Recensioni su Age of Steam Indice ↑

Articoli che parlano di Age of Steam Indice ↑

  • Approfondimenti
    | 9 commenti
    Inizia con quella dedicata a Martin Wallace una serie di monografie ludiche dedicate ai grandi autori, in parallelo con Radio Goblin. Seguiteci sulla homepage e se vi sentite particolarmente affezionati e ferrati su un autore,...
    Autore:
    Agzaroth
  • Approfondimenti
    | 5 commenti
    Preleva e consegna. All'interno di tale meccanica troviamo una delle forbici più ampie dei giochi da tavolo, partendo da cose molto semplici e introduttive per arrivare a veri e propri gestionali da diverse ore.
    Autore:
    Agzaroth
  • Approfondimenti
    | 10 commenti
    Il nostro viaggio nel mondo delle meccaniche prosegue con la costruzione reti, tra possibilità e limiti.
    Autore:
    Agzaroth
  • Approfondimenti
    | 16 commenti
    Per la nostra rubrica sulle meccaniche, oggi parliamo delle aste e di come i giochi da tavolo le incorporino e le declinino in varie forme, dando loro scopi e aspetti differenti.
    Autore:
    Agzaroth
  • Approfondimenti
    | 3 commenti
    Oggi parliamo del piazzamento tessere, una meccanica molto diffusa e duttile, portata in tavola da parecchi giochi anche all'ultima Essen Spiel.
    Autore:
    Agzaroth
  • Approfondimenti
    | 9 commenti
    Per la serie di articoli introduttivi dedicati al mondo ludico, andiamo ora a dare un’occhiata a quelli che, secondo BoardGameGeek , sono i migliori giochi da tavolo per quattro persone, suddivisi per discutibili quanto necessarie...
    Autore:
    Signor_Darcy
  • Approfondimenti
    | 13 commenti
    Proviamo a capire quali sono i giochi da tavolo più belli. Data l’impossibilità di una risposta oggettiva, il tema si presenta come uno spunto per una salutare sbirciata ai piani alti delle classifiche dei giochi da tavolo italiane e...
    Autore:
    Signor_Darcy

Eventi riguardanti Age of Steam Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Age of Steam Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Age of Steam in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utenteordinamento decrescente Data
Age of Steam (2002) + espansioni Offro lotto di giochi indivisibile €80.00 No Spedizione €0.00 scerro 16/01/2017
Age of Steam (prima edizione Warfrog) Offro gioco singolo €49.00 No Consegna a mano, Spedizione €8.00 mrjam 22/01/2017
Age of Steam Bundle mappe espansione Offro lotto di giochi indivisibile €40.00 No Consegna a mano, Spedizione €8.00 mrjam 22/01/2017

Video riguardanti Age of Steam Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Age of Steam: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
7045
Voti su BGG:
7535
Posizione in classifica BGG:
134
Media voti su BGG:
7,70
Media bayesiana voti su BGG:
7,37

Voti e commenti per Age of Steam

9

Benché il gioco sia tra i migliori dell'ultimo periodo bisogna dire che se lo si gioca spesso tende ad essere ripetitivo nelle tecniche di gioco, ma le mappe aggiuntive aiutano. Comunque l'uscita delle nuove mappa risolve il problema.
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 3 (nuova edizione)
Longevità: 2
Divertimento: 3
Originalità: 3
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

9

Gran bel gioco! Peccato per la traduzione del regolamento da cui non si capisce molto bene come giocare...

The busgat

7

Se devo votarlo dando voti ad ogni singolo aspetto devo levare almeno un punto per il regolamento spiegato malissimo (ci sono arrivato per deduzioni a come funziona), e altri due per i materiali: visto quello che costa potevano affidare la grafica del tabellone a qualcuno che sa disegnare (peggio non potevano fare). Però non me la sento di essere cattivo con questo bel gioco.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

6

Grafica indecente per un gioco interessante, ma con alcuni limiti. Da una parte non mi piace l'eccessiva "cattiveria" del sistema, che tende a punire chi fa sbagli all'inizio in maniera impietosa, dall'altra non mi piace molto la struttura della mappa, che tende a punire il gioco "ai lati" rispetto a quello "al centro", ed infine la tabellozza delle produzioni future è sì una meccanica che aggiunge una componente strategica in più rispetto alla sua precedente incarnazione tedesca, ma è anche causa di paralisi meditativa per i giocatori più scrupolosi. Insomma, pur riconoscendo il valore di questo gioco, proprio non sono riuscito a farmelo piacere.

7

Nessun commento

8

Uno dei pochi giochi per il quale posso dire che sia difficile da giocare, perche' puo' facilmente succedere che sia lui a giocare con te! Se non entri nel giusto meccanismo, non succede semplicemente che rimani indietro e perdi, ma il gioco ti stritola la compagnia e vieni eliminato!
Pero', proprio per questo motivo, c'e' un'intrinseca limitazione alle liberta' del giocatore; devi restare nella giusta carreggiata e questo mi fa sentire troppo pilotato come giocatore. Nella ambientazione specifica inoltre penso che 1830 & C., pur se destinato ad un pubblico piuttosto tecnico, sia sempre la scelta migliore.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Elder_Dragon&numitems=10&text=none&images=medium&show=top10&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

8

Dopo una prima partita in cui ci avevo capito ben poco, ci abbiamo rigiocato e devo dire che è davvero bello. Si riesce a impostare una strategia di lungo corso, con aggiustamenti continui e belle "marcature" sugli avversari. Provato in tre, forse in più giocatori si complica, temo. O ci guadagna?

bravi tutti

7

Pur non essendo il tipo di gioco che mi piace, nel quale cioè la fortuna non è allo 0%, (si capisce quello che ho scritto?? Booo) devo dire che è molto ingegnoso. Pur essendo infatti un gioco 'asta e piazza' ci sono elementi contribuiscono a renderlo di tipo scacchistico.
Tuttavia devo anche muovere delle critiche. Non è ad esempio comtemplata l'ipotesi del recupero per chi sbaglia le primissime mosse, e vede trascorrere la partita in una frustante attesa del termine, o ci si può veder soffiare la vittoria per una mossa di un avversario che regala punti ad un altro.
Esteticamente non è bello.

9

Probabilmente uno dei migliori giochi degli ultimi anni. Semplice come regolamento ma dalle strategie complesse, totalmente privo di un fattore casuale, e' un gioco adattissimo per giocatori i esperti che cercano qualcosa di non banale. La possibilita' di interazione con gli altri giocatori e' notevole e difficilmente la vittoria finale viene decisa con largo anticipo. La qualita' dei materiali non e' elevatissima anche se la grafica della mappa e' gradevole e c'e' una gran quantita' di segnalini in legno. Ottima anche l'idea di includere due mappe nella scatola (fronte e retro) tra l'altro molto diverse tra di loro.
E' un gioco a cui gioco sempre volentieri e che difficilmente credo possa essere ripetitivo. L'ambientazione e' un po' buttata li' e mancano le cose classiche da gioco ferroviario (compagnie e compra-vendita delle azioni) ma nel complesso uno dei migliori giochi mai usciti

giudizio basatto su una conoscenza approfondita del gioco (oltre 10 partite)

10

Concordo con il giudizio di Liga.

E' un SIGNOR GIOCO, completo e complesso, senza fattori casuali (non che in un gioco non siano ammissibili, dipende dal target al quale si riferisce e agli scopi che si prefigge: un filler può averne in abbondanza, un giocone come questo no).

Un gioco che richiede la giusta meditazione prima di agire, ed una attentissima gestione delle proprie finanze per evitare di trovarsi sul lastrico.

Apparentemente la mappa di gioco sembra piccola, ma col il proseguire del gioco si scopre che non lo è assolutamente.

Interessanti anche le mappe aggiuntive, in aprticolare l'ultima (la quarta) con la Francia e l'Italia (dobbiamo giocarla, l'Italia per la sua conformazione geografica sembra parecchio difficile) ed alcuni esagoni aggiuntivi.

7

Il gioco è valido, con delle meccaniche solide e la giusta componente aleatoria.
La grafica è pessima, il regolamento è macchinoso e gli spazi sono pochi, per cui ci si sente facilmente 'soffocati' nei propri movimenti.
Ho qualche dubbio sulla longevità.
1 partita.

The Eagle Goblin

10

Nessun commento

9

Nessun commento

8

Mi piacerebbe giocarci più spesso, se solo fosse un pò più colorato e meno tetro attirerebbe più giocatori e invoglierebbe a farsi giocare di più!In ogni caso il sistema di gioco è complesso ed intrigante.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

10

Uno dei miei giochi preferiti: gestione perfetta, longevità, divertimento e impegno. Consigliatissimo, anche le espansioni sono da avere, peccato per le regole non chiarissime ma la traduzione della Tana rimedia il tutto

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

10

lo adoro. sarà colpa delle meccaniche o forse del tema... non riesco a trovarci un difetto... i meccanismi di competizione che fa scattare tra i giocatori sono assolutamente eccezionali.

9

E' un gran gioco, complesso, strategico, DRAMMATICO, abbastanza lungo... certamente non adatto ai giocatori occasionali. Il fattore casuale incide in misura marginale, ma è presente. I giocatori lottano non tanto per fare dei profitti, quanto piuttosto per riuscire a pagare le spese... è un meccanismo spietato, che può punire severamente chi fa degli errori ad inizio partita, escludendolo prematuramente dalla corsa alla vittoria.
La grafica del tabellone e delle due schede poteva essere migliore, ma in ogni caso i componenti (ad eccezione delle schede che sono in semplice carta) sono di ottima qualità.

8

Nessun commento

7

Nessun commento

Wolflord
the
Rule’s Master

9

Capolavoro.
Bellissimo e spietato gioco di gestione risorse, pianificazione, piazzamento e trasporto. Media la simulazione con la giocabilità, proponendo semplici (ma interessanti) modelli per i fattori economici e tecnologici. Richiede esperienza e attenzione. Buoni i materiali, anche se graficamente non è appagante. Consigliato a chiunque sia appassionato di giochi medio-lunghi (2/3 ore)

4

Gioco da cui mi aspettavo moltissimo e che mi ha profondamente deluso. A parte la grafica veramente pessima (il tabellone è osceno ed a fine partita la mappa è quasi illegibile), c'è un'azione (quella dell'aumentare i link) nettamente migliore, per cui nell'asta si concorre solo per quella, e poi il sistema di punteggio non mi piace per nulla. Nella partita che abbiamo fatto, due persone hanno giocato malissimo e sono state nettamente indietro comprando un sacco di obbligazioni, ed alla fine sono arrivati davanti poiché i primi devono indietreggiare se sono troppo avanti... Assolutamente sconsigliato!

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

5

Nessun commento

7

E' sicuramente un gioco di forte spessore (non a caso è un Wallace...), ma la prima partita mi ha lasciato un po' perplesso. Ammetto di aver male interpretato alcune regole e questo probabilmente ha falsato l'esito finale, ma ad ogni turno non facevo altro che vendere quote azionarie per riuscire a pagare debiti, senza avere possibilità di riscatto. Una cattiva partenza non perdona. La grafica converrete con me non è delle migliori... a conti fatti non mi sento di andare oltre il 7. Diciamo che le mie apsettative erano maggiori. Mi riservo di rigiocarlo per "aggiustare eventualmente il tiro".

7

Non mi ha mai fatto impazzire. Troppo meccanico e obbligato. Comunque un gioco abbastanza divertente.

8

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Un buon gioco di strategia che non porta, a mio parere, niente di nuovo sul fronte occidentale, ma che comunque può comodamente essere giocato varie volte con piacere

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...

8

notevole , divertente appassionante , forse troppo lungo.

9

Nessun commento

8

Nessun commento

Willy

8

Un grande Martin Wallace, che si converma maestro indiscusso del Boardgame di azione secondo la scuola tedesca.

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

7

Ottimo gioco. Forse ci dovrei aver giocato di più ma il sistema pick and delivery non mi piace tantissimo. Cmq gli avrei dato un 7,5 solo per la tensione continua per la paura che qualcuno ti porti via quel cubetto/tratta/quelcheè. Non solo consigliato, ma un chiaro esempio di quanto bravo sia Wallace (magari quando lascia da parte qualche regola fiddly)

8

Nessun commento

9

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

3

Nessun commento

7

Come la maggior parte dei giochi di Wallace tende a "soffocare" i giocatori. Non perdona gli errori. Avrei dato un 8, ma le componenti ed il regolamento (atroce!) mi deprimono al solo guardarle.

9

Nessun commento

8

Nessun commento

Ci'a'tut, Abracadambra

7

Un buon gioco, profondo e divertente, sebbene le meccaniche siano eccessive e spesso inutilmente complesse. Si sarebbe potuto ottenere un risultato altrettanto soddisfacente facendo ricorso a meccaniche molto più agili ed eleganti (e in questo caso il gioco sarebbe stato memorabile).
In ogni caso è assurdo e anche un po' ridicolo che si debba ingaggiare un furioso corpo a corpo con il regolamento per capirne bene il funzionamento. Se si sviluppano delle meccaniche complicate (e su questo possiamo soprassedere) è però imprescindibile avere almeno il buon senso di descriverle in modo semplice, schematico ed inequivocabile, mettendo a proprio agio il lettore/giocatore e non rovesciandogli addosso un elenco interminabile dal quale dovrà districarsi da solo.

8

Nessun commento

8

Bello, veramente un bel gioco. Purtroppo un po' scarni i materiali e la meccanica di reintegro dei beni un po' troppo casuale. Un po' lungo sulle 3 orette la durata media, potrebbe preferirsi Railroad Tycoon se si ha meno tempo

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

9

Dunque.....
-ho fatto solo una partita e sono drammaticamente fallito uscendo dal gioco dopo poco.....
-la grafica è pessima (la mappa non si può vedere).....
-i materiali sono osceni (le tabelle sono confuse e i colori orribili, i pezzi sono scarni dischi di legno)...
-il gioco è difficilissimo e non adatto a neofiti o principianti.....
-se sbagli all'inizio non si può recuperare e quando fallisci ti ritrovi a guardare gli altri che giocano mentre tu sei fuori.......
E dunque perché gli ho dato nove? (uno dei voti più alti che ho messo?)
Perché è un gioco bellissimo, complesso, tosto, per veri esperti e amanti delle strategie! Ci si fanno bastardate terribili e occorre stare attenti ad ogni cosa! Ogni errore può distruggere l'intera partita e non ci si può distrarre un secondo neppure alla fine dopo che si dirige una compagnia florida ed in attivo! Inoltre è bellissima la sensazione di ansia che si prova i primi turni in cui si va inesorabilmente in passivo e la soddisfazione del primo turno chiuso in attivo!
UN CAPOLAVORO CHE NON PUO' MANCARE NELLA LUDOTECA DI UN VERO HARDGAMER

8

Cosa dire che non sia già stato detto? Ripeto i difetti più evidenti: grafica pessimerrima e complessità al limite dell'eccessivo. Ma per il resto è un giocone degno di lode e nota. Forse troppo cattivo nel senso che tende ad eliminare presto i giocatori meno avveduti o poco esperti, ma si sa che il mondo dei treni è difficile... segnalo le numerose espansioni.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

8

Nessun commento

9

Nessun commento

se il nan0 è vivo...
ammazza il nan0!

8

Non è il mio tipo di gioco (non sono mai andato oltre il 3° posto finale), ma riconosco che è sicuramente un capolavoro, anche se a molti potrà non piacere per la sua obbiettiva difficoltà...

5

Perchè giocare a questo quando c'è "Railroad Tycoon"?!
"Age of Steam" è infatti MOLTO più brutto come componentistica e molto più macchinoso come regole del suo fratello moderno..

2

Nessun commento

"L'uomo non smette di giocare quando invecchia , ma invecchia quando smette di giocare"

8

Age of Steam è sicuramente un giocone: bello, complesso ed intrigante!
Purtroppo non riesco a giocarlo quasi mai a causa della sua lunghezza, ed è un vero peccato!

Titolo notevolissimo!

8

Il gioco è molto bello, ma forse un pochinino freddo. Niente da dire sull aspetto strategico che lo rende un grandissimo gioco, ma viene logico paragonarlo a "Railroad Tycoon".
Beh, a mio parere qui "Age of Steam" perde la sfida.
"Railroad Tycoon" è più "lite" e meno profondo, indubbiamente, ma le sue regole sono più "simulative" e assieme alla grafica superba mi regalano veramente l'idea di essere a capo di un'azienda che cambierà l'America!
In definitiva:
- Age of Steam mi trasmette sempre la sensazioe di giocare ad un gran gioco e che se vincerò potrò giustamente considerarmi un figo.
- Railroad tycoon mi fa sentire un pionere del trasporto e mi fa divertire. E affanculo se vinco o no!

Scelta difficile, ma penso di poter affermare che preferisco vivere la seconda sensazione.

9

Una pietra miliare tra i ferroviari.
Ha inventato meccanismi che l'autore ha ripreseo in altri titoli (Railroad Tycoon, Brass, mi piacciono tutti!)
Cattivo da giocare (pensate che è anche possibile essere eliminati per bancarotta!)

7

Nessun commento

Se dico "seguitemi miei pugnaci", voi dovete seguitare et pugnare! (Brancaleone da Norcia) Flatulo

8

Lo reputo fantastico. E` molto ambientato, competitivo con gli altri giocatori al punto giusto, sfidante personalmente nella ricerca della migliore pianificazione della propria compagnia ferroviaria. In piu` con quest'ultima edizione della Eagle Games abbiamo ottimi materiali (i trenini sono gli stessi di raylroad tycoon), ottima mappa e schede (colori chiari e info organizzate bene) con incluso gia` l'espansione per giocare in solitario e in due. Tempo di gioco contenuto, ma fortemente influenzato se giocate con giocatori affetti da paralisi d'analisi.
Ultima cosa, anche in versione solitaria e` divertente!!!!

La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!

8

Nessun commento

7

Buon gioco ferroviario. Poi migliorato, nei materiali e nelle meccaniche, nella successiva versione: Steam.

Il Mago

7

Nessun commento

"Non si smette di giocare perchè si diventa vecchi,si invecchia quando si smette di giocare"

8

Davvero uno splendido ferroviario, me ne sono innamorato a prima vista!

Appassionante e tatticissimo, un grandissimo titolo da avere ad ogni costo.

Longevità: 2
Regolamento:1
Divertimento:2
Materiali:1
Originalità:2

8

- [FAIR-VOTE] Commento basato su 1 sola partita

Finalmente siamo riusciti a farci una partita. L'impressione iniziale era sta un pochino deludenti. Il tabellone e le due tabelle aggiuntive non sono sicuramente disegnate bene. Inspiegabile la scelta dei toni di grigio sulle tabelle.
A parte questo il gioco fila molto bene, il regolamento non è chiarissimo, ma di facile apprendimento.
Dove non arriva il regolamento ci si arriva con un po' di buon senso.
La partita è stata tiratissima fino alla fine e lo scarto dal primo all'ultimo non era eccezionale. Certo che sbagliare le mosse all'inizio ti rende difficile recuperare. Consiglio: evitare di indebitarsi troppo.
effettivamente l'azione che aumenta i link è la migliore del gioco.
Caldamente consigliato anche per la durata la nostra prima partita, con giocatori che non avevano nemmeno letto le regole è durata solo 3 ore.

MECCANICA 2,1
STRATEGIA 2,1
AMBIENTAZIONE 1,5
COMPONENTI 1,1
LONGEVITA' 1,5

9

Un ferroviario estremamente impegnativo ed interattivo, unica pecca è la possibilità di essere eliminato dal gioco per fallimento.

8

Nessun commento

TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES

9

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

7

Nessun commento

10

"perchè giocare ad age of steam visto che c'è railroad tycoon...?????!

ehm.....

il mio commento è una sola parola :geniale voto : 8,5

metto un 10 per compensare.. chi fa domande..imbarazzanti..

8

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Wallace di per sè è una garanzia. Il capostipite dei boardgames per il genere ferroviario. Da provare almeno una volta!!!

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

8

Preferisco il cugino STEAM per due motivi:

1) PV e rendite scorporate invece che la mono track
2) Urbanizzazione e Produzione sono più scorrevoli in Steam

Ciò non toglie che AoS sia un gran gioco alla quale non nego certo una bella partita. O AoS o Steam sono da avere tra i titoli di un hard gamer.

Longevità: 2
Regolamento: 2
Divertimento: 1
Materiali: 1
Originalità: 2

6

il gemelom di un altro che non mi ricordo

homo ludicus

8

Bellissimo e tostissimo. Servono varie partite per capirlo davvero.
L'ho gradito molto.

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

9

Decisamente impegnativo a livello di riflessione e calcolo ma il meccanismo è piuttosto semplice e intuitivo. Interazione sempre presente grazie alla possibilità di bloccare gli avversari, di sottrarre loro le merci e al meccanismo d'asta per la scelta delle azioni e dell'ordine di turno. Il bello è che ogni turno è distrutturato; non si è sempre primi a fare qualcosa. Gioco abbastanza brutale: se fai un errore lo paghi caro, anche con l'uscita dal gioco.
Alta rigiocabilità grazie alla disposizione aleatoria delle merci sul tabellone e sulla produzione e alla costruzione delle linee e città da parte dei giocatori. Ogni partita è diversa dall'altra. Grazie alle espansioni, il gioco acquista una durata enorme.
Si può adattare una strategia a lungo termine ma le decisioni tattiche sono molto presenti. Poca la fortuna (limitata alla produzione merci).
Il materiale (terza edizione) è abbastanza austero ma i treni colorati in plastica sono belli a vedersi sulla mappa.
La mappa base scala molto bene con 5-6 giocatori, almeno se si vuole un gioco serrato.

Divertimento: 2
Rigiocabilità: 2,5
Interazione: 2,5
Materiali e grafica: 1,5

8

Il naturale sbocco, ferroviariamente parlando, dopo aver usato ticket to ride. A differenza di ticket to ride, c'e bisogno di una programmazione a lungo termine, con un'occhio a quello che fanno gli altri. Molto divertente se giocato in 6. Unica pecca i materiali. Le citta' nere sono grigie, tanto che all'inizio dubiti che il grigio abbia qualche significato speciale. E' un 8 pieno.

......"Il passato è passato. Quello che conta è il futuro, perchè è lì che dovremo vivere il resto della nostra vita." T.S.

K

7

Nessun commento

8

Bel gioco.

Meccaniche ben inserite nell'atmosfera, credevo fosse troppo semplice la spartizione delle rotte, invece è davvero ben studiato

The World changed. Crime did not.

7

Nessun commento

9

Gioco di spessore, quasi nulla la componente fortuna, specie se vengono adottate alcune varianti scaricabili dagli allegati presenti nel sito della tana dei goblin. Attenzione, nella versione originale senza varianti potrebbe facilmente capitare di venire eliminati anzitempo dalla partita. A mio avviso siamo comunque di fronte ad un gioco molto, molto bello! Spiegarlo è impegnativo, ma il gioco in realtà è più semplice quanto sembri. Un ferroviario riuscito dalle mille espansioni e dai tanti derivati. Probabilmente il più famoso gioco di Wallace insieme a Brass.

ho recentemente giocato a //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) 

8

Bel gioco gestionale con buone meccaniche. Più difficile spiegarlo che giocarlo. Buona l'idea dell'asta per decidere l'ordine del turno con diritto di scelta del bonus da applicare. Bisogna gestire bene i prestiti senza temerli, alla fine i soldi non contano. Buona l'interazione tra i giocatori, sia diretta (nell'asta) che indiretta (bisogna controllare come si sviluppano le ferrovie degli altri players).
Anche se molti non saranno d'accordo, a me Wallace piace!

8

Nessun commento

Ia mayyitan ma qadirun yatabaqa sarmadi
Fa itha yaji ash-shutahath al-mautu qad
yantahi

CTHULHU FHTAGN

9

Nessun commento - [Autore del commento: denisquaglia]

9

Gioco di spessore, quasi nulla la componente fortuna, specie se vengono adottate alcune varianti scaricabili dagli allegati presenti nel sito della tana dei goblin. Attenzione, nella versione originale senza varianti, e per i giocatori alle prime armi potrebbe facilmente capitare di venire eliminati anzitempo dalla partita (da evitare a tutti i costi). A mio avviso siamo comunque di fronte ad un gioco molto, molto bello! Spiegarlo è impegnativo, ma in realtà è più semplice di quello che sembra. Un ferroviario riuscito dalla mille espansioni e dai tanti derivati. Probabilmente il più famoso gioco di Wallace. - [Autore del commento: ottobre31]

8,7

 ma quanto è cattivo questo gioco!?!?
Gli manca solo l'ambientazione. A volte non sembra proprio che si stia trasportando del materiale o costruendo una società ferroviaria, ma per il resto il gioco c'è!

sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=sava%2073&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8,5

Dopo 6 partite è salito nella Top Ten dei miei giochi preferiti! cattivo e punitivo (cosa che di solito non mi piace), ti cattura richiedendo di ragionare su ferrovie che si intrecciano e trasporti. L'unica pecca è che i soldi a un certo punto della partita (se hai giocato bene) diventano quasi superflui.

Longevità. Alta anche con una sola mappa causa disposizione iniziale dei cubetti sulle città

Scalabilità... in 6 è un massacro, in 3 si sta parecchio larghi ma ci si diverte in ogni caso

Materiali: va beh... grafica veramente stinta, stilizzata, striminzita. cubetti e cartone. si salvano le locomotive

Originalità: ottima davvero, è un ferroviario quindi la costruzione tratte non è una novità del genere ma le meccaniche associate ad essa sono una gran prova di Wallace

Se saprai sognare, senza fare del sogno il tuo padrone... Tua sarà la terra e tutto ciò che è in essa (R. Kipling)

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare