Dubbi Struggle of Empires Edizione Deluxe

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Allora parliamo di questo bellissimo gioco, ma che presenta un regolamento scritto con i piedi, oltre che un errore sulle plance giocatori.

Come specificato nelle faq ufficiali: https://boardgamegeek.com/filepage/207713/struggle-empires-deluxe-faq
Hanno commesso un errore di stampa e le azioni: "colonizzare una colonia e commercio con la costa d'oro" sono da considerarsi azioni regolari (ma per turno ne posso fare solo una delle 2)

Ma passiamo al mio dubbio principale:

1) quando si dichiara un attacco e vi è la chiamata per gli alleati a partecipare, questi sono obbligati a partecipare... oppure possono decidere di rifiutarsi e non impegnare le unità?
 

oracolodidelfi

Veterano
Registrato
30 Novembre 2017
Messaggi
783
Località
Lago Trasimeno
Goblons
33
Dostoevskij
AuZtralia
Puerto Rico
Vanuatu
Hannibal
1) quando si dichiara un attacco e vi è la chiamata per gli alleati a partecipare, questi sono obbligati a partecipare... oppure possono decidere di rifiutarsi e non impegnare le unità?
Possono
a- non partecipare
b- dare una o più navi
c- dare una o più armata di terra
d- dare una o più armata di entrambi i tipi

Ricorda che il supporto per Attaccante e Difensore si ricerca prima di dichiarare battaglia (insomma quando si pagano le due monete). Una volta pagata l'azione gli alleati devono mostrare di adempiere alle promesse: da notare che chi non aderiva prima del pagamento non può poi ripensarci e partecipare.
La fase del mercanteggiamento del supporto è estremamente dinamica, visto che gli alleati possono essere "comprati" a soldi dalle due parti (si può pagare un alleato per averlo dalla propria parte, o un non alleato per non farlo entrare nel combattimento con l'avversario). Se non si hanno soldi si prende il prestito e il relativo punto caos (non so come si chiami in questa versione)

Su BGG trovi una discussione
quì
 

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Possono
a- non partecipare
b- dare una o più navi
c- dare una o più armata di terra
d- dare una o più armata di entrambi i tipi

Ricorda che il supporto per Attaccante e Difensore si ricerca prima di dichiarare battaglia (insomma quando si pagano le due monete). Una volta pagata l'azione gli alleati devono mostrare di adempiere alle promesse: da notare che chi non aderiva prima del pagamento non può poi ripensarci e partecipare.
La fase del mercanteggiamento del supporto è estremamente dinamica, visto che gli alleati possono essere "comprati" a soldi dalle due parti (si può pagare un alleato per averlo dalla propria parte, o un non alleato per non farlo entrare nel combattimento con l'avversario). Se non si hanno soldi si prende il prestito e il relativo punto caos (non so come si chiami in questa versione)

Su BGG trovi una discussione
quì
perfetto, tutto ok. Devo dire che il manuale è scritto in maniera non proprio chiarissima
 

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Possono
a- non partecipare
b- dare una o più navi
c- dare una o più armata di terra
d- dare una o più armata di entrambi i tipi

Ricorda che il supporto per Attaccante e Difensore si ricerca prima di dichiarare battaglia (insomma quando si pagano le due monete). Una volta pagata l'azione gli alleati devono mostrare di adempiere alle promesse: da notare che chi non aderiva prima del pagamento non può poi ripensarci e partecipare.
La fase del mercanteggiamento del supporto è estremamente dinamica, visto che gli alleati possono essere "comprati" a soldi dalle due parti (si può pagare un alleato per averlo dalla propria parte, o un non alleato per non farlo entrare nel combattimento con l'avversario). Se non si hanno soldi si prende il prestito e il relativo punto caos (non so come si chiami in questa versione)

Su BGG trovi una discussione
quì
unica nota, mi pare di capire che questo vale per le battaglie di terra, a pagina 19 per gli scontri navali dice che si possono rifiutare
 

oracolodidelfi

Veterano
Registrato
30 Novembre 2017
Messaggi
783
Località
Lago Trasimeno
Goblons
33
Dostoevskij
AuZtralia
Puerto Rico
Vanuatu
Hannibal
unica nota, mi pare di capire che questo vale per le battaglie di terra, a pagina 19 per gli scontri navali dice che si possono rifiutare
Sì, gli scontri navali sono facoltativi. Oltretutto si fanno solo negli spazi confinanti con il mare (tutti esclusi Germania ed Europa Centrale). All'epoca non è che ci fossero queste battaglie navali: era più una questione di capacità logistiche e di controllo dei mari(solitamente a favore dei britannici o, al massimo, dei francesi).

Considera che non ho il regolamento italiano, ma da quello inglese dovrebbe essere così.
L'attaccante dichiara guerra (a una potenza o un segnalino neutrale)
Si organizza la fase diplomatica e di dichiarazione come nei post sopra esposti

Quindi si arriva al punto che si sa qual è l'entità delle forze in campo: numero di unità dell'attaccante, quelle prestate dagli alleati, i vari bonus delle tiles. Idem per il difensore
La battaglia può tenersi solo se entrambi i contendenti hanno almeno una nave a disposizione: se solo uno di essi ce l'ha allora la battaglia non si fa e il soggetto ha un bonus +1 nella successiva battaglia di terra
Se entrambi hanno almeno una nave, allora può nascere la battaglia navale. Parla per primo l'attaccante (ha sempre questo onere): se non vuole combattere concede automaticamente il bonus al difensore.
Se vuole attaccare (attacca con tutte le navi, non può fare cernite, anche perchè inutile risparmiare visto il sistema di combattimento) lo dichiara e vede cosa dice il difensore. Se questi rifiuta, allora l'attaccante prende il bonus +1 alla battaglia terrestre. Se il difensore accetta si va a tirare i dadi. Si vede chi vince e prende il bonus +1 terrestre e si elimina una unità del perdente (con conseguente unrest) e si elimina una unità se si è fatto 7. In caso di pareggio tutti pagano una nave

Ricorda un punto importante. Gli alleati locali che hanno capacità navale e terrestre possono intervenire solo in una di queste battaglie. Inoltre non intervengono nella battaglia se l'attaccante/difensore non ha almeno una unità del tipo in questione. Insomma, io sono alleato con il Portogallo e voglio combattere in Sud America, dove ho una nave e due armate. Prima della battaglia voglio sfruttare il bonus del Portogallo nella battaglia navale, allora lo dichiaro e il Portogallo per questa battaglia ha finito. Se io avessi, invece, 0 navi, non posso sfruttare l'appoggio del Portogallo per la battaglia navale e automaticamente mi entrerebbe come bonus nella battaglia terrestre. Gli alleati locali, quindi, non attaccano e non difendono se non hai una tua armata.
Altro punto: le potenze maggiori neutrali (se giocate in meno di 7) intervengono sempre in appoggio, ma non perdono mai unità

Altro punto: l'attaccante/difensore che perde unità ne paga almeno una unità, se ne ha in gioco. La seconda (per la regola del 7) può essere di un alleato. Se non ha unità coinvolte, allora sono gli alleati a pagare l'intero scotto delle perdite

Concordo che il regolamento non è scritto bene (è chiaramente opera di uno che conosce il gioco e scrive per chi lo conosce) ma la fase del combattimento è obiettivamente farraginosa. E' l'unica cosa un po' scomoda di un gioco piuttosto chiaro (setup, asta, azioni, conteggio punti) e per me semplice. D'altronde l'azione "Attacco" copre 6 pagine su 24
 

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Sì, gli scontri navali sono facoltativi. Oltretutto si fanno solo negli spazi confinanti con il mare (tutti esclusi Germania ed Europa Centrale). All'epoca non è che ci fossero queste battaglie navali: era più una questione di capacità logistiche e di controllo dei mari(solitamente a favore dei britannici o, al massimo, dei francesi).

Considera che non ho il regolamento italiano, ma da quello inglese dovrebbe essere così.
L'attaccante dichiara guerra (a una potenza o un segnalino neutrale)
Si organizza la fase diplomatica e di dichiarazione come nei post sopra esposti

Quindi si arriva al punto che si sa qual è l'entità delle forze in campo: numero di unità dell'attaccante, quelle prestate dagli alleati, i vari bonus delle tiles. Idem per il difensore
La battaglia può tenersi solo se entrambi i contendenti hanno almeno una nave a disposizione: se solo uno di essi ce l'ha allora la battaglia non si fa e il soggetto ha un bonus +1 nella successiva battaglia di terra
Se entrambi hanno almeno una nave, allora può nascere la battaglia navale. Parla per primo l'attaccante (ha sempre questo onere): se non vuole combattere concede automaticamente il bonus al difensore.
Se vuole attaccare (attacca con tutte le navi, non può fare cernite, anche perchè inutile risparmiare visto il sistema di combattimento) lo dichiara e vede cosa dice il difensore. Se questi rifiuta, allora l'attaccante prende il bonus +1 alla battaglia terrestre. Se il difensore accetta si va a tirare i dadi. Si vede chi vince e prende il bonus +1 terrestre e si elimina una unità del perdente (con conseguente unrest) e si elimina una unità se si è fatto 7. In caso di pareggio tutti pagano una nave

Ricorda un punto importante. Gli alleati locali che hanno capacità navale e terrestre possono intervenire solo in una di queste battaglie. Inoltre non intervengono nella battaglia se l'attaccante/difensore non ha almeno una unità del tipo in questione. Insomma, io sono alleato con il Portogallo e voglio combattere in Sud America, dove ho una nave e due armate. Prima della battaglia voglio sfruttare il bonus del Portogallo nella battaglia navale, allora lo dichiaro e il Portogallo per questa battaglia ha finito. Se io avessi, invece, 0 navi, non posso sfruttare l'appoggio del Portogallo per la battaglia navale e automaticamente mi entrerebbe come bonus nella battaglia terrestre. Gli alleati locali, quindi, non attaccano e non difendono se non hai una tua armata.
Altro punto: le potenze maggiori neutrali (se giocate in meno di 7) intervengono sempre in appoggio, ma non perdono mai unità

Altro punto: l'attaccante/difensore che perde unità ne paga almeno una unità, se ne ha in gioco. La seconda (per la regola del 7) può essere di un alleato. Se non ha unità coinvolte, allora sono gli alleati a pagare l'intero scotto delle perdite

Concordo che il regolamento non è scritto bene (è chiaramente opera di uno che conosce il gioco e scrive per chi lo conosce) ma la fase del combattimento è obiettivamente farraginosa. E' l'unica cosa un po' scomoda di un gioco piuttosto chiaro (setup, asta, azioni, conteggio punti) e per me semplice. D'altronde l'azione "Attacco" copre 6 pagine su 24
si infatti, tutto il resto è chiarissimo, ma per chi non ha giocato la precedente edizione diventa un bel casino. Comunque grazie per i chiarimenti
 

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Qualche altro dubbio:
1) Se attacco una regione con un control marker di una grande potenza, ma questa non ha unità di terra (fanteria\forti), si esegue comunque tutta la procedura (tiri di dado e tutto il resto), senza contare i bonus derivanti dalle unità? Mi sembra di capire di si
2) Le perdite del 7 del dado, si considerano sia nello scontro navale che in quello terrestre... oppure una sola volta? Facciamo che faccio un 7 sia in una battaglia navale che in quella terrestre... perdo 2 unità e pesco 2 segnalini tensione? Inoltre la perdita mi pare di capire che si applica alla fine dell'intera azione di attacco, corretto?
3) Per le perdite, sceglie il giocatore che ha subito la perdita... se perdere una sua unità o quella di una dei suoi alleati? Da quello che ho capito, prima la perde il giocatore attaccante\difensore, se questi non hanno unità, le devono perdere gli alleati al loro posto.
 

oracolodidelfi

Veterano
Registrato
30 Novembre 2017
Messaggi
783
Località
Lago Trasimeno
Goblons
33
Dostoevskij
AuZtralia
Puerto Rico
Vanuatu
Hannibal
Qualche altro dubbio:
1) Se attacco una regione con un control marker di una grande potenza, ma questa non ha unità di terra (fanteria\forti), si esegue comunque tutta la procedura (tiri di dado e tutto il resto), senza contare i bonus derivanti dalle unità? Mi sembra di capire di si
2) Le perdite del 7 del dado, si considerano sia nello scontro navale che in quello terrestre... oppure una sola volta? Facciamo che faccio un 7 sia in una battaglia navale che in quella terrestre... perdo 2 unità e pesco 2 segnalini tensione? Inoltre la perdita mi pare di capire che si applica alla fine dell'intera azione di attacco, corretto?
3) Per le perdite, sceglie il giocatore che ha subito la perdita... se perdere una sua unità o quella di una dei suoi alleati? Da quello che ho capito, prima la perde il giocatore attaccante\difensore, se questi non hanno unità, le devono perdere gli alleati al loro posto.
1) Si deve sempre fare la fase diplomatica iniziale. Se il difensore non ha nessuno che l'appoggi, comunque tira i dadi. Non ha chiaramente il bonus dell'army training (anche se ha più tessere dell'attaccante).
Non lo appoggiano gli alleati locali (pag 23), ma lo appoggino automaticamente le potenze maggiori non belligeranti (quelle non prese se si è meno di 7) a lui alleate e presenti nell'area di battaglia. E' possibile che il difendente con zero armate vinca o pareggi il tiro di dadi e quindi riesca a difendere il segnalino. Oltretutto non perderebbe unità in nessun modo
E' chiaro che in questo gioco si devono avere le probabilità ampiamente a favore se si vuole attaccare. Il rischio di perdite e di rovesci è troppo alto, e con un attacco andato a male si rischia di veder saltare la propria presenza in una regione
2) Le perdite del 7 valgono sempre, se si hanno unità da perdere. Se non hai unità da eliminare (o perchè eri privo di unità, oppure perchè ne avevi una ed è stata eliminata a causa della sconfitta in battaglia) non perdi nulla, né prendi il punto tensione (così lo chiami te. Unrest nell'originale)
3) Allora la prima perdita è sempre relativa ad una unità dell'attaccante/difendente. Se non presente la becca uno degli alleati (se ci sono) a scelta dell'attaccante/difendente. La seconda perdita, quella del 7, la becca un alleato, se c'è. La scelta comunque è demandata all'attaccante/difendente (potrebbe fare il signore e decidere di togliere un seconda unità)
Questo è spiegato abbastanza bene nel box marroncino di pagina 21
 

oracolodidelfi

Veterano
Registrato
30 Novembre 2017
Messaggi
783
Località
Lago Trasimeno
Goblons
33
Dostoevskij
AuZtralia
Puerto Rico
Vanuatu
Hannibal
Al di là della grafica e dei componenti, cos'è cambiato in sostanza a livello di regolamento?
Guarda, in home c'è un articolo di Agz sulla meccanica dell'asta di SoE è nei commenti c'è l'utente dip che ha fatto la stessa domanda. Lì trovi la mia risposta che ti copio incollo

"La nuova versione, però, ha alcune differenze con l'originale. Innanzi tutto giocano sempre sette potenze, indipendentemente dal numero di giocatori. A numero pieno (7) ciascuno gestisce una potenza maggiore e l'asta scorre come nella vecchia ed. Se si è meno di 7, esistono allora delle potenze "neutrali", non gestite dai giocatori, che a seguito dell'asta entrano a far parte di una delle alleanze e forniscono truppe di appoggio ai propri alleati in caso di battaglia (dipende ovviamente dalla loro disposizione sul tabellone)

Altre modifiche, non relative all'asta (è per rispondere a @Dig) riguardano le famose adiacenze in Europa (eliminate del tutto per togliere un elemento di confusione), lo spostamento via mare (ora c'è un dado speciale per eliminare in pratica l'affondamento delle unità, previo pagamento aka punti caos), alcune tile ricalibrate, così come l'azione "passa". E' possibile, come variante, arrendersi in una battaglia, senza perdere unità, ma solo il segnalino di controllo"

Trovi una disamina più approfondita però quì
E' la pagina di BGG dove si spiegano le modifiche e varianti della nuova versione in modo approfondito
 

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Ti ringrazio. per la 2 mi confermi che l'uccisione dell'unità (con conseguente unrest) si ottiene solo alla fine del combattimento?
Inoltre se faccio 7 sia nella battaglia navale che in quella terrestre, dovrò perdere 2 unità?
Grazie
 

oracolodidelfi

Veterano
Registrato
30 Novembre 2017
Messaggi
783
Località
Lago Trasimeno
Goblons
33
Dostoevskij
AuZtralia
Puerto Rico
Vanuatu
Hannibal
Ti ringrazio. per la 2 mi confermi che l'uccisione dell'unità (con conseguente unrest) si ottiene solo alla fine del combattimento?
Inoltre se faccio 7 sia nella battaglia navale che in quella terrestre, dovrò perdere 2 unità?
Grazie
Non credo di aver capito il punto. Spero di coglierlo quì sotto
L'azione attacco comporta due possibili battaglie in successione: quella navale e quella terrestre. La prima è facoltativa: è data la possibilità prima all'attaccante, e poi al difendente, di rinunciare. Se si fa, si tirano i dadi una sola volta e si vede il risultato. Sulla base di questo si eliminano le unità navali.
E' possibile che si elimini un totale di navi da 1 (uno sconfitto senza nessun 7 tra tutti e due) a 4 (pareggio, con risultato di 7 ai dadi per entrambi).
Le unità della battaglia navale rimanenti non entrano in quella successiva terrestre: si ha solo il famoso bonus +1 per il vincitore. Per cui si può dire che le unità navali le puoi togliere alla fine della battaglia navale o di quella terrestre, tanto non cambia nulla

La battaglia terrestre è obbligatoria (a meno che non giochiate con la variante) e funziona come quella navale, tenendo in conto i bonus relativi e il +1 per chi ha vinto la navale. Siccome si tirano i dadi una volta sola, è chiaro che eliminare le unità di terra alla fine del combattimento è come toglierle in sequenza. Anche quì ci possono essere perdite complessive che vanno da 1 unità di terra a 4, se si sommano quelle dei due contendenti. E' chiaro che qualche volta non ci siano unità da eliminare (attacchi o difese con singola unità) in caso di doppia eliminazione, per cui la seconda cade nel nulla. Il difendente con 0 armate non perde mai nulla, tranne il segnalino controllo, se perde la battaglia
 

vincyus

Grande Saggio
Registrato
26 Maggio 2014
Messaggi
3.209
Sito Web
www.youtube.com
Goblons
242
Utente Bgg
vincyus
Non credo di aver capito il punto. Spero di coglierlo quì sotto
L'azione attacco comporta due possibili battaglie in successione: quella navale e quella terrestre. La prima è facoltativa: è data la possibilità prima all'attaccante, e poi al difendente, di rinunciare. Se si fa, si tirano i dadi una sola volta e si vede il risultato. Sulla base di questo si eliminano le unità navali.
E' possibile che si elimini un totale di navi da 1 (uno sconfitto senza nessun 7 tra tutti e due) a 4 (pareggio, con risultato di 7 ai dadi per entrambi).
Le unità della battaglia navale rimanenti non entrano in quella successiva terrestre: si ha solo il famoso bonus +1 per il vincitore. Per cui si può dire che le unità navali le puoi togliere alla fine della battaglia navale o di quella terrestre, tanto non cambia nulla

La battaglia terrestre è obbligatoria (a meno che non giochiate con la variante) e funziona come quella navale, tenendo in conto i bonus relativi e il +1 per chi ha vinto la navale. Siccome si tirano i dadi una volta sola, è chiaro che eliminare le unità di terra alla fine del combattimento è come toglierle in sequenza. Anche quì ci possono essere perdite complessive che vanno da 1 unità di terra a 4, se si sommano quelle dei due contendenti. E' chiaro che qualche volta non ci siano unità da eliminare (attacchi o difese con singola unità) in caso di doppia eliminazione, per cui la seconda cade nel nulla. Il difendente con 0 armate non perde mai nulla, tranne il segnalino controllo, se perde la battaglia
perfetto, tutto chiaro. vediamo di provarlo stasera per la prima volta in 4.
Ti ringrazio per tutti i chiarimenti
 
Alto