Recensioni su Catan Indice ↑

Articoli che parlano di Catan Indice ↑

Eventi riguardanti Catan Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Catan Indice ↑

Video riguardanti Catan Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Catan: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
123179
Voti su BGG:
84130
Posizione in classifica BGG:
320
Media voti su BGG:
7,20
Media bayesiana voti su BGG:
7,04

Voti e commenti per Catan

6

Molto divertente da giocare fra amici. Fattore fortuna troppo alta!

6

Si tratta di un gioco carino, semplice, veloce e coinvolgente (almeno al primo impatto), tanto che dopo la prima partita non vorresti mai smettere di giocare.
Ma dopo un po’ che si gioca si prende confidenza con le strategie di gioco possibile (poche) e nei finali all’ultimo punto (che diventano abbastanza frequenti, salvo errori da parte dei giocatori) diventano fin troppo decisivi i dadi.

9

Il gioco ha a mio avviso due punti di forza: 1) è divertente e veloce da imparare; 2) riesce ad avvicinare al gioco anche i neofiti. Pur avendo un grosso peso il fattore "fortuna" lo reputo un gran bel gioco da avere assolutamente nella propria ludeteca.

8

La comprensibilità del regolamento unita alla semplicità "disarmante" del meccanismo di gioco (il valore del lancio dei dadi stabilisce quali tessere esagonali producono materie prime) rendono I Coloni di Catan, un boardgame fruibile persino dai giocatori più navigati (ideale per i neofiti), che non desiderano un impegno troppo cerebrale e che contemporaneamente ambiscono alla massima interazione con i propri avversari!!!
Certo il fattore alea legato al lancio dei dati ha un'influenza non indifferente, tuttavia la strategia legata al posizionamento delle colonie/città, alla costruzione delle strade, al tipo di materie prime su cui puntare per svilupparsi, non è poi da sottovalutare, anzi, ha un suo non trascurabile peso!!!
In definitiva mi sembra un bel gioco, lo consiglio!!!

5

Cosa dire.... mah a questo gioco lascia sempre molto perplesso. Troppo. Non mi piace e non mi diverte. Ha il pregio di avere buoni spunti (come l'aquisto differenziato, la produzione differenziata e le costruzioni varie) ma poi ha l'indecente sistema dei dadi per la produzione che vanifica ogni strategia (Gauss è, oramai tutto il mondo ludico lo sa, un frolloccone), ogni divertimeti sfociando nella frustrazione.

Attenzione è un mio giudizio, ma se devo essere sincero io quando devo giocare con gente nuova o che non è assolutamente pratica e quasi svogliata, scelgo appunto questo titolo, decisamente adatto a quel genere di compagnia e di serata....

Molto più belli il coloni preistorico (Stone Age) o quello di Norimberga. Questi si dei titoli apprezzabili e decenti pur mantenedo le dibite distanze...

-

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

7

Esprimere un giudizio omogeneo su questo gioco mi risulta un po' difficile, infatti il voto espresso è la risultante di due distinti giudizi: uno "soggettivo", prettamente da giocatore e uno "oggettivo" (concedetemi la distinzione) più da critico fai da te.
Mi spiego: come giocatore l'ho amato da subito per la sua giocabilità e la semplicità non banale, dopo parecchie partite però ho avvertito una certa stanchezza.
E' comunque innegabile che, il tabellone componibile e un meccanismo perfetto, lo rendono un gioco esemplare anche perchè adatto a tutti. Credo sia fondamentale non rinunciare troppo alla possibilità di mercanteggiare per evitare di renderlo troppo meccanico.
Da non abusarne.

7

Non ho avuto la possibilità di provare le espansioni.
E' risultato apprezzato per la sua estrema semplictà...che però è anche un difetto.
Se hai territori "sfigati" ti conviene giocare a qualcos'altro!!!

"sono forse io il guardiano di mio fratello?"

7

Mi piace, ma non mi ci fanno mai giocare perché lo considerano un gioco di c#@o.

Madness
"...io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero quanto colui che ha cento navi in mare..."
Samuel Bellamy
(Pirata alle Antille nel XVIII secolo)

9

IL german boardgame per convertire gli amici da Monopoli e Taboo. Chi lo gioca per la prima volta lo richiederà, e magari se ne comprerà una copia. Dipendente dalla fortuna? Sì, ma sempre meno che Monopoli e Risiko. Con scambi abili si può sopperire a posizioni/tiri di dado sfigati.
Se non l'avete, e avete intenzione di iniziare a giocare, prendetelo.

10

Sempre bello, sempre diverso, sempre divertente...
Non ti stuferai mai di giocarci!!!

Quando Chuck Norris vince una mano a poker, l'appende grondante sangue al retrovisore del suo pick-up.

Se perdere insegna a vivere, Pier è un maestro di vita.

9

Si potrebbe stare a discutere ore sui vari buchi del sistema di gioco o su quanto sia fondamentale il fattore fortuna o quanti titoli siano più geniali e avvincenti... ma:

anche se probabilmente gioco molto più volentieri a titoli che ho valutato anche peggio, i Coloni ha un potere di entusiasmare TUTTI veramente unico, mi ha salvato da troppe briscole e tresette, consentendomi di giocare ad un bel gioco, per non poterlo riconoscere come un titolo davvero unico.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

9

Essendo molto incerto sul voto da dare, combattuto tra un giudizio tecnico ed uno emotivo, mi affido ai voti parziali:
Longevita': 2 Niente da dire, nonostante la semplicita' della mappa e delle regole, le partite sono tutte diverse, soprattutto perche' e' l'interazione con i giocatori che risulta spesso determinante. Non e' un caso che quest'anno on-line ho giocato piu' di 500 partite...
Regolamento: 1 Qualche incertezza, nonostante la semplicita' degli eventi da governare. Inoltre differenze fra le edizioni Mayfair e Kosmos (e poi Tilsit) hanno creato piccoli scompigli nei primi tornei.
Divertimento: 2 Credo che qui si intenda coinvolgimento; totale, ma al limite del litigio, come per esempio nelle partite piu' tese a Risiko
Materiali: 2 Gran parte del successo del gioco ce l'ha la presentazione, la mappa, le pedine di legno colorato.
Originalita': 2 Assolutamente coinvolgente; la mappa variabile, la differenzazione delle risorse per gli acquisti, la strategia da difendere contro la sorte.....

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Elder_Dragon&numitems=10&text=none&images=medium&show=top10&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

10

Potrei iniziare ad elencare i difetti di questo gioco visto che non ne è privo:1.la componente fortuna gioca un ruolo abbastanza importante anche se c'è da considerare che se un giocatore fa delle scelte migliori rispetto agli altri a meno di tiri veramente anomali dei dadi di solito vince.2.nei piazzamenti iniziali il giocatore che parte per ultimo è avvantaggiato rispetto agli altri inquanto può piazzare due insediamenti alla volta,quindi il secondo piazzamento è in funzione del primo senza il rischio che nessuno glielo rubi prima.Nonostante questo il mio voto è 10 perchè innanzitutto è un gioco divertentissimo,dove l'interazione tra i giocatori è molto importante ai fini della vittoria finale,fare buoni scambi diventa decisivo e ciò mantiene sempre alto l'interesse nel gioco,ma la cosa più importante ai fini della valutazione è il fatto che le partite sono sempre diverse,non ti stancherai mai di giocare,anzi più giochi e più giocheresti e questa è una cosa che non ho riscontrato in nessun altro gioco da tavolo,come ad esempio puerto rico che ha sicuramente un sistema di gioco più bilanciato e influenzato solo dalle decisioni dei giocatori,ma ciononostante dopo un po risulta stancante.

6

[FAIR-VOTE] Commento basato su moltissime (più di 20) partite
Un classico. Pur nella sua semplicità permette di passare un po’ di tempo in allegria. Le strategie contano ma la buona sorte al dado di più! Ogni volta smentisce la legge di Gauss, per cui se lo si prende in maniera troppo seria (competitiva) potrebbe portare a grosse arrabbiature. Frustrante se per giri interi non capita mai di produrre neanche una risorsa... Giocando in 4 poi, non c’è strategia che tenga di fronte ad un boicottaggio sistematico nei confronti del giocatore che si trova in vantaggio.
E’ un gioco leggero, da utilizzare anche con neofiti del gioco da tavolo, quando si ha poco tempo a disposizione.

RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a "solo giochi belli ®":
//goo.gl/163wiY)
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"

9

Apprezzato dalle ragazze, animato dal commercio, divertente dal "tutti contro quello che sta per vincere", è indubbiamente un gran gioco. Devo confermare che alle numerose risate di alcune partite si associano però clamorose rosicate quando non esce un 5 per mezz'ora, quando devi scambiare 4 a 1 con il banco per fare una stradina che non serve a niente ma tanto se ti tieni le carte le butti con il 7 che inevitabilmente esce quando sei pieno di carte, quando il brigante è sempre sulla tua terra.... Ma sia che si rosichi, sia che si rida, è un gioco che dà emozioni, ed è bello per quello....

6

Gioco molto carino, ma pesantemente influenzato dalla fortuna. Risente troppo del piazzamento iniziale (chi sistema le sue colonie sui numeri rossi è difficile che riesca a perdere...), inoltre non c'è strategia che tenga se i dadi non ti sorridono. La fase di scambio è carina, ma può succedere che spesso i più potenti offrano scambi vantaggiosi ai più deboli, col risultato di rafforzarsi ulteriormente, il che sbilancia il gioco, lo rende troppo veloce, e frustrante per chi magari e lì lì per recuperare.... Ovvio che questo sta alla bravura dei giocatori, ma qui tutti dicono che questo titolo è per giocatori occasionali.... Io penso che questo titolo è SOLO per giocatori occasionali, i giocatori esperti lo possono trovare solo frustrante (i dadi, le alleanze ecc..). Certo che in altre recensioni ho lodato qualche wargame leggero, anche lì sono presenti i dadi, e spesso il commercio delle carte (es Mare Nostrum) è sfavorevole a chi è in testa, ma qui non si tratta di perdere qualche battaglia (peraltro se si è in superiorità di armate accade solo di rado) ma che i dadi sono l'elemento trainante del gioco (mi è capitata una partita dove il 2 e l'11 sono usciti in totale 5 volte in più del 6 e dell'8 che sono i numeri rossi!!) visto che forniscono le carte per acquistare. Lo scambio delle carte inoltre è fin troppo determinante. In definitiva lo consiglio solo alle combriccole di giocatori inesperti. Longevità 2, regolamento 1, divertimento 0, materiali 2, originalità 1.

L'importante non è vincere ma sapere quello che sta facendo il tuo nemico!

9

Troppo divertente, ultimamente abbiamo comprato parecchi giochi, ma alla fine una partita a coloni ci scappa sempre.
Preferisco la versione 3-4 giocatori a quella 5-6, anche se questa espansione permette di far giocare il gioco in piu' occasioni.
Devo dire che in alcune occasioni ho veramente rosicato soprattutto quanto ti fregano tramite brigante l'unica risorsa in mano che veramente ti serve in mezzo a innumerevoli carte.GRRRR
Cosa importante per una buona riuscita del gioco e che i giocatori siano tutti dello stesso livello.
Un gioco che non puo' mancare se si e' appasionati di giochi da tavola

6

Dopo molto tempo che questo gioco prende polvere su uno scaffale, ho deciso di moficare il mio voto.
Grazie a Coloni sono stato riavvicinato al mondo dei Boardgame, ma questo non è un motivo sufficente per dargli un'elevata valutazione. Sarebbe un 7 o un 8 per la giocabilità ed il potenziale che ha nell'intrudurre nuove persone al gioco, ma oggi, per i neofiti, esistono giochi migliori in commercio, e per qualcuno che cerca un gioco di una certa profondità, Coloni non riserva alcuna emozione.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Un buon gioco divertente anche per i neofiti del boardgame,la fortuna ha un ruolo importante ma altrettanto ne hanno le buone intuizioni tattiche e le trattative di scambio.L'interazione tra i giocatori è considerevole e non ci si annoia di certo.Se cercate profondità e massima strategia volgete altrove l'attenzione,siete avvertiti!
Buona la grafica ed i materiali per l'edizione italiana,vale la spesa.

8

Nelle poche partite che ho fatto mi sono sempre molto divertito però è un gioco che difficilmente propongo di giocare... pecchè pecchè pecchè??
A parte questo ritengo sia davvero ben fatto ed è IL classico dei giochi moderni!

7

Difetti: il fattore fortuna spesso può essere molto fastidioso e non compensato dalle giuste scelte strategiche
Pregi: semplice da spiegare - piace di brutto ai neofiti - buona interazione tra i giocatori

9

Ho visto un "3" tra i voti a questo gioco!!! La dimostrazione che una percentale endemica di estremisti/nichilisti ci sarà sempre anche nel paese dei balocchi ;-)
Con tutto il rispetto per Galdor (lo invidio per molti dei titoli con cui ha potuto cimentarsi), un 3 è innammissibile!
Inutile elencare tutti i pregi ampiamente descritti negli altri commenti. Sottolinerei solo l'estrema giocabilità ed il fatto che si tratta di un titolo unico per iniziare dei neofiti.
Direi anche che il peso del fattore fortuna rimane più che accettabile, più che gestibile... quasi oppurtuno.

ubi major minor cessat

6

Affascinante nella sua semplicità.

Rischi di rimanere fuori produzione per molti turni...

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

10

Bello ed intrigante, semplice e divertente :P

buona partenza per poi passare a qualkosa di più complesso...

7

Buona giocabilità... Risente troppo della fortuna...

7

Bello, abbastanza semplice anche se serve una partita di prova per entrare nel meccanismo. La cosa migliore è l'interazione tra i giocatori che non lascia spazi morti tra un turno e l'altro. Il gioco in se meriterebbe un 8 ma gli do un 7 per il cattivo rapporto qualità/prezzo: circa € 40 per degli esagoni in cartoncino e dei pezzettini di legno che sembrano riciclati dal monopoli (Mi riferisco all'edizione italiana, mentre l'ultima edizione tedesca pur costando meno contiene delle miniature in plastica e i disegni delle tessere sono a mio parere molto più belli).

Ps: da giocare assolutamente con l'espansione "marinai"

5

ci ho giocato x la prima volta questa settimana: sbagli la prima mossa e passi il resto del gioco a guardare gli altri che si divertono...... fattore Fortuna che incide al 90%, troppo x i miei gusti
cmq come gioco entry level può andare!!

10

Volendo esprimere il mio primo voto nella Tana non potevo che cominciare da qui.
Per me Coloni è "Il Gioco". In assoluto il mio preferito.
Semplice da capire, sempre nuovo (anche grazie alle numerosissime espansioni), con strategie diversificate per poter vincere, permette l'interazione tra i giocatori e con la giusta dose di alea, che non guasta mai.

7

Divertente, veloce, adatto a giocatori occasionali. Questi sono i suoi grandi pregi: ho portato con me i "Coloni" (che tra gli altri pro ha la possibilità di sbarazzarsi della scatola e ficcare i componenti dello zaino, che occupano così uno spazio irrisorio) in diversi viaggi e li ho fatti provare a molti che non avevano mai giocato ad altro che Monopoli e Scala 40. Per questo non condivido la valutazione della difficoltà, che a parer mio dovrebbe essere abbassata a semplice (giocatori occasionali).
Sicuramente il piazzamento iniziale è il fulcro del gioco: buon piazzamento vince sempre contro cattivo piazzamento ("sempre" và interpetato come "anche in caso di sfortuna ai dadi, ma non in caso di sfortuna Fantozziana").
Il difetto di questo gioco non si ravvisa tanto nel fattore fortuna (anche se una serie di tiri sfortunati può bloccare un giocatore per diversi turni), quanto nella mancanza di profondità strategica. Sfortunatamente dopo una ventina di partite lo si è bello che sventrato, e rimane giocabile solo in virtù della mappa componibile. Dopo un altra decina l'esito di una partita è determinabile all'80% dal piazzamento iniziale, ed è quasi scontato se tutti i giocatori sono esperti.
In conclusione si tratta di un gioco piacevole e perfetto per introdurre i neofiti a giochi più seri, ma devo francamente ammettere che ormai lo uso giusto per quello.

9

Anche se dopo due finali nazionali e vari tornei, ho odiato varie volte il sadico rotolio dei dadi, rimane il gioco a cui ho giocato di più in assoluto. Questo è determinato dal fatto che gioco spesso con neofiti, e se dovessi scegliere giocherei ad altro. C'è un piccolo particolare, dopo centinaia di partite, mi diverto ancora, nonostante che dopo un certo livello di bravura il tutto è deciso in buona parte dai dadi, mi piace ancora un sacco pagare risorse e costruire. Gran parte della longevità è data dalla mappa modulare. Dare un'occhiata alla mappa di una nuova isola piace sempre....
per il resto il must dei giochi da giocare tra amici, anche se in un torneo mostra le sue pecche.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

6

Rettifico il mio voto, sinceramente troppo basso (avevo messo addirittura 3!), alla luce anche di nuove partite che ho giocato più volentieri e con una prospettiva diversa: il gioco infatti va apprezzato per la sua semplicità e linearità.

7

Gioco semplice e divertente, influenzato dalla fortuna e dalla presenza di Sempai al tavolo...
Lei cerca argilla... Favar ringrazia...

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...

7

Il commento di Fiburga mi ha fatto scoprire che non avevo ancora votato questo classico. Gioco ben strutturato e decisamente immediato ma a volte la fortuna è un po' troppo influente. Molto divertente e veloce se giocato in quattro. Componenti molto ben realizzati (l'edizione MyFair è sicuramente più curata di quella Tilsit).

Long.: 1 (la mappa è modulare ma le strategie sono sempre le solite)
Regol.: 1 (non troppo chiaro in alcuni punti ma comunque ben organizzato)
Diver.: 1 (quattro persone è l'ottimo ma talvolta il dado può rovinare la festa)
Mater: 2 (pezzi in legno e tessere in cartone resistente)
Orig.: 2 (sicuramente un gioco che ha fatto e continuerà a fare epoca)
---------
TOT. 7

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

9

Lo trovo tra i giochi di bassa complessità tra i migliori, adoro le fasi di compravendita.... a volte si può arrivare a scene tragicomiche ...

la frase "vuoi una pecora?" è ormai gergo comune nel gruppo di amici, la si usa ovunque, bar, cinema, ecc.. ecc.. a volte anche in altri giochi (addirituttra in munchkin la riteniamo valida come scambio di tesori)..

per il fattore dadi invece non si può obiettare, nonostante i numeri meno frequenti siano disposti pressoche in modo casuale sui tasselli.... una volta studiato la plancia non resta che sperare di essere il primo e che la probabilità non venga contraddetta...

nonostante questi e gli altri difetti evidenziati da alti votanti, se dovessi votare ogni singolo elemento con 0-1-2 confrontandolo agli altri giochi da me giocati, finisco per dare 2 a tutto, quindi, credo che 9 possa essere realistico.

6

Gran gioco, che ha fatto storia e che piace a tutti quelli a cui l'ho fatto provare. L'interazione tra giocatori è il punto forte, ma il fattore Q spesso rovina i tuoi piani, e quando succede ti ritrovi ad agonizzare per tutta la partita a 4-5 punti vittoria (per la cronaca si vince con 10 punti vittoria). Con le carte da usare al posto dei dadi, il peso della fortuna diminuisce considerevolmente, e gli si può alzare il voto anche a 7.

8

Premetto che ho giocato la versione della Mayfair quando abitavo in Finlandia.

Giocavamo in quattro (io, fidanzata e una coppia di suoi compagni di università) ed era un divertimento incredibile, anche se alcuni volte la frustrazione di aver beccato una zona di partenza insulsa o di non riuscire a fare punti vittoria era tanta.

Comunque, come altri nella tana ho ricordi memorabili... di me stesso in piedi ululante come un napoletano al mercato chiuso di Dublino...

"Sheeeeepps! Sheeeeps! Sellin out sheeeeps!!!"

... quasi quasi mi viene giù una lacrima (dalle risate al ricordo)... :D

7

Rivedo il mio commento dopo un'estate passata a giocare ai Coloni!

bello e semplice... immediato e per tutti i tipi di giocatore.
con l'espanzione per 5 o 6 raggiunge il massimo, anche se rallenta un filino...
bella la grafica, ci si diverte a scambiare merci con gli altri giocatori e a "sbarrarsi la strada".
Ha l'enorme pregio di piacere a tutte le ragazze a cui lo ho proposto... non so si sentiranno delle brave massaie al mercato... LOL
E' un giocoabbastanza strategico, che necessita anche di una dose di fortuna...(alla fine cmq la media dei dadi è sempre quella, difficilmente usciranno solo 2 o 3 o 4.)
Materiali solidi e leggermente sopra la media dello standard... bellissimi i 2 porta carte estraibili.
a parere mio un bell gioco... immancabile per ogni estimatore dei board games

7

Un "classico" a tutti gli effetti, un gioco che si e' saputo ritagliare il suo posto nella storia ludica. L'unico vero problema di questo titolo e', a mio avviso, l'eccessivo peso della fortuna che, in alcuni casi, puo' essere davvero frustrante.

8

Un gioco che non tramonterà mai!
Bello, semplice, coinvolgente, divertente, veloce (grandi strateghi permettendo) e.......piace alle
ragazze!
l' apri pista per eccellenza, potreste far appassionare ai giochi da tavolo anche gli amici più svogliati
della compagnia. Sarebbe un delitto non averlo nella propia lista dei giochi, da avere!!
Consigliato a tutti.

9

Orpo, non avevo ancora votato Coloni!
Che dire.... è stato il gioco che mi ha aperto gli occhi sul mondo dei giochi tedeschi e che mi ha fatto entrare nel tunnel del divertimento ludico.
Un gioco azzeccatissimo, facile ed acccattivante per i principianti, abbastanza impegnativo per i giocatori assidui ha il giusto mix che lo ha reso un intramontabile classico.
Le numerose espansioni uscite poi, hanno aggiunto pane per tutti i gusti completandolo in ogni suo aspetto. Guai a non averlo.

8

Nessun commento

8

Un grande classico che ha nella semplice ma intrigante meccanica il punto di forza.
Dosaggio di tempo e fortuna perfetto per proporlo quasi a colpo sicuro a tutti i neofiti.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

4

Gioco veramente triste e banale troppo dipendente dalla fortuna e soprattutto dal piazzamento inziale.
E dire che ha un mare di espansioni, scenari & co.

PERCHÉ?

9

Gioco molto semplice in quanto regolamento, tattico ma non troppo... molto importati le scelte di posizionamento iniziale.
Veloce e adatto a tutti i gusti.

Regola delle 11 "P": Pensare Prima, Parlare Poi, Perchè Parole Poco Pensate Portano Presto Pentimento (in memoria di Carlo Madella, un mio vecchio prof di fisica)

6

A suo sfavore:
Non si gioca molto bene in tre quindi risulta un gioco da quattro a meno di non comprare le espansioni.
Le posizioni iniziali sono fondamentali, partire male vuol direcompromettere l'intera partita.
I dadi lafanno dapadrone: le probabilita'? a Catan non esistono! :P

A suo favore:
Milioni di miliardi di varianti testate disponibili in rete.
Bella l'interazione tra i giocatori durante la fase di scambio merci.
utile per avvicinare ai giochi da tavolo persone che hanno sempre mangiato pane , risiko e monopoly!!

Morfeus

7

Nessun commento

7

Bello. Semplice. Giocabile. Non merita il successo che ha avuto ma indubbiamente carino.

8

Ho sempre trovato tra gli amici pareri favorevoli, mi piace e lo rigioco sempre volentieri. E poi, non da poco, è uno dei pochi con cui riesco a far giocare ragazze poco amanti dei giochi da tyavolo.

Fortunato colui che ha potuto conoscere le cause delle cose. (Virgilio, Georgiche, lI, 489).

7

Bello, il lato cooperativo e quello di pura strategia. ma il dado oggi è troppo frustrante.
Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui dò 10. Per i giochi da tavola è Puerto Rico, 8)

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

9

Nessun commento

Dathon.

So long, and thanks for all the fish

8

Credo che coloni rappresenti una grande e valida porta di ingresso al mondo dei boardgames. per me così è stato ed ogni volta che lo faccio conoscere a qualcuno, questo finisce per acquistarlo assieme alle espansioni. Sara' per la sua immediatezza, sarà perchè esiste in italiano, sarà per qualunque altro motivo ma alla fine per coloni più o meno tutti ci sono passati. Inutile farla lunga, Coloni è divertente ed è perfetto quando si vuole giocare a qualcosa di veloce e spensierato. E' un dovere averlo! (almeno nella versione base) nella propria ludoteca. Per quanto riguarda il fattore fortuna è ben piu' che calibrato vista "l'entità" del gioco, se poi volete che la vittoria dipenda solo ed esclusivamente da voi, allora giocate a scacchi.

Mia moglie e' una persona veramente immatura. L'altro giorno, per esempio, mentre mi facevo il bagno e' entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette!

7

Classico gioco di baratto, produzione e gestione risorse. Meno casuale di quanto molti affermino. Un po' lungo secondo gli attuali canoni del gioco euro "ideale".

8

Splendido, strategia, fortuna e interazione mescolati con sapienza e maestria. Semplice e immediato nella comprensione del meccasismo; mai banale nella scelta delle strategie di gioco. Unico difetto la lunga preparazione del piano di gioco.

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

8

Nessun commento

Molti uomini sono destinati a ragionare male, altri a non ragionare affatto e altri ancora a perseguitare coloro che ragionano. (Voltaire)

9

Non so quante partite ho giocato a "Pecore" (tra di noi lo chiamiamo così) e non mi sono MAI annoiato.
La fase di baratto con gli altri giocatori è bellissima ed a volte si creano delle lobby per la gestione di alcune materie degne di Al Capone! Con l'estensione Marinai poi ci si lancia alla conquista di isolotti vicini aumentando ancora il divertimento!!
Gli ho dato "solo" 9 perchè il 10 l'ho concesso ad un certo Puerto Rico...

7

Bello, veloce, piacevole e anche un po' strategico. Sostengo, contro la maggior parte delle persone, che sia abbastanza strategico ma il sedere, comunque, gioca un ruolo fondamentale perché potresti anche tirare sempre 7 al momento sbagliato. E se sei jellato, stai sicuro che capita. Un buon gioco, nel complesso, a cui, tuttavia, ne preferisco altri. Colonna Sonora: La danza dei grandi rettili (Il Banco). Bevanda: Fate voi, non mi vien voglia di bere nulla giocando a Coloni!

Biggossa Lo Terrore s'accompagna allo passo ciondolante d'esto strano trapassato che non vuol esser menato.

9

Nessun commento

8

secondo me un'altro irrinunciabile (anche se molto condizionato dal dado)

Esistono più cose in cielo e in terra di quante il nostro intelletto ne possa immaginare

10

Nessun commento

8

devo scrivere qualcosa che non sia già stato detto?

"...vince chi fa più punti vittoria..."

7

Nessun commento

cerca sempre di ottenere ciò che ami, altrimenti sarai costretto ad amare ciò che ottieni.

6

Nessun commento

8

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

6

Molto molto divertente le prime partite, poi però perde fascino, in quanto se la partita è dominata dai tiri di dado, anche le interazioni tra i giocatori diventano futili. Comunque sia rimane un must, e ogni tanto merita una rispolverata!

The angel that deserves to die

7

Questo è stato il mio primo gioco in scatola ! Trovato e acquistato quasi per caso su di uno scaffale di un ipermercato. Immaginate la sorpresa e lo stupore nello scoprire che non esiste solo il Monopoli !
Oggi, a distanza di anni, ogni tanto capita di dargli una bella spolverata e magari di proporlo a chi ancora è estraneo a questo fantastico mondo. Sono convinto che sia in grado di accendere quella "scintilla" che poi si tramuta in passione, grazie al suo regolamento immediato e non particolarmente complesso. A mio avviso un classico da possedere nella propria collezione.

6

Semplice, lineare e troppo controllato dalla fortuna, anche se senza una strategia di partenza non si arriva quasi mai a vincere. Inizialmente mi piaceva molto, ma con il tempo (e altri giochi) ha completamente perso il suo fascino. Buono per i novizi.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

6

Nessun commento

Corvaccio

10

... partite infinite... litigate furiose... famiglie distrutte per colpa di un brigante nell'esagono sbagliato, per una carta rubata da un cavaliere, per una colonia che blocca il gioco dei un altro giocatore... che altro dire... E' bellissimo!!

8

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

8

I coloni di catan sono i coloni di catan! Il gioco giusto per "corrompere" nuovi giocatori. Longevità quasi infinita, una partita ai coloni diverte sempre!

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

9

Un perfetto gioco "ponte" per trasformare giocatori di Monopoli in giocatori di cose più serie... :)

7

Nessun commento

8

Nessun commento

Wolflord
the
Rule’s Master

7

Molto carino... Già dalla 3° partita è molto fluido... anche se a volte macchinoso...

Tria Lunae Krynn voster itinerim dirigant

8

Nessun commento

8

Gioco a mio parere perfetto per gli obbiettivi ed il target a cui si propone. Il giusto mix tra aspetti strategici e fortuna: regolamento semplice ma non banael. Interazione tra i giocatori alta e la fase commerciale e' davvero una bella trovata (eredita' di Advanced Civilization). Nel complesso un gioco che vale la pena avere e giocare, sia con giocatori esperti che con amici alle prime armi

commento basato su molte (oltre 10) partite

10

Nessun commento

8

Grandissimo gioco.
Pregi: Nella versione tilsit materiale ottimo, regolamento in italiano e di facile attuazione. Nella rete varie soluzioni alternative.
Difetti: Il posizionamento iniziale influenza pesantemente la partita. Dipende molto anche dalla fortuna.

Se una donna ti rifiuta, non significa sia virtuosa.
Vuole di meglio. :)

8

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

8

Il gioco in scatola per famiglia per eccellenza!

7

Il gioco con cui sono entrata nel mondo dei boardgames moderni! Ideale per i principianti, ma io preferisco l'espansione Citta' e Cavalieri. Il gioco base (questo) ha poche possibilita' strategiche e i dadi contano un po' di piu'.

May the Force be with you!

7

Nessun commento

L'uomo non smette di giocare quando invecchia ma invecchia quando smette di giocare

The family GOBLIN!!!

5

Nessun commento

"Sembra talco ma non è! Serve a dare l'allegria!"

8

Il capostipite.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare