Penk!: anteprima Essen 2018

Penk
Cranio Creations

Simone Luciani e Cranio Creations portano a Essen e a Lucca un filler di dadi che rielabora lo Yathzee.

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Penk!

La seguente anteprima si basa sulla sola lettura delle regole e in nessun modo ha valore di recensione

Per 2-4 giocatori dagli otto anni in su, Penk! è un veloce filler di Simone Luciani che verrà presentato a Essen e a Lucca da Cranio Creations.

Il gioco

Penk
Scatola
Al proprio turno i giocatori lanciano i sei dadi, con due rilanci a disposizione. Dopo il terzo lancio (o prima, se il giocatore è soddisfatto dei dadi lanciati), il giocatore segna al massimo tre combinazioni tra quelle ottenute sulla propria tabella, cerchiando le caselle corrispondenti.

Le combinazioni possibili sono date da un numero crescente di dadi, da uno a cinque, tutti dello stesso valore, che forniscono punti maggiori quanti più sono i dadi. Nel momento in cui si conquistano tutte le caselle di una riga o di una colonna, tutti gli altri giocatori devono bloccare tutte le caselle di quella riga o colonna che non hanno ancora conquistato. Se si fallisce un lancio, ovvero se non si può segnare nessuna combinazione perché già conquistate o bloccate, si devono cancellare tutte le caselle libere di una colonna a scelta.

Il gioco termina appena un giocatore completa due colonne, con caselle conquistate o bloccate; si contano i punti, sommando i valori delle caselle conquistate in ogni riga e in ogni colonna in cui si abbiano almeno tre caselle conquistate.

Prime impressioni

Penk
Componenti
Di riempitivi coi dadi ce ne sono già migliaia; eppure è una categoria che a noi piace e interessa sempre. La giullaressa annovera ancora tra i suoi preferiti lo Yathzee e questo Penk!, pur nella sua semplicità, ha saputo attirare la nostra attenzione.

Il gioco ha un paio di trovate interessanti: l’introduzione della faccia jolly (che non può essere usata da sola) e la possibilità di segnare più combinazioni in un turno che permettono ai giocatori di velocizzare la partita, che potrebbe durare anche solo cinque turni (se si è particolarmente fortunati).

Viene quindi lasciata ai giocatori la possibilità di scegliere (ovviamente compatibilmente ai risultati dei dadi) se puntare a segnare tante caselle basse e meno remunerative, o poche caselle alte, sperando di poterle conteggiare a fine partita. Nella sua fascia, in cui troviamo, oltre al già citato Yathzee, Qwixx, Roll to the top e Las Vegas, anche Penk! può ritagliarsi il suo posticino.

Una curiosità: Penk in sanscrito significa "cinque"; ora che lo sapete potete acquistare il gioco e sfoggiare questa perla di saggezza con i vostri amici.

 

 

Commenti

Ancora un altro del genere??

Le console non rimpiazzeranno mai totalmente i giochi da tavolo, almeno fino a quando non impareranno a bere birra e sparare cazzate!!!

Io li adoro, sono molto interessato anche a questo!

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=lambo89&numitems=10&text=none&images=medium&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Francamente mi sembra tutto già visto, dalla possibilità dei rilanci al completamento di una riga che vieta agli altri giocatori di segnare sulla stessa altre caselle. 

Per chi andrà ad Essen, segnalo invece Brikks, ovvero Tetris fatto roll&write: si tirano due dadi, un normale d4 e un d6 con le facce colorate. La combinazione risultante dal lancio identificherà il pezzo da segnare nella propria plancetta (che ha la grafica di un cabinato arcade) con bonus per determinati posizionamenti e adiacenze di colori.

IMAGE(https://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Imrhalis&numitems=10&header=1&text=none&images=small&show=hot10&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare