Radio Goblin - I dieci classici "must have"

Radio Goblin
Tana Dei Goblin

Radio Goblin si avventura in un nuovo progetto!

Articoli
Giochi

Giusto per non farsi prendere dalla pigrizia delle imminenti vacanze, Radio Goblin vi porta in una nuova avventura: questa puntata sarà la prima di una serie in cui i nostri ospiti vi daranno dieci titoli assolutamente da avere per varie categorie.

Per cominciare è giusto partire dai classici, ovvero quei giochi storici e imperdibili che ogni giocatore dovrebbe avere nella propria libreria per poterla definire completa.

Sedetevi comodi e ascoltate i consigli di  Mauro "Dimarco" e della nostra Redazione. Conducono Agzaroth e Sava73.

Buon ascolto!

Commenti

“Stava lì lì per non entrare perchè non convince nessuno di noi” parlando di Agricola. 

Mah, capisco che forse Le Havre puó essere meglio, ma addirittura avere dubbi... 

Ehi biondo, lo sai di chi sei figlio tu? Sei figlio di una grandissima puttaaahahahahahahaaaaaaaaa....

“Stava lì lì per non entrare perchè non convince nessuno di noi” parlando di Agricola. 

Mah, capisco che forse Le Havre puó essere meglio, ma addirittura avere dubbi... 

il dubbio era più che altro legato alla presenza di già un altro piazzamento lavoratori (Caylus) e all'esclusione di Age of Steam che infatti possiamo considerare l'undicesimo.

Però alla fine abbiamo messo Agricola, no? ;)

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

“Stava lì lì per non entrare perchè non convince nessuno di noi” parlando di Agricola. 

Mah, capisco che forse Le Havre puó essere meglio, ma addirittura avere dubbi... 

Non ci sarebbe niente di male, eh: in fondo Agricola i suoi bei difetti li ha.

Comunque Vlaada sarà un successo.

manca il mio adorato Fuggi fuggi! :D

Dovreste fare una classifica con altri 10 Must Have, va be'che siamo abituati ai German ma qui la coperta è stato davvero troppo corta...

Giocare fa bene!

Dovreste fare una classifica con altri 10 Must Have, va be'che siamo abituati ai German ma qui la coperta è stato davvero troppo corta...

Ci si sta lavorando. Ma il problema di molti american è che sono davvero invecchiati male e le idee migliori le hanno tirate fuori negli ultimi anni. Un classico, per noi, è qualcosa che ha avuto riscontro positico da critica, pubblico e che abbia superato la prova del tempo, ovvero che sia proponibile a qualcuno anche oggi, per farglielo apprezzare. Comunque arriverà, non temete...

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

TS e Trought the ages credo che:

Riscontro di critica = si, eccome

Riscontro di pubblico: fa te

Prova del tempo: tutt'ora tra i giochi piú comprati, soprattutto TS che non ha nemmeno avuto una riedizione. Nei 5 di BGG e trovabilissimi, a differenza di quelli recensiti. Se voglio comprare TdA o TS ci metto due secondi. Quindi invecchiati decisamente meglio di tutti quelli recensiti. Piú in alto in BGG di quelli recensiti. Piú riscontro di critica, piú riscontro di pubblico, e datati correttamente per essere inseriti tra i classici.

Quindi, come già commentavi, ci devono essere altri parametri. Che magari non sono stati esplicitati nell'articolo, ma erano presenti nelle vostre teste. Tipo, i 10 classici mus have tra i german. Perchè senza ulteriore specificazione non si capisce. Tu altrove dicevi che TS o TdA soono per giocatori sgamati (il che mi lusinga). Quindi diciamo i 10 calssici per giocatori non sgamati era la classifica. Insomma, dai.

Io sinceramente credo che in generale datare un classico 2006 è troppo generoso. Quindi quei giochi, tipo Caylus che sannno di antico, è perchè almeno a livello di grafica appaiono obsoleti. Quindi, forse, azzardo, TS e TdA sono invecchiati talmente bene, che non vengono percepiti come classici, si trovano ancora sugli scaffali dei negozi di giochi, sembrano troppo usciti ieri. Per quello magari manco vi sono venuti in mente. In effetti se penso a Caylus l'impressione è di un gioco di un'era precedente a TS, eppure sono  usciti lo stesso anno. Caylus sa di vecchio, di gioco da mettere in collezione e non giocare mai, e infatti non lo vende piú nessuno. Eppure è del 2005.

Altro mondo è EL GRANDE. Li andiamo negli anni 90. E forse la puntata sarebbe stata davvero fikissima se ci si fosse concentrati con i classiconi anni 90 (magari spingendoci fino al 2002 per includere Puerto Rico). Forse, dico forse, mettere insieme nella categoria classici, giochi del 2006 e del 1990, è un pó fuorviante, giacchè, per i giochi da tavolo, non sono 20 anni ma sono ere geologiche. tant'è che di solito, per quello che leggevo, è Puerto Rico che inaugura l'era dei giochi moderni. Quindi forse il 2002 come data faceva la coperta meno corta.

Per dare una idea. Primi 10 giochi per BGG datati 2002 o precedenti:

Puerto Rico / 2002 / Alea / Andreas Seyfarth

El Grande / 1995 / Hams in Gluck / Wolfgang Kramer, Richard Ulrich

Sherlok Holmes / 1981 / Sleuth Pubblication / Raymond Edwards, Suzanne Goldberg, Gary Grady

Tigris & Euphratis / 1997 / Hams in Gluck / Reiner Knizia

Paths of Glory / 1999 / GMT games / Ted Raicer

Age of Steam / 2002 / Warfrog games  / Martin Wallace 

The princes of Florence / 2000 / Alea / Wolfgang Kramer, Richard Ulrich, Jens Christopher Ulrich

RA / 1999 / Alea / Reiner Knizia

Carcassone / 2000 / Hams in Gluck / Klaus-Jürgen Wrede

1830 / 1986 / The Avalon Hill games / Francis Tresham

Se poi continuaimo un po nella classifica, troviamo anche il mitico ASL, Tikal, Dune, Blood Bowl (ahahahha, se non è un classico questo) ecc...

Diciamo che a uno che ti chiede da che classici partire per riscoprire il gdt non consigli di iniziare da TTA e TS. Che sono invecchiati meno bene degli altri della lista in realtà, non sembrano affatto usciti ieri, tanto che hanno cloni che cercano di svecchiarli (non riuscendo). 

Quando uno parte dai classici non gli consigli giochi che sono per natura più di nicchia. Sono i "classici di nicchia", se vogliamo coniare questo ossimoro, così come potrebbero essere gli Splotter Spellen. Se uno mi chiede da che giochi partire per avere una base del gdt moderno, gli do quei 10, non Indonesia, per partite. Poi verrà anche Indonesia, TTA, TS, ecc... Poi.

Della reperibilità ne abbiamo parlato in fondo e sono tutti reperibili.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Oddio. Allora sono io che sono fuso. Vivo in Spagna e l'associazione che frequento gioca abitualmente a TDA eTS. Nei negozi i due fanno bella mostra negli scaffali. Ma di Puerto Rico, Imperial, Alta Tensione.... non se ne parla proprio. Nessuno che io conosca ha iniziato a giocare con T&E. Magari con Catan. Non capisco proprio come fai a parlare di gioco di nicchia e invecchiato male di un gioco come TS che nell'ultimo anno ha visto sulla tana pubblicate ben due sessioni di gioco. Sinceramente non capisco. La mia sensazione qui dove vivo é che TS e TTA siano giochi vivi. Tutt'ioa giocatissimi. Ci dono tutorial recenti in Italiano dei due giochi. Cosa che non si puo dire per alta tensione. 

Infine una classifica BGG che lascia pochi dubbi. 

Pero ripeto. Non c'é nulla di male a far prevalere i propri gusti. Anzi. Noi comuni mortali solo commentiamo. 

Pero dai. Di nicchia e invecchiati male proprio mi sa di no.

Invecchiati male nel senso che ora non sarebbero probabilmente pubblicabili se non per una nicchia. Sono famosi perché sono stati dei grandi nel loro genere e per me lo sono ancora. Ma vedi bene che uscirà Caylus for dummies perché le nuove generazioni di giocatori non sono un grado di affrontare/apprezzare il vecchio. Figurati TS o TtA che richiedono più impegno e molto più tempo.

In questo senso i 10 classici sono giochi proponibili a uno che vuole diventare giocatore e desidera una buona base da cui partire a capire le varie meccaniche. In un "10 classici per proseguire" ci stanno TS, TtA, Indonesia, 1830, ecc.

La classifica di BGG conta zero per una serie di motivi che ho esplicitato in un articolo e che non linko perché so che non segui i link :p

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Sulla classifica poco da dire (anch'io sono per Le havre, ma Agricola ci sta di piu' per motivi storici/di impatto sulla comunita') pero'... il titolo no ! E' decisamente fuorviante, e dovrebbe essere assolutamente cambiato o almeno chiarito con precisione della descrizione. Questi sono tutti heavy euro e indipendentemente da se piacciono e/o interessino o meno, io se sento parlare genericamente dei dieci classi moderni o 10 must have  cosi' senza altre precisazioni mi aspetto di trovare cose tipo Pandemic, Stone age, Ticket to ride, King of Tokyo e cosi' via.

@Troc: vedi come cambia la percezione? Poco sopra lamentavano la mancanza di Twilight Struggle e Through the Ages, tu di Carcassonne e King of Tokyo.

La lista che abbiamo dato è un ottimo punto di approfondimento, più che di partenza, per chi è interessato seriamente al mondo dei gdt.

È un po' come se qualcuno ti chiedesse di ascoltare le basi del Metal. Lo fai partira da Black Sabbath, Iron Maiden eccetera, non gli spari subito i Morbid Angel, né gli lo fai partire da Elvis Presley.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

@Troc: vedi come cambia la percezione? Poco sopra lamentavano la mancanza di Twilight Struggle e Through the Ages, tu di Carcassonne e King of Tokyo.

La lista che abbiamo dato è un ottimo punto di approfondimento, più che di partenza, per chi è interessato seriamente al mondo dei gdt.

È un po' come se qualcuno ti chiedesse di ascoltare le basi del Metal. Lo fai partira da Black Sabbath, Iron Maiden eccetera, non gli spari subito i Morbid Angel, né gli lo fai partire da Elvis Presley.

 

Ts e Tta venivano chiesti come merito, nel senso che potrebbero benissimo entrare nella lista, o meglio solo Ts in quanto Tta andrebbe probabilmente messo in una lista di super heavy euro, contenente solo i pesi super massimi.

Io invece parlo solo di titolo, di nomenclatura. Lo dici giustamente tu col tuo paragone musicale, per abc di must have si parla di Iron maiden (e quindi di entry level e family nel mondo bg) non di Morbid angel (nicchia, heavy euro da hardcore gamer nei bg) ne di Elvis (radici del rock e quindi un Cluedo nel nostro caso).

Quindi perfetta la lista, ma il titolo no; con i dieci "classici moderni" senza aggiungere altri dettagli, secondo me si allude chiaramente ai classici nel senso stretto del termine e cioe' prodotti di qualita' ma nel contempo apprezzabili anche dalle grandi masse.

 

Ps Non penso verra' mai fatto ne avrebbe tanto senso farlo (a meno di non allargarsi parlando ogni tanto anche d'altro) ma se doveste far qualcosa del genere in ambito musicale, chiamatemi pure in causa, parteciperei molto volentieri !

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare