Ulm: anteprima Essen 2016


La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.


Questo interessante titolo per 2-4 giocatori ci porta nella città Tedesca di Ulma (Ulm) agli inizi del 16° secolo in cui era uno dei più importanti centri urbani tedeschi. I giocatori dovranno concorrere alla costruzione della cattedrale ed allo sviluppo della città.

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Ulm


La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.


Questo interessante titolo per 2-4 giocatori ci porta nella città Tedesca di Ulma (Ulm) agli inizi del 16° secolo in cui era uno dei più importanti centri urbani tedeschi. I giocatori dovranno concorrere alla costruzione della cattedrale ed allo sviluppo della città.

IL GIOCO

Il tabellone presenta in alto a destra una griglia 3x3 in cui vengono posizionate delle tessere azione; in basso il fiume Danubio con tutta una serie di quartieri ed i relativi privilegi sui due lati delle sue sponde; ed in alto al centro la cattedrale dove posizionare le tessere tetto che fungono da conta-turni.
Ogni giocatore parte con una propria barca all’inizio del Danubio, tre stemmi che lo rappresentano con cui marcare i quartieri di cui si otterrà eventualmente il controllo, e alcuni segnalini e soldi.
Il gioco si svolge durante 10 turni in cui ogni giocatore in ordine svolge tre azioni, con lo scopo di accumulare il maggior numero di punti prima della fine della partita.
In ordine a partire dal primo giocatore, durante il proprio turno si deve pescare una tessera dall’apposito sacchetto per posizionarla in una griglia 3x3 del tabellone spingendo fuori da uno dei due lati una delle tessere ivi già poste. Nel fare ciò si svolgeranno poi, nell’ordine che si preferisce, le tre azioni raffigurate sulla tessera inserita e sulle due rimaste (al netto della terza spinta fuori che rimane sul bordo della griglia).
Le tessere raffigurano 5 possibili azioni:
- Soldi: prendere un soldo dalla riserva.
- Pulitura delle tessere: ottenere le tessere spinte fuori su uno dei lati della griglia delle azioni.
- Carte: scartare due tessere che si posseggono e prendere la prima carta dall’apposito mazzo (se si scartano due tessere uguali si possono pescare due carte e sceglierne una); oppure giocare una carta aggiuntiva dalla propria mano (ogni turno se ne potrebbe giocare una sola invece così è possibile giocarne di più).
- Fiume: muovi la tua barca di uno spazio in avanti lungo il fiume rappresentato in basso nel tabellone. Se lo spazio successivo è già occupato dalla barca di un altro giocatore “salti” al primo spazio libero più avanti (se si è nell’ultimo spazio fiume non è possibile fare questa azione).
- Navigazione: pagare due soldi per piazzare un proprio segnalino in uno spazio libero di uno dei due quartieri adiacenti alla propria barca sul fiume ottenendone il relativo beneficio.
Inoltre, in un qualsiasi momento del proprio turno (come azione facoltativa), è possibile giocare una carta precedentemente ottenuta in uno dei due modi seguenti:
- Scartandola ed ottenendo il beneficio indicato nella sua parte superiore.
- Mettendola davanti a se e facendo punti vittoria alla fine del gioco secondo quanto indicato nella sua parte inferiore.
Alla fine del gioco la posizione raggiunta sul fiume (il Danubio) darà punti o li farà perdere a seconda di quanto avanti si è arrivati (occorre superare un certo punto per ottenere punti, altrimenti si perdono).
Alla fine del gioco ci sarà una fase di punteggio in cui si otterranno punti vittoria per le carte giocate davanti a se, per i quartieri controllati e per la posizione della propria nave sul fiume (-1 punto per ogni passo dietro un ponte a metà del fiume; +1 punto per ogni passo oltre tale ponte).
Il gioco comprende una grande serie di effetti e combinazioni date dai privilegi dei quartieri e dalle carte giocate. Tanto che il regolamento di divide in due parti proprio perché quanto da me descritto sopra è ciò che è contenuto dal primo libretto e che concerne le mere regole di gioco. Tutta la seconda parte (lunga più della prima) contiene la spiegazione di tessere, quartieri e carte. Oltre che ad una variante per esperti in cui durante tutti e 10 i turni ci sono degli effetti che si applicano al turno in corso dati dalle tessere tetto che si girano (si vede sempre anche l’effetto che accadrà nel turno successivo) e che possono essere positivi o negativi.

PRIME IMPRESSIONI

Dalla lettura dei due libretti il gioco appare interessante e di una profondità media più tendente ai giocatori seri che agli occasionali. Secondo me, solo per fare un esempio, siamo davanti ad un gioco simile a Brugge, Marco Polo o Pilastri della Terra come complessità. Ovviamente ci sono anche molti elementi tattici da gestire, ma pare possibile pianificare a medio termine una strategia anche in virtù di alcuni bonus permanenti che si ottengono da un quartiere lungo il fiume.
Al momento il gioco mi ha piacevolmente colpito e penso proprio di provarlo e, salvo sgradite sorprese, comprarlo. La grafica ed i materiali sembrano ottimi e per tipologia mi pare un bel prodotto.
 

Commenti

Questo mi ispira proprio. Sembra avere qualcosa di diverso dal solito.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare