Impressioni Brass: Birmingham - Carbone, ferro, birra e sangue degli avversari per conquistare Birmingham

eomer

Maestro
Registrato
21 Gennaio 2009
Messaggi
1.003
Località
cerveteri (roma)
Goblons
179
Allora non ho giocato Birmingham ma ho molte partite alle spalle su Barrage e Brass Lancashire, spero ti possa aiutare comunque visto che le differenze nei due Brass ci sono ma avendo studiato a video le differenze tra i due non credo che l'esperienza complessiva restituita dai due titoli sia troppo lontana perchè il'90% della struttura/meccanica di gioco è condivisa.

Trovo meno elegante Brass rispetto a Barrage ma a mia sensazione Barrage è molto più tortuoso non solo alle prime partite ma anche dopo un buon numero perchè è un gioco molto punitivo e richiede di mantenere una concentrazione totale durante tutto il corso della partita.
Per la questione eleganza la giustificazione sta nel fatto che in Barrage è tutto più concatenato e una volta capito il requisito per produrre l'energia e far scorrere l'acqua tutto è molto chiaro, automatico e anche tematizzato; in Brass questo automatismo secondo me manca un pochino se confronto i due titoli.

Però però però...Brass è un GIOCONE! Non per tutti ma è un giocone.
Dopo 3-4 partite secondo me ci si può prendere qualche bella soddisfazione iniziando a giocare bene e capendo la strategia migliore in base al proprio stile di gioco.
Io nel dubbio Birmingham lo prenderei...poi fai te...
Se ne volessi prendere uno solo?
 

Pikappa

Novizio
Registrato
22 Agosto 2013
Messaggi
128
Località
Lugo (RA)
Goblons
19
Se ne volessi prendere uno solo?
Eh, complicato. Sono entrambi gran giochi, e tanto per aumentare la difficoltà ti metto nel piatto che nel mio gruppo viene preferito Brass: Lancashire al Birmingham, perché l'aggiunta della birra non è andata tanto giù ad alcuni. Io avrei voluto provare ancora il Birmingham, per abituarsi alla gestione della birra (come dicevamo prima), ma non c'è stato verso e siamo tornati al Lancashire, che resta comunque un giocone.
La mia esperienza quindi è simile a quella di GianSky, un buon numero di partite a Brass: Lancashire, 2-3 a Barrage, 1 a Brass: Birmingham. Dovendo sottolineare quella che percepisco la differenza maggiore tra i Brass e Barrage, direi che sta nel modo in cui si conducono le azioni di gioco: Barrage è il classico piazzamento lavoratori, con tante opzioni tra cui scegliere che ti litighi con gli avversari, nella maggior parte dei casi estremamente semplici (prendi lavoratori, prendi soldi, paga per ricercare una tecnologia, etc. etc) e sempre fattibili, con le sole limitazioni delle risorse da spendere e degli spazi liberi su mappa.
Brass, invece, sceglie la modalità opposta: a ogni turno hai sempre e solo 5 azioni tra cui scegliere nel tuo turno, di cui 2 semplici (prestito e sviluppo) e 3 (costruzione di edifici, la vendita del cotone, posa delle rotaie) che sono complesse e/o condizionate da altri fattori.
Per esempio, l'azione di costruzione in Barrage richiede solo che tu abbia le risorse per eseguirla e la giusta tessera edificio da mettere nella ruota, oltre allo spazio libero in mappa. In Brass per poter costruire in uno spazio, oltre al fatto che esso sia libero devono avverarsi le seguenti condizioni: giocare una carta città corrispondente a quella in cui vuoi costruire, o in alternativa giocare la carta edificio specifica e avere lo spazio raggiunto dalla tua rete di trasporto personale. Dopodiché, oltre ad avere i soldi per la costruzione (ed eventualmente per il ferro, se ti tocca andare al mercato), se l'edificio costa anche carbone devi assicurarti che ci siano i collegamenti tra il punto in cui vuoi costruire e una miniera di carbone o il mercato. E questo solo nel Lancashire: nel Birmingham ci devi mettere anche la birra.
Per quanto mi riguarda entrambi gli approcci mi stanno bene, e infatti io posseggo entrambi (anzi, tutti e 3) i giochi. Poi dipende da cosa mi fa voglia al momento.

Barrage però ha dalla sua la questione del movimento dell'acqua, che mi pare sia un unicum o quasi, nel settore. Mentre in Brass non ci sono automatismi che cambiano le condizioni sulla mappa, e tutto (o quasi) viene determinato dai giocatori, in Barrage è fondamentale la lettura dei movimenti dell'acqua (determinati per tutti i turni già dall'inizio della partita, mi pare), per capire quali saranno i bacini più produttivi, o dove conviene costruire una diga per ostruire il flusso a questo o a quel giocatore. E' un complicazione non da poco, nel bene e nel male: una lettura sbagliata ti condiziona la partita e può darti l'idea di averla buttata nel cassonetto dopo poco tempo.

Dovendo proprio scegliere, se nessuna delle osservazioni ti fa propendere per l'uno o per l'altro, io andrei su quello che instintivamente ti ispira di più, magari anche solo a livello tematico o grafico.
 
Ultima modifica:

GianSky

Babbano
Registrato
8 Gennaio 2021
Messaggi
20
Goblons
21
Fai uno sforzo, prendili entrambi, giocali entrambi e per un pò non comprare giochini del piffero così il senso di colpa dell'aver speso 150 euro passa :snob::snob:
Sono due gioconi, li terrai entrambi e giocherai ad entrambi :brindisi:
 

Morcar

Esperto
Registrato
26 Aprile 2018
Messaggi
421
Goblons
108
caspita... da un semplice:
vale la pena birmingham in 2?
sono passato a un:
barrage-birmingham-lancashire

sempre peggio :chebotta:
 

AkioSix

Grande Saggio
Registrato
9 Ottobre 2013
Messaggi
2.990
Località
Chiavari (GE)
Goblons
234
Io prenderei senza pensarci Barrage e un Brass (sono bellissimi entrambi), non è possibile non averli entrambi in collezione 🧐
 

Sasha80

Esperto
Registrato
25 Luglio 2019
Messaggi
520
Località
Siena
Goblons
186
Io gioco German
I love Basket
Scimmia onnipresente
I Love Birra
Utente Bgg
Sasha_80_
Board Game Arena
Sasha_80_
Se si dovesse fare una scelta tra Brass (conosco solo il birmingham però) e Barrage forse propenderei per quest'ultimo, ma la scelta sarebbe veramente difficile da compiere. Specie se dovessi scegliere di giocare prevalentemente in due dove entrambi sono un poco più larghi ma a mio avviso Barrage patisce meno (la mppa è si più generosa ma la guerra sugli spazi azione resta estremamente sanguinosa)
 

ashaam

Babbano
Registrato
27 Giugno 2018
Messaggi
28
Goblons
28
Ammetto di non capire come si possa accusare Brass di tortuosità.
Se il problema é la gestione risorse, la questione di base é semplicemente:
- il carbone ha bisogno di essere collegato al punto dove é richiesto o deve essere spedito
- il ferro "vola", ovvero non necessita di connessioni per funzionare

Fine. In quanto alla birra Birmingham, se é tua funziona come il ferro, se é altrui come il carbone (ovvio altrimenti ce la si ruberebbe di continuo).

Fine fine fine. Sbaglio?
 

zamp

Iniziato
Registrato
29 Novembre 2019
Messaggi
256
Località
Udine
Goblons
6
Io gioco col Blu!
Io gioco col Giallo!
Utente Bgg
zamp
Board Game Arena
zamp_a
Ammetto di non capire come si possa accusare Brass di tortuosità.
Se il problema é la gestione risorse, la questione di base é semplicemente:
- il carbone ha bisogno di essere collegato al punto dove é richiesto o deve essere spedito
- il ferro "vola", ovvero non necessita di connessioni per funzionare

Fine. In quanto alla birra Birmingham, se é tua funziona come il ferro, se é altrui come il carbone (ovvio altrimenti ce la si ruberebbe di continuo).

Fine fine fine. Sbaglio?
No, non sbagli. Secondo me è un'impressione (la tortuosità) che passa giocandolo
 

mistake89

Grande Saggio
Registrato
27 Dicembre 2012
Messaggi
3.016
Località
Lucania/Frankfurt am Main
Goblons
20
Antiquity
Agricola
Through the Ages
Terra Mystica
The Great Zimbabwe
Ammetto di non capire come si possa accusare Brass di tortuosità.
Se il problema é la gestione risorse, la questione di base é semplicemente:
- il carbone ha bisogno di essere collegato al punto dove é richiesto o deve essere spedito
- il ferro "vola", ovvero non necessita di connessioni per funzionare

Fine. In quanto alla birra Birmingham, se é tua funziona come il ferro, se é altrui come il carbone (ovvio altrimenti ce la si ruberebbe di continuo).

Fine fine fine. Sbaglio?
Son d'accordo con te, non credo brass sia tortuoso.
Però, oltre a quello che citi, c'è la differenza tra carta luogo (-> le industrie disponibili), carte industria (-> solo in un luogo in cui sei connesso).
Più altre situazioni che, benché snelle, costituiscono insieme un corpus importante. Giustificato dalla profondità del titolo.

Poi, personalmente, ritengo i design di Pfister (di cui Mario Rossi è fan) molto più convoluti e inutilmente complicati a fronte di una profondità tutto sommato media, ma rimane un'opinione personale.
La mia ragazza gioca con soddisfazione a Gaia Project e Pax Pamir, mentre non digerisce spyrium per dire.

Inviato dal mio M2003J15SC utilizzando Tapatalk
 

ashaam

Babbano
Registrato
27 Giugno 2018
Messaggi
28
Goblons
28
Son d'accordo con te, non credo brass sia tortuoso.
Però, oltre a quello che citi, c'è la differenza tra carta luogo (-> le industrie disponibili), carte industria (-> solo in un luogo in cui sei connesso).
Più altre situazioni che, benché snelle, costituiscono insieme un corpus importante. Giustificato dalla profondità del titolo.

Poi, personalmente, ritengo i design di Pfister (di cui Mario Rossi è fan) molto più convoluti e inutilmente complicati a fronte di una profondità tutto sommato media, ma rimane un'opinione personale.
La mia ragazza gioca con soddisfazione a Gaia Project e Pax Pamir, mentre non digerisce spyrium per dire.

Inviato dal mio M2003J15SC utilizzando Tapatalk

Vero, concordo che possa non risultare intuitiva soprattutto la questione di cosa sia "la tua rete".
Dipende anche da come viene spiegata e dunque "fotografata" mentalmente dai giocatori. Dopo avere un po' faticato a chiarirla inizialmente, ho trovato efficace spiegarla con una singola domanda "in questa città e/o le strade che ne escono c'è un token tuo? se sì, fa parte della tua rete".
Dopodichè avere costantemente presente a livello visivo cosa sia tuo o no richiede un minimo di consuetudine, ma è questione di una-tre partite al massimo per un gioco che a differenza di tanti altri rimane entusiasmante alla *esima partita.

Trovo che il fascino di Brass sia esattamente il suo intersecarsi tra piani di restrizioni e interazioni dirette/indirette che sono l'inevitabile risultato delle azioni dei giocatori. Man mano che giochi, tutto il gioco cresce, si apre organicamente, e il bello è cercare di farlo crescere in una maniera che massimizzi il tuo vantaggio e minimizzi quello avversario. Lo spazio strategico-decisionale di giochi come Barrage invece, per quanto belli e complessi, è a mio parere di gran lunga più piatto e lineare. Brass mi fa venire i brividi, Barrage mi fa dire "sono soddisfatto".
 

Pikappa

Novizio
Registrato
22 Agosto 2013
Messaggi
128
Località
Lugo (RA)
Goblons
19
Per me non lo trovate tortuoso perché siete giocatori navigati e ormai lo giocate col pilota automatico. A giocatori meno esperti, o che si approcciano a un Brass per la prima volta, il dover tenere conto delle particolarità può rappresentare un problema. Già di base le risorse nella maggior parte dei giochi sono pressoché interscambiabili, non ce ne sono molti che ti diano delle condizioni per usarne una, e altre condizioni per usarne un'altra. Ma pensate all'azione di costruzione fatta usando una carta edificio: per posizionare l'edificio devi tenere conto della TUA rete, ma per il carbone che vai eventualmente a spendere devi tenere conto dei collegamenti in senso generale, non solo quelli della tua rete. E devi prendere quello più vicino alla destinazione, quindi devi pure pensare a chi stai avvantaggiando.

Unite al tutto il fatto che Brass è di per sè un gioco complesso, che richiede applicazione mentale, capacità di leggere avanti per un certo numero di mosse e al contempo avere un piano B perché l'interazione su mappa può scombinarti il piano A...
Ripeto, non si tratta di roba drammatica che pone Brass a un livello apprezzabile solo da hard-gamer, ma certo non è nemmeno uno di quei giochi che alla prima partita non pongono dubbi di regolamento. Tipo i giochi di Mac Gerdts.
 
Ultima modifica:

eomer

Maestro
Registrato
21 Gennaio 2009
Messaggi
1.003
Località
cerveteri (roma)
Goblons
179
Per me non lo trovate tortuoso perché siete giocatori navigati e ormai lo giocate col pilota automatico. A giocatori meno esperti, o che si approcciano a un Brass per la prima volta, il dover tenere conto delle particolarità può rappresentare un problema; pensate solo all'azione di costruzione fatta usando una carta edificio: per posizionare l'edificio devi tenere conto della TUA rete, ma per il carbone che vai eventualmente a spendere devi tenere conto dei collegamenti in senso generale, non solo quelli della tua rete. E poi di norma le risorse nella maggior parte dei giochi sono pressoché interscambiabili, non ce ne sono molti che ti diano delle condizioni per usarne una, e altre condizioni per usarne un'altra.
Unite al tutto il fatto che Brass è di per sè un gioco complesso, che richiede applicazione mentale, capacità di leggere avanti per un certo numero di mosse e al contempo avere un piano B perché l'interazione su mappa può scombinarti il piano A...
Ripeto, non si tratta di roba drammatica che pone Brass a un livello apprezzabile solo da hard-gamer, ma certo non è nemmeno uno di quei giochi che alla prima partita non pongono dubbi di regolamento. Tipo i giochi di Mac Gerdts.
Quando si và su un Brass o su un Barrage si parla sempre di giochi apprezzabili solo da giocatori esperti.
Non lo proporrei mai a qualcuno che ha giocato solo stone age o robetta simile per dire. Nove volte su dieci ci sarebbe la crisi di rigetto immediata. Ho imparato negli anni che giochi di questa complessità piacciono solo ad una piccola parte della platea dei giocatori da tavolo. E che cmq ci si deve arrivare per gradi.
 
Ultima modifica:

Giauz

Babbano
Registrato
25 Gennaio 2021
Messaggi
25
Goblons
26
Per me non lo trovate tortuoso perché siete giocatori navigati e ormai lo giocate col pilota automatico. A giocatori meno esperti, o che si approcciano a un Brass per la prima volta, il dover tenere conto delle particolarità può rappresentare un problema. Già di base le risorse nella maggior parte dei giochi sono pressoché interscambiabili, non ce ne sono molti che ti diano delle condizioni per usarne una, e altre condizioni per usarne un'altra. Ma pensate all'azione di costruzione fatta usando una carta edificio: per posizionare l'edificio devi tenere conto della TUA rete, ma per il carbone che vai eventualmente a spendere devi tenere conto dei collegamenti in senso generale, non solo quelli della tua rete. E devi prendere quello più vicino alla destinazione, quindi devi pure pensare a chi stai avvantaggiando.

Unite al tutto il fatto che Brass è di per sè un gioco complesso, che richiede applicazione mentale, capacità di leggere avanti per un certo numero di mosse e al contempo avere un piano B perché l'interazione su mappa può scombinarti il piano A...
Ripeto, non si tratta di roba drammatica che pone Brass a un livello apprezzabile solo da hard-gamer, ma certo non è nemmeno uno di quei giochi che alla prima partita non pongono dubbi di regolamento. Tipo i giochi di Mac Gerdts.

Da neo-giocatore di Brass (Lancashire) aggiungo i miei 2 centesimi se possono aiutare:

letto il regolamento la prima volta, e riletto metà una seconda volta, mi pareva completamente di perdere il senso del gioco

mi sono appoggiato a un tutorial (cosa che non faccio quasi mai): visti un paio a metà, ancora decisamente nebuloso

poi, l'epifania (il video di Gaming Rules!):

ogni tassello è andato al suo posto con semplicità (inteso come regole, ché, poi giocare bene, è un'altra storia)

Per me ora è un gioco che definirei di complessità media (ovviamente indice del tutto relativo in assenza di riferimenti), pur se altamente (discretamente?) strategico.

Dico questo perché a mio avviso sarebbe un peccato starne lontani assumendo che sia un gioco particolarmente complesso sotto il profilo del regolamento.
 

Sasha80

Esperto
Registrato
25 Luglio 2019
Messaggi
520
Località
Siena
Goblons
186
Io gioco German
I love Basket
Scimmia onnipresente
I Love Birra
Utente Bgg
Sasha_80_
Board Game Arena
Sasha_80_
Quando si và su un Brass o su un Barrage si parla sempre di giochi apprezzabili solo da giocatori esperti.
Non lo proporrei mai a qualcuno che ha giocato solo stone age o robetta simile per dire. Nove volte su dieci ci sarebbe la crisi di rigetto immediata. Ho imparato negli anni che giochi di questa complessità piacciono solo ad una piccola parte della platea dei giocatori da tavolo. E che cmq ci si deve arrivare per gradi.
io alla mia ragazza ho proposta una cura shock in cui Brass e Barrage son stati tra i primi cinghiali che le ho proposto (tipo da Carcassone a Schythe ci ha messo un po ma poi da lì le ho sparato in rapida sequenza questi due), all'inizio mi ha un po detestato ma alla lunga ha funzionato ed ora padroneggia abbastanza bene giochi di tutti i livelli
 
Alto