Generale Eklund/Tascini/Meeple con la camicia/Gerdts/Seyfarth/Burke/Georges sono suprematisti bianchi?

LeonardoM

Veterano
Registrato
18 Novembre 2019
Messaggi
630
Goblons
120
Tolkien
COIN
Io gioco col Giallo!
Il Trono di Spade
Twilight Imperium
Jurassic Pack
Maria
Il puzzillo del Sud
Il Meeple con la camicia
Scimmia onnipresente
E il tuo dipendente ti farebbe causa, e se avesse ragione la vincerebbe. Siamo d'accordo. Ma non mi pare che questo contrasti la mia affermazione che la libertà di parola è legata alla libertà di esprimere opinioni senza persecuzioni dello Stato, non senza reazioni dell'opinione pubblica o di terzi.
Il fatto è che sarei nel torto anche se la legge non gli permettesse di farmi causa.
La libertà di parola prevede anche il diritto a non essere molestati per la propria opinione, e non solo dallo Stato, che anzi deve farsi garante di questo diritto, è ben specificato nella dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.
 

edwood

Novizio
Registrato
11 Ottobre 2019
Messaggi
135
Goblons
48
Black Orchestra
7th Continent
Battlestar Galactica
Non stai giudicando la sproporzione delle conseguenze e infatti sbagli, perchè il problema è quello.
Stiamo parlando di singole persone, per esempio Eklund, e, per quanto estremi siano i due esempi che abbiamo fatto, lasua situazione è molto più vicina al mio che non al tuo, e il fatto di non vederlo crea mostri.
Il mio assoluto è Dio, che ti garantisce l'immortalità dell'anima; quindi ogni cosa, inclusa la libertà di parola, la democrazia, la vita terrena propria e altrui le sacrifico volentieri: eccoti un assoluto che ha una logica solida e con inevitabili conseguenze.
Io NON stavo parlando di singole persone. Rispondevo a Delia che trova la frase "Free speech is not freedom from consequence" gravissima, mentre secondo me è un concetto condivisibile e mi sembrava stimolante confrontarsi su quello. Tutto qua. Ma dato che sbaglio, chiudo qui la conversazione.
 

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente
Io NON stavo parlando di singole persone. Rispondevo a Delia che trova la frase "Free speech is not freedom from consequence" gravissima, mentre secondo me è un concetto condivisibile e mi sembrava stimolante confrontarsi su quello. Tutto qua. Ma dato che sbaglio, chiudo qui la conversazione.
qui dipende dal concetto che uno sottointende. Se dici io non amo questa cosa che stai dicendo, ne discuto e, forse, non compro piu' i tuoi giochi e' un discorso, il problema e; che e; evidente che la situazione e' sfuggita di mano e si passa all'intimidazione, alle denunce, alle campagne d'odio perche' ora coinvolgono anche la casa editrice con forti pressioni come hanno fatto nel caso di Tascini. Qui si parla di pressioni forti al livello della distribuzione dei giochi. Allora qui siamo al fascismo per me.

Inoltre opinioni opposte sugl istessi punti sono utili perche' servono a creare un punto di incontro ed una visione intermedia che e' l'unica (e ribadisco l'unica) realmente democratica e equilibrata senza derive di sx e dx assolutamente pericolose e ch eportano semrpe a totali disastri, a assolutismi ed a sofferenza, oscurantismo e oppressione.
 

Thegoodson

Onnisciente
Registrato
22 Maggio 2013
Messaggi
3.569
Località
Brescia
Goblons
521
Io NON stavo parlando di singole persone. Rispondevo a Delia che trova la frase "Free speech is not freedom from consequence" gravissima, mentre secondo me è un concetto condivisibile e mi sembrava stimolante confrontarsi su quello. Tutto qua. Ma dato che sbaglio, chiudo qui la conversazione.
Si ma non offenderti. Ti ho pure dato ragione in assoluto. Anche perchè in assoluto non ti si può dire nulla, è ovvio che ogni parola ha delle conseguenze.
 

edwood

Novizio
Registrato
11 Ottobre 2019
Messaggi
135
Goblons
48
Black Orchestra
7th Continent
Battlestar Galactica
Si ma non offenderti. Ti ho pure dato ragione in assoluto. Anche perchè in assoluto non ti si può dire nulla, è ovvio che ogni parola ha delle conseguenze.
Nessuna offesa, ma forse effettivamente un forum non è (per me) il posto più adatto dove affrontare argomenti così complessi e difficilmente riassumibili in poche righe senza generare incomprensioni, quindi ha senso cercare di stare più sugli esempi concreti.
 

LeonardoM

Veterano
Registrato
18 Novembre 2019
Messaggi
630
Goblons
120
Tolkien
COIN
Io gioco col Giallo!
Il Trono di Spade
Twilight Imperium
Jurassic Pack
Maria
Il puzzillo del Sud
Il Meeple con la camicia
Scimmia onnipresente
Se dici io non amo questa cosa che stai dicendo, ne discuto e, forse, non compro piu' i tuoi giochi e' un discorso.
Questa è una posizione lecita infatti, il problema è il velato ricatto economico ad una piccola casa editrice che è evidentemente in una posizione finanziaria precaria; quello che spaventa è l’uso spregiudicato di qualsiasi forma di potere, per quanto piccola, per imporre la propria idea.
 

Thegoodson

Onnisciente
Registrato
22 Maggio 2013
Messaggi
3.569
Località
Brescia
Goblons
521
Per Faro59, Bah ormai tutti si sentono in dovere di dire cose che non gli competono, senza avere basi, consocenze... niente.... fenomeno amplificato coi social....
Francamente adesso mi limito a guardare le azioni (chi fa e non fa cosa) e non le parole, troppe e troppo manipolabili, sennò non se ne esce più...
 

Elijah

Gran Maestro
Registrato
9 Luglio 2010
Messaggi
1.219
Località
Ticino
Sito Web
giochintavola.ch
Goblons
57
Utente Bgg
Elijah Six
Io NON stavo parlando di singole persone. Rispondevo a Delia che trova la frase "Free speech is not freedom from consequence" gravissima, mentre secondo me è un concetto condivisibile e mi sembrava stimolante confrontarsi su quello. Tutto qua. Ma dato che sbaglio, chiudo qui la conversazione.

Secondo me hai ragione tu. :asd:

Il problema dell'etica è che non ci sono risposte assolute e definitive (su come ci si debba comportare e perché).

Il vaso di Pandora a confronto è nulla... 😅

La libertà di per sé è un valore ambiguo. In termini assoluti, la libertà è problematica. Sono libero di ucciderti? Se la risposta è no, significa che tale libertà ha delle restrizioni, quindi non è assoluta. Come mai? Perché entrano in gioco altri valori (ad esempio la vita), la libertà degli altri (la mia libertà finisce dove inizia la tua), ecc.

La libertà di opinione ti permette di diffamare gli altri? Se la risposta è no, significa che tale libertà ha delle restrizioni. Come mai? Perché entrano in gioco altri valori (ad esempio il rispetto, la tolleranza, la dignità).

In ambito etico, la domanda di quale valore vogliamo mettere in cima alla nostra piramide (creare una gerarchia tra i valori positivi esistenti stabilendo quali sono più importanti e quali meno), non porta a risposte univoche, anzi, apre un grosso dibattito, senza risposte assolute.

Cosa è più importante? La vita, la dignità, la responsabilità, la libertà, la giustizia, la collettività, ecc.?

Sono un malato terminale di cancro e mi ritrovo in uno stato pietoso. Ciò che mi aspetta è una morte lenta e dolorosa. Sono libero di potermi togliere la vita? È più importante la mia vita o la mia libertà di azione? Se una vita non è più degna di essere vissuta, ha senso continuare a difenderla ad ogni costo, privandomi della libertà di porre fine a una vita non degna?

Sono tutte domande molto difficili. I casi al limite sono quelli più interessanti, perché ci obbligano a riflettere.

Tutte le nostre azioni hanno delle conseguenze. Affermare ciò mi sembra una banalità.

Se io in nome della libertà di espressione faccio discorsi razzisti, pensando che la libertà sia più importante del rispetto, della tolleranza, della dignità umana, dell'eguaglianza, dovrò subirne le conseguenze, com'è normale che sia.

Dal mio punto di vista, è scontato affermare che NON siamo liberi di dire tutto ciò che vogliamo, sebbene la libertà sia un valore positivo e prezioso, da difendere. Ma in determinate circostanze altri valori (anch'essi positivi), a mio avviso, sono più importanti. Ciò significa che la libertà ha dei limiti, deve averne, per poter risplendere.

Una delle pecche più grandi dei social justice warriors, a mio avviso, sta nella loro mancanza di comunicazione assertiva. Chi comunica in modo aggressivo, dal mio punto di vista, salvo rare eccezioni, è di norma nel torto, indipendentemente dal messaggio che vuole trasmettere.

Il tanto criticato esclusivismo dei presunti razzisti è presente in forma diversa anche nei social justice warriors. E questo non è un bene.

La pluralità e la diversità sono valori importanti da difendere. Quindi non tutto è consentito e lecito, ma una pluralità e diversità di fondo devono poterci essere, nei limiti consentiti.
 
Ultima modifica:

Pilota

Novizio
Registrato
17 Luglio 2013
Messaggi
179
Località
Milano
Goblons
86
Beh ma in assoluto (non nel caso specifico di Elklund, dove non entro nel merito) è proprio così. La libertà di parola garantisce che tu possa esprimere qualsiasi opinione senza venire arrestato per questo, mica che tu possa dire qualsiasi cosa senza che la gente possa criticarti o non comprare le tue opere se non è d'accordo... per me sono intese in questo senso le "consequence".
Le parole sono importanti, e ognuno di noi si assume la responsabilità di dirle sia in ambito privato, sia in ambito pubblico.
Ni, ci sono dei limiti ovviamente ma ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione. (Preso paro paro dalla dichiarazione dei diritti universali dell’uomo)
Il diritto alla libertà d’espressione non è un diritto assoluto (quindi si non vuol dire libertà dalle conseguenze, ma è un concetto moooolto riduttivo perché non si specifica quali sono queste conseguenza, lasciando libera interpretazione su cosa si intende per “conseguenze”, non entro nemmeno nel merito sul chi sia a dover decidere tali conseguenze) e la legislazione può proibire a una persona di incitare alla criminalità o alla violenza o fare apologia della discriminazione e dell’odio. Tale forma di libertà è limitata quando è in conflitto con i diritti o i valori di altre persone. Delineare il confine non è facile, ci sono interi trattati a riguardo, ma generalmente il limite è quello di salvaguardare la dignità e l’onorabilità della persona (quindi calunnie ecc e parlando di persone fisiche ovviamente, poi ci sono tutte le altre riguardanti l’interesse pubblico, ordine pubblico, salvaguardia dei valori costituzionali, ecc)

riassumenre tutto in libertà d’espressione non singifica libertà dalle conseguenze è una fallacia pericolosa; secondo tale logica nell’Italia fasciata c’era la libertà d’espressione (idem nella Germania nazista o in altri stati attuali)

ps: la critica ad un’opinione rientra di fatto nel diritto di critica. Hai il diritto di poterlo fare, non hai invece il diritto di pretendere il mio licenziamento o perseguitarmi su ogni forum, sito o video che pubblicassi. Quello che viene fatto dagli sjw come caso tascini o ant lab è proprio questo
Edit: da cell mi si sono incartati I quote, ho provato a modificare, spero di non aver fatto ancora più casino
 
Ultima modifica:

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente
Ni, ci sono dei limiti ovviamente ma ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione. (Preso paro paro dalla dichiarazione dei diritti universali dell’uomo)
Il diritto alla libertà d’espressione non è un diritto assoluto (quindi si non vuol dire libertà dalle conseguenze, ma è un concetto moooolto riduttivo perché non si specifica quali sono queste conseguenza, lasciando libera interpretazione su cosa si intende per “conseguenze”, non entro nemmeno nel merito sul chi sia a dover decidere tali conseguenze) e la legislazione può proibire a una persona di incitare alla criminalità o alla violenza o fare apologia della discriminazione e dell’odio. Tale forma di libertà è limitata quando è in conflitto con i diritti o i valori di altre persone. Delineare il confine non è facile, ci sono interi trattati a riguardo, ma generalmente il limite è quello di salvaguardare la dignità e l’onorabilità della persona (quindi calunnie ecc e parlando di persone fisiche ovviamente, poi ci sono tutte le altre riguardanti l’interesse pubblico, ordine pubblico, salvaguardia dei valori costituzionali, ecc)

riassumenre tutto in libertà d’espressione non singifica libertà dalle conseguenze è una fallacia pericolosa; secondo tale logica nell’Italia fasciata c’era la libertà d’espressione (idem nella Germania nazista o in altri stati attuali)

ps: la critica ad un’opinione rientra di fatto nel diritto di critica. Hai il diritto di poterlo fare, non hai invece il diritto di pretendere il mio licenziamento o perseguitarmi su ogni forum, sito o video che pubblicassi. Quello che viene fatto dagli sjw come caso tascini o ant lab è proprio questo
Edit: da cell mi si sono incartati I quote, ho provato a modificare, spero di non aver fatto ancora più casino
La frase che citi a mio nome non e' mia :cool:


Si concordo. Ad es. se con le tue parole scitte o orali arrechi danno ad una persona e' chiaro che la legge dovra' intervenire.
Il punto e' che pero' deve intervenire la legge non un gruppo di signori qualunque che decidono cosa e' il bene o cosa e' il male persino al di fuori della legge.

Parlare di liberta' di espressione e parola durante nazismo e fascismo mi lascia perplessa pero'...direi che non c'era o non ho capito cosa intendi.

Il punto come dicevi tu e' che queste persone pretendono la tua cancellazione se non corrispondi al loro modello. Gl iant lab games sono stati perseguitati con lo scopo o di pentirsi e umiliarsi o di uscire dal giro dei gioch ida tavolo e questo e' stato fatto volontariamente con attacchi durati 3 anni. Questo tip odi azioni persecutorie dovrebbe venire punito ed invece ad es BGG punisce coloro che denunciano la cosa eliminandoli in puro stile dittatoriale.
Idem Eklund. Eklund sta dicendo un sciocchezza, questo non vuol dire che, come hanno scritto, che la Ion dovrebbe cacciarlo. Perche' e' a questo che stanno mirando.
Se vedete e' lo stesso schema che con la Ant lab games: attacchi a cadenze precise in continuo fino a che non l'avranno vinta e la persona sara' cacciata e nessuno la fara' piu' lavorare in quel campo. Chiunque la difende cancellato. Questo lo fanno come azione studiata e progettata in continuo sistematicamente.
E' questo che intendo che e' molto grave.


Poi grave e' anche il fatto che chiamino critiche costruttive i monologhi di singole persone.
 
Ultima modifica:

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente
Secondo me hai ragione tu. :asd:

Il problema dell'etica è che non ci sono risposte assolute e definitive (su come ci si debba comportare e perché).

Il vaso di Pandora a confronto è nulla... 😅

La libertà di per sé è un valore ambiguo. In termini assoluti, la libertà è problematica. Sono libero di ucciderti? Se la risposta è no, significa che tale libertà ha delle restrizioni, quindi non è assoluta. Come mai? Perché entrano in gioco altri valori (ad esempio la vita), la libertà degli altri (la mia libertà finisce dove inizia la tua), ecc.

La libertà di opinione ti permette di diffamare gli altri? Se la risposta è no, significa che tale libertà ha delle restrizioni. Come mai? Perché entrano in gioco altri valori (ad esempio il rispetto, la tolleranza, la dignità).

In ambito etico, la domanda di quale valore vogliamo mettere in cima alla nostra piramide (creare una gerarchia tra i valori positivi esistenti stabilendo quali sono più importanti e quali meno), non porta a risposte univoche, anzi, apre un grosso dibattito, senza risposte assolute.

Cosa è più importante? La vita, la dignità, la responsabilità, la libertà, la giustizia, la collettività, ecc.?

Sono un malato terminale di cancro e mi ritrovo in uno stato pietoso. Ciò che mi aspetta è una morte lenta e dolorosa. Sono libero di potermi togliere la vita? È più importante la mia vita o la mia libertà di azione? Se una vita non è più degna di essere vissuta, ha senso continuare a difenderla ad ogni costo, privandomi della libertà di porre fine a una vita non degna?

Sono tutte domande molto difficili. I casi al limite sono quelli più interessanti, perché ci obbligano a riflettere.

Tutte le nostre azioni hanno delle conseguenze. Affermare ciò mi sembra una banalità.

Se io in nome della libertà di espressione faccio discorsi razzisti, pensando che la libertà sia più importante del rispetto, della tolleranza, della dignità umana, dell'eguaglianza, dovrò subirne le conseguenze, com'è normale che sia.

Dal mio punto di vista, è scontato affermare che NON siamo liberi di dire tutto ciò che vogliamo, sebbene la libertà sia un valore positivo e prezioso, da difendere. Ma in determinate circostanze altri valori (anch'essi positivi), a mio avviso, sono più importanti. Ciò significa che la libertà ha dei limiti, deve averne, per poter risplendere.

Una delle pecche più grandi dei social justice warriors, a mio avviso, sta nella loro mancanza di comunicazione assertiva. Chi comunica in modo aggressivo, dal mio punto di vista, salvo rare eccezioni, è di norma nel torto, indipendentemente dal messaggio che vuole trasmettere.

Il tanto criticato esclusivismo dei presunti razzisti è presente in forma diversa anche nei social justice warriors. E questo non è un bene.

La pluralità e la diversità sono valori importanti da difendere. Quindi non tutto è consentito e lecito, ma una pluralità e diversità di fondo devono poterci essere, nei limiti consentiti.

I sjw giudicano e puniscano come fossero loro la legge e credo che per tutti qui il problema sia questo.

Penso poi che ognuno per se possa decidere come vuole finche' non danneggia gli altri. Se uno vuole morire perche' e' malato terminale e sta soffrendo dovrebbe avere il diritto di prendere questa decisione ad es. Se non credi al covid come Eklund hai diritto di non crederci pero' se ti avvicini alla gente l odevi fare con la protezione per rispetto della vita degli altri.

E' chiaro che tutto e' un equilibrio.

Ma qui i sjw se lo sono scordato completamente. Tutto deve essere come vogliono loro a tutti i costi nella loro visione della societa'. Infatti affermano anche che il fine giustifica i mezzi su BGG ed anche questo e' molto pericoloso da affermare, possono esserci casi seri e rarissimi in cui uno e' costretto ad agire secondo questo concetto..ma non ovunque come fanno loro.

La liberta' di parola e pensiero come concetto base va mantenuta sempre e comunque. I limiti sono gia' dati dalle leggi e si rivolgono a precise situazioni e, francamente, in tutte quelle che conosco citate su BGG non ce ne vedo neanche una per ora ed anche questo e' grave per me.
 
Ultima modifica:

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente
Comunque o gli editori formano un'associazione contro questo tipo di attacchi o ci ritroveremo con una marea di designer bravi licenziati sostituiti da quelli che piacciono ai sjw. Se saranno bravi o mezze calzette, poco importera'.

Ricordiamoci che questo sara' il futuro.

Pero' io risparmiero' in giochi da tavolo ...il che potrebbe avere i suoi lati positivi. :asdgr: :asdgr: :asdgr: :asdgr: :asdgr:
Ovviamente sarebbe molto triste...
 

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente

"Looking at my games... Nidavellir, Caverna, and Roll Player all have female dwarfs. It would be a shocker if there wasn't a female dwarf. That would be going against the times."

Mi fa anche piacere la presenza di nane ma la lagna associata (o lasagna) e' insopportabile, Io mi "scioccherei" per cose piu' importanti e fondamentali.
Alla fine non importa cominciare a risolvere i veri problemi, ma non offendere queste anime belle. Ho realizzato che e' questo che mi da' noia: io ci vedo l'egocentrismo. " Io non voglio essere offeso: IO". E' irritante. Mi sembrano dei bambini viziati.


Decine di commenti cancellati al solito.
 
Ultima modifica:

Patsy

Iniziato
Registrato
13 Ottobre 2016
Messaggi
325
Località
Vignate (MI)
Goblons
226
Utente Bgg
ifikrate
All'inizio del thread:
"Is a pity thinking that majority of people doesn't see female character like warriors"
Prego, se volete andare anche in guerra fate pure... contente le signore 🤣🤣🤣
 

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente
All'inizio del thread:
"Is a pity thinking that majority of people doesn't see female character like warriors"
Prego, se volete andare anche in guerra fate pure... contente le signore 🤣🤣🤣

La frase e' pietosa e sembra quella di una bambina. E l'editore risponde "non vi preoccupate ci sono ci sono le nane femmine" no via siamo al ridicolo e la frase sembra quella che uno rivolgerebbe al figlio.

Poi le donne soldato ci sono ovunque, che vuol dire la gente poi???
quale gente?ma che ne sa?

Siamo a dei livelli infimi ormai su BGG. Mi hanno segnalato il link se no non andavo di certo a leggere certi posts su BGG.
 
Ultima modifica:

Patsy

Iniziato
Registrato
13 Ottobre 2016
Messaggi
325
Località
Vignate (MI)
Goblons
226
Utente Bgg
ifikrate
Ormai
La frase e' pietosa e sembra quella di una bambina. E l'editore risponde "non vi preoccupate ci sono ci sono le nane femmine" no via siamo al ridicolo e la frase sembra quella che uno rivolgerebbe al figlio
Una volta d&d et similia era roba da maschi, anche un po' nerd.
Da cui una certa visione del mondo, anche femminile.
Ora invece siamo al contrario, con le signore che, secondo certuni almeno, non vedono l'ora di interpretare Nane con le barbe e le asce tutte intente a squartare goblin...
Boh. Detto così il contribuito femminile allo sviluppo del mondo fantasy è veramente di basso livello 😅🤣
Poi, oh, nessuno vieta niente. E il fantasy è bello perché ognuno sogna/immagina quel che vuole...
Certo che, se uno vuole un fa tasy più realistico, dovrebbe ripensare a ruoli femminili un po' diversi...
 

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente
Ormai

Una volta d&d et similia era roba da maschi, anche un po' nerd.
Da cui una certa visione del mondo, anche femminile.
Ora invece siamo al contrario, con le signore che, secondo certuni almeno, non vedono l'ora di interpretare Nane con le barbe e le asce tutte intente a squartare goblin...
Boh. Detto così il contribuito femminile allo sviluppo del mondo fantasy è veramente di basso livello 😅🤣
Poi, oh, nessuno vieta niente. E il fantasy è bello perché ognuno sogna/immagina quel che vuole...
Certo che, se uno vuole un fa tasy più realistico, dovrebbe ripensare a ruoli femminili un po' diversi...
Secondo me il problema e' proprio il modo in cui viene impostata la discussione da questa gente: sembra di essere all'asilo nido. Il mondo che li circonda non e' una loro personale seduta terapeutica per sentirsi meglio e che si deve adattare ai loro bisogni.

A me diverte uccidere mostri in Jaws of the lion, ma prendo anche i personaggi maschili senza problemi. Poi ben vengano i personaggi femminili, ma non facciamo drammi. Ci sono ben altri problemi e vanno risolti in tutta un'altra maniera. La storia delle nane non serve a nulla e neanche delle donne viste come guerriere. Servirebbero cose ben diverse.
 

Badger28

Onnisciente
Registrato
15 Marzo 2010
Messaggi
3.933
Località
Padova
Goblons
437
TdG Fire SysAdmin
Tolkien
El Grande
Il Trono di Spade
Rage
Philip K. Dick
Il Meeple con la camicia
Concordia
Alta Tensione
H.P. Lovecraft
I Love Birra
Io gioco col Viola!
Agzaroth sorpreso
Utente Bgg
RickNash
Board Game Arena
BericBadgerrion
Ormai

Una volta d&d et similia era roba da maschi, anche un po' nerd.
Togliamo tranquillamente "un po'".
Da cui una certa visione del mondo, anche femminile.

Ora invece siamo al contrario, con le signore che, secondo certuni almeno, non vedono l'ora di interpretare Nane con le barbe e le asce tutte intente a squartare goblin...
Boh. Detto così il contribuito femminile allo sviluppo del mondo fantasy è veramente di basso livello 😅🤣
Poi, oh, nessuno vieta niente. E il fantasy è bello perché ognuno sogna/immagina quel che vuole...
Certo che, se uno vuole un fa tasy più realistico, dovrebbe ripensare a ruoli femminili un po' diversi...
Il mio ultimo personaggio (tecnicamente non d&d, ma Warhammer Fantasy) è stato una menestrella estremamente affascinante (ma lievemente psicopatica) che sapeva fare poco o nulla tranne ballare, cantare e esercitare il proprio charme. Certo con un pugnale sempre pronto. Altro che Nani squartatori :alesisi:
 

Delia

Grande Goblin
Registrato
29 Marzo 2019
Messaggi
9.219
Località
Estero
Goblons
2.689
Alien
H.P. Lovecraft
Agricola
Miss Meeple
Gioca Giullari
Il Meeple con la camicia
Triade il verde è troppo verde!
Al4opiù
Agzaroth sorpreso
Il puzzillo del Sud
Tolkien
Tocca a Te
Gloomahaven
I Love Birra
Nemesis
I love Fedellow
Io gioco col Verde!
Terra Mystica
Arkham Horror LCG
Scimmia onnipresente

e anche Kokopelli di Feld....

Puo' essere una bella cosa coinvolgere i nativi, ma non possono cercare di imporsi chiedendo i nomi e cognomi di chi ha lavorato nel progetto magari per poi indagarle una per una e attaccarle sui social etc...etc...etc...ci sono anche norme di privacy

Poi sono 3 persone che commentano arrabbiate, 3!!!! a cui tutti si dovrebbero inchinare?

Un'arroganza micidiale.

Ma chi sono la polizia dei servizi segreti?
 
Ultima modifica:
Alto