Rank
107

Axis & Allies

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7 su 10 - Basato su 508 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2004 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 240 minuti
Sotto-categorie:
Wargames
Famiglie:
Axis & Allies

Recensioni su Axis & Allies Indice ↑

Articoli che parlano di Axis & Allies Indice ↑

Eventi riguardanti Axis & Allies Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Video riguardanti Axis & Allies Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Axis & Allies: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
7497
Voti su BGG:
5765
Posizione in classifica BGG:
1297
Media voti su BGG:
6,70
Media bayesiana voti su BGG:
6,34

Voti e commenti per Axis & Allies

8

La nuova edizione (revised 2004) risolve molti problemi di quelle precedenti, soprattutto in relazione alla ripetitività. Quindi la longevità è aumentata. Inoltre i componenti sono fantastici, ogni paese ha le unità differenti dalle altre. Consigliato per chi vuole un gioco non semplicistico e dipendente dai dadi come Risiko, ma neanche complesso e lungo come wargames di altro genere (Europe Engulfed, WWII Barbarossa to Berlin).

10

Il più bello gioco di guerra che abbia mai visto. Richiede tattiche pensate e utilizzo sensato delle proprie risorse, nonchè una sana dose di culo che non guasta mai in nessun gioco.

6

Dopo un'infanzia passata a Risiko l'ho vissuto come un'emancipazione e mi ha subito affascinato per l'ambientazione e le miniature, purtroppo però col tempo sono emersi alcuni difetti che reputo rilevanti.
Principalmente non amo i giochi di ricostruzione storica che hanno un canovaccio prestabilito. In Axis quest'aspetto spinge i giocatori a dover "aprire" con mosse quasi forzate. Inoltre la mancanza di equilibrio congenita altera lo svolgimento e anche i meccanismi di riequilibrio rendono il gioco ancora più impostato. Il fatto di giocare in coppia o comunque in alleanza (comunque prestabilite) può essere bello ma in questa situazione poco equilibrata rischia di frustrare alcuni giocatori. Considero aspetti assolutamente positivi le regole dell'investimento e il sistema di combattimento che rispetta una certa proporzione tra fortuna e forze in campo.
Insoddisfacente.

9

Ottimo gioco.

Reputo infondate le idee che su questo gioco prevalga il culo.
La fondamentale differenza con Risiko (che comunque premia il più bravo anche se più sfigatello con i dadi) è che in un attacco di massa supponiamo 15 a 4 è che mentre in Risiko si tirano sempre e solo 3 dadi a testa per "round" di battaglia (e qui possono esserci 4 carri armati che rompono 10 carri armati in caso di fortuna estrema) in Axis l'attaccante tira 15 dadi e il difensore 4, contando poi le perdite.
In questo caso appare ovvia la differenza "statistica" fra i due sistemi.
In Axis puoi sempre calcolare il numero di perdite che infliggerai e che ti verranno inflitte, con uno scarto davvero minimo dato dalla fortuna ,scarto che rende quel senso di incertezza per me d'obbligo in un gioco di questo tipo pur non contaminando la tattica in sè.

In sintesi, un attacco di massa in superiorità numerica soverchiante ti assicura SEMPRE la vittoria, con perdite davvero esigue.
D'altra parte, un attacco sul filo del rasoio deve per forza di cosa fare affidamento anche su un pizzico di fortuna.
D'altra parte, mai nessuna guerra è stata vinta senza azzardare, no?

Comunque, IL gioco sul secondo conflitto mondiale, lasciando perdere i mastodontici ed introvabili World in Flames ecc.
Consigliato.

Hast

6

Io non l'ho mai potuto soffrire. Odio il dover partire sempre allo stesso modo. Odio i discorsi "ma la fortuna del dado è compensata dalla statistica"; si, come no? Infatti a Risiko vince sempre il più bravo. Poi è lento da morire, costa l'anima del signore... No, non è per me...

8

A&A si puo' definire tranquillamente come il passo intermedio fra il classico Risiko ( 2 pag di regole) ed i wargames piu' "spinti" (per intenderci quelli con mappe esagonate, pedine cartacee, e manuali di 200 pg - Squad Leader, World in Flames, ecc..).Il regolamento non e' sicuramente difficile, magari e' un po' complesso ricordarsi tutto la prima partita.
L'unico inconveniente, a mio parere, e' dovuto al fatto che, dopo alcune partite iniziali, i primi 2 turni diventano un po'..."standard", cioe' ripetitivi. Su questo poi, ci sono varie "scuole di pensiero": con 6-7 amici lo giochiamo da almeno 16 anni, ognuno applica delle piccole, personali,varianti...
La fortuna e' sicuramente un fattore, ma normalmente la statistica ha il sopravvento, visti i molteplici tiri di dado da fare.
La qualita' del materiale e' sicuramente buona.
Se vi e' piaciuto, consiglio anche le 2 espansioni, Europe e Pacific, giocabili singolarmente, con aggiunta di nuovi pezzi per variare ulteriormente il gioco.
E' uscita anche la nuova versione base, con aggiunta di nuovi pezzi (artiglieria e navi) e regolamenti.

10

Gran gran bel gioco! Forse uno dei migliori giochi sulla seconda guerra mondiale mai fatti. I materiali in plastica sono tanti e davvero ben fatti. E' un gioco molto "tecnico". Bisogna leggersi bene il regolamento, si devono avere almeno 3-4 ore per giocarci, ma davvero ne vale la pena. Spettacolare

7

Personalmente, A&A non mi è mai piaciuto e l'ho sempre trovato piuttosto poco bilanciato e spesso ripetitivo, con un'influenza piuttosto decisiva della fortuna. Probabilmente queste mie impressioni possono dipendere dal fatto che non ho giocato molte partite, ma in effetti il feeling fra me e questo gioco non si è mai stabilito, il che mi ha portato a preferire altro piuttosto che rigiocarlo nuovamente, nonostante l'ottima componentistica.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare