissimi, poche e semplici regole... uno di quei giochi che ti trascinano letteralmente all'interno di essi. Non smetterei mai di giocarci!!!! =)

ubolotto Ven, 17 Mag 2013 - 16:25

[voto 9] - Gioco semplice con poche regole ma molto profondo e difficile da vincere.

Ogni battaglia ti regala ottimi spunti per nuove strategie e tattiche da applicare nella prossima e visto la durata è possibile far piu partite in una serata.

Ottima longevità e ottima varietà ad oggi è possibile scegliere tra 120 razze tutte diverse e tutte interessanti

Consigliato

Palladimerda Gio, 02 Mag 2013 - 21:44

[voto 9] - Warangel che dire: ho avuto il grande privilegio di giocare con l'autore che mi ha immersa in questo mondo fantasy spettacolare...davanti ai miei occhi non esistevano più due semplici giocatori ma 2 razze ben distinte che volevano continuare a vivere e VINCERE la battaglia!
Una volta capiti i meccanismi di gioco, avrete la possibilità di trascorrere un'oretta di puro divertimento con i vostri amici.
Davvero un gran bel gioco; strategico e profondo!!
E non solo: Angelo è una persona semplice, disponibile ed è sempre un piacere confrontarsi con lui in merito alle meccaniche del gioco.

MPlume Dom, 10 Mar 2013 - 15:12

[voto 10] - Un gioco veramente divertente, mai statico perchè sfrutta al meglio le proprie doti strategiche. Non per niente esiste da sedici anni e spero abbia ancora un buon futuro con innumerevoli razze sempre più affascinanti. Provato a casa con i mio figlio di otto anni, il quale si è divertito moltissimo.

Kiko-ALA Lun, 28 Gen 2013 - 22:32

[voto 10] -
Warangel l'ho scoperto con la sua prima edizione in edicola.
Collezionai tutte le generazioni uscite, mi piaceva tantissimo.
Il gioco ha un'ambientazione veramente bella ed originale, illustrato magnificamente e le razze combattono non per dominare ma per la pace. Il messaggio dato da questo gioco è positivo e sopratutto raro.
L'ho riscoperto recentemente, per caso ed stata per me una bellissima sorpresa sapere che è ancora possibile collezionarlo.
Ha una longevità praticamente infinita ed è difficile stancarsi di un gioco con così tante variabili:
-120 razze
- qualsiasi combinazione delle mappe esistenti
- piazzamento libero delle unità
- possibilità di giocare anche in più di 2 giocatori
- ragge giocabili utilizzando più strategie sia difensive che offensive

I pregi di questo gioco sono sicuramente anche:
1)regolamento snello e chiaro
2)grafica
3)gioco made in italy
4)ultimo ma non meno importante, servizio clienti. Conoscere di persona l'autore e poter ordinare direttamente da lui è qualcosa di unico che al sottoscritto non era mai capitato. Molto disponibile ed estremamente gentile. Dietro ad un grande gioco c'è un grande autore con una grande passione.

Un giocone gestito con una logica differente "del fare solo profitto".

Grazie ancora Angelo per tutto.

Gianluca

fenice72 Sab, 14 Set 2013 - 12:55

[voto 6] - Wargames light ben ambientato, vario, longevo, graficamente superbo! Regolamento chiaro e semplice! 120 razze, 120 territori bastano per 1 vita! Angelo poi è una persona splendida!

Jackall85 Sab, 02 Feb 2013 - 14:38

[voto 9] - Servizio clienti impeccabile: si contatta direttamente il creatore del gioco e lui risponde dicendoti tutti quello che ti serve ed inviandoti il materiale in tempi brevissimi.
Il gioco è fantasy-strategico.
C'è una ricchissima possibilità di scelta, si può giocare con una tra le 120 razze disponibili, ognuna creata in modo intelligente, originale e con strategie credibili e caratteristiche di quella razza.
Da sottolineare anche il fatto che le razze sono equilibrate tra loro, quindi non è uno di quei classici giochi dove più spendi più sei forte.
Per nulla scontato, richiede la comprensione delle strategie della propria razza e di quella avversaria, per poter giocare al meglio.

DarthGabry Lun, 03 Dic 2012 - 21:02

[voto 9] - Lo stesso voto che ho dato a due pietre miliari della mia gioventù ludica: HeroQuest e Magic, due giochi storici. E a modo suo WarAngel è questo e forse anche di più...
E' un light wargame semplice da imparare ma allo stesso tempo complesso e profondo, con infinite possibilità strategiche. Bellissime illustrazioni, mappe diverse per ogni esercito e 120 razze diverse tra cui scegliere... Mi ha veramente conquistato!
Il "forse anche di più" di un paio di righe fa è dovuto alla comunity e sopratutto ad Angelo, che è un grande! Simpatico, entusiasta e sempre disponibilissimo, e questo è un grande valore aggiunto, che mi fa sentire il gioco veramente "vivo". Non è un caso che abbia compiuto 16 anni!

cyro_79 Sab, 01 Dic 2012 - 04:15

[voto 9] - Una premessa è d'obbligo: non ho mai amato i wargames perchè li ritengo giochi lenti e macchinosi. Per tale motivo, quindi, ero abbastanza scettico sul provare questo gioco. Poi il mio socio "aelfwine" mi propone una partita.. e... Beh, devo dire che mi è piaciuto moltissimo; il gioco è davvero bello.
Ciò che mi ha colpito maggiormente è il controllo che ha il giocatore durante l'intero arco della partita.
Warangel è geniale poichè ha preso tutto ciò che c'era di buono nei wargames (migliorandosi) ed ha abbattuto gli aspetti negativi quali: lentezza di turni, oscurità delle regole, macchinosità nello sviluppo del gioco.
A dispetto di altri fantasy wargames, infatti, warangel ha molte marce in più: è facile da giocare, è facile da spiegare e facilmente vi divertirà.
La presenza di molte razze/ eserciti, poi, consente una longevità elevata....se poi a ciò aggiungete che ognuno di voi può creare il suo esercito personale... il gioco diventa davvero difficilmente stancante e noioso...
Lo consiglio vivissimamente, è un gioco che rasenta la perfezione.
Longevità2, Regolamento2, Divertimento2, Materiali 1 e Originalità 2.

Superlollo Mar, 25 Set 2012 - 13:46

[voto 10] - Dopo qualche anno, riprendo sotto mano Warangel, un gioco che conobbi nel 1997 e che acquistai in edicola attratto dall'immagine di copertina. Mi tornano spesso in mente i due umanoidi, un insetto e un'aquila, che combattono mentre sullo sfondo la Terra è devastata dalle conflagrazioni atomiche: epico! Tornando a osservarlo oggi, mi rendo conto che Warangel non è solo un gioco, ma una vera e propria saga, quasi come se la Storia avesse scelto un binario diverso in qualche momento del proprio percorso. Mi occupo di politica internazionale e, spesso, mi sorprendo a trovare in Warangel - nelle razze o durante le partite - dinamiche analoghe a quelle del mondo contemporaneo, con personaggi dalle peculiari caratteristiche culturali e geopolitiche. Giocare una partita richiede un'ampia e profonda visione strategica: non è semplice vincere una gara ben condotta, perché è necessario tenere in considerazione un scenario complesso con molte variabili e pedine dal comportamento specifico. Ogni fortezza, ogni angolo della mappa, ogni scontro è un match a sé, quasi come su un vero campo di battaglia, nel quale davvero occorre saper distinguere tra tattica e strategia. Le regole sono semplici e la varietà delle razze lascia l'imbarazzo della scelta: ogni figura è rappresentata nei minimi dettagli, al punto che si potrebbe dire che una partita comincia proprio dall'osservare i disegni delle pedine! Questo, ovviamente, è merito dell'illustratore e ideatore del gioco, una persona straordinaria e generosa: scrivetegli e vi risponderà in brevissimo tempo, è sempre molto disponibile. In poche parole, riflettendo nuovamente su Warangel, posso dirvi di aver avuto confermate e rafforzate le impressioni di quindici anni fa: non si tratta solo di un gioco, ma di un'esperienza di vita!

skorpion Mer, 11 Lug 2012 - 12:01

[voto 9] - Gran bel Gioco, mi e piaciuto Molto, Regolamento leggero, di facile e Veloce consultazione. Combattimenti Semplici ed immediati.

Kwll Lun, 21 Mag 2012 - 18:20

[voto 9] - Il mitico gioco di AngeloPorazzi... mi ha appassionato quando uscì in edicola: arrivo alla 3° generazione. Sistema di gioco piuttosto semplice: 2 o più eserciti di differenti razze "mutanti" che si affrontano sfruttando le loro abilità. Uno dei più bei giochi italiani mai prodotti

Cannellino Gio, 01 Mar 2012 - 21:28

[voto 10] - Warangel è il mio gioco preferito.
E' un grande gioco di guerra e di pace.
Graficamente originale (perchè Porazzi è anche un grande artista!) e soprattutto
ha un impatto incredibile su chiunque decida di sedersi per fare una partita.
Perfetto sia per i giocatori esperti che per i principianti.
Non conosce praticamente limiti di età.
Insomma Warangel è un grande gioco e Porazzi è secondo me il miglior autore
Italiano ed uno dei migliori in assoluto.
“Grazie Angelo.
Il tuo stile unico sia nella parte visiva che concettuale sembra
non esaurire mai il suo fascino, la sua forza immediata che ti
colpisce pare non possa mai venire a conoscenza della parola:
invecchiare.
Grazie per il mio gioco preferito.”

fantacalcio22 Mer, 14 Dic 2011 - 22:21

[voto 10] - Che dire, seguo il gioco da circa 9 anni, e mi è sempre piaciuto giocarci. Amo la varietà di razze e le loro differenze, in particolare il fatto che una 1° generazione può suonarle a una 12°; questo per me indica un gioco ben bilanciato ( e le razze vengono testate bene prima di essere gettate nell'arena, cosa che non sono sicuro si possa dire di altri wargames ). Mi piacciono le regole semplici e chiare di questo gioco, che ti permettono di giocare anche con avversari "rognosi" ( anche se loro amano definirsi "competitivi"), e che non permettono di cercare cavilli nascosti. Il materiale è da gioco autoprodotto, ma questo lo sappiamo da ancora prima di comperarlo, e resta comunque il fatto che i disegni sono per me bellissimi.

Lunga vita a Warangel !!

nautsuba Mar, 13 Dic 2011 - 23:56

[voto 8] - Il mitico Angelo Porazzi ha inventato un wargame per tutte le eta'.
Il problema e' che i puristi subito iniziano ad accendere le frecce infuocate sentendo la parola wargame, ma sinceramente non c'e altro modo per definire un gioco che di fatto e' di "guerra".
Il punto di forza di War Angel e senz'altro la varieta' di razze, che rende il gioco quasi collezionabile, nonostante i prezzi altini.

Rezzy Dom, 25 Set 2011 - 20:28

[voto 10] - (Angelo, sono Luca il fratello di Alessandro) Sono molto colpito dal controllo che si ha durante il gioco anche avendo tante razze, ma la cosa che mi impressiona di più è la scorrevolezza.
Amo sfidare mio fratello in partite emozionanti!

Longevità2, Regolamento2, Divertimento2, Materiali 2 e Originalità 2.

soldatino Gio, 22 Set 2011 - 13:33

[voto 10] - Che dire: ESPLOSIVO! Amo questo gioco e la sua ambientazione! Semplice , ma al contempo così vario, con tutte quelle razze e mappe che uno si mette le mani nei capelli perchè non sa proprio cosa scegliere! Tattico, adrenalinico (una mossa sbagliata può costarti la partita), giocabile, semplice e avvincente. Credo sia il capolavoro di Angelo, un gioco che ha meritato in passato, con premi e ancora oggi continua a meritare, con nuove razze di nuove generazioni... Veramente mitico: 10 e lode per il Maestro Porazzi e per un gioco che non ha tempo, nè confini.
Voto basato su anni di partite, lo conosco dalla prima edizione, e sui materiali e servizio clienti attuali di Crea il tuo Warangel.

ICIO57 Gio, 12 Mag 2011 - 12:40

[voto 9] - Il gioco migliore di Angelo Porazzi, secondo me. L'ultima edizione Crea il Tuo Warangel con regolamento e schede stampate ad alta definizione ha disegni e grafica ottima.
Longevo anche grazia ai materiali attuali: le pedine in legno già montate e che puoi scegliere insieme con le mappe di tutta la terra mettono insieme genitori e figli a scegliere le razze, ma ho anche visto giocare coppie di fidanzati darsele di santa ragione, ridere e divertirsi.
Il collector set che si vede alle fiere e sul sito, con il portamappe che tiene dentro di sè la scatola, è un'ottima idea per avere un gioco resistente e portatile.
L'esperienza di 15 anni e il servizio clienti a tante fiere e via email, disponibile e professionale, sono altri punti di forza.
Gli ultimi giochi di Angelo come Assit sono più immediati e leggeri, Warangel resta il più completo e profondo, facile da imparare ma chi ha esperienza vince, e si è sempre migliorato.
Molto bello anche il libro: se conoscete Angelo ce lo rivedrete, consigliato per chi vuole background del gioco.

diodorato Gio, 24 Mar 2011 - 22:25

[voto 9] - E' da quando ho acquistato il gioco, qualche mese fa, che non faccio
altro che riceverne soddisfazioni e buone impressioni... perchè
innanzitutto, fin da prima di riceverlo, Angelo me l'ha spedito sulla
fiducia del pagamento, e questa è una cordialità che non ho mai
riscontrato altrove, eppoi durante ogni partita ho avuto modo di
apprezzare sia il validissimo sistema di gioco, con regole snelle e
sempre adeguate alla situazione, sia avversari che erano sempre più
amichevoli di quanto mi sarei aspettato, che vincevano o perdevano senza
mai perdere la cosa più importante al tavolo da gioco: un sorriso sincero.

francesco_lenge Lun, 21 Mar 2011 - 20:44

[voto 10] - Warangel non è il mio tipo di gioco. Ho giocato alcune partite, l'ho visto giocare tanto, ho letto le recensioni di tutti, dai più grandi e conosciuti ai semplici appassionati.
Gli argomenti sono bene o male gli stessi: bella grafica, regole semplici, vastissima varietà di razze e "impossibilità" di effettuare due volte la stessa partita.
Dei giochi creati da Porazzi mi entusiasmano sicuramente altri.
Ma.
C'è un ma.
Nonostante quanto io abbia premesso, il mio "ma" sta nella storia di questo gioco e nella sua grande capacità di aggregazione e creazione di puro tempo ludico.
Generalmente i giochi hanno il loro picco e poi una discesa, fino a quando si stabilizzano in media intorno a meno della metà della media dei loro picchi (picco uscita gioco base + picchi uscita estensioni / aggiornamenti / restyling etc). Quello che mi ha impressionato di Warangel è che, da quando è stato pubblicato la prima volta, rimane sempre al suo picco! E' conosciuto da almeno due-tre generazioni di giocatori.
Dal 1996 (prima pubblicazione in edicola) ad oggi questo gioco è riuscito a crescere sempre, senza fermarsi.
Con piccoli passi ha costruito solide basi per una realtà più grande: Area Autoproduzione (all'inizio c'era solo Porazzi, ora sono oltre 50 autori in oltre 30 fiere all'anno, presenti con i loro giochi in pub ludoteche e presentazioni in scuole).
Da allora attraverso questo gioco si è creato un gruppo solido di amici che creano divertendosi e (soprattutto) facendo divertire.
Vedere un ragazzo di 12 anni che sfida un "ragazzo" di 46 anni e passa, e vedere che entrambi hanno la medesima intensità ludica e si divertono molto, è puro godimento per gli appassionati.
E notare che gli spettatori tifano o giudicano le mosse o commentano le tattiche è qualcosa di fantastico.
Vincitore di ben 4 premi in 4 realtà diverse, oggetto di ben 12 tornei nazionali, materiali approvati da grandi aziende del settore ludico (Hobby&Work, Pigna ha usato i disegni per una sua linea scuola, Hasbro per una versione con le carte, Spielmaterial crea le basi in legno, etc) ...
Sapere che puoi a tuo piacere creare "il TUO" Warangel, dalla scelta delle mappe alla scelta delle razze, è un altro bel punto in favore di questo gioco.
Customer care impeccabile, disponibilità verso i giocatori interessati esemplare.

thinkdark Ven, 11 Mar 2011 - 23:03

[voto 9] - Probabilmente uno dei migliori giochi da tavolo italiani mai fatti.
Le regole sono veramente semplici, persino un bambino sarebbe in grado di imparare le meccaniche in appena dieci minuti.
Ma attenzione, la semplicità delle regole non va di pari passo con la profondità del gioco.
Ci sono diverse cose da pianificare per padroneggiare il gioco e un sacco di decisioni strategiche per fare in modo che la tua razza prevalga sulle altre.
Bisogna scegliere attentamente la disposizione delle truppe sul campo e farlo anche alla svelta, perché il primo a piazzare è il primo ad iniziare.
Tuttavia, un cattivo posizionamento potrebbe comportare l'esito stesso della partita.
La componente di bluff è una delle strategie possibili ed utilizzate dai giocatori più esperti in quanto i pezzi più importanti del gioco, le "fortezze" possono essere piazzate in modo tale da confondere l'avversario.
Il sistema di combattimento ha una certa componente di fortuna che può essere mitigata utilizzando diverse tattiche come gli attacchi di gruppo e i poteri speciali delle proprie truppe.
L'ambientazione è originale, creata dall'autore che ha popolato un mondo di fantastiche creature disegnate da lui stesso con uno stile unico.
Ci sono circa 120 razze attualmente, ognuna con i suoi punti forti e le sue debolezze.
Ma non per questo il gioco manca di bilanciamento, che è forse la parte più importante e significativa del gioco.
Ogni singola razza è passata sotto diverse ore di playtesting (alcune razze sono state create più di 14 anni fa!) e si puà essere certi che nessuna razza è meglio di un altra.
Come se le combinazioni di scenari possibili non fossero già abbastanza, ogni razza ha una propria mappa che rappresenta una parte del nostro mondo e che è usata come tabellone per il gioco stesso.
Ed è questa una delle caratteristiche che mi ha colpito di più: la possibilità di poter rigiocare il gioco diverse volte senza mai annoiarsi e la varietà di scelta che ti obbliga a pensare differenti strategie per affrontare le situazioni più disparate.
Un altra cosa molto importante da segnalare è il fatto che Warangel non è solamente un gioco, è una grande community.
Il gioco stesso non sarebbe potuto essere tale senza il grosso lavoro del suo creatore.
Angelo porazzi è capace di mantenere i contatti con i numerosi giocatori del suo gioco e come nessun altro nel mercato dei giochi da tavolo tiene in considerazione ogni suggerimento fatto dai giocatori per migliorare il gioco sempre di più.
Organizza tornei anno dopo anno (sono passati 14 anni e il gioco è ancora seguitissimo), mette passione nel suo lavoro, non tanto per il lato monetario ( con "Crea il tuo Warangel" puoi scegliere ogni singolo componente del gioco da comprare, non si è obbligati a comprare ciò che non si vuole), quanto per l'intrattenimento e il divertimento di vecchio stampo, quello che si può avere con un semplice ma unico gioco da tavolo.

Ritratto di wonko wonko Mer, 09 Feb 2011 - 21:18

[voto 9] - Commento relativo alla versione attuale del gioco "Crea il TUO Warangel", con ottimo customer care: scegli quello che vuoi sul sito ufficiale, ricevi a casa il gioco come lo vuoi tu, razze, mappe, accessori.
Regolamento semplice e completo, sistema di gioco rapido, che lascia spazio al divertimento e alla strategia, ambientazione e illustrazioni fantastiche!
Le pedine, che prima erano in cartoncino fustellato, ora sono già montate su basette in legno, che le rendono molto più maneggevoli e mettono in risalto le stupende illustrazioni: non fanno per nulla rimpiangere il fatto di non essere miniature!
Insomma, un bel 9 (quasi 10) meritatissimo!
Un gioco che consiglio vivamente e che colgo sempre l’occasione per rispolverare nelle serate fra amici.
Trovate una mia recensione completa all'indirizzo http://www.playtesto.it/recensioni/boardgames/warangel.html
Mirko di Lillo

Non è un vero scienziato, chi ha timore che la gente lo ritenga pazzo.

RedAngel Ven, 07 Gen 2011 - 15:26

[voto 8] - Un ottino gioco a mio avviso dove potrete scegliere tra una miriade di razze(ognuna ha pregi e difetti)e questo non può far altro che aumentare la longevità di questo gioco!!!!Ottima anche la meccanica di gioco e gli unici 2 punti a suo sfavore sono il materiale(tutto in cartoncino) e che si può giocare solo in 2.

notinmyname Lun, 11 Ott 2010 - 09:15

[voto 9] - dopo anni e anni di gestionali/strategici online con ottimi risultati, eccomi qui catapultato dal mio amico Lackys, sulle mappe di gioco di questo splendido gioco.

Ottimo su moltissimi aspetti.
Non do' il massimo dei voti per i materiali, che ovviamente essendo un'autoproduzione (come ho letto) non raggiungono per me certi livelli visti in altri giochi.

Un piacere è stato conoscere il suo Produttore.

tiago Ven, 08 Ott 2010 - 18:06

[voto 9] - Un commento a questo stupendo gioco, e all'ancor piu' stupendo suo creatore è piu' che doveroso.
Ho votato il gioco un bel 9, (anche se secondo me è da 10) per non essere catalogato come "esoso" nei voti.

Comincio col dire, che da quando mi sono portato a casa (preso dalle mani del suo creatore) questo gioco, ho anzi abbiamo, come gruppo di gioco, accantonato altri giochi seppur belli e accattivanti (memoir, smallworld, dust e altri) per dedicarci in pieno a questo gioco. SPLENDIDO!!!! PROFONDO!!! Descriverlo per me è difficile, non sono competente e non sono nemmeno bravo a scrivere quello che vorrei dire: E' SOLO DA PROVARE.

Per il Mittico Angelo:
come avrai capito, sono rimasto entusiasta del nostro incontro e dalle tue spiegazioni del gioco. Infatti, da quanto mi hai dato il gioco, ti sto' facendo una pubblicita' pazzesca nel mio gruppo di amici conoscenti; un grazie anche per la menzione nel photoreport di Piacenza (bella la foto col mio pupo, che tra l'altro mi batte pure a WarAngel).

E' stato un piacere e un bene conoscerti di persona.

Dalle tue parole di spiegazione su WarAngel e gli altri tuoi games, trasudi tutta la tua passione per il tuo lavoro, ovvero sia, i nostri amati giochi.
Alla prossima occasione, che penso sia in Fieramilano ad ottobre.
luca & co

Ps nella serata di ieri, il Max, detto SCRIBERITA per gli internauti, ha fatto il pieno, un 5 partite vinte per lui, contro sfidanti diversi. Troppo forte lui.

ULTIMA BATTUTA DI COMMENTO: questo gioco non ha bisogno di commenti, bisogna solo avvicinarsi al suo creatore per innamorarsi del suo gioco.

ULTIMA ULTIMA: servizio consegna al TOP, servizio ordini online veloce e rapido, servizio post vendita.... DA URLO, il Porazzi è sempre presente al telefono!!!! :)

giannolo Ven, 28 Mag 2010 - 16:07

[voto 9] - Quando si dice "questo è un giocone!"
Recensisco la nuova edizione "Crea il tuo WarAngel" del 2010, migliorata enormemente rispetto alle precedenti, soprattutto per l'aspetto grafico.
La grande disponibilità di Razze fra cui scegliere, ognuna con le proprie particolarità, con la propria mappa del territorio e, spesso, con molteplici modalità di attacco e, talvolta, anche di movimento; gli avvincenti background delle Razze, ben inserite nel contesto più ampio della trama del gioco, spiegata perfettamente nel libro "WarAngel - I Primi Ricordi", edito dalla Rose&Poison nel 2006; l'immediatezza delle regole e la riduzione drastica del fattore aleatorio... tutte queste caratteristiche fanno di WarAngel uno dei giochi più attraenti, facili da giocare e, al contempo, caratterizzato dalla forte presenza dell'emento strategico, assicurando una notevole longevità a questo titolo.
Ma tutto questo è presente fin dalla prima edizione di WarAngel.
Cosa cambia nella nuova "Crea il tuo WarAngel, 2010 edition"?
Innanzitutto il servizio "Crea il tuo WarAngel", permette di scegliere la tua razza preferita, acquistarne la mappa e la scheda tecnica e relative buste di protezione, senza dover spendere un'esagerazione e permettendo una personalizzazione del gioco differente e superiore rispetto a molti titoli in commercio.
Questo servizio è già attivo da qualche tempo, ma la novità, da quest'anno, riguarda essenzialmente la grafica: una resa dell'immagine superlativa, sia per le pedine, sia nelle schede tecniche, con bellissime illustrazioni firmate dallo stesso autore/produttore del gioco, per non parlare delle meravigliose mappe delle Razze: riproduzioni delle aree geografiche della Nuova Terra, modellate sui continenti e le zone geografiche del mondo.

Questo gioco rasenta la perfezione, peccando solo in uno dei suoi più grandi punti di forza, che si rivela quindi un'arma a doppio taglio: regolamento preciso e dettagliato e customer care sono disponibili esclusivamente via internet o personalmente nelle fiere.
Perché questo dovrebbe essere un grande punto di forza? Perché l'autore fa dell'incontro con i clienti e nel customer care le punte di diamante di tutta la sua produzione.
E' una modalità di lavoro che ripaga ed apprezzabile sotto molti punti di vista, ma ad alcuni può risultare poco intrigante.

Emanuele Zivillica (R.D. Hastur), Manager del Team IMOR-Project: Game Design

arwen80 Sab, 23 Mar 2013 - 15:17

[voto 9] - La caratteristica interessante di questo gioco è che non è mai scontato: soltanto perché, ad esempio, una razza è molto aggressiva, non è detto che verrà mandata all'attacco a priori; molto dipende dalle mappe in gioco, da quale razza gioca l'avversario e sopratutto come la gioca.
Conoscendo inoltre i tempi lunghi tipici dei wargame, considero un ulteriore pregio il fatto che una partita 1vs1 finisce tranquillamente in un'ora.
Un plauso soprattutto per il lavoro artistico che vi è dietro: bellissimi i disegni delle razze e le loro mappe (tutto rigorosamente a mano) e che, personalmente, trovo come un punto di riferimento per chi vuole cimentarsi in lavori del genere.

carlobest Gio, 03 Giu 2010 - 11:42

[voto 10] - Nel 1996 lo comprai in edicola e rimasi folgorato dal regolamento ma un pò deluso dai materiali: le pedine in cartoncino si spostavano troppo facilmente sulla mappa a seguito di movimenti non voluti, falsando spesso le partite. Altro aspetto negativo era la durata delle partite che reputavo (forse per la giovane età e l'inesperienza) un pò eccessiva.
Questi due aspetti sono stati entrambi corretti da quando esiste "crea il tuo warangel", il numero di geurrieri per razza è stato ridotto rendendo più veloci le partite e ogni pedina è stata appesantita con basette di legno.
Della versione da edicola apprezzavo di più le schede delle razze ed il regolamento che, per come erano scritti, si presentavano più chiari e leggibili, ma si capisce che il nuovo layout è stato scelto per contenere i prezzi, e questi mi sta bene.

Dopo più di 10 anni nell'armadio lo ho rispolverato e il gioco non ha perso il suo fascino.
Coinvolgente, vario, facile da apprendere ma mai banale.
Il costo, pensando di volerlo collezionare tutto, è alto, ma volendo giocare una prima partita con due razze e due mappe la spesa è sostenibilissima; poi se si vogliono avere più razze c'è tutto il tempo di comprarle un pò per volta che tanto non andranno mai fuori produzione.
La varietà rappresentata da tutte le razze disponibili è certamente un fattore positivo e, se qualcuna può sembrare troppo forte, troppo debole, o non amate quelle del tono umoristico, basterà non comprarle.
Infine, considerato che siccome zargo's lords è ormai fuori stampa ed introvabile, che la mia copia è andata perduta e che invece la voglia di giocarci mi è rimasta, Warangel si dimostra un validissimo sostituto.

Ritratto di Giga Giga Mer, 24 Mar 2010 - 15:40

[voto 9] - Trovo Warangel un gioco eccezionale sotto molti punti di vista:
vuoi per l'immediatezza, vuoi per le possibilità di gioco che lasciano ad ogni giocatore una grande espressività strategica, Warangel colpisce per la sua intuitività e accessibilità.
Belle anche le grafiche e interessante l'idea della continua evolouzione ed ampiamento del gioco stesso
grazie all'aggiunta periodica di nuove razze.

Se poi ci si mette dentro che i wargame non mi hanno mai detto niente e questo invece ci giochiamo una sera si e una pure...beh insomma, un motivo ci sarà, no?

akarabat Mer, 03 Feb 2010 - 17:03

[voto 8] - Bello davvero! Mi è piaciuto subito.
Meccaniche semplici e regolamento intuitivo, lo rendono un gioco adatto a molti e non un esclusiva per gamers.
Un'ottima ambientazione supportata da illustrazioni di tutto rispetto, fanno si che chi vi gioca riesca a immedesimarsi molto bene nel leader della razza scelta.
La longevità e la variabilità tra le varie partite è garantita, oltre che dalle strategie dei giocatori coinvolti, dalla possibilità di giocare con ben 115 razze tutte differenti tra loro, ognuna con le sue peculiarità e territori dedicati.
La scarsa influenza del fattore fortuna, grazie ad un sistema intelligente (gli scudi destino) per gestire gli scontri, fanno in modo che le scelte tattico/strategiche contino molto.
L'assenza di down time eccessivi grazie all'interazione dei giocatori durante gli scontri e al numero di truppe in campo per giocatore non eccessivo, sommata all'interessamento da parte del giocatore/i in difesa a seguire le mosse dell'avversario/i per pianificare le mosse successive, garantiscono l'assenza di momenti noiosi.
Materiali funzionali agli scopi.
Servizio crea il tuo WarAngel, ottimo! In quanto da la possibilità di fare acquisti mirati e frazionati.
Per i difetti mi trovo perfettamente in sintonia con quanto detto dal recensore, ossia può non piacere ai non amanti di questo genere o a chi non si accontenta di sole battaglie ma cerca anche diplomazia, gestione/acquisizione risorse o altro.

Thasaidon Ven, 18 Feb 2011 - 15:11

[voto 7] - Veramente un ottimo gioco!
Tra i suoi pregi riscontro la facilità ad impararlo ma la difficoltà a padroneggiarlo, inoltre la varietà di razze che possiede allo stato attuale gli conferiscono una longevità pressoché infinita, mi verrebbe voglia di giocarci solo per vedere le possibilità tattiche di ogni razza.
In più una nota di plauso all'autore per la disponibilità e per il servizio "crea il tuo Warangel" affidabile ed efficiente.

jacon Mer, 02 Dic 2009 - 17:53

[voto 7] - E' un gioco che mi è piaciuto subito a primo impatto e dopo 10 minuti l'ho acquistato.
Divertente, non pesante e soprattutto mai ripetitivo. Molto bella l'idea di un gioco espandibile e collezionalbile.
A mio parere però (ecco spiegato il voto) non il massimo a livello grafico (lascia molto intendere a un gioco abbastanza "vecchio").
Per il resto...A gonfie vele!

siziel Ven, 20 Nov 2009 - 09:54

[voto 8] - Come spesso mi accade, do il giudizio dopo una sola partita (mancanza cronica di possibilità di gioco), ma Warangel è effettivamente un gioco che "prende". Se non bastasse Angelo Porazzi è veramente una persona splendida, che riesce a trasmettere il suo entusiasmo a chiunque gli capiti a tiro...
Tornando a Warangel, l'ho trovato semplice da iniziare, salvo poi accorgermi che gli errori di posizionamento si pagano salati..., poi che devi capire bene cosa può fare la tua razza e cosa quella del tuo avversario (conosci il tuo nemico) e sfruttare al meglio queste conoscenze... Poi ti chiedi: ma se si giocasse in 3, o in 4? E allora ti rendi conto che si tratta di un gioco "mutante", con tante di quelle variabili (ma ci pensate al numero delle razze disponibili?) che, se solo lo si vuole, possono renderlo praticamente rigiocabile all'infinito. Mi trovo costretto a calmierare l'entusiasmo, per limitarmi ad un 8, fino a quando non sarò in grado di giustificare un voto maggiore (che sono convinto meriti).

flex Mar, 27 Ott 2009 - 23:14

[voto 9] - Ok, ci ho fatto una sola partita, ma il gameplay semplice e vario allo stesso tempo mi ha subito conquistato.
Le tante razze, ognuna davvero, DAVVERO unica, e le tante mappe danno vita a combinazioni quasi ∞.
Ho incontrato il creatore, illustratore e publisher del gioco, Angelo Porazzi, che mi ha spiegato le basi del gameplay e l'idea alla base del gioco: devo dire che è la persona PIU' entusiasta che abbia mai conosciuto, ama i propri giochi e ancor più i giocatori. Vuole conoscere nuove persone, far loro godere il piacere del gioco e creare così una grande comunità ludica.
Warangel è fantastico, Angelo è un grande, non vedo l'ora di poter fare un'altra partita, dovresti provarlo, se non altro se vai ad Essen. Sì, lui ci sarà :3

Nove è un votone, ma per ora riflette i miei pensieri: "Gioco eccellente. Non rifiuterei mai una partita." (BGGrating)

key Ven, 18 Set 2009 - 00:07

[voto 6] - Nessun commento

......"Il passato è passato. Quello che conta è il futuro, perchè è lì che dovremo vivere il resto della nostra vita." T.S.

K

cafa Gio, 30 Lug 2009 - 12:39

[voto 8] - Ogni volta che vado a una fiera e mi trovo lo stand di Warangel rimango sempre un po' basito, pensando a tutti quei giochi che ci hanno lasciato. Ricordo ancora i fascicoli in edicola, Warangel rischia di diventare un gioco immortale. Devo dire che i tasselli di legno della edizione di questi ultimi anni, rendono il gioco ancora più pratico. Comunque è uno dei pochi giochi che ho visto praticare anche dai bambini perché ha poche regole, chiare e facili da imparare, senza per questo annoiare o stancare col tempo. Anche perché con tutte quelle razze, si può sempre cambiare.

RoccaDeiTitani Sab, 11 Lug 2009 - 14:19

[voto 9] - Gioco di una semplicità disarmante, eppure mi ha preso dalla prima partita.
Anzi, da prima ancora: la prima razza che ho scelto, i Rasta, ancor prima di giocarli ero già
immedesimato in questi figli di Bob Marley. Qualche tempo dopo, ho giocato con i Nottuidi, praticamente un misto di gufacci e di gatte moltolatexate... E la cosa bella è che quando attacchi con una gatta, ti viene spontaneo dire: "Ora ti graffio!"... Così come viene spontaneo, una volta guardate le razze, iniziare a pensare a come usarle. Perchè Warangel è un gioco di istinto. Non importa quale razza sia più forte, non importa quale mappa sia più adatta. Quello che importa è che tu vedi una razza, e la vuoi. Basta. Tornei con gente che miagola e graffia, altra che mentre attacca canta "no woman no cry", gente che grida "This is Sparta!" si, perchè ci sono anche gli Spartani!
Si può giocare in due, in tre, in quanti si vuole.
Perchè il bello di Warangel è anche che nessuno rimane schiacciato fra due. Ognuno può attaccare ed invadere nella mappa che vuole.
Leggi le razze, innamorati di una, prendi la sua mappa, e comincia a giocare la tua strategia. E se in aggiunta ti bevi una bella birra fresca, e sei in compagnia di amici che hanno voglia di ridere, di immedesimarsi nelle razze, allora Warangel diventerà veramente divertente.

Alvise Mer, 24 Giu 2009 - 13:23

[voto 9] - Questo gioco è meraviglioso...
Passavo di lì per il mio solito giro tra gli espositori quando vidi una partita in corso...
Rimasi affascinato da tutte quelle tecniche, da tutte quelle possibilità, e chiesi di poter giocare anche io...
Davanti a me c'era non una persona qualunque, ma il geniale creatore di questo gioco!
Certo, giocare contro di lui non è stato semplice (infatti ho perso sempre!), ma in questo modo ho potuto apprezzare un gioco dove si può fare della vera strategia, un gioco dove bisogna adattarsi al meglio con le caratteristiche della propria razza.
Ho avuto la possibilità di provare più razze, tra cui templari, cinesi atlantidei ed altri, tutti disegnati e pensati in modo geniale...
Oltre ai disegni eccezionali, e le tecniche combattive, ho apprezzato ancora di più il gioco per il fatto che immedesimandosi nei personaggi, ne possa uscire fuori un grande GdR, come si può vedere dai report sul sito di Warangel...

rgrassi Lun, 22 Giu 2009 - 18:10

[voto 10] - Ho avuto il piacere di conoscere di persona Angelo Porazzi e i suoi giochi, Warangel in particolare.
Ha appassionato me e il mio gruppo sin dalla prima partita e quando ci capita di riunirci, almeno una volta a settimana, ci giochiamo.
Provatelo, è entusiasmante!

Adriano & Gaeta Games Team.

Levity - www.levity-rpg.net

Fobia Ven, 22 Mag 2009 - 13:16

[voto 7] - Un gioco semplice ma allo stesso tempo intrigante, si spiega velocemente e visto l'enorme numero di espansioni difficilmente dovrebbe risultare ripetitivo.

ziogio77 Mar, 17 Mar 2009 - 10:58

[voto 9] - Veramente semplice da imparare, ma così ben strutturato che permette di giocare partite sempre diverse. E' uno dei pochi giochi che vive di uno sviluppo condiviso tra l'autore e i giocatori: si vede che è affinato negli anni come un buon barolo.
L'esito della partita non è mai ovvio, anzi si presta ai colpi di scena. La varietà della razze gli dà una giocabilità infinita. Bellissime le illustrazioni.

Toy203 Mer, 03 Dic 2008 - 00:39

[voto 8] - Grande gioco; strategia, botte, background elegante e tante variabili e possibilità per un gioco presente sul mercato che ancora i dinosauri calcavano la terra.. La scelta è allucinante.. 120 razze molto bilanciate tra loro (con qualche piccola power playerata ;D), con altrettante mappe su cui giocare.
Sicuramente da provare con i materiali di "crea il tuo WarAngel", ovvero il gioco come è ora...:)

Dinasty Gio, 18 Set 2008 - 23:57

[voto 9] - Conobbi per la prima volta questo gioco proprio nel 1996, quando le razze della 1^ generazione uscivano in edicola e per puro caso decisi di unirmi ad un gruppo di amici che vedevo fissare questi tabelloni con sopra un mucchio di pedine, perlomeno questa era la mia idea del gioco quando mi aggiravo sugli otto anni. Effettivamente non posso dire di aver preso con serietà il gioco a quell'epoca, dopotutto si era costretti a giocare per terra e non appena il gatto eseguiva uno dei suoi blitz, la partita andava immediatamente a monte, in parte anche a causa delle pedine troppo leggere, lo stesso per gli scudi destino.Da quel momento non riuscì a saperne più nulla di WarAngel, almeno fino a quest'anno, arrivando a trovare un sito di distribuzione del gioco, quello di Angelo Porazzi. Incuriosito, mi sono messo a leggere il link che porta alla sezione "Crea il Tuo WarAngel" e da lì capii quante modifiche sono state apportate al confronto dei primi anni. Prima di tutto le basi in legno alle quali sono saldamente incollate le nuove pedine, plastificate, finalmente una buona trovata per fare in modo che dopo poche partite non si consumasse la stragrande maggioranza dei guerrieri, nonché gli scudi destino stessi, poi un nuovo regolamento maggiormente dettagliato ed esplicativo, il portamappe ed infine un buon numero di buste plastificate per potervi conservare le schede delle razze. Insomma, avendo intuito che sarebbe stato ben più giocabile, mi sono deciso a fare un'ordinazione ed una volta ricevuto il tutto, ho potuto constatare di aver fatto una scelta corretta. Tutt'ora ho effettuato una nuova richiesta per altre razze, in quanto come fantasy wargame mi ispira parecchio, per il numero praticamente infinito di strategie che si possono mettere a punto per ogni razza, oltre alla grafica devo dire soddisfacente riportata non solo sulle pedine, bensì anche sopra le schede, con tanto di spiegazioni esaurienti delle abilità fisiche e mentali dei guerrieri. Sono un dilettante alle prime armi con questa tipologia di giochi.
L'unico "contro" di WarAngel, se così lo si può definire, posso dire che sia il prezzo, comprensibilmente non alla portata di tutti considerando i tempi in cui si sta vivendo, ma d'altra parte per partecipare ad un torneo basta avere lo stretto indispensabile e 4 razze, poi si è a posto, quindi una piccola spesa per la vita ed a favore del divertimento, nessuno obbliga un giocatore ad acquistarle tutte e subito.

In conclusione, come voto assegno 9 e non 10 solamente perchè la perfezione non esiste in nessun gioco né tanto meno nelle persone, me compreso :)

tox Mer, 23 Lug 2008 - 15:55

[voto 9] - A Ludicamente abbiamo giocato e preso l' ultima edizione "Crea il TUO
Warangel".
Abbiam fatto l' ordine online, scelte mappe, schede, razze: in fiera abbiamo
ritirato il tutto gia' dipinto, montato, pronto da giocare, servizio ottimo.
Un fantastico gioco di strategia.
Il bello di questo, è che e' caratterizzato da guerrieri, diversi per ogni
giocatore, che portano
a dover assumere strategie sempre diverse a seconda dei personaggi scelti.
La cosa migliore e' la varieta' di specie, per provare emozioni nuove e
diverse ad ogni partita

marley69 Sab, 14 Giu 2008 - 08:42

[voto 9] - Commento alla versione del 2008: "Crea il TUO Warangel: Pedine gia' montate sulle basette in legno dipinte, puoi scegliere razze e mappe che preferisci."
Ho conosciuto e giocato Warangel a ParmaFantasy08. Rigiocato al Club TreEmme di Modena dove abbiamo le vecchissime edizioni, ho visto l'evoluzione di questo gioco!!
Dalle prime pedine di cartone del '96, al Warangel 2000 che aveva le pedine in legno quadrate da dipingere e montare, alla versione attuale, con razze gia' montate sulle basette in legno tonde, gia' dipinte.
Avvincente WarGame facile da imparare, lascia molto spazio al proprio stile di gioco grazie alle innumerevoli razze da poter usare e alle stesse caratteristiche del gioco.
Veloce preparazione per lasciare la maggior parte del tempo al gioco e al divertimento.
Entusiasmanti lotte tra amici.. e non :P..che ci fanno sorridere e impersonificare le nostre stesse pedine.
Da provare, sopratutto ad una delle tante fiere a cui e' presente, anche quello e' un bel servizio,
e con i materiali attuali. Si nn è facile andare ad una fiera o l'altra ma parlare con l'autore, giocarci con altre persone nuove e farsi due risate ad un tavolo è una cosa speciale.

verdonzolo Gio, 12 Giu 2008 - 18:50

[voto 2] - personalmente l'ho trovato noioso e piuttosto ripetitivo...titan, zargos...insomma già visto e poco originale.
certo c'è la varietà...però secondo me non basta
il materiale poi è un po' scarsino.
da un titolo così ben recensito mi aspettavo di più.

Freejack Ven, 09 Mag 2008 - 13:57

[voto 10] - Tutto ha avuto inizio con curiosità, in lontananza ho visto centinaia di personaggi, cosa sono, eserciti di ogni forma e razza, spettacolo , non so quale esercito utilizzare, sono tantissimi, ma eccolo li che mi guardano , gli spartani, provo e wuaou, meraviglioso.
Strategia pura e attacco su tutti i fronti , tantissime mappe , tantissimi eserciti ognuno con un suo leader e con una sua forza diversa inaspettata.
Ho provato questo gioco e il gioco si è impossessato di me, spero di poter aumentare il numero dei miei eserciti e di poter affrontare nuovi avversari.

Pisosoft Ven, 02 Mag 2008 - 01:37

[voto 8] - Non avrei mai pensato potesse essere il mio tipo di gioco...ma semplicità e un sano picchia picchia come non se ne vedevano da tempo mi hanno fatto ricordare vecchie sensazioni ormai sopite da tempo!E quanto mi sono divertito!Inoltre la possibilità di una scelta così ampia sarà forse inutile, ma non nascondo che mette la curiosità diprovarle tutte!Per avermelo fatto scoprire e provare, Ringrazio Angeloe anche Iz (che ha piallato i miei poveri Maya...)!Per la loro simpatia e per lo stupendo pomeriggio un gran bel voto (e un enorme grazie)!

Lion1980_p Lun, 28 Apr 2008 - 13:18

[voto 8] - Giudizio espresso sull'edizione "Crea il tuo WarAngel"

Ho provato Warangel direttamente con l'autore del gioco,lo trovo un magnifico gioco che incontra le preferenze dei giocatori con dinamiche semplici e una personalizzazione totale.
Il regolamento è semplice da la possibilità a chiunque di poter iniziare a giocare immediatamente questa caratteristica lo accomuna ai giochi astratti, 5 minuti per imparare le regole una vita per diventare maestri.
Divertimento assicurato specialmente se, quando si gioca una razza, ogni giocatore ne interpreta i caratteri salienti, un po' come se fosse un gioco di ruolo.
Il gioco è longevo, infatti con 110 razze, mappe a volontà non c'è il rischio di ripetere due volte la stessa partita
La grafica del manuale è curata, così come i diesegni dei personaggi e delle schede riassuntive delle razze.
Quello che più mi ha colpito è l'accuratezza delle mappe di gioco.

Aloisius Mar, 08 Apr 2008 - 18:07

[voto 8] - Doverosa premessa: non è il mio tipo di gioco. Non gioco molti wargames, se gioco a giochi per due giocatore preferisco giochi più veloci come quelli basati su sistemi di carte, oppure decisamente più lunghi ed articolati; mentre se gioco a giochi multigiocatore preferisco giochi con minore interazione diretta.

Ciò premesso, si tratta di una bellissima idea, realizzata con indomabile passione e supportata da un numero altissimo di espansioni e dall'entusiasmo dell'autore. Non l'ho giocato così tanto da poter dare un giudizio approfondito sulle meccaniche di gioco (non mi piace solo lanciare gli scudi perchè mi cadono regolarmente a terra, ma questo è un problema mio che sono scoordinato non un difetto del gioco, e comunque basta usare dei dadi a sei facce: 456 colpito 123 mancato).

La varietà enorme di razze e poteri da un lato è un grande pregio perchè dà al gioco una variabilità infinita, dall'altro rende davvero problematico il bilanciamento, possibile solo grazie alla quantità infinita di tempo che Angelo ed i giocatori più appassionati dedicano a continuare a migliorarlo.

I materiali e la grafica in questi dodici anni sono migliorati e si sono evoluti parecchio, e la versione attuale è assolutamente al passo con gli standard odierni, anche per la notevole possibilità di customizzazione e di scelte tra le quasi infinite razze e mappe disponibili (che rappresenta un'indubbia ricchezza anche se potrebbe scoraggiare i giocatori meno assidui).

Mi rendo conto che è difficile giudicare questo gioco con obiettività: da un lato credo che Warangel meriterebbe un voto oltre l'8 solo se uno potesse giocare sempre con Angelo nei paraggi (cosa però abbastanza possibile se uno frequenta le Con regolarmente), dall'altro il gioco non ha assolutamente difetti nelle meccaniche o nei materiali tali da meritare un voto minore del 6, se non del 7.

Se qui si potessero dare i mezzi voti gli avrei dato 7,5, credo che si meriti un 8 pieno per la qualità generale ed il supporto continuo.

Gilgarath Sab, 23 Feb 2008 - 12:24

[voto 9] - Per quanto riguarda il gioco cosi strutturato, ovvero con le nuove pedine e razze, è molto ma molto bello.Già di suo aveva il suo fascino ma la giocabilità era un pò limitata dalla presenza delle mappe esagonali abbinate alle pedine quadrate che non si posizionavano benissimo.Ora, con l'introduzione delle pedine tonde, anche "il problema" giocabilità è stato risolto.Il risultato, un bellissimo gioco senza limiti di età che con le sue molteplici razze e mappe (spero vivemente che ogni anno vi siano sempre nuove razze!!!) prende molto.

Cicerus Lun, 18 Feb 2008 - 18:57

[voto 10] - Premetto che la mia recensione è inevitabilmente discorsiva, perchè per me Warangel non può essere valutato in modo asettico e schematico... Warangel è per me un gioco speciale, qualcosa che entra prepotentemente in un periodo di bellissimi ricordi e infiniti tornei. Inutile dire che sono uno dei più vecchi warangelisti in giro, uno di quelli che lo conobbe in edicola e che collezionò tutta la prima generazione. Io e i miei soci fantasticavamo su come fossero le rimanenti squadre e ci scegliemmo delle squadre personali formando i nostri eserciti personali (a scatola chiusa, facendoci guidare solo dalla personale alchimia con le illustrazioni) nella speranza di vederle un giorno sulla tavola esagonale. E quel giorno arrivò. Trovai il sito di Angelo in fase embrionale e lo chiamai. Disponibilissimo ci invitò a casa sua, ci parlò della sua idea di procedere in modo autoprodotto e noi lo incoraggiammo perchè Warangel meritava di continuare la sua strada. Perndemmo la 2a e 3a generazione e cominciammo i tornei a 30 squadre. Molti anni son passati e ora molte nuove generazioni sono nate, il regolamento e le schede sono state aggiornate . E noi giochiamo ancora!! Magari siamo più affezionati alle squadre storiche, ma giochiamo ancora.. E come giochiamo! Abbiamo fatto 3 tornei a 60 squadre e ora mini tornei a 12 squadre più svariate amichevoli non ufficiali e ormai i nostri eserciti hanno la loro graduatoria e i loro palmares sfondando le 200 partite a testa... Perchè per noi Warangel è più della partita. Prima e dopo nochè durante ci scambiamo di continuo opinioni e critiche su strategie, tattiche, numeri, percentuali su attacco e difesa, ecc. E' la cosa bella, quella che rende Warangel immortale e diverso da tutti gli altri giochi. A distanza di 12 anni posso garantire che le squadre, soprattutto le prime 60, le abbiamo analizzate, testate, in partite a 2 fino a 6 giocatori. Pronostici talora sbalorditivi, tifo e simpatia per le squadre, dove seppur alcune spiccano su altre, non è dato dire chi sia la più forte in assoluto o come andrà l'esito della partita. E restiamo li sul filo con l'adrenalina a fiumi a tirar scudi destino, divertendoci ancora come matti. Come si può valutare tutto cio? Per me un 10 ci sta tutto. Warangel rimane di per sè il miglior Wargame mai immeso sul mercato, un prodotto genuino, fatto da un giocatore per altri giocatori che merita un encomio per tutto quello che rappresenta.

Quella cavalla lì non è la stessa più

Preacher Mer, 05 Gen 2011 - 14:13

[voto 7] - Non amo i collezionabili, questo gioco diciamo che non è un collezionabile, ma un componibile. Comunque volendo andare avanti a prendere nuovi eserciti i soldi li succhia lo stesso. L'ambientazione è molto divertente ed anche il sistema di gioco (che permette bluff, sortite, ecc.). Un buon "light-wargame", rigorosamente per 2.

Now you all know, the bards and their songs...

Cr-Odino Mer, 30 Gen 2008 - 18:03

[voto 8] - Un bel wargame, con illustrazioni molto gradevoli. I maggiori pregi sono una incredibile varieta' di razze guerriere e il fatto che, nelle partite che ho visto, siano sempre ben bilanciate, nonostante sia impossibile testare tutte le combinazioni razza x contro razza y.

Altro punto di forza e' il regolamento, abbastanza semplice da ricordare e applicare: bastano 5 minuti per leggere la descrizione di una particolare razza, se non la si conosceva gia', e si hanno gia' tutti gli elementi per giocare. Nonostante questo la scelta della strategia da applicare non e' banale.

Il mio commento è relativo all' edizione Crea il TUO Warangel. All'acquisto ho scelto le mie razze preferite gia' montate sulle pedine in legno pronte per giocare e le mappe che piu' mi piacevano.

Unico neo: il costo un po' elevato per questi materiali personalizzati. D'altra parte e' inevitabile per le quantita' che un autore puo' autoprodurre.

Il mio voto e' "conservativo": puo' solo crescere. Presto lo provero' un po' piu' a fondo anche con bambini dai 9 ai 13 anni, con cui mi piace di piu' giocare: credo funzionera' bene anche con loro, e allora il voto salira'.

Simo90 Sab, 29 Dic 2007 - 15:35

[voto 7] - E' un gioco in stile Zargo's Lords, mi piace l'enorme scelta di razze, ma ammetto che non mi ha mai esaltato come l'originale. Comunque è semplice, visivamente carino e abbastanza divertente.

psychomike Mer, 21 Nov 2007 - 12:32

[voto 10] - Dati oggettivi: quando un gioco supera i cinque anni di permanenza sul mercato, permette un così alto numero di espansioni, continua a essere protagonista in tutte le manifestazioni che contano é un bel gioco.
Dati soggettivi: ovviamente condizionato dallo spunto zargossiano a me molto caro, ho trovato personalmente bellissima la possibilità di scegliere le proprie armate fra "popoli" davvero eterogenei.
Il bilanciamento, che é il problema delle offerte di possibili armate diverse, mi pare molto accurato.
Le immagini sono belle, belle, belle.
Oh mi piace, non so che altro dire.

psychocon - www.psychocon.co.uk

Macellaio Mer, 07 Nov 2007 - 15:36

[voto 9] - un grande gioco di strategia,versatilissimo e completo in ogni aspetto...

difetti?
odio le "monete" al posto dei dadi -_-

Annamo ragà

BlackSheep Dom, 21 Ott 2007 - 17:41

[voto 10] - Veramente stupendo! Sono ancora poco pratica in giochi da tavolo, quindi non so dare pertinenti giudizi tecnici... La cosa che mi è piaciuta di più, sono i diversi tipi di razze a disposizione (meravigliosi i cani)...
By Barbara

djkiller Mar, 23 Mar 2010 - 20:13

[voto 9] - Ritengo Warangel il miglior wargame in circolazione. Leggero,
longevo, di grande profondità tattica e... divertente!
Angelo si conferma un leader nel settore. Grande disponibilità e
professionalità anche nel servizio clienti. Feedback positivo? Di più.
Michele, amministratore Internet Cafè ( http://warhammer.forumfree.it/ )

Arnobio Ven, 03 Ago 2007 - 11:41

[voto 3] - Non e' un gioco, e' uno scherzo! Meno male che non sono l'unico a non idolatrarlo. Mi dispiace non supportare un'autoproduzione italiana, ma qui siamo veramente al livello dei "giochi di societa'" che allegavano a Topolino quando ero piccolo: materiali della stessa qualita' della carta igenica, componentistica gravemente insufficiente, grafica altalenante (perche' per la copertina hanno scelto un'immagine cosi' brutta poi?), regole del tutto inadatte ad un "wargame"...
E poi, 120 razze? Ma chi le vuole? A parte che molte sono mostruosamente "trash", Non le usera' mai nessuno tutte, anzi, creano solo confusione e nendono impossibile conoscere bene il gioco senza spenderci una vita. E non venitemi a dire che 120 razze sono tutte caratterizzate bene ed equilibrate, perche' mi vien da ridere...ne bastavano 12 fatte come Dio comanda.
Zargo's Lords non lo conosco ma a quanto pare pure il regolamento e' scopiazzato..quindi se ne va anche l'originalita'.
Ma per favore, su...va bene il patriottismo, ma io ci vedo un po' di ipocrisia. Mi dispiace brontolare, ma credo servano anche commenti come questo.

Longevità: 1
Regolamento: 1
Divertimento: 1
Materiali: 0
Originalità: 0

L' importante è restare vivi.
Se sei ancora vivo il tuo nemico deve ancora temerti.
La sopravvivenza è l' unica vittoria.
N.

wolverine Lun, 14 Giu 2010 - 12:15

[voto 7] - Voto basato su molte partite (10+)

Longevità: 1 dopo molte partite ho diminuito il voto di 1
Regolamento: 2
Divertimento: 1
Materiali: 1
Originalità: 2

Noi non diveniamo, noi siamo. Non sforzatevi di divenire. Siate. La vita è qualcosa che non trova risposta; dev’essere compresa momento per momento. Non potrete mai chiamare il vento, ma potete lasciare la finestra aperta

Mdk7 Gio, 21 Giu 2007 - 16:15

[voto 7] - Gioco provato a Ludoformamentis assieme a Flad-Nag e spiegato magistralmente da Warangelo.
Buon light wargame abbastanza semplice. Il bello del gioco sta nel fatto che le strategie da adottare dipendono dalla propria razza e dalla razza avversaria. Buona l'idea di costruire le mappe delle varie razze su luoghi reali (adattandoli alle esigenze)!!!
Unico appunto: per i combattimenti avrei preferito i dadi.
Da provare sicuramente!!!

..:: BLoOd Is My AvAtaR ::..

Naar Mer, 06 Giu 2007 - 00:38

[voto 10] - COME SI FA VOTARE 15 o 20 se 10 non basta?

Ora vi dico la verità: all' inizio non ero preso molto dal mondo Warangel per vari
motivi:
- non ho avuto mai modo di conoscerlo
- non mi piacciono molto i wargames
- non mi piacciono i giochi con le pedine in cartoncino
MA:
ora il gioco e' disponibile con pedine in legno gia' dipinte e montate:
cosi' l' ho visto, cosi' l' ho giocato.
E cosi' l' ho preso: scegliendo le mie razze preferite, gia' pronte per
giocare, complete di citta' e mappe splendidamente illustrate su cui vedi la
l'Antartide, l' Arcipelago di Komodo, il Cosmo Desert in Australia....
Se a Fossano non ci fosse stato Angelo Porazzi in persona (e chi meglio del
creatore può farti
conoscere nel modo giusto un gioco?) a spiegarmi il gioco con le mosse dei
personaggi delle varie razze (e questo aggiunge un casino allo spirito di
gioco) forse avrei conosciuto Warangel tra anni....forse mai.
Warangel cos'è? E' un universo immenso, diverso per ognuno di noi
perché nelle 110 razze nate in 11 anni prolifici, ognuno può trovare quella
che più caratterizza il proprio modo di giocare e di divertirsi.
Io in Warangel vedo tuoni e fulmini da Asgard con i miei Nordici e la
voglia di imporre la legge del martello di Thor che spazza via i piccoli
Geki e i
giganteschi GodVara.
Per me Warangel non è un semplice gioco ma un mondo in cui giocare.
Le battaglie possono essere epiche gia' in 2 ma anche anche in 3 o 4
giocatori, aggiungendo mappe da invadere e lo spazio che serve è minore che
in altri giochi, il denaro che serve è meno;
il tempo di preparazione che serve è meno.......
Le combinazioni di gioco, stupore e divertimento per me sono di PIU'.
Per me il decano Warangel non e' un semplice gioco ma un modo di fare
giochi, una collaborazione fatta in tanti anni di Con con i migliori
giocatori italiani, che conosco, come Liga, e ciò che eventualmente mi fosse
proposto per collaborare, creare, fare, rinnovare e brigare sarà da me presa
al balzo senza pensarci un secondo di più.

DarkSpirit Gio, 26 Apr 2007 - 01:58

[voto 8] - Giocata l'edizione del 1996, che non rendeva merito a questo gioco, provo l'ultima edizione e devo dire che ne rimango colpito per la ricchezza di generazioni giocabili, ma soprattutto per l'ampiezza di pubblico che riesce a coinvolgere (dai neofiti ai giocatori più esigenti). In ultimo la scatola componibile è geniale!

Nahmar Ven, 06 Apr 2007 - 08:00

[voto 8] - Davvero un bel gioco! Un wargame leggero, facile da imparare e da giocare, ma che nello stesso tempo non esclude scervellate tattiche e strategiche, a partire dallo schieramento iniziale, moooolto importante! Semplice ma non banale, dunque! Le ormai 110 razze garantiscono inoltre la longevità e la variabilità del gioco, e le caratteristiche di ogni creatura di ogni razza si imparano davvero in poco tempo! Inoltre mi piacciono tanto la grafica e le mappe. Per quanto riguarda il fattore fortuna, in WarAngel è quell'elemento che rende ogni battaglia diversa dalle altre, dando quel pizzico di variabilità e di divertimento in più; e comunque è possibile limitarne l'influenza con l'intelligenza, soprattutto per evitare disfatte sicure... Insomma, un fattore C tutto sommato gestibile e dominabile dalla tattica e dalla diversità dei pezzi in gioco. Una presenza positiva e discreta!
Dopo aver giocato qualche partita (in una ho persino battuto l'autore!! ;) prrrrrr!) decido per un bell'8, che nella mia scala di voti significa: "Uaau! Ci giochiamo ancora?".

Sasuke87 Gio, 05 Apr 2007 - 20:55

[voto 8] - Piacevollissimo Wargame leggero.C'è anche chi si ferma a questo ed altri più o meno simili,senza
passare a titoli più impegnativi(in tutti i sensi)come me.

lhuchi Lun, 05 Feb 2007 - 18:14

[voto 10] - Ho i primi fascicoli del 96, l' edizione 2000, e l' ultima del decennale: il gioco mi e' sempre piaciuto e si e' sempre migliorato.
La vera chicca del decennale e'"crea il tuo Warangel", sul sito ufficiale: scegli le armate che piu' ti ispirano gia' dipinte e montate su basette in legno, le mappe con la zona della terra preferite.
Risultato: copia personalizzata a un buon prezzo, con ottimi materiali e con un "servizio clienti" eccellente.
Disegni, personaggi e i background di ogni razza sono per me stupendi, rigiocabilita' senza eguali.
10 anni, 100 razze, sempre divertito, semplice e vario.
Grande gioco e grande idea, complimenti.

motor Mer, 10 Gen 2007 - 14:20

[voto 9] - Ciao! Siamo Mauro e Lorena, siamo una coppia del cuneese e abbiamo conosciuto Warangel a Nord-Ovest 2006 a Fossano lo scorso maggio. Abbiamo giocato con il mitico Angelo sui tavoloni del Foro Boario di Fossano e ci siamo subito appassionati. Abbiamo preso subito la scatola del gioco con la prima generazione ed abbiamo sfruttato a dovere tutte le razze. Per Natale ci siamo regalati la seconda generazione ordinandola direttamente dal sito di Warangel, via mail, ad Angelo e nel giro di 3 giorni ci è stato recapitato il pacco celere con tutto l'occorrente: spettacolo! Il massimo della funzionalità ed efficenza nel minor tempo possibile! Ora stiamo studiando le nuove razze guerriere e il bello di questo gioco è proprio la variabilità di ogni partita: ogni partita non è mai uguale alle precedenti e ogni razza prevede strategie differenti. Un fattore importante è la soggettiva interpretazione che ogni giocatore può dare alla razza ed alla partita che sta giocando. Bisogna quindi diventare dei buoni strateghi per avere la meglio sull'avversario. Insomma questo gioco è veramente una figata!!!!! Complimenti ad Angelo e buon gioco a tutti!!
Mauro e Lorena.

LuigiCappella Ven, 05 Gen 2007 - 14:18

[voto 9] - Anche se personalmente questo genere di giochi non mi entusiasma, Porazzi è riuscito a realizzare un gioco longevo e dalle mille sfacciettature pur nella sua semplicità.
La possibilità di selezionare razze estremamente differnti tra loro ma naturalmente bilaciate sulla plancia di gioco permette a chi si siede al tavolo di scoprire ad ogni partita realtà diverese edi strategia e di approccio alla vittoria finale. Volendo i guerrafondai hanno la possibilità di macellare le propie truppe liberamente ma anche gli abili e parsimoniosi strateghi si possono divertire con abili e complesse campagne di guerra. GRANDE gioco

menestrella Mar, 02 Gen 2007 - 17:00

[voto 5] - Ho acquistato questo gioco alla ModCon non sapendo cosa aspettarmi.
Avendo letto molti commenti postati su questo forum devo ammettere che rimango perplesso.
Il gioco in sé stesso potrebbe meritare anche un bel 9, MA... ed è un MA che pesa notevolmente sulla scelta di acquistare un prodotto come questo.

MA: il costo è esorbitante rispetto a ciò che si trova nella scatola! d'accordo l'autoproduzione, ma una persona deve anche fare i conti con cosa "dà in concreto" dentro la scatola!!!

MA: se non ho Warbeast o non mi interessa, AL POSTO che mettere due blister inutili di razze che non mi servono, non ci potrebbero essere GIA' quelli anche della seconda generazione? dato il prezzo elevato, mi si eviterebbe una ulteriore spesa con accrescimento di giubilo per la maggiore giocabilità...

MA: perché delle due mappe che ci sono dentro la scatola una è dei Fantasmi e l'altra è di una razza non compresa nella confezione? Per dover comprare anche l'altra razza? Per comprare anche tutte le altre mappe? mmm...mi sa un pò di "costrizione" commerciale inutile...

MA: i materiali di base sono molto scadenti, se si considera che ci potrebbero essere almeno una manciata di basette di legno per incollare, non dico tanto, ma il 50% dei segnalini della confezione,benché sarebbe d'uopo che fossero in quantità sufficiente per tutte... Inoltre nei già non brillanti componenti, è da rimarcare il fatto che nei blister compresi nella confezione solo la metà delle razze ha il numerino da incollare sotto alle 7 città, le altre hanno solo il segnalino-città senza il numero (cosa però non tanto priva di rilevanza)...

MA: c'è una notevole differenza tra la qualità di disegno di taluni personaggi o razze (decisamente molto ben fatte) e l'infantilità stilizzata ed esteticamente brutta di molte altre.

MA: il regolamento - una lieve pecca, ma con una sua rilevanza - poteva essere SCRITTO meglio, intendendo con ciò lo stile dell'italiano, che semplificherebbe l'interpretazione di alcune regole.

QUINDI: un gioco bello (non ho mai giocato al suo corrispettivo Zagor's Lord), coinvolgente ed assolutamente vario nelle tattiche e nella giocabilità che ne deriva.
MA invereconda la spesa per il gioco stesso, che seppur pregevole, non risulta affatto commisurato. Cose che per altro sarebbero per la maggior parte ottemperabili da semplici accorgimenti.

goldenboy79 Ven, 01 Dic 2006 - 16:14

[voto 9] - Gioco semplice e veloce nel quale tuttavia occorre una buona dose di strategia e pianificazione nel posizionamento delle città.
Ottima longevità visto che vi sono molte mappe fra le quali scegliere e anche molte razze assai differenti fra loro che consentono di potersi trovare un "esercito" adatto al proprio stile di gioco.
Il rapporto qualità/prezzo visti i materiali non è il massimo, questo perchè il gioco è autoprodotto.

Chip Mar, 14 Nov 2006 - 02:48

[voto 10] - Conosco il gioco dalla prima uscita ma ho sempre avuto poche possibilità di giocarci. Ciò nonostante mi entusiasmò da morire, tanto che quando l'ho rivisto quest'anno al lucca comix mi sono letteralmente sciolto dalla gioia e ci ho finito tutti i pochi soldi che avevo per potermi procurare il nuovo regolamento.

Lo consiglio a tutti gli appassionati perché è molto vario, la scelta delle mappe rende tutto imprevedibile ed è molto semplice da giocare!

-----
Chip

mrc034 Lun, 06 Nov 2006 - 21:37

[voto 9] - Ho conosciuto questo gioco solamente l'anno scorso, in una fredda serata invernale, mentre, con due ragazzi del mio gruppo di gioco, non sapevamo che cosa inventarci, quando uno dei due tirò fuori dal proprio zaino mappe, pedine e schede di Warangel, spiegandoci grossolanamente come funzionava il gioco. Quella sera continuammo a giocare fino alle 2:00 di notte quando alla fine decidemmo che in effetti era un pò tardino, da allora ho continuato a passare regolarmente dal sito del gioco pensando se comprare o meno lì la roba, fino a quando, sabato scorso, a Lucca sono andato direttamente a conoscere Porazzi, per fargli direttamente i complimenti di persona.
Ritengo infatti che un gioco come Warangel sia letteralmente geniale, riesce a combinare la semplicità di un regolamento veramente veloce da apprendere, alla complessa articolazione delle numerose razze, che risultano coerenti al proprio background, generalmente equilibrate (soprattutto utilizzando la regolina per i tornei, che accorcia anche un pò le partite) e offrono una varietà mai vista su di un wargame.
Per valutare quindi questo gioco su questa board, mi sono avvalso proprio del suggerimento compreso nel form per inserire lo stesso, quindi:
Longevità 2 - un gioco che ti permette di usare 100 razze concettualmente ognuna diversa dall'altra, ha per me una rigiocabilità pressochè infinita.
Regolamento 2 - soprattutto qua, secondo me il discorso è soggettivo, io preferisco un regolamento più semplice ma che viene dettagliato all'interno della partita stessa, rispetto a un mattone di regolamento che genera poi partite simili tra di loro.
Divertimento 2 - se alla prima volta che l'ho visto c'ho giocato 6 ore di fila, beh, significa che mi ha divertito, e non poco.
Materiali 1 - qua secondo me il gioco paga un pò il fatto di essere autoprodotto, ovvero, la qualità dei disegni e delle mappe è ottima, ma i materiali di cui sono fatte schede, pedine e mappe non è un granchè, oltre ad essere (presumo per motivi di produzione) piuttosto costoso in proporzione.
Originalità 2 - ambientazione simpatica e originale, razze molto diverse tra di loro e mai banali (tranne quelle comiche, che lo sono di proposito).
Facendo la somma si arriva al mio 9.
Mi scuso per essermi un pò dilungato.

carpa1981 Lun, 06 Nov 2006 - 15:44

[voto 7] - Nessun commento

"Ogni domenica puoi vincere o perdere. La questione e': sei capace di fare entrambe le cose da uomo?" – (Al Pacino - Ogni maledetta domenica)

Wargames a Ferrara? -> https://www.facebook.com/GildaGiocatori

Fulsere Lun, 30 Ott 2006 - 21:32

[voto 5] - Non so a me non piace, le pedine sono troppo astratte, ma mi sentirei in colpa a dare addosso a un autore italiano, ma non e giocabile

Begli Sab, 21 Ott 2006 - 14:09

[voto 9] - Ho acquistato di recente la scatola base e la seconda generazione, warangel piace a me e a tutte le persone con cui gioco abitualmente. Trovo che sia il giusto mix tra un wargame leggero e un gioco fantasy; sarà molto interessante escogitare nuove tattiche di volta in volta in base alle razze usate sul campo di battaglia, di sicuro la longevità è uno dei suoi punti di forza. I miei complimenti ad Angelo Porazzi.

chi non gioca :.di non tocca

starpino Mar, 03 Ott 2006 - 16:51

[voto 8] - I giocatori sono da sempre divisi tra gli amanti dei wargame
tradizionali,che personalmente non digerisco,e i giochi più semplici,fatti di
partite tra amici,senza che tutti debbano aver studiato dei manualoni di regole
per potersi divertire.Io non mi diverto di sicuro.
Per fare un esempio io gioco spesso a risiko,ma so che ci sono giochi del genere molto più complessi,ma anche di nicchia.
Ecco che quindi warangel mi è
piaciuto sin da subito molto perchè rientrante in questa seconda
categoria.Immediato ma profondo,oserei dire.E molto vario.La cosa che mi piace
di più è l'ambientazione,totalmente diversa dai soliti elfi,nani ecc.
Le razze sono molto diversificate,originali e divertenti da giocare.
Il gioco è autoprodotto,e basta confrontare il gioco quando usciva in edicola e quello di adesso per capire che se si ha dietro una casa editrice la qualità del prodotto ne giova,a livello di materiali.E il costo leggermente più alto della norma,comprensibile,si abbasserebbe.Spero si possa ripetere la collaborazione.
L'ora e mezza di gioco circa per partita non me lo fa definire veloce,ma i tempi sono sempre inferiori a quelli di molti altri (Descent,per esempio).
Io lo consiglio,quindi,ma non a tutti.Se si ama la complessità potrebbe non piacere.
Se invece si ama la giocabilità,unita a tattiche sempre nuove e ad una scala di difficoltà all'inizio abbordabile,ma che si intensifica con le ultime generazioni (espansioni),è un gioco molto valido.

Allora....Vince chi ottiene più punti vittoria....

Rambler Lun, 02 Ott 2006 - 17:45

[voto 5] - lo ho comprato a Mod Con... ne avevo sentito parlare mooolto bene, e forse per questo ne sono rimasto un pò deluso...
Amo i disegni e la grafica di questo gioco, mi piace la immensa varietà di eserciti che esistono, ma (dopo 4 o 5 partite) lo trovo ripetitivo e noioso, forse un po troppo semplice...

Longevità 1 (alla 5° partita mi sembra ripetitivo, proverò a comprare altre razze)
Regolamento 1 (semplice, forse un pò troppo)
Divertimento 1 (divertente se giocato con le persone giuste)
Materiali 1 (belli i disegni e la grafica, poco buoni i materiali
Originalità 1 (be non male, sopratutto le razze. alcune idee provengono da un vecchissimo gioco che avevo a 10 anni)

Palotino Gio, 28 Set 2006 - 21:04

[voto 7] - Nessun commento

Lo Santo Palotino pugna con gran furore e con la Sacra Verga impone lo terrore. E' forte e nulla teme, niuno lo spaura, non cede mai lo passo et ama l'avventura!

Emanuele Gio, 28 Set 2006 - 17:36

[voto 9] - Come si commenta WarAngel? :-)

Bello!

Che altro dire?

Anzitutto che a chiunque l'abbia proposto e fatto giocare e' scattata subito la "scintilla" e se n'e' innamorato.
Dopo la fatidica ArmoniCon in cui Angelo Porazzi - ospite della manifestazione - ce lo presento', mio figlio (8 anni) mi riempie la casa di disegni con Felini che fanno a botte coi Sauri piuttosto che con i Fantasmi...

La miriade di razze disponibili mantiene decisamente "fresco" il gioco anche dopo parecchie partite, anche se qua' e la ho udito qualcuno dire che preferirebbe un maggior studio sugli "equilibri" tra le forze relative delle diverse razze guerriere.

Fed3_ Mer, 13 Set 2006 - 01:40

[voto 9] - Paragonabile solo all'antenato Zargo's Lords: semplicemente fantastico. Un idea geniale, un gioco pieno di variabili, facile.
Se dovessi trovargli un difetto: diventa lungo se si fa una partita in tanti.

Scegli Quel Ke Vuoi, Cura Ciò Ke Hai, Dai Quello Ke Puoi,
L'Unico Modo Ke Conosco x Resistere.
Linea77

erpiratapeloso Mar, 12 Set 2006 - 22:57

[voto 8] - Non amo particolarmente il genere ma l'evoluzione nel tempo, le razze,
mappe, pedine in legno già montate, fa di questo gioco con regole semplice
ma con mazzate tremende un'appetibile preda per tutti gli amanti dei "light
wargames". La grafica e i disegni sono eccezionali.

Salumi e caci a tutti,
erPirataPeloso

higlander Sab, 29 Lug 2006 - 20:01

[voto 8] - Non sono un amante dei wargames ma devo dire che Warangel mi ha piacevolmente stupito.
Il gioco è piuttosto semplice, le meccaniche sono ridotte a tre azioni: muovi, combatti, utilizza abilità...fine...senza stare ad impazzirsi con azioni, varianti, regole e regolette...e questo mi è piaciuto molto perchè è stato possibile da subito giocare senza avere alcun dubbio.
Ottimo il livello di strategia, senza una buona pianificazione difficilmente si riesce a portare a termine gli attacchi o a subirli limitando le perdite.
Ottimo anche il contenuto: ho l' edizione 2000 che contiene 10 razze, il che significa centinaia di segnalini con possibilità di utilizzare razze diverse con diverse abilità, alternando così sempre il tipo di gioco e la strategia da applicare.
A livello grafico direi che il risultato è eccezionale, se poi si considera che è completamente auto prodotto allora tanto di cappello! La scatola è purtroppo un pò leggera e tende a deformarsi (e rovinarsi) quasi subito; cosa che comunque l'ultima edizione Warangel 10 Years Edition corregge in quanto in scatola piu' resistente; il tabellone lo preferisco rigido ma devo dire che l'effetto lucido (e non il classico opaco) è davvero una gioia per gli occhi.
Decisamente tutta la grafica è ad alti livelli, dal tabellone al regolamento, anche questo sempre stampato su carta lucida.
Purtroppo preferisco giochi con miniature piuttosto che segnalini in cartone, e il sistema di determinazione dei punti "ferita" coi segnalini al posto dei dadi secondo me è troppo scomodo...anche se ho avuto modo di confrontarmi più volte a tal proposito con l'autore.
A proposito dell'autore, Angelo Porazzi è sempre stato disponibile nel rispondere alle mie domande o curiosità, è sempre stato gentile e grazie ai buoni dialoghi intercorsi mi ha anche spedito delle basette in legno come omaggio, per provare la differenza tra le classiche pedine e quelle "imbasettate".
A questo aggiungete il fatto che in 3 giorni i giochi (ho acquistato più titoli contemporaneamente) sono arrivati a casa...che altro dire...questo è il vero valore aggiunto!
Per i contenuti esatti dell' ultima edizione Warangel 10 Year Edition e l' ottima idea "Crea il TUO Warangel" che permette di sceglier razze singole gia' imbasettate, coonsiglio una visita sul sito ufficiale ricco di foto e descrizioni.
Ancora complimenti all'autore!

dulcamara Lun, 10 Lug 2006 - 10:46

[voto 9] - Gioco molto divertente, veloce da imparare e non solo basato sulla fortuna: c'e' ma chi sa giocare vince.
Per persone come me a cui piace la strategia ma non le regole complicate è l'ideale!
Molto belli i disegni delle razze, le cartine e soprattutto i Geki (aspettando con ansia i Palustri)!
Buona cosa la vasta scelta delle razze, certo se uno vuole averle tutte e 100 il totale e' alto ma i set sono completi e a prezzi onesti. Ottima l' idea che permette di prendere anche singolarmente gia' imbasettate sui legnetti dipinti, basta scegliere le proprie preferite.
Per essere un gioco autoprodotto, complimenti al creatore!

gdr-live!- http://www.laroccafortedelnord.it

mimmo Dom, 25 Giu 2006 - 19:30

[voto 4] - Troppo semplicistico e scarso in materiali, le espansioni vengono vendute a prezzi troppo alti, tenuto presente che non contengono ne i cubetti in legno ne le mappe degli eserciti.

mikejordan123 Mer, 13 Dic 2006 - 02:15

[voto 9] - Semplice e valido. Anche giocatori "occasionali" possono provarlo senza difficoltà. Una grande quantità di espansioni con razze diverse lo rende longevo ma relativamente costoso nel caso si volessero acquistare tutte le razze. Le cartine personalizzate aggiungono giocabilità in quanto pensate appositamente per una razza in particolare. Scegliendo l'opzione "Crea il tuo Warangel" è possibile avere razze "ready to play", senza acquistarsi l'intera "generazione".

Lista dei miei feedback di vendita
https://docs.google.com/document/d/1H_5c_xzvIu6pCYdpu2nn0EfyK0pLJDolM3wpTs0KcmU/edit?usp=drive_web

superago Ven, 19 Mag 2006 - 21:33

[voto 10] - presa a ludicamente la scatola dei 10 anni, grande evoluzione. ottima l' idea di poter prendere i popoli singolarmente gia' pronti sui legnetti tondi. stupende le mappe di tutta la terra, gran lavoro. bello vedere il tutto in fiera e scegliere quel che interessa.

-panico-

cosarara Mer, 17 Mag 2006 - 18:43

[voto 7] - Giudizio basato sulla versione 2000: Wargame fantasy leggero, facile da apprendere ma non per questo banale. Rende benissimo con 2 giocatori mentre non sono riuscito a farlo ingranare molto con più persone 4): sembra proprio nato per un duello. Le dieci razze iniziali sono molto intriganti e ben assortite, ma soprattutto bilanciate (specialmente se giocate con le indicazioni delle razze torneo). Qualità della componentistica un pò scadente: se giocate Warangel 2000 con le pedine "base" (quelle basse e quadrate) può essere abbastanza tragico, specie quando gli eserciti collidono e si perde il fondalmentale colpo d'occhio della situazione (un ammasso di quadratini di cartone che NON entrano negli esagoni e soprattutto si confondono tra loro). Tutto cambia se si usano armate "imbasettate" (provato solo con basette quadrate) e dipinte. Con la giusta dose di "artigianato" dunque si può migliorare di molto l'esperienza di gioco. Voto "medio" considerando la buona qualità del gioco stesso e la dotazione "out of the box". Aumentatelo di un punto se ci giocate "come si deve", diminuitelo pure se volete usare WA2000 così com'è. Belle le illustrazioni, interessante il background. Forse maggiori sfumature nel sistema di combattimento avrebbero giovato (gli scudi sono un pò limitati, col loro 50/50), ma probabilmente sarebbe venuta meno parte di quell'immediatezza che è il fiore all'occhiello delle regole.

acer Gio, 11 Mag 2006 - 11:40

[voto 9] - Warangel: che dire?
Potrei dire che è un gioco che si impara in pochissimo tempo ma che
richiede esperienza per giocarlo al meglio e sfruttare tutte le strategie.
Potrei dire che ha un sistema di gioco semplice e veloce che non obbliga
a ricordare regole astruse ma lascia liberi di pensare solo all'obbiettivo
finale.
Potrei dire che si può scegliere tra almeno un centinaio di razze, ognuna
con le sue caratteristiche peculiari, chi più potente, chi più veloce,
chi più furba, chi più divertente, chi più numerosa, chi più eclettica.
Potrei dire che si può fare in due per sfide faccia a faccia o giocare
in più persone per pomeriggi all'insegna dell'allegria.
Potrei dire che è un'autoproduzione italiana e
quindi meriterebbe di essere comprato solo per questo.
Potrei dire che è uno dei giochi più venduti in un mercato florido come
quello americano.
Potrei dire che il suo autore è talmente simpatico e capace che fornisce un
servizio clienti veloce, cordiale ed efficiente come pochi.
Potrei dire che ha appena festeggiato i suoi 10 anni, che ha avuto varie
riedizioni ed esce adesso nella sua vesta rinovvata.
Potrei dirne tante su Warangel che sinceramente non saprei dove iniziare.
E quindi inizio dalla fine: tanti auguri Warangel per questi 10 anni
e ancora complimenti ad Angelo Porazzi.

Tonfa Mer, 19 Apr 2006 - 16:26

[voto 8] - ho finalmente giocato a Warangel, devo dire che l'ho trovato molto interessante, il gioco in se è strutturato in modo da far giocare più persone, io ho giocato contro un'altro avversario, ma posso immaginare in 4 o 6 persone a quante combinazioni strategiche e a quali alleanze uno sia costretto a sottostare, per non essere distrutto quasi immediatamente.
la fortuna c'è in questo gioco, ma non la vedo così predominante, al posto dei soliti dadi si lanciano degli scudi e non possono essere identificati come dadi perchè non lo sono di fatto, cmq il lancio di questi scudi è governato dalla fortuna, ma io mi sono visto travolgere non tanto dal lancio di scudi positivi, ma quanto da una valida strategia di accerchiamento - distrazioni, con attacchi portati in maniera veloce per poi ritrarsi, ho visto un gioco che ha una sua strategia molto valida, senza dover imparare manuali interi prima di poter giocare.
non potevo certo aspettarmi di meno da un gioco che è in giro da almeno 10 anni, ci sarà pure una ragione.

veniamo al materiale che compone la scatola, per essere un'autoprodotto è di qualità, tutte le pedine sono plastificate e fustellate per resistere a lungo, la grafica delle mappe è piacevole, identificabili in maniera chiara le zone del territorio e quindi capisci subito quanto costa muoverti in un determinato territorio, le razze sono molteplici, il prezzo della scatola base è molto interessante e sotto la media di altri giochi concorrenti.
posso capire che che se si vuol espandere il gioco devi comprare altre mappe e razze, e questo fa alzare il costo e di molto, ma all'interno della scatola base ne trovi già 10, più che sufficenti per divertirsi per molto tempo, del resto non te lo ordina il dottore di acquistare espansioni...warangel diventa un gioco che io reputo collezionabile, una volta apprezzato il sistema di gioco, ogni tanto acquisti una nuova serie di razze, e un pò alla volta ti ritrovi con tutte le razze e le mappe.
per migliorare la qualità delle partite sono acquistabili anche delle basette in legno su cui incollare le pedine delle razze, anche questo update, è consigliato non obbligato, io ho giocato con le basette in legno, devo dire che sicuramente è più pratico, ma nessuno vieta di giocare senza.
per me è un'ottimo gioco per iniziare nel mondo dei wargames.

verona Mar, 11 Apr 2006 - 21:09

[voto 4] - Devo dire che il gioco non mi è piaciuto,troppo dominato dal fattore fortuna e scadente nei materiali.
Longevità 1 (grazie alle varie razze,anche se ci sono divari di potere esorbitanti)
Regolamento 1 (semplice e chiaro)
Divertimento 1 (non molto divertente a mio parere)
Materiali 0 (pezzettini di cartone neanche della stessa forma delle caselle del tabellone!I legni di supporto sono da comprare separatamente!)
Originalità 1 (ispirato ad un altro gioco,con poche modifiche)

CLAUDIO

pirata11 Lun, 13 Feb 2006 - 17:39

[voto 6] - E' stata una profonda delusione: mi aspettavo un prodotto piu' "moderno" e sfaccettato e invece mi sono ritrovata per le mani Zargo's Lords! Comunque si merita la sufficienza per l'impegno dell'autoproduzione.. - [Autore del commento: Junta]

Ziska Lun, 06 Feb 2006 - 23:45

[voto 10] - E' un gioco divertente, presenta un profondo livello di strategia grazie anche all'ampia scelta di possibilità (tantissime le razze e di conseguenza moltissime le possibili combinazioni).
Divertimento abbinato a semplicità; grande la giocabilità e non annoia mai!!!
Molto buona la grafica, assai apprezzabile la scheda descrittiva di ogni singola razza, ricca di spunti assai evocativi (storia ed ecologia)
Un wargame vecchia scuola (Internationa team docet), consigliato per tutti coloro che non vogliono rinunciare ad un gioco strategico senza peraltro dover impazzire sul regolamento.

Fly you fools
Ohana vuol dire famiglia. Vuol dire nessuno viene abbandonato o dimenticato.

devilman82 Sab, 07 Gen 2006 - 15:21

[voto 4] - giocabilità infinita se si hanno tutte le espansioni, sistema di gioco semplice da imparare ma che permette delle strategie, grafica bellina per essere un bidimensionale ma migliorabile con le basette in legno, altro difetto del gioco è il prezzo che complessivo si aggira intorno ai 400 euro 250 per le mappe e 150 per le pedine e le schede delle razze, il prezzo sembra altissimo per un bidimensionale ma la quantita di materiale è davvero enorme e le espansioni sono 9, il gioco è giocabile anche in gruppi numerosi di persone e teoricamente infiniti inoltre la quantita di razze e mappe 100 permette possibilità di gioco sempre nuove un gioco insomma che non ha mai una vera fine perchè le posibilità di scontro fra 100 razze con 100 mappe a disposizione è praticamente infinito. Il voto è basso poichè il prezzo è enorme e i materiali sono scarsi le razze non sono equilibrate e le partite tendono a ripetersi ma il gioco è simpatico (è la copia di Zargos lord e quindi non blrilla neanche di originalità) giochino proprio al limite della decenza se costasse un quarto varrebbe molto di più almeno un 6 ma cosi si prende solo se si hanno molti soldi e se come mè si vuole favorire i giochi italiani

athnariel Mar, 03 Gen 2006 - 16:27

[voto 10] - Secondo me è uno dei migliori giochi in assoluto!
Non ho molta esperienza anche perchè è da poco che ho riscoperto questo gioco.
L'avevo visto per la prima volta qualche anno fa in edicola, poi ne avevo perse le tracce per un po'.
Ma ciò che più mi affascina del gioco è il fatto che ogni partita è sempre diversa dalle precedenti, con ambientazioni ogni volta nuove e con numerose razze con cui competere.
Non ci si può proprio stancare di un gioco con così tante variabili.

meldon Mar, 27 Dic 2005 - 23:31

[voto 8] - Ho partecipato ad un torneo a vercon anni fa : non è il mio tipo di gioco, ma la combricola di bergamaschi ubriachi che era seduta al tavolo mi ha regalato momenti esilaranti (Kami:voto 7)
A Vercom c'ero anch' io: confermo e aggiungo che i momenti sono stati dvvero esilaranti (Ste: voto 9)

EnKay Mer, 14 Dic 2005 - 23:53

[voto 10] - Non è solo un gioco, ma un fenomeno ludico in se' e per se' !!!
Visto per la prima volta in edicola, allora sparì come una meteora prima che potessi metterci sopra le mani.
Rivisto col il suo fenomenale autore ad una Mod-Con qualche anno dopo, ripiegai su WarBeast per biechi motivi di portafoglio (ed ancora me ne pento, se penso al tempo che è passato prima di giocarci seriamente) ma già allora ero convinto sarebbe diventato un grande successo (Ed ho qui una dedica che lo dimostra ^_- )
Acquistatolo finalmente pochi anni fa l' ho potuto finalmente giocare come si deve e mi sono reso conto di quanto detto all' inizio.
Warangel è un gioco che oltre a divertire senza ricorrere a regole astronomiche si porta dietro una tale carica di gioconda giocosità giochereccia che anche nelle più agguerrite e "tattiche" battaglie (e negli ultimi 2 anni ne ho viste e giocate un paio, ai campionati italiani) i giocatori non possono fare a meno di giocare PER DIVERTIRSI.
Ha dei difetti ? Certo, la perfezione non è di questo mondo, ma il suo autore è sempre il primo a riconoscerli e a darsi da fare per eliminarli (vedi per esempio le nuove basette rotonde, che si "infilano" benissimo negli esagoni delle mappe, come invece non facevano quelle quadrate); ma se anche fossero dieci volte più grandi di quelli che sono, sarebbero comunque insignificanti rispetto a quello che questo gioco da ogni giorno a chi lo gioca in termini di puro e semplice divertimento.

Creatore del [url=http://www.fantasymagazine.it/forum/viewforum.php?f=19]Mondo di FantasyMagazine[/url]

bacco Gio, 15 Giu 2006 - 14:43

[voto 2] - da lodare l'impegno di chi autoproduce i giochi, ma questo non giustifica, secondo il mio modesto parere) tutti questi voti alti.
A mio parere Warangel non può essere paragonato ad un wargame: troppo semplicistico e basato sulla fortuna; come gioco da tavolo trovo che sia poco divertente, composto da materiali scarsi ed illustrazioni peggiori.
Capisco che tutto ciò sia soggettivo, ma personalmente non mi piace affatto.
E' uno scandalo che ci siano così tanti utenti che votano alto solo Warangel, Peacebowl, TATATA! e poi spariscono...ma esiste davvero tutta 'sta gente?

BUD Gio, 01 Dic 2005 - 17:17

[voto 10] - La "sensazione" a cui si avvicina più questo gioco a primo acchitto è il "giocare con i soldatini con le regole che vuoi".
Dopo averlo giocato un paio di volte invece ci si rende conto che le regole hanno un loro perchè e un loro per come! .
Ha una marea di razze......e....
I miei "mistici" sono ancora nel mio cuore e nel ricordo di chi ho mazzuliato....to the next.

Ritratto di Raziel Raziel Ven, 25 Nov 2005 - 13:19

[voto 7] - Nessun commento

Colui che sogna ad occhi aperti sa di molte cose che sfuggono a quanti sognano solo dormendo.
E.A. Poe

pavesix Ven, 11 Nov 2005 - 23:19

[voto 9] - Conosco Warangel dai tempi della primissima edizione (quella che usciva in edicola a fascicoli). La prima cosa ad avermi intrigato era il notevole numero di razze, ognuna con una sua strategia ed un suo territorio. Oggi continuo ad apprezzarlo con lo stesso entusiasmo di allora, il numero di razze è salito a 100 e questo garantisce una notevole longevità: fin'ora non ho mai giocato una partita uguale all'altra. Il regolamento è semplice, chiaro ed intrigante e l'aspetto strategico lo trovo perfettamente equilibrato con il fattore fortuna.
Ritengo indispensabili l'utilizzo delle basette in legno, finalmente non mi sgusciano più i tasselli dalle dita!!!

Pennicillina Mer, 05 Ott 2005 - 08:31

[voto 4] - Personalmente, non riesco a spiegarmi il successo riscosso da questo gioco. L'ho trovato scialbo, assolutamente poco originale (basti pensare all'ormai super vetusto Zargo's Lords... oddio non sono neanche sicuro che si chiamasse proprio così), con una meccanica che sarà sì semplice, però un po' troppo semplice... questo codice binario si presta pochino ad un gioco che dovrebbe essere un wargame. Né riesco ad apprezzarne la contenutistica: ho letto commenti terribilmente negativi sotto questo punto di vista per quanto riguarda Puerto Rico, ma francamente non mi sembra proprio che possa esservi paragone. Tralasciando poi il fatto, già rilevato da altri, che le pedine si confondono molto facilmente e spesso il colpo d'occhio, così importante nei wargames (almeno a mio avviso), risulta inefficace.
Nel complesso l'ho trovato un gioco piuttosto scadente, e i commenti entusiastici che ho letto mi lasciano così perplesso da domandarmi se non vi siano state grandi modifiche nelle regole che l'abbiano reso più apprezzabile.

Socio # 42 FIlosofi FAntastici GIocosi
IMAGE(http://img17.imageshack.us/img17/3392/soci.gif)

morkar Mar, 14 Mar 2006 - 13:59

[voto 3] - Tenterò di spiegare al meglio il mio voto basso, a questo gioco solitamente tanto apprezzato. In primo luogo avevo riscontrato queste pecche negative:
Ho fatto solo tre partite... ed è per questo che il mio voto è così basso. Non sono più riuscito a rigiocarci. Di certo è semplice, immediato e molto variabile, grazie alle molteplici razze già presenti nel base (affatto equilibrate ). L'ho trovato privo di quasi qualsiasi grande strategia (ed è questo che mi aspetto da un wargame), troppo dipendente dalla fortuna (tirare i dadi fissi ad un 50% di riuscire o fallire non mi piace come statistica) e quindi non divertente (almeno per me). Il costo è alto per quello che fornisce, anche se capisco che trattandosi di un'autoproduzione il prezzo possa lievitare un po'. Inoltre i disegni delle creature, per quanto carini tendono a confondersi, così da non distinguere la truppa dagli eroi.
La delusione principale scaturisce dal fatto che il gioco è famoso, vincitore di diversi premi e molto ben votato anche sulla Tana... ed è stata l'unica volta che non mi sono trovato abbastanza d'accordo con l'opinione generale dei goblin. Magari tra un pò riproverò a giocarlo... ma non ne sono sicuro.

Dopo mesi la voglia non è affatto tornata, anzi.Ho scoperto che l'originalità non è il massimo se si ascoltano le molte voci che lo dicono troppo simile a Zargo's Lord. L'autore ha esplicitamente dichiarato di ispirearsi a quel gioco, ma sul tema dell'originalità, uno dei criteri di voto, questo non volge comunque a suo favore. Le schede omaggio, per quanto mi riguarda non sono omaggio, perché per giocare quelle razze bisogna avere l'espansione Warbeast, quindi sono completamente inutili senza un'ulteriore spesa. Per me omaggio è l'espansione Dark City che si trova in Citadel versione italiana, utilizzabile da subito con il gioco comprato. Non è omaggio, sempre dal mio punto di vista, un oggetto che per essere utilizzato necessita di un'ulteriore spesa. O alla peggio è un omaggio inutile.
Insomma questo è il mio parere sul gioco:
Longevità 1 (se piace,immagino possa essere giocato con una certa frequenza)
Regolamento 1 (semplice e abbastanza chiaro)
Divertimento 0 (a me non piace proprio)
Materiali 1 (carini a volte, ma non sempre funzionali)
Originalità 0 (ispirazione o meno, e troppo simile ad un gioco già esistente)

Dubito che riproverò questo gioco che a me proprio non è riuscito a piacere. Sarò una delle voci fuori dal coro, ma in fondo... de gustibus!

Riace Mer, 08 Lug 2009 - 13:40

[voto 8] - Doverosa premessa: non ho mai amato i wargame e non ne sono mai stato affascinato, quindi non avevo nessuna intenzione di provare questo gioco. Poi il mio abituale "socio" l'ha preso e quindi, ovviamente, l'abbiamo provato!
Beh, devo dire che mi è piaciuto molto! Regole semplici, moltissime razze diverse, presenza di strategia e fortuna, disegni belli, storie delle razze accurate... Insomma, un gran bel lavoro!
In alcuni punti il regolamento lascia spazio a più di un'interpretazione. Alcune razze sono un po' troppo complicate da gestire

Ogami_Sensei Ven, 21 Gen 2005 - 12:14

[voto 8] - Un ottimo gioco,sicuramente uno dei migliori italiani che ha come punto di forza la semplicità delle regole e la longevità in quanto tantissime razze rendono equilibrate le battaglie e sono tutte da provare; strategia mai banale e aspetto del territorio da tenere in forte considerazione per arrivare alla vittoria.....gli insetti e i templari sono in assoluto le razze che mi piacciono di più :)
Da avere

Pindus Dom, 06 Nov 2005 - 05:02

[voto 8] - L'ho comprato un anno fa, l'ho provato una volta e mezza e poi non so perché non sono più riuscito a trovare qualcuno con cui giocarci, ma devo dire che non ho nemmeno messo cartelli per strada, prevalentemente gioco con giocatori occasionali e pensavo che i wargame non fossero pane per i loro denti. E invece giocarci anche con chi non ha mai toccato Puerto Rico é stato un piacere. Un Wargame di Razze Collezionabili: Angelo perché non fai le bustine come la Wizard?
Risposta: perché Angelo é una persona seria.
Il mio parametro per i giochi é Nascondino (10) e per quelli da tavolo Puerto Rico (8). Qui siamo agli stessi livelli.

Nemo NemoN

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

Chilavert Dom, 07 Nov 2004 - 14:07

[voto 8] - E' un bel gioco - il successo di pubblico lo testimonia; certo non sarà complicatissimo - ma chi ha mai detto che le cose complicate sono belle? E poi, ha il grandissimo pregio di non nascondersi dietro nomi altisonanti o marchi famosissimi. Nonostante sia nato da un'idea facile e senza clamore ha riscosso un successo incredibile e meritato- regolamento solido, aperto a moltissime varianti, facile da imparare e facile da giocare. Così dovrebbero essere i giochi!

IMAGE(http://goo.gl/AoQicf)
IMAGE(http://lolsigs.com/Chilavert82IT_euw_254_0.png)

Lobo Ven, 04 Nov 2005 - 19:49

[voto 10] - Indubbiamente un gioco riuscito e molto divertente. Perfetto per chi si voglia avvicinare al mondo dei wargame: il regolamento infatti e' abbastanza semplice ma la grande varieta' di pedine e di abilita' consente di sperimentare strategie diverse senza mai cadere nella ripetitivita'. Le razze, ed ogni anno l'autore si prodiga a farne uscire delle nuovo, sono ben equilibrate e tra loro molto diverse (ed e' difficile perche' al momento sono piu' di 100!). Sono oltretutto disponibili i territori per quasi tutti i popoli ed e' davvero interessante combattere sempre su territori diversi.

L'utilizzo delle pedine in legno e delle razze da torneo aumentano notevolmente la giocabilita' .

Se potessi dare 11 a questo gioco lo darei; sia per l'eleganza del regolamento (miolto originale) che per la varieta' di popoli, abilita' e mappe.

giudizio basato su una conoscenza approfondita del gioco (piu' di 20 partite)

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Boldar Gio, 28 Ott 2004 - 13:32

[voto 8] - Grande gioco che ha principalmente tre pregi: semplicita', varieta' e velocita'. Dal punto di vista del design colpisce il fatto di iniziare a giocare praticamente gia' durante il setup, tallone d'Achille di molti altri giochi + blasonati. Chi setta x primo gioca per primo, ed e' un vantaggio. Altra chicca: le mappe individuali, connesse da esagoni che permettono il teletrasporto da una mappa all'altra. Le rgole sono ben spiegate e si puo' iniziare a giocare in 10 minuti. La varieta' di mappe e razze permette moltissime combinazioni, senza risentire particolarmente del fattore sbilanciamento. Ha il pregio di avvicinare al wargame nuovi giocatori e riavvicinarne di vecchi. Il fatto di riuscire a completare una partita in meno di due ore e' certamente un ulteriore grosso pregio.

Sydeon Mer, 27 Ott 2004 - 14:04

[voto 2] - Come idea di gioco non è brutta, ma il gioco è troppo ripetitivo. L'unica cosa che si salva è la grafica!

I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

atj Mar, 12 Ott 2004 - 15:08

[voto 9] - L'aspetto che mi è piaciuto da subito di questo gioco è il concetto di
creare una dimensione "letteraria" dello scontro svolto sul tabellone.
Infatti la grande varietà di razze con le loro peculiari diversità e un
sistema di combattimento ai confini con il gioco di ruolo, permettono un'
immedesimazione che enfatizza l'aspetto più astratto della sfida stimolando
la fantasia dei giocatori nell'immaginarsi le situazioni create sul campo.
La varietà è notevole non solo per quanto riguarda le moltissime razze a
disposizione, infatti per ogni "esercito" è previsto uno specifico
territorio geograficamente diverso ma ugualmente caratterizzato dai 10
buchi dimensionali che consentono di proiettare le proprie unità nel
territorio nemico.
Penso sia importante osservare a tal proposito che la dislocazione di questi
buchi dimensionali permette anche di organizzare sfide con 3, 4 o perfino
più giocatori contemporaneamente fornendo al gioco anche una
caratterizzazione diplomatico-strategica interessante.
Fantasioso.

Burrfoot Dom, 10 Ott 2004 - 18:18

[voto 8] - Ho fatto solo 3 partite a Warangel, ma devo dire che nonostante l'apparente complessità delle regole (un'infintà di razze con regole specifiche per il combattimento) il gioco è da subito abbastanza semplice e lineare da lasciare spazio ai giocatori e al folklore (prima o poi mi comprerò la razza dei Suidi!!!). Mi piace in particolare perché è in una giusta (almeno per un giocatore come me) via di mezzo tra gli strategici soffocati da regole e da equilibri (e a volte finali) già determinati negli scenari e giochi troppo semplici per permettere di pianificare una strategia degna di questo nome.
Carina l'idea di non utilizzare i dadi.
E tanto di cappello per la fantasia nella creazione di tante razze e specifiche!!

[color=blue][b]Le decisioni di fare del bene sono inutili tentativi di andare contro le leggi scientifiche.
Nascono dalla pura vanità.
Approdano al più assoluto nulla[/b][/color]

Jim_Digriz Sab, 02 Ott 2004 - 13:10

[voto 9] -

Hi.
Excused my English but are Turkish (and alive from little to Berlin), and i speak the italian language little (speak better the latin!).

My first game and is Italian! Thanks to Andrea Cupido who made to play me to this game. Warangel. Beautiful. Wonderfull. Great and amazing the variety. Andrea had only 10 army (Sargonidi that has not still never made me to play, says that they are its and enough, Metallic, Giant, Fluid, Solar Dreamers, Egizian, Nordics, Monkeys, Ghosts) but he says to me that they are 100. Fantastic. Beautiful the designs (compliment the designer who is also daddy of the game, just), beautifulst the maps. Also if also alive in Germany I had not never played to a boardgame. First experience and big first experience. Only malus the confusion with the hexagonal cases and square pawns.

Ciao

Wizards Lun, 27 Set 2004 - 17:10

[voto 8] - Onore all'autore per un gioco veramente simpatico e divertente, unico nel suo genere!
Darei il 10 solo per la simpatia di Angelo nel presentare, in un panorama di giochi di guerra sempre piu' ampio, un gioco che graficamente non sembra accattivante ma e' in realta' profondissimo e longevo come non mai. Le continue espansioni poi non fanno che accrescere la validita' del gioco, che tra quelli di guerra e' uno dei miei preferiti. Bravo!

Vladdy Mer, 18 Ago 2004 - 14:33

[voto 8] - Uno degli aspetti più appassionanti del gioco è l'esplorazione del vasto universo di Warangel alla ricerca della migliore razza in cui "incarnarsi" navigando senza limiti di tempo nelle schede degli eserciti; un vero gioco nel gioco.

Consiglio di giocarlo in modalità torneo: meno pezzi in campo e partita più breve si traducono in maggiore divertimento.

Indispensabili i legnetti su cui imbasettare le pedine.

Mi piacerebbe che gli esagoni delle mappe fossero un po' più grandi... Bigger is better.

Credo che Warangel dia il meglio di sè in 2 giocatori, dove la controllabilità di quel che accade è tale da garantire strategie perseguibili e dove l'attesa del proprio turno è accettabile.

Suggerisco Warangel a chi cerca il "feel" di un buon wargame Fantasy di ampio respiro senza dover spendere follie in miniature o senza dover prendere una settimana di ferie per finire una partita.

Consigliato, soprattutto perchè Warangel riesce a rimanere un gioco "fresco" anche in questo momento in cui il mercato dei boardgames sembra arrivato ad uno stallo in quanto a novità delle proposte.

Zosimo Ven, 06 Ago 2004 - 19:07

[voto 9] - Bello, divertente, facile da imparare e giocare. Possiede una buona dose di strategia, ha un buon numero di espansioni che lo supportano e lo arricchiscono di fiera in fiera. La componentistica è ricca di optionals, vedi l'idea delle basette in legno per poter montare e personalizzare meglio i propri guerrieri, le mappe si vanno col tempo sempre di più migliorando in base alle esigenze di gioco e delle singole razze.

chris Lun, 23 Nov 2009 - 12:44

[voto 7] - Un buon gioco, adatto praticamente a tutti. Semplice ed immediato, ma con un sistema di gioco per nulla banale. Componenti scarsetti.. ma dopotutto è un'autoproduzione.

mechvigiak Lun, 05 Lug 2004 - 17:25

[voto 9] - Beh cosa dire di questo fantastico gioco?
Una grandissima varietà (quasi illimitata) anche se con qualche piccolo problema di equilibrio. Ma tantissime razze tutte molte belle, non solo graficamente (alla grafica do un voto stratosferico), ma anche come caratteristiche e regole. Una diversità che spazia dal tattico allo strategico facendo del gioco un capolavoro in termini di vastità e longevità. La possibilità di imbasettare le pedine su legno rende il gioco ancor (se possibile) più accattivante e fisicamente più libidinoso. Le cartine sono spettacolari e sebbene si comprino a parte (e non dovete essere fanatici come me che le ho tutte.....) danno ancor più varietà e poi creano quello spessore anche di background (ogni razza ha una sua storia!!!!). Il sistema degli scudi destino lo preferisco di gran lunga al tiro di mero dado (in effetti è possibile creare dadi con scudi destino ma io adoro quelli originali magari inspessiti con un tassello incollato dietro), è una soluzione semplice e originale a un sistema che invece sa di stantio in molti lavori più blasonati. Sebbene poi i tasselli siano quadrati e le mappe esagonali il gioco non è confusionario anzi semplifica spesso i contatti tra pedine e pedine. Regolamento chiaro e semplice, anche se avendo 90 razze diverse il gioco richiede un pizzico di esperienza per apprezzarle e utilizzarle al meglio. Molte azioni particolari danno spessore al gioco che quindi non si ricuce a un semplice attacca e picchia e il divertimento ne guadagna. Il sistema di base non è esattamente originale ma lo è la maestosità e la diversità di razze.

Do un mezzo voto in più per il lavoro continuo e costante dell'autore per diffondere e far conoscere questo lavoro non solo in Italia (in pratica è presente ad ogni convention sui giochi) ma anche all'estero. Venduto fino in Corea credo sia uno tra i giochi italiani autoprodotti (l'autore è anche grafico...) più diffusi al mondo e sapere anche dei successi che ottiene all'estero dovrebbe solo farci capire del potenziale dell'autore che si è in effetti ripetuto con Peacebowl.

Da ricordare anche le numerose varianti e i numerosi figli tra i quali cito Graal e Civilization....

Per me un must specie per gli appassionati di wargames.

Andrea Mar, 01 Giu 2004 - 18:14

[voto 9] - dunque.. penso ke sia facile trovare una razza ke ti piace... o x le pedine o x la tattica...
alla fine ce ne sono 90 e se ho trovato una specie ke mi garba io allora la trovano davvero tutti...

difatti kon i gusti miei nn mi piacevava la mappa...
xkè ogni razza ha la sua mappa
xò si puo usare una razza kon la mappa di un'altra, alè!
... e piazzare un pò gli avversari hehe

tan'è ke mi sono preso una generazione e un paio di mappe...
x kominciare e x vedere se piace è il modo + veloce...
kosì se poi nn piace le mappe le puoi usare x le campagne di D&D ;)
anzi sono um motivo a parte in + x prenderle :D

pensavo ke nn ci fosse un gran ke spazio alla strategia
visto ke sono abituato a comporre un esercito kon almeno 6/7 tipi di guerrieri e circa 100 omini...
qui ne hai 4 tipi x un totale di 30 circa

invece in WA la strategia è tutto:
nn puoi pensare solo a cosa farai kcontro l'avversario ke stai attakkando
ma anke kosa fanno gli altri tra di loro e anke kosa sta kombinando ki nn fa niente...
una disattenzione e ti segano.

spero in sviluppi futuri del gioko...
è un sistema ke di sicuro nn ha ankora detto tutto quello ke puo dire:
ha ancora ampi spazi x krescere in diverse direzizioni , kon nuove strategie...
tanto + ke, strano ma vero, le nuove razze sono diverse ma nn + potenti delle vekkie
e ko le nuove uscite il gioko si è espanso restando equilibrato...

'IAO dal tecnogatto

PS guardate le Amebe dei Liquidi: è la mia pedina preferita :)
nn sono le + belle? eh? eh?

trilobit Mer, 26 Mag 2004 - 05:37

[voto 3] - NOTA DELL'AMMINISTRATORE
A seguito di verifiche effettuate, si precisa che già da tempo il gioco Warangel comprende non solo pedine cartonate e fustellate, ma anche la possibilità di pedine in legno personalizzabili.
Pertanto, l'utente che ha scritto questo commento ha probabilmente commesso delle inesattezze o quantomeno ha basato il proprio giudizio su una versione molto vecchia del gioco in questione.
Nella propria valutazione pertanto si prega di tenere in conto questa precisazione per quanto espresso nel commento circa la qualità dei componenti di gioco.


Come idea di gioco non è brutta, anche se a me non piace. ma per giocare ad un gioco del genere servirebbe del materiale, non del cartone, a quanto dire fustellato e cartonato, ma che in realtà di fustellato e cartonato non ha un bel niente. Semplicissimi pezzetti di cartoncino estremamente scomodi e di facile usura. Tanto per dirne una: gli scudi... per prenderli in mano devi avere delle pinzette... quando li devi lanciare molti rimangono appiccicati sulle mani... come metodo per far danni non mi piace assolutamente, avrei preferito un dado da 6 con 3 zero e 3 uno.
Non parliamo delle pedine sul tabellone; e non parliamo nemmeno del tabellone! un foglio lucido su cui le pedine quadrate non entrano negli spazi esagonali del "tabellone", inoltre scivolano che è un piacere. Quant'era meglio un vero tabellone, come, ad esempio, quello di Evo, di Ra, di tutti i giochi da tavolo!
Quando devo giocare:
1- Non mi posso impazzire per dover piazzare delle pedine che non entrano negli appositi spazi e che poi, una volta piazzate con cura (dopo mezz'ora), per muoverle le sposti tutte.
2- Il materiale e la sua comodità è la prima cosa che guardo e su questo BoardGame mi rimane impossibile chiudere un occhio. (li devo chiudere entrambi perchè mi risulta inguardabile)

Longevità 0
Regolamento 1
Divertimento 0 (con questo materiale)
Materiale 0 (Anche se vasotto lo zero)
Originalità 2

"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
[url=http://sorsidivino.splinder.com/]Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino[/url]

DragoRosso Ven, 30 Apr 2004 - 18:50

[voto 9] - Da giocare.
Solo giocando ci si rende conto dello spessore e della qualità del gioco.
Anche grazie alla straordinaria quantità di razze diverse, ogni partita risulta praticamente unica, e migliore della precedente grazie alla maggior consapevolezza delle caratteristiche dei propri guerrieri e delle meccaniche di gioco.
I materiali forse sono un po' "poveri" ma a questo prezzo difficile chiedere di piu', inoltre, durante il gioco il difetto passa decisamente in secondo piano, quando sei attaccato da piu' fronti da unsa serie di creature mostruose conviene pensare a come salvarsi la pelle!
Le pedine in legno garantiscono ad ogni modo una giocabilita' perfetta.

the_goblin Gio, 29 Nov 2007 - 18:16

[voto 7] - Come giustamente dice il suo creatore Warangel è molto Zargo's Lord (solo che quello lo giocavi bene anche in quattro). Il gioco è comunque carino e la varietà astronomica di razze (alcune decisamente sbilanciate) lo rende molto vario. La grafica è molto curata, anche se non incontra sempre il mio gusto (ma questo è molto personale), solo che i materiali di base sono veramente atroci (è vero che comunque costa poco, quindi...).
Nel complesso un giochino simpatico da due.
Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 0
Longevità: 4
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

taslehoff Sab, 15 Set 2007 - 00:26

[voto 9] - Un gioco stupendo che offre un ottimo mix di strategia e di tattica.
Non voglio aggiungere molto alla precisa ed accurata recensione di Tom ma sottolineare alcuni aspetti
tattico strategici.

1) Unicità di ogni partita: anche se si combatte con le medesime due razze la partita è completamnet diversa già dallo schieramneto iniziale
2) Strategia iniziale: Lo schieramento iniziale segreto e la tua scelta personale su come adattare la tua tattica alla razza scelta permette una mapia flessibilità sotto ogni punto di vista
(razze che vengono definite DIFENSIVE e.g Mistici possono essere giocate anche in maniera offensiva e viceversa. Il solo vedere solo dopo avre finito di schierare come è la posizione dell'esercito avversario ti obbliga a pianificare il tuo attacco con anticipo osservando fin dall'inizio la tua mappa e quella dell'avversario.
3) Con quasi un centinaio di razze la possibilità di trovare una o più razze di propio gusto è una certezza.

ghjiako-gatori Gio, 25 Mar 2004 - 18:36

[voto 8] - Uno dei giochi autoprodotti piu' famoso al mondo! Lunghissima longevita', un mucchio di razze, splendide mappe, insomma, un bel gioco (e a me non piacciono i wargames in genere).

[url=https://www.decipher.com/doorway/?whosentyou=ghjiakogatori][img]http://www.decipher.com/system/assets/368/original/copyrightDecipherFKleaderboard.gif[/img][/url]

rockrob Ven, 19 Apr 2013 - 22:38

[voto 7] - ottimo per la semplicità delle regole, per la enorme varietà e duttilità delle pedine, una partita non è mai uguale all'altra, la tattica varia a seconda della razza con cui giochi e della razza che ti trovi di fronte, da provare anche per chi non ama il genere...... potrebbe ricredersi!!!!

Kaitarn Gio, 11 Mar 2004 - 12:13

[voto 10] - Ricordo ancora la prima partita che ho visto di warangel, giocata al club
nell'ormai lontano 1998. Erano due razze della prima generazione che si
contendevano la supremazia sui propri territori, per la precisione gli Insetti
contro i Barbari. La prima cosa che mi ha colpito di warangel è stata la
quantità di razze disponibili per giocare, una trentina lì al club; e tutte
originali e diverse fra loro. La seconda cosa che tuttavia mi ha colpito è
stata la semplicità del meccansimo di gioco, una semplicità che ti portava ad
imparare velocemente come muovere ed usare le tue truppe nel modo migliore per
vincere. Spinto da questi fattori, mi sono fatto prestare il regolamento del
club e le schede delle prime 10 razze, per studiarmele con calma a casa. Ed è
stato proprio leggendo il regolamento e le abilità di tutte le razze, che ho
scoperto la terza ed ultima ragione per cui warangel deve essere annoverato
tra le folte schiere dei bei giochi: la possibilità di sviluppare semplici, ma
anche complesse strategie usando al meglio le potenzialità dei propri
dominanti e delle truppe di tutte le caste. Questa caratteristica permette a
warangel di essere un gioco nuovo e mai noioso, sia che si affronti lo stesso
amico con cui si gioca ogni settimana,sia che si affronti la stessa razza ogni
volta. Un'ultima cosa su cui vale la pena soffermarsi è il fatto che
nonostante le razze siano novanta (con le ultime 10 sulla dirittura d'arrivo),
nessuna è in grado di prevalere sull'altra, ma tutte sono ben bilanciate,
facendo si che l'ultima parola spetti sempre alla mente dei giocatori, cosa
questa a mio modesto parere molto importante.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

menini81 Lun, 07 Nov 2005 - 02:21

[voto 5] - Cominciamo col dire che i materiali sono pessimi e che il costo per me è alto per quello che c'è nella scatola. Oltre a questo per giocarci richiede per forza un'ulteriore spesa esagerata per le basette in legno senza le quali è ingiocabile (e chi prova a negarlo è di parte). Se si chiede all'autore ti risponde che basta comprarne un numero sufficiente per un paio di razze. E allora che l'ho comprato a fare il gioco con 10 razze? Come wargame c'è davvero di meglio in giro, ma riconosco che ha un suo perché visto che è piuttosto "light". Come possa la gente esaltarcisi proprio non lo so.

AxlRose Mar, 24 Feb 2004 - 09:59

[voto 9] - Finalmente un wargame nel quale si può giocare praticamente subito senza dover aspettare 10 anni a colorare il tutto! Bello anche per i fan della pittura che possono personalizzare le basi di legno!!!

TRAUMA Dom, 22 Feb 2004 - 17:38

[voto 9] - Gioco unico,degno della sua fama.
E' IMPOSSIBILE GIOCARE DUE PARTITE SIMILI perchè si ha la possibilità di scegliere tra un infinità di razze e scenari.
Voto 10 alla grafica veramente molto bella e fantasiosa.
Bravo Angelo!

superdimitri Sab, 17 Gen 2004 - 14:59

[voto 2] - Non mi piacciono molto le ambientazioni fantasy, e trovo il gioco troppo ripetitivo, a parte le variazioni sui personaggi. Lo schema rimane troppo sempre uguale a se stesso.

NeuroNiky Sab, 17 Gen 2004 - 10:10

[voto 1] - Uno, non perché è il numero uno, ma perchè mi aspettavo molto di più da un gioco così famoso.



Sono rimasto deluso dalla giocabilità e penso che la longevità non sia tanto maggiore.



Unico aspetto positivo del gioco la grafica, veramente bella. Illustrazioni bellissime.



Superidimitri

Caesar Mar, 13 Gen 2004 - 20:37

[voto 9] - Menare per vivere! Ragionare col taglione, col tirapugni, con il bazooka, con il rutto alcoolico e fetuso!
Ragionare serve, e molto anche. Ma sono i lividi quelli che veramente contano sul campo dell'onore e di Warangel. Solo ora conosco il vero senso della frase "Gioco al massacro"! Perchè quì si massacra E si viene massacrati; non "O", "E"! Non ci si può esimere di vedere frotte di propri guerrieri finire nella polvere e nel dimenticatoio. Ma appena credi di aver padroneggiato le leve del comando e dello sterminio, TAC!, eccoti una razza nuova, e tutto ricomncia da capo! Non finirà mai. Il massacro continuerà, sempre, e sempre diverso. Quando deciderete di giocare sempre con la stessa razza, cambieràù il terreno, quando non cambierà anche il terreno, cambierà l'avversario e la razza con cui incrocerete le corna. Auguri. Lividi per tutti.

geppook Dom, 21 Dic 2003 - 00:44

[voto 9] - I first heard of Warangel when it hit the top 10 in ranked games on Boardgamegeek. I had never heard of the game and was intrigued that out of many comments, there were no negative comments. From what I could tell, the game is a huge hit in Italy. Then I tried to find the game for purchase and had a difficult time, as the only company I could find that carried it in America was New Wave, and the only way I’ll ever order from them again is if every other store in the world simultaneously explodes, and maybe not even then. I finally was able to get the game directly from the designer, who self-publishes the game, Angelo Porazzi from Italy.

So is Warangel worth all the hype it’s gotten (mostly from Italians)? The short answer is that it is an excellent light war game, with replayability options I’ve seen in few other games. It’s a terrific game, and I’m glad I took the trouble to track it down. Now for the longer answer….

First, a short description of game play…

Each player takes an army of their choosing. (10 armies are included in the basic set, with 80 more armies included in each expansion.). The armies included in the basic set are the Insects, Tentaculates (Octopus type army), Ghosts (evil guys), Felinians (humanoid cats, tigers, etc.), Barbarians, Centaurs, Ninja (ninjas with dragons), Sirens (mermaids and sharks), Gladiators and Eagles. Each army is very unique, with different statistics for the units. An army comes with a master, who is the leader of the army and has the best statistics. Then, each army has four other units, ranging from a powerful “dominant” class to the regular foot soldiers. Each army is made up of about 50 cardboard counters, with illustrations of the units on them. Each army comes with an army sheet that shows the statistics of the units along with explanations of their special abilities. The first ability is power. The number of a creature’s power shows how many shields it can flip when attacking in hand to hand combat. The game comes with tokens that have a picture of a shield on one side, and blank on the other. If a creature has a power of “5”, they can flip 5 shields, inflicting from 0 to 5 hits. The next statistic is vitality, which determines how many hits a unit can take each turn. If my creature with a power “5” attacks a creature with vitality of “4”, my creature must show 4 shields when flipping to kill the creature it is attacking. Wounds are not accumulated, as each creature “heals” between turns. However, in one turn, several units may combine their power to take down a creature with high vitality.

The next statistic is movement. This determines how far a creature can move on the maps. The maps, made up of many different terrain types, are made up of many hexagons. Each player has a map of their own; these maps are not connected to each other in a physical sense. Instead, there are 10 “Blue Holes” on each map that correspond to the “blue hole” on the opponent’s map. It costs three movement points to move through these holes, the only way to move from map to map. Other terrain types, such as mountains and water, cost more movement points to move through than refular terrain.

The next statistic is warrior amount. This number determines how many of that type of creature each player starts the game with. When the game is begun, each player takes their total number of units (varies from army to army, but is usually around fifty) and places them on their map, putting a shield up between the maps so that initial placement is secret. Each player also sets up 7 fortresses, each with a resource point underneath. These resources range from 1 – 3 points, and determine game victory. Each player starts with 10 resource points, and must control only 12 resource points to win the game – capturing only one or two of their opponent’s fortresses. Each space may only have one unit in it, except for fortresses, where a unit may reside as a garrison.

The next statistic is value, not used in Warangel – being used in Warbeast, a compatible game system. The final statistic is specializations. This shows what terrain type, if any, that the creature is most comfortable in. In this terrain, the creature only spends one movement point and may re-flip their shield when attacking. Most creatures also have other special abilities. There are a wide variety of these, but they include: flying, jumping, holding (holding an enemy, keeping it from moving), weapons (attacks that may be combined with the normal close combat attack, or used to attack a different unit), shooting (attack with weapons from a distance), mental attacks (convert units to your side, confuse them, etc.), and more! These special abilities, when combined with each race’s statistics, make each race very different from each other.

After setup, each player takes their turn. On a player’s turn, they may move their units, attack with their units, and use the unit’s special abilities. Each unit may do these actions in any order, but may only do them once per turn. Once one player has captured fortresses so that they control 12 resources (including their own remaining fortresses’ value), they are the winner!

Some comments on the game:

1). Components: First of all, I must stress the fact that this game is produced by the designer. Mr. Porazzi designed the game, promoted it, produced it – even did the artwork! The counters for each army are laminated cardboard, and are of okay quality. However, Mr. Porazzi also sells small wooden blocks for a reasonable price. When these blocks are painted in the armies’ colors, and the cardboard counters are pasted onto them – they look fairly sharp. I will admit that this is a piece of work, but the designer recommends that you only do it with a few armies – your favorite choices. I’m a completist and painted as many armies as I could, and plan to paint all of them – but it’s not necessary. The game also comes with three maps – two ordinary maps, as well as a large, special “Grail” map. These maps are laminated, and hold up well on the table. Each of the first thirty armies of the series has their own “home” map, and these are available from the publisher, also. These maps are not laminated, and are just large sheets of paper, but are easily laminated, and hold up well. The same cannot be said for the box, however, which is a thin, cheaply made box. Once the armies are mounted, they don’t fit in it. I keep all mine in one of my game drawers, and if I transport the game, just take the armies with me that I’m going to use. The shield counters flipped for attacks and special abilities are a good method to use, but it felt a little unwieldy to use. We love dice, so we just rolled a die for each shield, using a 1-3 as a miss, and a 4-6 as a hit. The components for this game aren’t the best, but they are good for being self-produced. The game is good enough that I hope that it’s picked up by a bigger company and produced with higher quality components. But even so, I’m very proud of my armies and maps, and am eager to show off the game to people.

2). Artwork: And one of the main reasons for this is the artwork of the game. Very few designers are their own artists, and very few game artists are as good as Mr. Porazzi. The artwork on all the counters is very good, and – for having 450 different images in the game, very easily distinguishable. But the most incredible artwork in the game is on the army sheets and the maps. The army sheets each boast a nice, fantasy style picture of that army in fighting action. The maps are incredibly beautiful – I’m trying to think of ways to use them in other games – they look that good.

3). Rules: The designer not only did everything else with the game, he did his own translation work, also. Therefore, the translations into English are not that great. I was able to read the rules without any problems, but they were a little “clunky” in places. However, I know for a certainty that they are being rewritten by a native American, so future editions should be much easier to read. The website, http://www.warangel.it, also has a host of information, but is mostly in Italian, with only parts translated into English. The rules are somewhat lengthy, but are easy to teach and learn, with many examples. The game is a light tactical game, and doesn’t present too many decisions. However, there is enough for players to decide. Should a player block certain blue holes, preventing the enemy coming in from that side? How many units should defend, and how many should attack? Which fortress should a player head for, and with which units? How best can the special abilities of an army be utilized?

4). Game play: I was very pleased with how easy the game played. After reading all the special abilities (there are about 30), I thought the game might become complicated. However, each individual army only has a few different special abilities. Some armies may seem weaker or stronger than others, but they have more subtle abilities. Overall, they seem extremely well balanced. The time for the game isn’t too long, and seems to run a little over 90 minutes for a two-player game. I think the game plays better with only two players, unless the other players play on teams. Even then, it would certainly drag out the time involved.

5). Availability: While it’s hard to get a hold of the game, it’s easy to get in touch with the game designer. Mr. Porazzi was incredibly helpful, and was very easy to deal with via email. I received the game quickly and with little trouble. Hopefully, if there is enough demand for the game, it will become easier to procure in America.

6). Variety: The biggest thing in favor of Warangel is its variety. With only the first ten armies provided in the basic set, there are 90 different match-ups available. If you use all 40 armies that are currently available in English, you can have up to 156,000 different match-ups. That’s a LOT for a war game. You could never play the same game twice – and every army is fun to play. All the different maps, the different units, and the different special abilities create a unique experience each time one plays.

7). Fun Factor: Warangel is brimming with fantasy theme. The armies all have a unique flavor, and their special abilities act that flavor. It’s a lot of fun to use flying creatures to pick up other creatures and drop them into volcanoes. It’s fun to drag other units into chasms and let them fall to their deaths. It’s great fun to see a tiger attack a mermaid, a mammoth attack a giant spider, a knight fight a barbarian, and a penguin attack a T-rex. There are shades of Kings and Things in this game, and it’s certainly fun to play. A good background story is also written for each army, and contributes to the overall theme and fun. The flipping of the shields adds a lot of luck to the game, but the luck seems to even out with good tactics.

So I have to highly recommend Warangel. If you like fantasy games full of theme, light war games with plenty of variety, great artwork and fun, fast play – then this is a good game to pick up. The components could be a little better, but I think overall the game is a blast to play. If you get the chance to play or buy Warangel, give it a shot – you may really enjoy yourself! Now excuse me while I go lead my army of dinosaurs against the evil pigs!

Tom Vasel

inzivro Gio, 11 Dic 2003 - 15:03

[voto 9] - Ottimamente equilibrato presenta ad oggi 90 razze tra cui scegliere, varietà inimmaginabile in un gioco di miniature. Ottimo connubio tra un wargame di miniature e un boardgame con infinite combinazioni. Ogni partita mi appassione sempre più. Grazie alle basette di legno è presente anche una parte "artistica" che io apprezzo molto, ma chi vuole può anche non colorarle.
Fondamentale la componente tattica, anche se la fortuna ha il suo peso.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

Jelerak Mer, 03 Dic 2003 - 21:33

[voto 9] - E' uno dei miei giochi preferiti, le regole sono poche e semplici, il che lo rende di facile apprendimento ma non banale, inoltre l'enorme varietà di razze e territori sui quali giocare fa si che ogni partita sia praticamente unica.