Non-guida alla fiera di Essen

Cosa fare lo sapete già, se ci avete seguito gli scorsi anni. Qui vi diciamo cosa NON fare...

Editoriale
Manifestazioni

I mesi di settembre e di ottobre sono due mesi in cui la comunità ludica si divide tra chi andrà alla fiera di Essen e chi non ci andrà. Tutti i blog focalizzano gran parte dei loro contenuti sulla fiera, in particolare su tutte le nuove uscite che forniranno contenuti per i blog per la restante parte dell’anno. Non mancano, quindi, anche numerose guide per prepararsi alla fiera, ricche di consigli e di come muoversi per chi sarà alla prima esperienza, ma anche per chi ormai è un frequentatore abituale della fiera stessa.

Nel decennale della mia partecipazione a Essen ho pensato che probabilmente per chi vuole fare per la prima volta questa esperienza sia utile una guida di cosa non fare per poter godersi questa prima volta senza tanti vincoli preparatori e programmazione della visita perchè per queste cose ci sarà tempo negli anni a venire in quanto dopo la prima volta, statene certi, ce ne saranno delle altre. Ma la prima è sempre la prima, quindi iniziamo e vediamola questa non-guida...

1. non prenotate un anno prima il vostro albergo, le sistemazioni alberghiere in centro sono costose sia un anno prima sia due mesi prima della fiera. E' la vostra prima volta, andate sul vostro sito di prenotazioni online preferito, digitate le date della fiera e la città di Essen e prenotate. Non badate al prezzo, tanto spenderete in giochi il doppio;

2. non andate in aereo. Siete arrivati fino a Capo Horn attraversando lande desolate, potete affrontare tranquillamente qualche centinaio di chilometri in mezzo alla civile Germania e poi 800 chilometri di autostrada gratis non hanno prezzo (e se sei genovese valgono il doppio);

3. se ancora non siete convinti di evitare l’aereo sappiate che in fiera c’è un comodissimo stand dove poter inscatolare tutti i vostri acquisti e affidarli ai migliori corrieri internazionali che si occuperanno di farveli recapitare a casa, purtroppo dopo 3 ore di coda gli scatoloni saranno finiti o saranno finiti i vostri soldi per pagare;
   
4. non comprate il biglietto online, tanto la coda (all'italiana, perchè siamo in Germania, ma la coda non cambia) che ci sarà per entrare è la stessa per chi ha comprato il biglietto in loco e per chi il biglietto lo ha già fatto online;
   
5. non preoccupatevi di eventuali attacchi terrostici, i controlli all'ingresso ci sono ma soprattutto tanto se deve succedere, succede;

6. lasciate perdere le mappe della fiera, nei vari blog ne trovate dettagliatissime con la lista completa degli editori e giochi da provare. Perdetevi nella fiera, senza paura, girate, girate, girate, senza una meta, tanto alla fine il dubbio che non abbiate visto il titolo dell'anno o tralasciato qualche stand o un intero padiglione vi accompagnerà per tutto il viaggio di ritorno;
   
7. non organizzatevi con trolley, carrellini o altro. La metà degli stand dove acquistere giochi vi darà una busta o una borsa, l'altra metà non ve la darà, ma la scatola del gioco appena comprato troverà posto comodamente nelle borse che già altri vi avranno dato;
   
8. non aspettate che la vostra vescica si riempia come una zampogna in attesa che la coda ai bagni si esaurisca, tanto ci sarà sempre coda, soprattutto per i bagni dei maschi, anche se può sembrare strano;

9. non portatevi da mangiare al sacco. All'interno della fiera troverete da mangiare, non fate caso ai prezzi, tanto spenderete in giochi almeno dieci volte in più rispetto al cibo;
   
10. lasciate perdere le wishlist dei titoli da provare assolutamente, da comprare assolutamente, tanto la maggior parte dei giochi in queste categorie saranno già stati tutti venduti o non ve la sentirete di spendere 100 euro per il gioco o avrete finito i soldi;

11. non abbiate complessi di inferiorità se non capite la spiegazione che vi sta facendo il dimostratore del gioco che avete puntato e che vi piace tanto, molto probabilmente lui avrà letto le regole la mattina del primo giorno di fiera e giocherete ad una versione del gioco tutta personale;

12. non spaventatevi se trovate difficilissimo un gioco, sicuramente in questo caso a spiegarvelo è stato l’autore stesso, tanto bravo a fare giochi quanto negato a spiegare i propri;
   
13. non contate sullo sportello bancomat all'esterno della fiera, quando vi servirà o non avrà più soldi da fornire o comunque più di 200 euro non darà;
   
14. non provate a resistere al desiderio di acquisto compulsivo nelle zone dove troverete giochi da 10 euro in giù, tanto capirete il motivo del perchè costavano così poco solo dopo due anni che quelle scatole avranno preso polvere sulla vostra libreria, ma è un passaggio che bisogna fare;
   
15. non abbiate paura che vi fermino alla dogana Svizzera e vi facciano storie per tutte quelle scatole incellophanate, tanto se vi hanno fermato e fatto aprire il bagagliaio è perchè era destino che toccasse a voi e qualcosa troveranno comunque.

Ma soprattutto, non pensate alla vostra età anagrafica e lasciatevi andare, è solo un gioco.

Buona fiera a tutti !

Commenti

Divertenti spunti... Anche se su alcuni consigli non sono d'accordo 😀

Se consigli di non andare in aereo considera che qualcuno potrebbe partire anche da Siracusa

Gran parte dei suggerimenti erano provocatoriamente ironici :) Per tanti suggerimenti faccio il contrario...

Io, ad esempio (anche se non andrò ad Essen, almeno per quest'anno). Ma potrebbe essere una bella avventura, del resto ho fatto Siracusa - Alvernia praticamente non-stop alternandomi con mia moglie alla guida 😀
 

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare